Grosjean: “E’ un sogno che si avvera”

5 febbraio 2012 18:50 Scritto da: Lorenzo Floridia

Romain Grosjean l’anno scorso ha monopolizzato il campionato di GP2 rendendolo semplicemente noioso. Quest’anno la grinta e i risultati ottenuti lo hanno portato all’attenzione della Lotus, scuderia sotto gli occhi di tutti, oggi, per la presentazione del nuovo gioiello, la E20.

Per l’occasione, Grosjean, insieme al compagno Raikkonen, è stato intervistato circa la stagione verrà e il suo passato in F1. Il sorriso del pilota francese durante la presentazione la diceva lunga sull’emozione di appartenere ad uno dei team che più di altri ha contribuito a fare grande la F1: “Ancora non l’ho ben realizzato,  è un sogno che si avvera … Penso che la squadra abbia davvero una buona line-up per questo anno, con Kimi e me. Speriamo di poter fare qualcosa di speciale. Realizzerò tutto ciò solo quando sarò a Melbourne e vedrò il mio nome sulla lista ufficiale di iscrizione. Per ora sono davvero felice di essere in fabbrica per quanto posso, di essere coinvolto con la squadra e prepararmi per il test”.

Parole da esordiente quelle del pilota, anche se memore di un 2009 in F1 con 7 gare all’attivo senza nessun’exploit e troppi errori; ma come spesso succede, nello sport, viene concessa una seconda possibilità e Roman non può sbagliare più: “Rispetto al 2009 sono due anni più vecchio! Non c’è una grande differenza, solo un miglioramento in tante piccole cose, tra cui la maturità. Il 2009 è stata una esperienza  molto utile per me per capire molte cose e crescere. Il Romain Grosjean 2012 vede la vita in modo diverso. Il mio obiettivo è quello di godermi la mia passione numero uno, la Formula Uno“.

La speranza è ovviamente quella di una vettura competitiva sin da subito e sulle caratteristiche della vettura il francese glissa dichiarando che il momento della verità è ancora lontano: “Vedremo cosa si ottiene in pista. Speriamo che sia una buona macchina e che sia in grado di dare buone impressioni sin dal primo test. Poi cercheremo di migliorarla giro dopo giro e seduta dopo seduta”. 

Poche parole, ma come ha detto lui stesso, mature. Un buon inizio.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!