Jerez: presentata la nuova Sauber di Koba e Perez

Svelata a Jerez la nuova Sauber-Ferrari, che si chiama C31 seguendo la tradizionale denominazione delle vetture di Hinwill.

Anche la monoposto svizzera ha lo scalino sul muso, che fa da contraltare a forme molto pulite, certamente più lineari rispetto a quelle della concorrenza. Un’altra importante novità è lo schema pull-rod per le sospensioni posteriori.

La Sauber, orfana del direttore tecnico James Key, ha confermato entrambi i piloti del 2012, Kamui Kobayashi e Sergio Perez. Quest’ultimo, lo ricordiamo, pilota del Ferrari Driver Academy. Il giovane Esteban Gutierrez è il terzo pilota.

Settima nel 2011 la “ferrarina bianca” punta a migliorare una classifica di per sè già soddisfacente. Proprio nelle ultime due gare della scorsa stagione con tre fondamentali punti racimolati al fotofinish Kobayashi riuscì a regolare la Toro Rosso nella corsa al settimo posto iridato.

Rinfrancata dal positivo esito di quella volata la Sauber riparte con nuovo entusiasmo. La sfida, quest’anno, è quella di correre stabilmente in zona punti. Queste le parole del team principal Peter Sauber:

“Il nostro obiettivo è quello di finire regolarmente in zona punti, in modo da scalare posizioni in classifica Costruttori. Siamo impazienti di lavorare un’altra stagione con i nostri giovani piloti. Kamui è alla sua terza stagione in Formula 1. L’anno scorso  si è comportato da vero leader. Ci aspettiamo molto anche da Perez, alla sua seconda stagione da titolare. Sarà importante il dialogo con gli ingegneri affinchè entrambi i nostri driver possano esprimere tutto il loro potenziale, a mio avviso molto alto”.

Shakedown previsto in giornata, per il resto si è trattato della stessa presentazione sobria “ammirata” da due anni a questa parte, cioè dal ritorno a pieno titolo in F1. Chissà se si tratta di scaramanzia, visto che la squadra elvetica ha disputato due discrete stagioni nonostante il budget limitato.

Sobria e concreta, la Sauber non dà nell’occhio ma è a suo modo ambiziosa. Migliorare il settimo posto iridato non è un’impresa semplice, e gli stessi Kobayashi e Perez sono chiamati ad un’importante conferma, anche (e soprattutto) per il loro futuro agonistico.

 

42 Commenti

  1. Devo dire che da tre anni a questa parte la Sauber non si presenta mai con soluzioni innovative o particolari e nemmeno linee estreme,ma mantiene una raffinatezza tecnica che le permette di mantenere una buona posizione in classifica.

  2. ben! ho preso una cantonata….scalino si! ma con fessura per l’aria….una vera stranezza….inoltre push rod davanti e pull rod dietro….per il resto sembra una chiara eoluzione della precedente….

    Niente a che vedere con ferrari e mclaren a quanto pare….

  3. Scusate Ragazzi MA CHE PRESENTAZIONE HANNO FATTO ?!!

    Mah……anche in questo FERRARI e MCLAREN si distinguono sempre dagli altri, presentazione più squallida di quella della CATERHAM !!

    Per il resto aspetto di vedere in pista la RB8 per dare i primi giudizi, visto che dalle poche foto sbiadite non è permesso neppure fare dei paragoni con le altre macchine.

    1. Beh, non credo che volessero mantenere chissà quale segreto, visto che da domani si torna in pista.Comunque sembra la logica evoluzione della RB7 con l’aggiunta dell’arcinoto scalino. Domani cominceremo a vedere qualcosa di più.

      1. si,ma resta il fatto che allora avrebbero potuto risparmiarsi questa pagliacciata,IMHO!!

  4. Presentata la RED BULL RB8, ha lo scalino tra MUSETTO e TELAIO, per il resto sembra una logica evoluzione della RB7 del 2011, MOLTO simile nelle pance laterali, insomma nessun colpo di testa da parte di NEWEY.

    1. Mi chiedo il perchè la McLaren non abbia adottato lo scalino. Nessun tono polemico da parte mia, solo semplice curiosità visto che finora siamo gli unici a non avercelo.

Lascia un commento