Test Jerez, giorno 1: Raikkonen subito il più veloce

7 febbraio 2012 17:20 Scritto da: Davide Reinato

Si è appena concluso il primo giorno di prove collettive per la Formula 1. L’atmosfera che si respira a Jerez è quella da primo giorno di scuola e alle 9 del mattino è suonata la prima campanella.

Il primo a gridare “Presente!” è stato Kimi Raikkonen che, a bordo della sua Lotus E20, ha registrato il giro più veloce in 1:19.670, abbassando in un solo colpo i tempi fatti registrare lo scorso anno qui a Jerez.

I tempi non contano molto, ma nonostante tutto fa piacere ritrovare una vecchia gloria della F1 in testa. L’obiettivo della Lotus era chiaro: far fare a Kimi quanti più chilometri possibili in queste prime due giornate di test. Buona la prima, verrebbe da dire, considerando che il finnico ha totalizzato ben 73 tornate.

Secondo tempo per la Force India di Paul Di Resta. Dando un’occhiata ad alcuni long run, la VJM05 è apparsa molto costante e questo ha dato modo allo scozzese di lavorare duro e fare ben 101 giri, il migliore dei quali in 1:19.772, ad un decimo da Raikkonen.

Terza posizione per la Mercedes di Nico Rosberg. Il team della Casa della Stella a tre punte ha girato con la vettura 2011, in attesa della nuova vettura che vedremo solamente a Barcellona. Nico ha girato solamente nella mattinata, mentre dopo la pausa pranzo è sceso in pista Michael Schumacher. Il sette volte iridato ha totalizzato 41 giri ed il sesto tempo in classifica con 1:20.794.

Tra i due della Mercedes spuntano i due australiani lattinari. Mark Webber ha portato al debutto la RB8, ma perdendo gran parte della sessione mattutina. Il team non è stato in grado di assemblare la vettura in tempo per l’inizio delle prove, dato che mancavano ancora dei pezzi importanti in arrivo da Milton Keynes. La nebbia presente a Jerez, però, ha fatto tardare l’arrivo di questi componenti di ben due ore. Webber ha comunque recuperato il tempo perso nel pomeriggio, realizzando 53 giri.

L’altro australiano, Ricciardo, ha invece portato al debutto la Toro Rosso STR7. Per lui, nel pomeriggio, si è anche presentato un problema con una perdita d’olio che gli ha fatto perdere l’ora di sessione finale, oltre che aver causato una bandiera rossa.

Oltre all’interruzione causata da Ricciardo, abbiamo avuto anche uno stop dettato dalla Sauber di Kobayashi. Il giapponese non ha sofferto alcun problema tecnico, ma era in pista con poca benzina per verificare il consumo di carburante ed è quindi rimasto a secco.

Per trovare i big bisogna scorrere fino in fondo alla classifica. Button ha segnato l’ottavo tempo, Massa il nono. McLaren e Ferrari hanno impostato il loro lavoro sulla raccolta di dati e pare non abbiano per nulla badato al cronometro. Molti aerotest per la F2012 che ha girato per molto tempo con il tubo di pitot installato, oltre che a della vernice fluorescente sull’ala posteriore per verificare l’andamento dei flussi d’aria. Per Felipe, inoltre, c’è stato tempo per provare anche le gomme dure, oltre che mescole medie: capire le nuove Pirelli sarà un passo fondamentale.

Chiudono la classifica dei tempi Kovalainen, con la Caterham, Maldonado sulla Williams e De La Rosa con la HRT del 2011.

TEST JEREZ – CLASSIFICA GIORNO 1

Pos Pilota Team Tempo Giri
1  Raikkonen Lotus  1m19.670s 75
2  Di Resta Force India  1m19.772s  +0.102 101
3  Rosberg Mercedes  1m20.219s  +0.549 56
4  Webber Red Bull  1m20.496s  +0.826 54
5  Ricciardo Toro Rosso  1m20.694s  +1.024 57
6  Schumacher Mercedes  1m20.794s  +1.124 42
7  Kobayashi Sauber  1m21.353s  +1.683 106
8  Button McLaren  1m21.530s  +1.860 62
9  Massa Ferrari  1m22.815s  +3.145 69
10  Kovalainen Caterham  1m23.178s  +3.508 28
11  Maldonado Williams  1m23.371s  +3.701 25
12  De la Rosa HRT  1m23.676s  +4.006 44

 

169 Commenti

  • Frank Pitonetti

    Interessante questa foto sul blog di Cristiano:

    http: //2.bp.blogspot.com/-a-P_5q0JpwA/TzGCEzz0JII/AAAAAAAAAU0/piP1QWMDLzA/s1600/ehee.png

    a me sembra evidente scarichi a parte, che la zona a coca cola della ferrari sia addirittura più rastremata della RB a parità di distanze, mentre la mclaren un pò più voluminosa.
    Considerando il motore Ferrari, hanno fatto un intervento di dimagrimento spaventoso.

    • interessante anche se ho letto sul blog una inesattezza, nella foto vediamo lo scarico che esce ma in realta’ sembra sia stato aggiunto per cambiare inclinazione infatti in un altra foto si vede lo scarico vero

      http: // img17.imageshack.us/img17/2488/512212541.jpg

      Quello che si vede nella foto di Cristiano è una terza versione con ” trombetta ” in simil rame che cambia l’angolazione verso l’alto.

  • Frank Pitonetti

    Ho un rimedio.. penso di aver trovato una soluzione a tutto, l’ho partorita con tirado ma questa permetterà alla Ferrari ed alla Mclaren di lottare per il titolo:
    Rapimento di Adrian Newey.
    Soluzione economicamente più semplice da attuare, non richiede grossi sacrifici in termini di spesa (basta pagare un paio di balordi, e tenerlo chiuso almeno un paio di anni dentro un bell’albergo sia chiaro) non richiede enormi investimenti per upgradare le gallerie del vento che per colpa di Newey, sono diventate basi aliene.

  • Frank Pitonetti

    MARK WEBBER: E’ andata davvero bene. Il recupero non è andato male, abbiamo girato decentemente. E’ sempre eccitante capire le nuove idee di una vettura, e Adrian (Newey, ndr) è già al lavoro per capire come poterla rendere più veloce. Qui ci sono condizioni bellissime, siamo molto fortunati, e il resto della settimana sarà questione di raccogliere dati”.
    Webber ha aggiunto che i cambiamenti regolamentari non hanno cambiato troppo il comportamento della vettura: “Il modo in cui il diffusore soffiato agiva l’anno scorso era piuttosto influente sul bilanciamento della vettura. Sapevamo che il regolamento sarebbe cambiato e abbiamo lavorato duramente per il approntare il nuovo pacchetto aerodinamico. E’ diverso. Ci sono cambiamenti leggeri, nulla di enorme

  • Non capisco in che modo vogliono far lavorare gli scarichi; a gas aperto ok, ma la deportanza dell’anno scorso in rilascio? Quella e’ bella che andata.
    E poi, francamente, aspetto che scendano in pista i piloti veri 😉

  • WBrawnSchumy

    quanto mi mancava la f1 finalmente si riaccendono i motori e le teste :)

  • ….Button…che progressione.
    Questo con un treno di gomme ci fa 2 GP!!!!

    35 1:21.530 -1.282
    36 1:22.124 +0.594
    37 1:22.342 +0.218
    38 1:22.661 +0.319
    39 1:22.845 +0.184
    40 1:24.345 +1.5
    41 1:23.185 -1.16
    42 1:23.084 -0.101
    43 1:23.041 -0.043
    44 1:22.892 -0.149
    45 1:23.090 +0.198
    46 1:23.163 +0.073
    47 1:23.407 +0.244
    48 1:23.731 +0.324
    49 1:23.520 -0.211
    50 1:25.898 +2.378
    51 1:23.520 -2.378
    52 1:26.105 +2.585
    53 1:21.695 -4.41
    54 1:22.250 +0.555
    55 1:25.646 +3.396
    56 1:22.694 -2.952
    57 1:22.973 +0.279
    58 1:22.610 -0.363
    59 1:22.997 +0.387
    60 1:22.835 -0.162
    61 1:23.624 +0.789

  • Ciao a tutti si riparte!con una figlia in arrivo per meta’ stagione..-)

  • Ferrarista Sfegatato

    Massa non ha lasciato dichiarazioni ??
    Comunque credo che gli esperimenti che non hanno funzionato a cui si riferiva tombazis sia una delle due configurazioni di scarichi… per capire qual’è non ci resta che aspettare domani e vedere con quale configurazione scenderanno in pista se quella del mattino o quello del pomeriggio … voi cosa ne pensate ??

  • Anche la Ferrari forse ci ha preso per i fondelli.
    Forse in mattinata hanno provato una soluzione simile alla RB

    guardate le foto con la carrozzeria tagliata

    http://img17.imageshack.us/img17/2488/512212541.jpg

    http://jorgelizalde.co.uk/ferrrari/z13286310912.jpg

    sulle frecce blu si vedono dei fori e proprio in quel punto sono stati posizionati dei termometri.
    Questo potrebbe significare che in mattinata quando la vettura aveva la carrozzeria integra gli scarichi soffiavano verso il centro e forse una parte veniva incanalata in quel punto.

    • No, non sono state provate due configurazioni degli scarichi. La carrozzeria che ricopre lo scarico ha sofferto di un riscaladamento eccessivo del materiale che lo ricopre e per questo si è scelto di rimuoverlo =)

    • beh che dopo mezza mattina siano gia’ a tagliuzzare la carrozzeria non e’ il massimo..

      • Spiegami allora perche’ la mattina gli adesivi a forma di termometro erano piazzati al centro ed il pomeriggio avevano ricoperto anche le sospensioni e le bandelle dell’alettone. Poi in un altra foto si vede che montano anche una specie di piccola tromba per orientare i flussi piu’ in alto. Dai è evidente stanno facendo esperimenti anzi prove reali rispetto a simulazioni e galleria del vento. Per il resto la carrozzeria è ovviamente provvisoria io che non sono un tecnico avevo gia’ anticipato che sarebbe chiaramente andata a rosto…

  • Ecco una foto che mi lascia perplesso. Dagli adesivi sembra stiano studiando la temperatura sull profilo basso dell’alettone, ma allora perche’ Newey ha piazzato gli scarichi sotto l’attacco delle sospensioni ?

    Poi altra cosa strana il materiale che viene usato nella parte bassa sembra sia copra qualcosa di caldo

    www . formula1.com/wi/0x0/sutton/2011/dms1207fe262.jpg

    • Guardante in pianta dove si trovano i braccetti delle sospensioni e dove si trova il profilo basso dell’alettone, perche’ Newey dovrebbe arrivare dal basso verso quell’alettone e non dall’alto istallando lo scarico sopra ?
      C’è qualcosa di strano fra le altre cose nella foto precedente si vede una schermatura per il calore proprio nella parte basse vicino al cambio secondo me gli scarichi sono deviati verso il basso dal braccetto e dalla incavatura dove è appoggiato lo scarico

      http: // img3.auto-motor-und-sport.de/Formel-1-Test-Jerez-Tag-1-Red-Bull-Mark-Webber-fotoshowImage-2012a5f-568702.jpg

    • @ZioTure grazie per gli spunti!
      Questo link non riesco ad aprirlo, hai modo di dettagliarlo meglio così cerco di capire anche senza immagini?
      Quello sulla foto della RBR mi ha permesso di vedere meglio alcuni dettagli del retrotreno che da ferrarista trovo agghiaccianti, veramente curati tutti i particolari, guardando altre foto ho notato una cosa, forse mi sto focalizzando troppo sul retrotreno, trovo l’alettone anteriore portato in prova dalla McLaren veramente elaborato!

  • Ciao a tutti ho potuto unirmi a voi solo adesso, oggi è stata una giornata lavorativa che definirei solo con una terminologia industriale… Ho visto Stratoca..i della morte tutto il giorno!
    Quindi è possibile che chieda qualcosa che sia stato già postato e di questo chiedo scusa, qualcuno ha idea di dove reperire qualche foto dettagliata delle aree degli scarichi dei top team?
    Ringrazio sempre tutti per i bellissimi spunti, Ferraristi e Non!!!

    Ps. Ha ha ha finalmente i motori sono ripartiti… Sono proprio contento 😉

  • Nell’intervista rilasciata al termine della prima giornata di Test JENSON BUTTON ha dichiarato : “Sono sorpreso dal livello di GRIP che ha la macchina, non credevo dopo l’abolizione dei DIFFUSORI SOFFIATI, sono soddisfatto come primo giorno NON è male, abbiamo già pecorso RUN di 15 giri consecutivi il che NON è male”

    Sè lo dice il buon JENSON BUTTON c’è da credergli…..

  • CARIBBEAN prego non c’è di che, comunque IO sono del parere che come ha detto FRANK PITONETTI a WOKING stiano studiando qualche soluzione ai TERMINALI DI SCARICO atta ad indirizzare i VORTICI creati dagli pneumatici posteriori verso la zona tra PINZE DEI FRENI e BANDELLE delle PARATIE dell’ALETTONE POSTERIORE.
    E’ questo la MIA opinione e credo che in FERRARI stiano facendo la stessa cosa.

    P.S. NON credo sia più possibile con questi regolamenti in tema di SCARICHI indirizzare il flusso dei GAS ROVENTI verso il fondo, ricordate che i TERMINALI devono avere una inclinazione tra 10° e 30° per cui i FLUSSI non avrebbero modo di raggiungere il FONDO della vettura..

  • Rosso69-30anni di F1

    piu’ si incrementa l’efficienza dell’ala inferiore piu’ si aumenta la velocita’ di estrazione del diffusore che agisce in sinergia con l’ala appunto. newey sta’ facendo questo con gli scarichi posizionati in quella posizione penso sia la soluzione migliore, in questa zona la sauber ha realizzato un soffiaggio sull’ala sembra un f-duct passivo

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!