Jerez 3, Ferrari: Fry non è contento

9 febbraio 2012 19:11 Scritto da: Diego Mandolfo

Terzo tramonto qui a Jerez de La Frontera. Finora è stato un coro di soddisfazioni, soprattutto da parte dei big team. Ma arriva la prima voce fuori dal coro. E’ quella di Pat Fry, Direttore Tecnico Ferrari, che non si dice contento del progresso della F2012. Con le sue parole la Ferrari ammette quindi di non essere completamente soddisfatta dei risultati ottenuti finora dalla nuova monoposto. “Non sono felice di dove siamo al momento!”. Questa la dichiarazione di Fry, che comunque sottolinea che c’è ancora una marea di lavoro da fare, soprattutto per il fatto di aver totalmente voltato pagina rispetto ai progetti precedenti. Chiaramente avendo iniziato con una rivoluzione tecnica c’era da aspettarselo. In questa terza giornata di test la monoposto di Maranello è stata portata in pista da Fernando Alonso, che ha chiuso soltanto al settimo posto nella graduatoria dei tempi, a circa 2.8 secondi da Rosberg. Ma non è tanto il timing che preoccupa. Non si tratta, ovviamente, di una prematura bandiera bianca, quanto forse di un’astuta pretattica e di un modo per spronare i suoi:

Penso che c’è ancora tanto margine per migliorare. L’affidabilità è buona, le performance sono ok, ma ci dobbiamo ancora lavorare sù per migliorare la macchina sotto diversi aspetti. Alcune parti della vettura vanno sviluppate e migliorate ma, al momento, non direi che sono felice di come sta lavorando tutto il pacchetto“.

Fry ha ammesso che i maggiori problemi stanno venendo dal set-up generale della monoposto 2012. A quanto pare ci sono dei problemi sulla comprensione della perfetta messa a punto della macchina, dovuti soprattutto al fatto di aver scelto un approccio estremo già in fase di progettazione. Poi c’è, in casa della Rossa, un po’ di rammarico per non aver potuto fare il primissimo test a Fiorano:

Certamente fare tre test anzichè quattro comprime un po’ il nostro lavoro. Ne abbiamo tanto da fare. Qui a Jerez, con Felipe, abbiamo, inizialmente, dovuto fare tutto il lavoro che si sarebbe dovuto svolgere a Fiorano. Comunque la piattaforma di base va bene, ci stiamo adesso concentrando sulle varie caratteristiche e su tutti i pezzi che dobbiamo testare. Tutto il nostro lavoro parte da una matrice abbastanza ampia, quindi quasi ad ogni run proviamo una configurazione differente. C’è da analizzare molte cose, sia qui che in fabbrica. Stiamo usando la simulazione in pista, unita al lavoro del simulatore per far sì che tutte le componenti si possano amalgamare correttamente. E’ tutto molto compresso, quindi c’è tanta pressione su ognuno di noi. Occore fare scelte importanti velocemente.

Chiaramente siamo ancora solo all’inizio. Ma dalle parole di Fry si capisce come la Scuderia sia consapevole che è adesso il momento di fare scelte radicali circa l’immediato sviluppo della F2012. E’ ora insomma che si deve capire quale strada imboccare per poi proseguire su questa, nel cammino verso il primo GP e oltre.

Al momento non ci stiamo concentrando sul consumo di carburante o sulle gomme per fare il tempo. Avendo perso lo shakedown di Fiorano dobbiamo massimizzare il lavoro delle prossime settimane sulla messa a punto dell’intero pacchetto da mettere insieme“.

Fry ha voluto comunque chiarire che i problemi che la Ferrari sta avendo non sono assolutamente legati alla decisione di montare sospensioni pull-rod all’anteriore. L’affidabilità, infine, non aveva dato grandi problemi fino a questa mattina. Quando alcune noie idrauliche hanno fermato Alonso. In serata verranno montati dei nuovi componenti che dovrebbero risolvere il problema. Insomma la F2012 fa un po’ di bizze ai suoi primi vagiti. Ma forse è solo il prezzo da pagare per una creatura tutta nuova e tutta ancora da svezzare. I ferraristi non si perdano d’animo.

 

38 Commenti

  • AACostruzioni

    Io sono straconvinto che la situazione non è negativa come sembra..questa F2012 è un cambio di rotta netto per la squadra è normale che la Ferrari abbia più lavoro da sbrigare rispetto agli altri top team che hanno proseguito nello sviluppo di vetture già performanti…tempo al tempo la strada è giusta!

  • Buongiorno a tutti. Ieri qualcuno diceva che è ancora possibile recuperare il gap come fece la McLaren l’anno scorso, però ricordo che è vero che la McLaren migliorò tantissimo dai test alla prima gara, però non si giocò la vittoria a Melbourne. Infattti Lewis in qualifica prese 8 decimi e in gara 22 secondi da Vettel. Se l’obiettivo(per Ferrari e McLaren) è davvero quello di arrivare a mezzo secondo dalla RedBull non credo che sia tanto di cui essere allegri nè per la Ferrari, nè per la McLaren anche perchè durante la stagione non è che i bibitari si fermino ad aspettare i progressi altrui. Quindi se una o entrambe tra Ferrari e McLaren riusciranno ad essere competitive fin da subito(entro la quinta gara al massimo) allora si può fare un pensierino ai titoli mondiali, altrimenti la vedo dura. Sempre che la RedBull sia veloce come l’anno scorso, il che al momento è probabile ma non sicuro.

  • le parole di Fry mi fanno pensare che non riescano a trovare il giusto compromesso tra i vari settaggi che singolarmente, invece, funzionano bene.

    E’ molto presto comunque…

    • ammazza c’ho preso, ecco altre frasi di Fry più significative: (comportamento poco omogeneo nelle curve)

      Se si mette a posto l’ingresso poi il pilota “rema” al centro, se si lavora su questi due parametri poi si perde in uscita… Un rompicapo, in apparenza.

  • ma secondo voi la ferrari ha un asso nella manica ?

  • ferraristasempre

    se avessero riproposto la quarta fotocopia consecutiva delle ultime tre macchine metà di noi li avrebbero linciati e l’altra metà si sarebbe tagliata le vene 😀
    se la “rivoluzione” non è ancora andata a buon fine e deve ancora assestarsi ci sarà ovviamente da essere delusi… ma sicuramente è meglio che non aver deciso di dare una semplice pennellata di vernice fresca alla f150.
    un progetto con dell’inventiva per me è comunque meglio di un progetto che fa pensare “qui dietro non ci sono idee”

  • Dalle dichiarazioni di Par Fry che ho letto su vari siti non è mai riportato espressamente che non è contento, dice più che altro che non hanno interesse a girare con poca benzina e che hanno molto lavoro da fare. Certo che mi dico, un giretto vuoto per sti poveri tifosi lo potevi fare!

  • 1)FRY:”non sono soddisfatto”;
    2)TOMBAZIS:”siamo + avanti di qnt c aspettassimo”;
    3)MASSA:”la macchina ha un enorme potenziale”;
    vediamo ke dice Fernando…

    Sinceramente mi piace l’affermazione di FRY xkè vuol dire ke punta al massimo ed è questo lo spirito che ci vuole!!…no sognare che tutto vada bene per risvegliarsi bruscamente a Melbourne!!..FORZA FERRARI!

  • ..abbandonerei in parte l’ipotesi pretattica…qnd il pacchetto gira come si deve i tempi vengono anche senza volerlo..dunque è vero ke non sono soddisfatti..xò c’è da dire ke per la mole di novità che sn state introdotte c’è anke troppa carne sul fuoco, dunque sono convinto che fatte le famose ‘scelte’ e concentrandosi in meno direzioni sarà più facile trovare il bandolo della matassa e a quel punto mi sa che torneremo a divertirci noi FERRARISTI!!
    La F2012 secondo me ha un potenziale che verrà fuori alla grande..magari non nelle prime due gare ma ci ritroveremo da una gara all’altra a fare da lepri!;-)

  • ferraristasempre

    si chiedeva onestà nelle dichiarazioni, sono stati onesti, apparentemente. testa bassa e vediamo cosa succederà. e come ha scritto qualcuno prima di me… forza ferrari, SEMPRE :)

  • Ok che e’ una macchina nuova costruita da 0 e possa avere dei problemi…ma anche no! poteva andare in pista e volare!!non e’ che costruiscono la macchina in garage con pezzi a caso e poi vanno a vedere in pista come va!! hanno simulatori gallerie del vento e chi piu’ ne ha ne metta!!quindi ad oggi sono inacazzato.

  • Col senno di poi dopo questi 3 giorni di test chissà che la strada dello stravolgimento sia stata quella sbagliata?
    Se si pensa che quest’anno sono stati aboliti gli scarichi soffianti che è la parte dove la Ferrari era piu indietro rispetto a McLaren e RedBull forse una rivisitazione della F150 l’avrebbe portata ad essere piu avanti di dove si trova adesso.
    Chissà come se la sta sghignazzando Costa

  • per tutti quelli che mi hanno aggredito quando ho affermato le stesse cose di Pat Fry, la monoposto è stata creata da zero, era logico che non si trovano le soluzioni che avrebbero potuto fare la differenza in pista, in più abbiamo avuto la sfiga che la pista di fiorano non è stata agibile per problemi climatici.
    La Ferrari deve darsi una svegliata generale! mancano 37 giorni e personalmente non voglio vedere la Ferrari a 1 secondo e mezzo da redbull o mclaren.
    A mio parere la soluzione migliore è stata adottata dalla Mclaren che ha solo effettuato sulla monoposto un’evoluzione dell’anno scorso..credo che quest’ultima abbia le carte giuste per fare bene.
    Anche se non sono veritieri i tempi dettati da queste prove è uno scandalo che la mercedes corre con il modello dell’anno scorso e fa il miglior tempo, nulla contro i piloti mercedes, ma non si può vedere proprio una cosa del genere! FORZA FERRARI SEMPRE!!

    • Ferrarista Sfegatato

      perchè secondo te proporre un’evoluzione della 150italia per noi sarebbe stata la scelta giusta … certo nel 2011 beccavamo 1 sec. … ora potevamo ridurre a 8 decimi … LA RIVOLUZIONE TECNICA ERA NECESSARIA … ED E’ NORMALE CHE ABBIANO BISOGNO DI TEMPO PER CAPIRE LA MACCHINA … MA SONO SICURO CHE ARRIVEREMO PRONTI ALLA PRIMA GARA … concordo su: FORZA FERRARI !! SEMPRE !!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!