Jerez, giorno 4: Alonso in testa, ma pochi giri in pista

10 febbraio 2012 17:13 Scritto da: Davide Reinato

L’ultima giornata di test a Jerez de la Frontera è iniziata sotto lo zero termico, seppur di mezzo grado. Tanto è bastato per congelare la speed trap per buona parte del mattino.

La mattinata inizia meglio per la Ferrari di Fernando Alonso, subito veloce nonostante la fredda accoglienza dal tracciato andaluso, portandosi subito ai tempi fatti registrare ieri dalla Red Bull. La situazione è migliorata al quarto tentativo quando, sempre con gomme morbide, Alonso ha fatto registrare 1:18.887, che gli è valso come tempo più veloce della giornata.

Magra consolazione per il Ferrarista che oggi ha comunque fatto pochi giri, solamente 39. La situazione in Ferrari non è di facile comprensione e il tempo di oggi non è detto sia stato solo frutto delle modifiche alla F2102. Questa mattina, infatti, sono arrivati dall’Italia diversi pezzi nuovi, utili soprattutto a risolvere i problemi di pressione idraulica avuti nella giornata di ieri. Qualcuno, però, vocifera che oggi c’era una novità anche negli scarichi. Il miglior tempo di Alonso non deve esaltare gli appassionati, ma al tempo stesso non c’è motivo di creare allarmismi anzitempo. Giudicare adesso non ha alcun senso.

Il secondo tempo della giornata è andato alla Toro Rosso di Jean Eric Vergne. Il francese, che ha già avuto belle parole per la STR7, ha chiuso con un distacco di sette decimi dallo spagnolo della Ferrari, mentre ha anticipato il collega della Red Bull per soli nove millesimi.

Sebastian Vettel è l’altro pilota, insieme ad Alonso, ad aver girato meno. 50 giri per lui, 48 dei quali effettuati questo pomeriggio. La RB8, infatti, ha avuto un problema di natura elettrica che ha costretto la squadra a saltare le prime quattro ore. Lewis Hamilton ha invece ottenuto il quarto tempo, staccato di appena quattro centesimi dal rivale tedesco e campione del mondo in carica. 86 giri per l’anglocaraibico, molti dei quali in long run costanti.

Da segnalare il grande lavoro in pista per Bruno Senna e Jarno Trulli. Il pilota della Williams ha totalizzato ben 125 giri, inclusa una simulazione di gara particolarmente interessante, tanto che Bruno ha ammesso che “La Fw34 è sicuramente una macchina migliore della precedente”. Per il nostro Trulli è stata la prima giornata in pista del 2012: 117 giri in totale senza problemi tecnici. Un tempo alto, ma una affidabilità finalmente raggiunta. Adesso per lui rimane l’incognita Petrov, ma questo è un altro discorso.

TEST JEREZ – CLASSIFICA GIORNO 4

P Pilota Team Tempo e GAP
Giri
1  Alonso Ferrari  1m18.877s 39
2  Vergne Toro Rosso  1m19.597s  +0.720 80
3  Vettel Red Bull  1m19.606s  +0.729 50
4  Hamilton McLaren  1m19.640s  +0.763 86
5  Grosjean Lotus  1m19.729s  +0.852 95
6  Kobayashi Sauber  1m19.834s  +0.957 76
7  Hulkenberg Force India  1m19.977s  +1.100 90
8  Senna Williams  1m20.132s  +1.255 125
9  Trulli Caterham  1m22.198s  +3.321 117

 

224 Commenti

  • cmq in testa alla classifica dei “giornalisti” peggiori si piazza con merito LEO TURRINI. che razza di !”@ç°#!!

  • ferraristasempre

    @rosso69, ma a parte quello che ha dichiarato alonso e a parte il fatto del giro veloce con la pista a 5 gradi, hai avuto l’impressione che la ferrari scaldasse le gomme meglio degli altri? o comunque che gli altri avessero più problemi?

    • secondo quello che dice alonso adesso l’aderenza massima e’ subito disponibile, la macchina e’ stata rivoluzionata a livello di meccanica, la ferrari meccanicamente fino alla passata stagione ha utilizzato la doppia push rod preferendo regolazioni “gentili” con angoli di camber negativi ridotti rispetto a redbull in particolare, quest’anno hanno voltato pagina facendo una scelta estrema passando alla pull rod anche sull’anteriore(una soluzione che sicuramente ha scioccato newey un fanatico dell’abbassamento delle masse)questa scelta sembra pagare come velocita’ sul giro adesso bisogna ottimizzare il degrado nei long run

  • pensate se la mercedes fosse un missile sarebbe la rivincita di aldo costa:)

  • stardrummond

    sono davvero curioso di sapere come sarà l’arma della mercedes, io ho sentito solo che per ovviare agli scarichi “non soffiati” e quindi per recuperare carico al retrotreno avrà un passo molto corto, se è così mi spigate se è una soluzione funzionale, insomma è veritiero che riducendo il passo si ottiene più grip?
    inoltre è vero che sempre riducendo il passo si riesce a sfruttare meglio le gomme sia come “messa in temperatura” che come deterioramento? qualcuno ha qualche delucidazione in proposito?

    • il passo sara’ piu’ lungo, a me risulta che un passo piu’ corto rende la macchina piu’ nervosa reattiva ma meno stabile logicamente, la mclaren ha accorciato il passo portandola al livello degli avversari per migliorare lo sfruttamento delle gomme pirelli, il passo avanti maggiore lo ha fatto la ferrari con la pull rod anteriore hanno abbassato il centro di gravita’ senza abbassare il muso come la mclaren prendendo 2 piccioni con una fava e ora mandano in temperatura le gomme sin dal primo giro

      • stardrummond

        intanto grazie per la risposta, poi ti volevo chiedere se cortesemente mi sai dire come fare a inserire una foto o qualcosiasi cosa al posto di questo patacchino blu qui alla mia sx… grazie 1000

      • vai sul sito gravatar.com e segui le istruzioni non dovrebbe essere difficile

    • relativamente alla nuova mercedes sara’ una macchina davvero innovativa disporra’ di un f-duct passivo anteriore che a detta degli uomini redbull da 6-8 km/h di velocita’ in piu’ in rettifilo e sopratutto di sospendioni con barra di rollio a controllo idraulico, sulla carta una soluzione molto interessante anche a livello di ingombri, dovrebbe spodestare la ferrari come auto piu’ estrema e innovativa, se funziona saranno xazzi amari per tutti

      • stardrummond

        ahia.. sarà cmq la ben venuta, d’altronde la f.1 dovrebbe proprio essere il top anche a livello innovativo, poi personalmente credo che brawn e compagnia difficilmente sbaglino progetto per la terza volta di fila… ci sarà da divertirsi quest’anno, almeno lo spero!!!

      • stardrummond

        avevo selezionato un’altra immagine… mah

    • Ciao,da quello che so io un passo corto significa avere più agilità nei cambi di direzione veloci” piste lente”,con un passo lungo si ottiene una maggiore stabilità nelle curve ad alta velocità così come nelle accelerazioni e frenate “piste veloci”.cordiali saluti ciao e FORZA FERRARI

  • Frank Pitonetti

    Davide, quoto il tuo commento, comunque la differenza prestazionale tra soft medium dovrebbe attestarsi sui 4-5 decimi e non sul secondo pieno rispetto allo scorso anno.
    Al di là di questo il Sig. Antonini cerca di vendere più copie, i test, mai come quest’anno sono davvero indecifrabili.

  • Il Sig. LUCA ANTONINI di AUTOSPRINT non capisce una emerita mazza di F1 !!
    Già partono le lodi alla FERRARI di ALONSO per il Miglior tempo di oggi, MCLAREN in ombra, secondo il buon ANTONINI, che però NON menziona il fatto che LEWIS HAMILTON ha ottenuto il tempo di 7 DECIMI superiore ad ALONSO con gomme MEDIUM invece delle SOFT dello Spagnolo.
    Sig. ANTONINI senta me si dia all’ippica !!
    Ma certa gente incompetente come fà a essere considerata giornalista esperto di F1 ?!!
    Mah…..mistero….

    • ferraristasempre

      come mai non mi stupisce per niente? che poi antonini durante i gp mi pare anche il migliore, eh

    • Ma che dire allora di ieri ?
      Oltre al fatto che i tempi non sono indicativi, ieri come ha confermato Alonso la ferrari ha girato con gomme medie mentre gli altri con le soft..
      La Ferrari era gia’ spacciata adesso abbiamo gia’ vinto il titolo

      • ferraristasempre

        che infatti poi non penso si tratti davvero di non capire niente di f1. è che più che dire cose sensate si pensa a fare i titoloni. chiaramente si attira di più l’attenzione urlando prima “ferrari in allarme!” e poi “ferrari rinata!”, rispetto a “altra giornata di test indecifrabili”

    • ahaha quelli di autosprint sono davvero ridicoli

    • Frank Pitonetti

      Quoto, comunque la differenza prestazionale tra soft medium dovrebbe attestarsi sui 4-5 decimi e non sul secondo pieno rispetto allo scorso anno.
      Al di là di questo il Sig. Antonini cerca di vendere più copie, i test, mai come quest’anno sono davvero indecifrabili.

    • stardrummond

      oramai su autosprint si trova di tutto:
      gossip, mercato piloti, mercato delle morose dei piloti, vignette che nemmeno sherlock holmes riesce a decifare, mercatini dei go kart usati, chi si siederà sulla osella da salita del team vattelapescasenzaretino il prossimo anno…, interviste ai partecipanti del wacky races, il poster di penelope pitstop, chi ha vinto la gara dei carriolini a montebaranzone, per non parlare degli innumerevoli remake di gare, circuiti, piloti, rally di cento anni fa’…. MA AHIME SE VUOI TROVARE UN ARTICOLO CHE PARLA DI TECNICA O UNA QUALCHE NEWS DI F.1 TI CONVIENE LASCIARLO Lì DOV’è… NELLA VASCHETTA DELL’EDICOLANTE E TENERTI STRETTI I 2,5 EURO…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!