Raikkonen: “sorpassi troppo facili col DRS”

16 febbraio 2012 14:16 Scritto da: Diego Mandolfo

Lo avevamo visto, primo fra tutti, scendere in pista con una Renault R30 del 2010 per tornare a prendere confidenza con una monoposto di Formula 1. Poi lo abbiamo ammirato al primo giorno di test a Jerez, sulla nuova Lotus E20, andare subito più veloce di tutti. Molti si erano interrogati sul suo stato di forma e su quanto bene e velocemente si sarebbe potuto ri-adattare alle nuove Formula 1, (così diverse da quelle che aveva lasciato nel 2009?). Kimi Raikkonen spiazza ancora tutti e dice che, in realtà le monoposto di F1 non sono cambiante quasi per niente rispetto a quanto non ricordasse lui.

Unica differenza sta in “quel tasto in più sul volante, quello del DRS“. E proprio sul dispositivo che permette di aprire l’alettone posteriore facendo perdere carico alla macchina e consentendo così di sorpassare agevolemnte l’avversario in rettilineo, si sono accentrate le critiche di Kimi alla F1 che ha ritrovato. “Il modo in cui funziona il DRS è un po’ ridicolo per me! Il sorpasso con l’ala mobile non è più una grande arte. Basta mettere le ali verso l’alto per superare agevolmente gli avversari. Tuttavia concordo sul fatto che aiuti a rendere lo spettacolo migliore per gli spettatori!“.

Insomma il purista Iceman, tutto guida, velocità e poche parole, ricordava, giustamente, una Formula 1 più maschia, eroica e romantica, dove per sorpassare dovevi realmente averne di più. Ma tant’è, questa è la F1 di oggi e lui si adegua. Il Campione del Mondo 2007 sembra insomma essere rientrato a pieno titolo in F1. Dice la sua sia in pista che fuori. Viene accolto con estremo calore dai vertici della Lotus, e promette davvero di far bene in questa F1 dai “sorpassi facili”, ma dai campioni veri. Quest’anno saranno ben sei i campioni del mondo al via.

 

14 Commenti

  • raikkonen evidentemente ha seguito poco la f1 l’anno passato, sorpassare un avversario piu’ lento non credo sia un danno per la f1 si compensa semplicemente il danno aerodinamico che provoca la scia nelle curve, mi sembra l’unica soluzione intelligente adottata in f1 negli ultimi anni

  • ma meno male che c’è questa possibilità di sorpassare !!!!ricordate prima che con una vettura più veloce di un secondo a giro i piloti dovevano star dietro per mezza gara!di che si lamenta raico proprio non lo so,se lo passano e lui si crede più veloce,renderà il favore il giro dopo,a tutto vantaggio dello spettacolo.

    • ferraristasempre

      sicuramente ha aiutato a far sì che una vettura veloce non resti dietro ad una lenta per mere questioni aerodinamiche. però quanto allo spettacolo, è uno spettacolo un po’ fittizio. i sorpassi col drs spesso sono prevedibili e senza un vero e proprio duello tra i piloti, quello senza drs si ritrova a dover semplicemente aprire la porta all’altro, soprattutto in alcune piste. quindi ecco, bene che si abbassi il rischio di vedere un trenino, però i sorpassi spettacolari ed emozionanti sono altri :)

  • tutti vi ostinate a pensare a Raikkonen come il salvatore della patria..ma forse non vi rendete conto che è un uomo che non è riuscito neanche ad imporsi nel rally ed è tornato all’ovile dove tutti gli fanno fare i suoi porci comodi, la Ferrari lo fece vincere per il semplice fatto che tutto fu stabilito per una semplice necessità, quella di mettere tutti a tacere sulla spy story. Sono Ferrarista dalla nascita, ma l’ipocrisia di chi si atteggia a fulmine non mi è mai piaciuta, vediamo cosa combina quest’anno e poi commentiamo, ci manca solo che fate una colletta per fargli una statua, mentre Jarno lascia il mondo della formula uno..voi tutti sostenete chi non è mai stato in grando di emozionare come il grande Michael Schumacher!

  • raikkonen ha pienamente ragione il drs sec me falsifica un po le gare e i sorpasi peccato che per vedere più spettacolo si sia arrivati a ciò

  • ferraristasempre

    sì quoto tutto quello che dici – a parte monaco, lei non la toglierei mai, per mere ragioni affettive :D. che colpo al cuore quando hanno mutilato hockenheim :(
    sul drs, mi auguro solo che venga utilizzato in maniera intelligente, e appunto questo magari significa vietarlo in alcune gare, o comunque scegliere un punto della pista in cui sì aiuta il sorpasso ma non lo rende certo. per non parlare del fatto che se mettono due zone drs poi devono assolutamente mettere anche due detection point, e non uno solo come hanno fatto a volte

  • ferraristasempre

    già… magari non sempre, però in effetti c’erano alcuni gp in cui ti veniva voglia di vietarlo, il drs. forse andrebbe mantenuto solo in alcuni circuiti. a spa ad esempio a me sembrava davvero inutile, non era neanche più uno spettacolo perché era ovvio che il sorpasso sarebbe arrivato.

    • Il problema è che di Gp come Spa ce ne sono davvero pochi ormai. Hockeneim l’hanno rovinato, Silverstone quasi, ad Indianapolis non si corre più, il Canada e il Belgio rischiano ogni anno di saltare. L’unico baluardo velocistico “sicuro” rimane Monza, ma fino a quando non si sa. In compenso “fioriscono” piste come quelle di Valencia, Singapore, Abu Dhabi, Bahrain e si mantangono le classiche schifezze come l’Ungheria, Barcellona e Montecarlo(al diavolo il glamour e gli yacht!!!). Il DRS è necessario perchè se alla conformazione dei circuiti aggiungi la maledetta aerodinamica, capisci che di sorpassi se ne vedrebbero uno o due a GP. Ovviamente il problema avrebbero potuto risolverlo facendo costruire delle piste più simili a Spa ed Hockeneim (vecchia configurazione) o reintroducendo alcune piste favoose del passato, ma si sa che in F1 l’hobby preferito è complicarsi la vita.

      • stardrummond

        iron ti quoto e straquoto anche quelo che dice ferrarista sempre, insomma siamo abbastanza tutti d’accordo con il finlandese…

      • Purtroppo non è che l’hobby preferito della F1 è complicarsi la vita, è che siamo nelle mani di Mr.Bernie che ragiona solo in termini di puro business (tv e spettatori paganti al circuito), quindi possiamo anche abbandonare il sogno di vedere circuiti, macchine e sorpassi anche solo paragonabili agli anni 80/90. Dobbiamo accontentarci di quello che passa il convento, e di qualche ingegnere che indovina il foro o lo scalino giusto per far volare la monoposto……….tristezza

      • schumi il kaiser

        TIPO IL GP D AUSTRIA..BELLISSIMO—-

      • Sottoscrivo in pieno!! Di circuiti belli e spettacolari (adatti ai sorpassi e senza quella schifezza del DRS)ce ne sono diversi (Austria, Imola, Magny Cours….) ma purtroppo non sono abbastanza redditizi …figurarsi, a Imola e in Austria c’era sempre il pienone!!
        p.s. il motore congelato nello sviluppo da anni è una cosa inimmaginabile in altri sport motoristici (moto gp, rally, etc). E non si racconti che è una questione di contenimento dei costi perchè lo sviluppo dell’ areodinamica è molto, ma molto piu’ costosa.
        Sarà nostalgia, ma il suono del v12 o anche dei fantastici v10 era fantastico, e un buon motore riusciva a sopperire ad alcune lacune areodinamiche

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!