Domenicali: “Dispiace non avere italiani in F1″

18 febbraio 2012 12:22 Scritto da: Davide Reinato

La Formula 1 non avrà un pilota italiano sulla griglia di partenza, non succedeva dal lontano 1969. Con la Caterham che ha appiedato Trulli per far posto a Petrov, la storia si ripete.

Sulla questione è intervenuto anche Stefano Domenicali, team principal della Ferrari, che tramite il sito ufficiale del Cavallino ha commentato: “Mi dispiace molto che dopo tantissimi anni non ci sia più un italiano in lizza nel Mondiale di Formula 1. Lo dico sia sul piano sportivo che su quello personale nei confronti di Jarno, che poche volte ha avuto a disposizione un mezzo capace di esaltarne il talento. Gli faccio i migliori auguri per il futuro, dentro e fuori l’automobilismo sportivo”.

Domenicali ha concluso facendo riferimento alla Ferrari Driver Academy: “Stiamo vivendo un momento difficile, anche per cause esterne al nostro sport. La Ferrari ha iniziato da qualche anno un lavoro a lungo termine con la CSAI, per far crescere una nuova generazione di giovani piloti”.

Il rischio che queste restino solo parole è molto alto. Basta andare a ritroso nel tempo per rendersi conto che la “Nazionale Rossa” forse non è mai esistita. E sotto una logica commerciale in linea con quella del Circus, dove l’aspetto umano conta sempre meno rispetto ai dollaroni, appare addirittura come una cosa normale.

13 Commenti

  • è anche se non soprattutto colpa della Ferrari se gli italiani latitano in f1…

  • purtroppo e dico purtroppo in questo sport conta troppo il dio denaro

    • specie per chi vuole stare al vertice mi riferisco anche a chi stamattina faceva il discorso di massa con le vendite in sud america

      • giusto, ma le ferrari in Brasile le vendono ai trafficanti di droga? perchè non mi sembra ci sia una situazione economica tanto migliore dell’italia per puntare su quel mercato.
        Se dobbiamo parlare di pilota rappresentante di un paese emergente che sogna ma può permettersi la Ferrari, allora avrei visto bene Petrov o un pilota cinese al posto di Massa.

      • prima cosa ho detto massa perche c e massa ci poteva stare pure un cinese poi la ferrari non vende armi che si deve vergognare di vendere ai trafficanti o a chi che sia questa

  • certe dichiarazioni lasciano sicuramente basiti, le cose sono 2: 1. piloti italiani in gamba ci sono ma sono “sfortunati”.
    2. piloti italiani in gamba non ce ne sono.

    nel primo caso, mi sembra evidente che le responsabilità della ferrari ci siano nel non “coltivare” i talenti italiani. in f1 i piloti italiani chi li dovrebbe portare? la mercedes? o la mclaren?

    poi la frase di domenicali: “Stiamo vivendo un momento difficile, anche per cause esterne al nostro sport. La Ferrari ha iniziato da qualche anno un lavoro a lungo termine con la CSAI, per far crescere una nuova generazione di giovani piloti”.

    a cosa si riferisce? alla crisi? è una presa in giro, proprio ieri su repubblica ho letto che la ferrari (azienda) non conosce crisi, e comunque non vedo come pagare piloti stranieri sia meno gravoso rispetto che papagare piloti italiani.

    nel secondo caso, se non ci sono piloti di talento italiani, allora non ci si può fare nulla, ma a quel punto evitiamo le ipocrisie.

    • Io credo che sia proprio la seconda delle due…
      Non penso che la Ferrari abbia responsabilità in questa situazione. Prendiamo il caso Liuzzi: E’ stato 5 anni in F1 correndo 2 anni in Toro Rosso, 2 in Force India e 1 in HRT. Ha totalizzato 26 punti in 5 anni, mi dite voi se la Ferrari o un altro top team poteva puntare su un pilota con questi numeri? Certo Karthikeyan è mille volte più scarso, ma si sa che nelle squadre piccole ci sono problemi di soldi e quindi si preferisce il pilota con lo sponsor, nei top team invece si fanno delle valutazioni diverse e se Liuzzi avesse ottenuto risultati migliori state certi che qualcuno si sarebbe fatto avanti. Di certo non è colpa della Ferrari o delle istituzioni sportive italiane se Liuzzi è fuori…

  • mah,ora spiegatemi cosa c’entra domenicali con tutto questo?se non ci sono piloti italiani,è il risultato di politiche sbagliate di tanti anni..

  • mi chiedo cosa serve il Ferrari Academy se poi i piloti che “coltivano” sono stranieri……
    Poteva anche starsene zitto Domenicali

  • ahaha ora è colpa della ferrari se in italia ultimamente non c erano piloti all altezza trulli era un fenomeno sec voi nel motomondiale italiano succede la stessa cosa è colpa della ferrari ?

  • questo essere immondo la massima espressione del raccomandato di ferro …. ma di cosa sta parlando …. Vettel, Hamilton, Button, Schumacher ecc… sono solo alcuni nomi usciti dai programmi giovani dei marchi piu’ blasonati come RedBull, Mercedes, BWM, McLaren … non sono personaggi con la valigia sono talenti usciti da un’abile e dura selezione per sfornare campioni nazionali. In McLaren poi e’ riuscito l’en plein di avere in squadra due campioni del mondo inglesi su auto inglese … il massimo per il ritorno di immagine.
    In Ferrari si accettano soltanto i protetti di Tod jr oppure gli anonimi brasiliani o stranieri per non si capisce quale strategia commerciale … fatto ste che i risultati poi sono quello che sono …

  • Red Bull Forever

    A me dispiace che ci siano italiani come te in F1 caro il mio Domenicali!!!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!