Alonso sulla difensiva: “Serve grip, vorrei una vettura veloce”

22 febbraio 2012 20:37 Scritto da: Antonino Rendina

Alonso chiude la sua due giorni di test a Barcellona con 162 giri percorsi in totale e il miglior crono in 1″23’180 che gli vale il quarto tempo.

La Ferrari, rispetto alle concorrenti, sembra un vero e proprio cantiere aperto. Con tanto tempo passato ai box per lavorare sulla monoposto. Provando assetti e regolazioni in grado di far volare la nuovissima F2012. Molto del lavoro di questi giorni è stato incentrato sugli scarichi.

Fernando avrà sofferto non poco nel vedere Vettel e Hamilton darsele in pista di santa ragione con macchine che, almeno per ora, sono più “pronte”.

Per fortuna della Rossa, però, il mondiale non inizia domani. Il lavoro da fare è tanto per capire il comportamento e far funzionare al meglio quella che Matador stesso definisce “una vettura altamente complessa”.

“Noi siamo la Ferrari, vogliamo, come è ovvio, vincere  ma è troppo presto per dare giudizi sulla nostra competitività” questo il monito dello spagnolo, corrucciato dopo  i test ma non affranto, forse un po’ deluso ma non del tutto pessimista.

“Ci stiamo impegnando a capire il comportamento della vettura. L’anno scorso negli ultimi test abbiamo percorso la distanza di un Gp. Ma a Melborune eravamo 1,5 secondi dietro alla Red Bull. Io preferirei avere una macchina veloce e cercare in un secondo momento l’affidabilità, piuttosto che avere una macchina solida ma lenta”.

Per ora Nando non si sbilancia sulle chance di vittoria della nuova nata di Maranello: “E’ troppo presto per dire dove siamo. Sicuo non ci troviamo dove volevamo essere.  Non siamo i più veloci credo, ma nemmeno i più lenti. Vedremo…”

“La Red Bull mi sembra sempre performante, d’altronde è due, tre anni che è così. Noi e la McLaren siamo costretti a inseguire e ad inventarci sempre qualcosa. Quest’anno scegliendo strade completamente diverse”.

La Ferrari è sembrata un po’ scomposta in uscita dalle impegnative pieghe di Barcellona. Cosa non da poco, come si usa dire chi va forte qui lo fa dovunque. Montmelò è il circuito tipo del Circus.

Lo stesso Alonso ha ammesso il problema: “Noi dobbiamo migliorare il grip in uscita di curva, ma non credo che sia un problema solo nostro. Bisogna vedere che gomme montavano e quanta benzina montavano gli altri. E’ difficile capire a che punto sono i rivali ma noi dobbiamo migliorare assolutamente sotto questo punto di vista, l’uscita di curva è fondamentale”.

Queste ultime dichiarazioni confermerebbero in parte le indiscrezioni che parlano di una Ferrari in costante cerca di carico aerodinamico sul posteriore.

87 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!