Haug contro il possibile ritorno delle customer car

1 marzo 2012 18:55 Scritto da: Andrea Facchinetti

A fine stagione terminerà l’attuale Patto della Concordia e i team stanno pensando a quali modifiche apportare in vista del nuovo accordo con FOM e FIA. Tra le proposte più gettonate c’è il ritorno alle customer car, ovvero la possibilità di vendere ad altre scuderie le proprie vetture.

L’idea, fortemente caldeggiata dalla Ferrari e dal suo presidente Montezemolo, aiuterebbe le piccole scuderie in difficoltà a costruire vetture e ciò alzerebbe il livello di competitività dell’intero lotto del Circus. Non tutti i team sono però d’accordo con questa soluzione: se già da tempo Whitmarsh aveva dichiarato la sua contrarietà alla proposta, è di oggi la forte bocciatura del vicepresidente della Mercedes Norbert Haug.

Intervenendo al FOTA Fans Forum che si è tenuto oggi a Barcellona, Haug ha espresso con fermezza la propria opinione in merito alla questione: “Parlando generalmente, credo che la Formula 1 abbia un proprio fascino e una propria storia. Non posso credere che una Lotus dovrebbe essere una McLaren o una HRT dovrebbe essere una Ferrari e questo è ciò che invece si vuole ottenere con le customer car. E’ un argomento di cui abbiamo già parlato e che continua ad essere di attualità, ma dobbiamo avere rispetto per team indipendenti come Williams e Sauber. Credo che ognuno debba continuare a costruirsi le proprie vetture e credo che già oggi la maggior parte dei team pensa a continuare in questa direzione. Questa è una parte molto molto importante della Formula 1″.

Secondo Haug, la possibilità di vendere vetture ad altri team non aiuterebbe le piccole scuderie come invece sostenuto da Montezemolo. “All’inizio potresti pensare che le piccole scuderie spenderebbero meno, ma se si analizza attentamente la situazione, ci si rende conto che non necessariamente si spendono meno soldi. In definitiva non è la soluzione ideale: se lo fosse, tutti l’avrebbero già accettata ha concluso il tedesco. Nel 2008 la Prodrive si iscrisse al mondiale con l’intenzione di utilizzare telai McLaren: la scuderia inglese ritirò la propria candidatura nell’ottobre del 2007 quando la FIA impedì al team di David Richards di utilizzare vetture di terze parti.

12 Commenti

  • Ma la gente vuole veramente vedere Ferrari, McLaren, Mercedes, Red Bull di qualche anno fa con altri colori? Ma fatemi il piacere!

  • Certo che se alcune case fornissero particolari agli altri, come sta già avvenendo con i motori non vedo niente di strano.
    Penso a cose come la scocca, gruppi sospensioni, ecc.
    Chi non riuscirebbe a costruirsi tutto in casa, potrebbe anche acquistare cose già pronte.
    Non è più come 20 anni fa che uno si costruiva una F1 in garage con 4 scatolati e una carrozzeria in vetroresina.

  • Più che altro sarebbe bello vedere monoposto senza tutti questi vincoli regolamentari che purtroppo generano forme tutte uguali o quasi, non si lascia spazio all’inventiva ma si spinge l’ingegnere a cercare di insinuarsi nelle pieghe del regolamento per sfruttare qualche buco, chissà che razza di vetture potremmo vedere, il prototipo X1 redbull ne è un esempio

  • Assolutamente d’accordo con Haug

  • stardrummond

    il vecchio orso norbert ha ragione, sarebbe una buffonata epocale se la hrt del 2014 fosse in realtà la f2012 ricolorata di bianco…. la f1 è e deve rimanere il top della ricerca e della tecnologia e non una monoformula “stickers” stacca e attacca adesivi!!!

    • Luca ferrarista

      Il problema purtroppo è che non è più il massimo della tecnologia e della ricerca. Io dico che la F1 essendo, o dovendo essere la massima espressione della velocità e della prestazione automobilistica su circuiti non ovali ma “stradali”, secondo me, dovrebbe dare libertà a Team e progettisti di progettare e spendere quote anche enormi per questi progetti. Ad esempio sono coninto che Ferrari se si desse il via libera all utilizzo di motori a “piacimento” come era fino al 1995 tornerebbe ad adottare il mitico V12. Avete idea idea di cosa sipotrebbe vedere in pista con un motre del genere e la tecnologia e l’aerodinamica dioggi. Sarebbe pazzesco. Spero di rivederlo e risentirlo girare

      • sarebbe senza dubbio molto affascinante ed interessante…..ma sinceramente credo che ormai il v10 che si utilizzò fino al 2005 (giusto?) avesse raggiunto prstazioni ed affidabilità e prestazioni molto elevate……in più il v12 sarebbe molto molto ingombrante e non so quanto potrebbe ripagare…

      • Luca ferrarista

        Si esatto 2005 è stato l’ultimo anno del V10. Ma sai che secondo ma non sarebbe tanto un problema di spazio quanto un discorso di budget. Nel senso che io ho sempre sosteuto che in Formula 1 ci deve stare chi ha la possibilità di affrontare spese economiche abbastanza importanti. Prendi ad esempio la Minardi. Per quanto piano andasse era 1000 volte meglio della attuale HRT secondo me. E in più era innovativa, o almeno ci provava poi falliva miseramente ma almeno ci provava. Questi sono partiti con macchine del ’98 adattate ai regolamenti. Secondo non dovrebbe esistere. io ricordo che Minardi, in uno degli ultimi anni che si facevano i test a Monza sparava fuori delle listelle di carbonio dagli scarichi, ma giravano e testavano, magari restavano un giorno di meno, ma se ci pensiamo Marussia e HRT non hanno ancora fatto giarare le nuove vetture. Ti sembra una cosa logica? Ecco perchè parlo di costi, e di un mio ovviamente personalissimo sogno, di rivedere un giorno il V12 Ferrari su una F1 attuale. io non dispero =)

      • Sono proprio contento di trovare qualcuno sulla mia lunghezza d’onda!! (anche Jumpy) Da quando i motori sono stati congelati ha sempre vinto la macchina con la migliore areodinamica e/o meccanica, ma in uno sport per definizione “motoristico”, quale ruolo vogliamo assegnare allo sviluppo dei motori ??? Ormai sono tutti piu’ o meno equivalenti, anche perchè gli sforzi per ottenere qulche cv in piu’ o una maggiore efficenza sono troppo dispendiosi rispetto ai vantaggi che offrono alcune soluzioni areodinamiche. Voto totalmente per un ritorno ai motori liberi (a parita’ di cilindrata), anche se mi pare che andiamo verso un mini-turbo….. Adoro il suono Ferrari, ma , da sportivo, quanto belli erano il v10 Bmw di Montoya o il Mercedes di Hakkinen?? Da brivido……Le gare si vincevano anche grazie a questo…non solo al foro dove soffiano gli scarichi…

      • Luca ferrarista

        Grande V12!!! Io sono innamorato della Ferrari 412 T1 e T2. Pagherei per riuscire a vederle girare come una volta. non trovo giusto che la FIA faccia di tutto per limitare i costi, e poi esca con trovate come DRS KERS e palle simili che a parere mio non fanno altro che aumentare i costi. A questo punto via libera a tutti!!! Si mette un limite per la cilindrata e stop. Se io voglio fare un a 16 cilindri perchè no =D. Liberare l’aerodinamica in modo da permettere di stare in scia. Insomma spazio alla creatività pura degli ingegneri secondo me. Vi ricordate i candelabri della Tyrrel se non erro e chissà quali altre diavolerie. In Formula 1 se si hanno i soldi ci si resta altrimenti ci sono altre serie motoristiche secondo me

      • @ Lucaferrarista
        sisi condivido pienamente…..ormai non esistono più le buon vecchie “picccole” che ti fanno la sorpresa in qualifica e ogni tanto tirano fuori qualche innovazione anche se poi magari non troppo convincente!
        Guarda anch’io non sai cosa darei per rivedere gare di macchine e non di areoplani,dove nei circuiti veloci o al caldo i motori (sviluppati liberamente) iniziano a “fumare” bianco! :)
        Purtoppo io sto sperando fino alla fine che questa competizione ritorni ad avere lo stesso grande splendore di un tempo…..anche se purtroppo ormai a chi gestisce le cose non interessa più il livello della competizione ma i $$….

      • F1forever

        Che dire a questo punto?
        Speriamo che Bernie muoia presto!!!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!