La Lotus vola: rivincinta Grosjean (3°), delude Kimi (18°)

17 marzo 2012 10:30 Scritto da: Antonino Rendina

Sorpresa dei test invernali la Lotus-Renault, con la sua E20, si conferma competitiva anche nelle prime qualifiche stagionali. Romain Grosjean, campione in carica Gp2 e al suo rientro in F1 dopo un’esperienza difficile in Renault, fa volare la vettura anglofrancese riuscendo a afferrare contro ogni pronostico una splendida seconda fila.

Terzo posto per lui, subito dietro alle McLaren ma avanti a Mercedes e Red Bull. E’ il francese l’uomo copertina del giorno, talento ripescato quando sembrava ormai sfumato, sprecato, andato. Romain ha saputo ripartire dal basso, Le Mans e Gp2, riconquistandosi così per meriti la F1 e questa ribalta di Melbourne così importante.

“Sono orgoglioso di essere tornato in F1″ Lo ripete più volte, dev’essere una rivincita che sta assaporando lentamente. La Lotus ha giocato a nascondino in Q1 e Q2 per poi cacciare gli artigli quando era davvero utile. Al fotofinish la squadra di Enstone ha annichilito Mercedes e Red Bull.

“I test sono andati bene, è motivo di vanto correre per la Lotus. Non molti credevano in me e oggi mi trovo quasi al top, e sono felice di essere in seconda fila vicino a certi colleghi” aggiunge il pilota francese di passaporto ma svizzero di nascita.

La luce dei riflettori per il suo exploit ha un cono d’ombra nel quale si staglia malinconica la figura del grande atteso Kimi Raikkonen. Che incespica, sbaglia, si confonde e non riesce ad evitare l’infamante taglio della Q1. Il campione del mondo 2007 che finisce per far compagnia a Caterham e Marussia. Non il ritorno che in molti speravano. Non quello che desiderava il finlandese, che si starà mangiando il suo cappellino da battitore dei Red Sox vedendo dove si è piazzato il compagno.

“C’è stato un problema di comunicazione con i box, pensavo di avere più tempo a disposizione e invece non sono riuscito a completare un altro giro, peccato”.

Un errore strategico ma anche la scelta azzardata di continuare a girare con le gomme medie quando poteva montare le soft e arrivederci. Vediamo se Iceman riuscirà a dire la sua in gara, d’altronde il potenziale tecnico sotto al sedere non gli manca di certo, come dimostrato da un magistrale Grosjean.

19 Commenti

  • riscossa rossa

    Kimi domani si attacca a Nando e insieme se ne vanno tra i primi 10! Speriamo anche in una safety !

  • Anche qui tutti a darmi addosso quando dopo il primo giorno dicevo che se una macchina e’ veloce lo e’ appena mette le ruote in pista!!
    Tutti a dire che sarebbero tornati intorno alla decima posizione…guardate come vanno e hanno saltato 4 giorni di test…

  • Domani duello Alonso-Raikkonen? :) A prescindere dalle posizioni,sarà mooooolto divertente :)

  • La mia domanda è:
    -Le McLaren,Mercedes e Red Bull hanno un treno nuovo di gomme soft a disposizione?
    -Grosjean ha usato tutti i treni di soft?

  • Forza Lotus, meritano il meglio.

    Scommetto che la Red Bull lotterà al pari con Mclaren, mentre la Ferrari non riuscirà a recuperare il terreno…

    …avremo comunque questi nuovi astri!

  • Grosjean è stato davanti a Kimi sempre a parte le libere 1.
    Forse oggi si sarebbe classificato in top 10 ma di certo dietro a grosjean.

  • ragazzi diamo tempo a kimi,non è più pilota mclaren ma non nascondo che un po’ di mio tifo ce l’avrà sempre.

    oggi ha pagato un’ingenuità,faceva gli stessi tmepi di grosjean e purtroppo poi non ha messo come lui le morbide e non ha fatto in tempo a fare il giro,peccato ma ho fiducia anche perchè la macchina è buona.

  • vorrei vedere la lotus in gara credo che mclaren mercedes e red bull siano superiori ancora

  • a prescindere dagli errori di comunicazione, questa è una grande opportunità persa da kimi. anche se per assurdo riuscisse a fare una partenza tipo shumacher a spa dell’anno scorso(10 posizioni guadagnate al via) avrà una strategia non ottimale per stare con i primi.

    veramente complimenti a grosjean, non avrei scommesso un euro su una prestazione così!!!

    comunque la macchina c’è, ha dimostrato che non girava sottopeso e non era solo veloce per raccattare sponsor, come i più maligni sostenevano

  • Kimi ha dimostrato ancora una votla quanto veloce fosse la Ferrari che lo condusse alla vittoria nel 2007.

    Lo avevo detto io che i tempi dei test erano fatti fare apposta per fargli prendere confidenza e basta, un po’ come Hidefield.

    La verità è che dopo averle prese da Massa ai bei tempi, adesso è ritornato dopo 3 anni fermo, vecchio e senza esperienza, non c’è da meravigliarsi che alla fine farà la classica figura del secondo pilota.

    • il tuo giudizio secondo me è troppo critico, ma sono opinioni personali… secondo me da qua a novembre non farà la figura del secondo pilota.
      ed è meglio non tirare fuori il confronto col brasiliano perchè era chiaro come il sole (anche stando alle parole di LCDM) che la Ferrari il secondo anno voleva massa campione del mondo(mi viene la pelle d’oca solo a scriverlo), sarebbe stato una mossa commerciale e pubblicitaria paurosa dire che dopo l’era schumi in 2 anni avevano vinto tutti e due i piloti con la stessa macchina. avrebbero avuto uno slancio commerciale per le macchine staradali e sponsor pauroso, ma gli è andata male

    • MotoreAsincronoTrifase

      mamma mia gia’ sai come finira’ il mondiale, che mago. Kimi non le ha mai prese da massa, ha solo avuto un periodo no come hamilton l’anno scorso. Nel 2008 era dietro in classifica per i troppi errori nella prima parte, ma a fine stagione quando e’ passato il periodo no si e’ ripreso alla grande ed e’ stato autore di grandi duelli. Senza test e’ ovvio che ci mettera’ un po’ a riprendersi quindi valutare dopo 3 giri di pista e 3 anni di stop e’ solo da fanboy e neanche obiettivo. E comunque l’errore di kimi e’ meno grave di quello di alonso, la differenza e’ che kimi l’ha commesso in q1 mentre alonso in q2

    • anche schumacher prendeva botte da rosberg, ma dopo 3 anni sta ritornando e ha 42-43 anni dal mio punto di vista ci vuole tempo x riadattarsi al meccanismo , schumacher lo sta dimostrando ci vuole tempo , chissà quanti super piloti ci sarebbero stati se solo gli sponsor non avessero mollato dopo un anno o 2 di prestazioni non eccelse

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!