McLaren, Button vince e convince: è lui l’anti-Vettel?

18 marzo 2012 10:35 Scritto da: Ilaria Della Pepa

La Vodafone McLaren Mercedes si presenta alla bandiera a scacchi del GP d’Australia da prima della classe: Jenson Button vince la gara inaugurale, Lewis Hamilton chiude il podio (terzo, preceduto da Vettel), dopo una corsa quasi sempre in seconda posizione.

Tutto facile, o quasi: Lewis scatta dalla pole ma si fa soffiare il primo posto da Jenson alla prima curva, e da lì Button rimarrà in testa fino alla fine, escluse un paio di tornate durante i pit-stop.

Strategia fotocopia per la coppia inglese, che parte con gomme soffici e le cambierà due volte per montare le medie: soste ravvicinate per i due, che entrano ai box ai giri 17 e 18 e poi al giro 37, in successione.

Il colpo di scena di una gara tutto sommato tranquilla è costato caro ad Hamilton: Safety Car in pista proprio al suo rientro in pista e seconda posizione persa a vantaggio di Vettel che in regime di vettura di sicurezza fa la sua sosta ai box.

Le posizioni del podio si congelano così fino alla fine, con Button che controlla senza ansia il tedesco, ed Hamilton che non riesce ad impensierire il campione del mondo in carica, ma riesce comunque a tener dietro l’altra RedBull di Webber.

La McLaren porta a casa un risultato che di certo alla prima gara di stagione regala ottimismo: doppietta sfumata, ma 40 punti che portano la Frecce d’Argento dritti davanti a tutti in classifica costruttori.

 Contentezza alle stelle per Button, che trionfa all’Albert Park per la terza volta: “Cominciare la stagione con una vittoria (e la pole di ieri di Lewis) è fantastico, e ci dà grande carica per il futuro. Siamo partiti con il piede giusto e ringrazio tutta la Squadra per aver lavorato in modo egregio“.

Gara di grande maturità e consistenza, in cui l’unico pensiero è stato come già detto l’ingresso della Safety Car: “Ti senti tranquillo quando a pochi giri dal termine hai 10 secondi di vantaggio sul secondo, ma l’imprevisto della vettura di sicurezza, alle 6 del pomeriggio, può mandare in crisi la temperatura delle gomme. E’ andata bene, sono riuscito a controllare gli pneumatici e il risparmio di carburante dovuto ai giri a bassa velocità ci ha aiutati, così sono potuto ripartire bene e concludere senza troppi problemi“.

Un occhio al passato (alle vittorie del 2009 e 2010 proprio su questo circuito) e uno al futuro (alla Malesia, prossima tappa): “Probabilmente, anche perchè arrivata in condizioni diverse, con un buon bilanciamento vettura su tutta la gara, è la miglior vittoria qui per me. Se penso alla prossima gara a Sepang? Certo, siamo messi bene, ma ora voglio godermi la vittoria con famiglia e amici“.

Sorride meno Hamilton, visibilmente imbronciato sul podio: “Non mi spiego perchè sia andata così male per me. Tutto è iniziato dalla partenza, scioccante, direi: ho perso la prima posizione e ho praticamente sempre lottato.  Gara difficile, tantissimi complimenti a Jenson per la sua vittoria. Sarebbe stato bello portare a casa una doppietta, ma evidentemente non era la mia giornata“.

Delusione per una corsa in cui l’anglocaraibico voleva raccogliere di più, e spirito di sacrificio per il campionato: “Sono stato al di sotto delle aspettative, ora devo concentrarmi e lavorare per migliorare. Il mondiale è lungo, e la parola d’ordine sarà consistenza per le gare a venire. Si ricomincia a combattere in Malesia, la prossima settimana“.

Già, perchè sarò Sepang l’altro banco di prova per capire chi ha le carte in regola per stare davanti in questo 2012: la McLaren è partita bene, Button si conferma uno dei migliori piloti in circolazione,  e di certo farà di tutto per continuare ad imporsi e sfruttare le occasioni.

Hamilton soffrirà per questo compagno di squadra che scalpita? Oggi non è andata nel migliore dei modi, una prima posizione soffiata in partenza purtroppo costa cara. C’è da lavorare, e Lewis lo sa, perchè non vuole deludere anche quest’anno.

Le Frecce d’Argento come la Red Bull 2011? Aspettiamo e vediamo, Vettel si prende il secondo posto in mezzo a loro, e magari già in Malesia non si accontenterà solo di quello.

26 Commenti

  • Ciao a tutti, vi seguo da quasi 2 anni ma questa è la prima volta che scrivo qui sul blog.

    Sono un gran tifoso della McLaren e devo dire che sono stracontento per la vittoria e il terzo posto di ieri (nonchè per la pole e il giro veloce)ma mi sono sorti dei dubbi riguardo alla strategia dei nostri, come faceva notare giustamente mauro, soprattutto riguardo al primo pit.

    Dal 13esimo giro i tempi dei nostri si stavano alzando soprattutto per LH, ma al quindicesimo giro il primo a rientrare è JB. LH se non erro il 15° giro lo fa in 1.36 e qualcosina quindi molto più alto rispetto a quello precedente (1.34). Quindi perchè non fare entrare Lewis prima di Jenson? tanto il secondo cmq aveva un buon vantaggio sia su Hamilton che su Vettel..

    Buona invece, secondo me, l’idea di farli entrare tutti e due di fila al secondo pit peccato per la Safety car

  • Bhè, se sia Button l’anti Vettel ancora è troppo presto per dirlo.
    Però se devo essere sincero è un papabile sicuramente.

  • una bella gara, anche se oggi sono commessi i soliti pasticci, come stint troppo lunghi, errori nel cacolo del traffico in uscita pit stop e soste ai box un po troppo lunghe…
    oltre a questo, da migliorare ci sono i set up delle vetture…dopo la mercedes, siamo la squadra che mangia piu le gomme, inoltre (secondo me) avevamo poco carico al posteriore, forse sarebbe stato meglio stare un po piu “conservativi”.

    cmq, spero che la prima gara sia stata presa come laborarorio per i prossimi GP, fondamentale sarà non commettere gli errori dell’anno scorso e, se si vuole puntare a vincere qualcosa, non dovremo dormire sugli allori inquanto la redbull possiede una vettura in grado di tirar fuori risorse inaspettate.

  • Sapete cos’ha in più Button rispetto ad Hamilton?
    La gavetta…Button non ha esordito da pupillo su una McLaren al top delle prestazioni…così come molti piloti in formula 1 si sono prima fatti il mazzo imparando a battagliare con mezzi inferiori contro avversari in teoria più forti…
    Quando esordisci nel team migliore come il campione predestinato e hai tutti ai tuoi piedi ( vedi esordio in McLaren ) è facile vincere… ma quando questa situazione non si ripresenta più va in loop mentale e prestazionale!
    Per me è un pilota molto veloce ma se lo dimostra solo quando è tutto pronto e facile non è ancora un campione di valore assoluto!

    • Sono abbastanza d’accordo.

    • hamilton se le meritato in gp2 fece una gran stagione

    • non sono per niente d’accordo e ti ricordo che:
      – nel 2007 il “pupillo” ha BASTONATO un certo fernando alonso,
      – nel 2008 ha vinto il suo primo titolo mondiale con un auto inferiore,
      – nel 2009 con un auto a dir poco mediocre e senza carico al posteriore, riesce a vincere delle gare e fare dei podi.
      – nel 2010 ha bastonato button quasi in ogni gara.
      – 2011 e 2012??? devo ricordare che una delle enormi differenze con gli anni precedenti, è stato il passaggio da bridgestone a pirelli, da gomme che facevano un gran premio a gomme che fanno 15-20 giri…+ innegabile che il suo stile di guida è stato abbastanza messo in crisi, rispetto a tanti altri piloti come button (in primis) alonso e vettel che dal cambio di fornitore ne hanno solo preso un ulteriore vantaggio.
      Poi avrà fatto tante caxxate in questi anni e non sarà il pilota piu completo, ma smettiamola di dire che è “colpa della mancata gavetta”, è una fesseria…
      semmai hamilton da button, paga in intelligienza tattica e tecnica.

      • Concordo. Anche se nel 2008 tanto inferiore la McLaren non era. Anzi.

      • ma dai, bruce…kovalainen arrivò settimo nel mondiale!!! se la macchina era mezzo secondo piu forte di tutte le altre avrebbe fatto molti piu punti e meno figuracce… il finlandese ha sicuramente tante laucune, però se con una macchina ottima anche coultard riusciva a vincere delle gare…

      • Concordo con te su tutta la disamina,ma nel 2008 la McLaren era una macchina da mondiale… Il Kova è un mediocre,dai vinse solo una gara regalata da Massa,il David Mascellone era molto,molto meglio. Cmq per vincere il mondiale a Lewis nel 2008 serviva proprio un compagno come il Kova. Perfino Coulthard sarebbe stato un compagno ingombrante dopo quanto successo nel 2007.

      • Straquoto. 😉

  • Voglio far notare alcuni particolari che differenziano i due (per quanto si possano notare dal divano di casa).
    Dopo l’ingresso della safety car, una delle preoccupazioni di Jenson è stata quella di informarsi sul passo gara di Vettel. Notevole.
    Nelle dichiarazioni, in questo articolo, parla addirittura della temperatura delle gomme alle sei del pomeriggio.
    Hamilton non ce lo vedo in questi pensieri.
    Questa F1, più di quella di Schumi con la Ferrari, è fatta di minuscoli dettagli. Il pilota che li cura, insieme alla macchina migliore, vince il mondiale.

    • Ottima analisi. Jenson ha l’esperienza e l’acume mentale per approcciare l’intero corso della gara in maniera corretta. Infatti dopo Cina 2011 non ne ha sbagliata più una dal punto di vista tattico. Lewis sembra sempre troppo irruento e confuso nei confronti delle risposte della sua vettura, come testimoniato anche dalle dichiarazioni del dopo-gara di oggi.

  • McLaren2012

    grande McLaren peccato per la doppietta
    ma ci rifaremo Domenica in Malesia a Sepang la macchina è abbastanza competitiva
    la macchina è bellissima e anche veloce
    Forza McLaren

  • VAIIIIIIIIIIIIIIII LEWIIIIIISSSSSSSSSS

    FALLI TUTTI NERIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII !!!!

    ANCHE JENSONINO.

    • :-)
      I fatti attualmente non sono dalla sua parte, ma io sono fiducioso che possa tornare quello di qualche anno fa. Staremo a vedere.

      • Hamilton era molto più forte quando nelle gare erano ammessi i rifornimenti, era un po come fare tanti giri da qualifica, ravvicinati, non c’era un passo di gara, ma dei tranci, molto veloci, e Lewis, lo ha dimostrato anche sabato è più veloce nel giro secco che nel passo gara, soprattutto da quando ci sono le pirelli che richiedono una gestione più lungimirante da parte del pilota.
        Detto questo mi auguro che comunque sia una bella lotta tra i due, se la Mclaren dovesse essere la vettura migliore del mondiale, come sembra.

  • Scusate la mia forse indigesta opinione. Mi pare evidente che Hamilton renda al massimo sul giro singolo: è insomma un animale da qualifica. Il problema per lui è che secondo le regole attuali le qualifiche non assegnano punti iridati. E quando deve affrontare un compagno di scuderia molto più consistente SU TUTTO L’ARCO DELLA GARA si scioglie e sfodera qullo stupendo muso da leone sconfitto in conferenza stampa post gara. Il punto che molti non notano, o non vogliono notare nel tentativo di difendere il loro beniamino, è che Jenson non ha solo gestito meglio le gomme, ha avuto COMPLETAMENTE UN ALTRO PASSO PER TUTTA LA GARA!! Ha rifilato mediamente 3 decimi al giro al compagno, che a parità di macchina non sono pochi, a prescindere dalla situazione delle gomme!!! Non sarebbe un eresia se la McLaren puntasse tutto su Jenson, perchè, come detto prima, i punti si fanno alla domenica attraverso tutti i giri del Gp, non in un giro al sabato!!

  • A me sembra un ottimo inizio di stagione. Prima fila in qualifica e due piloti sul podio di cui uno sul gradino più alto. E possiamo dire che poteva essere doppietta con un po’ di fortuna in più.
    Per il resto c’è poco da dire: Jenson è più bravo a lavorare con queste gomme, e purtroppo per Lewis le gare non si vincono sul giro secco.

    Sono curioso di vedere come si comporta la macchina a Sepang, pista vera e con un degrado maggiore delle gomme.
    Se anche in Malesia fossimo competitivi ci sarà da divertirsi tutto l’anno.

  • Per favore placate Davide… Guarda che non ha compromesso niente per il titolo… Dai su…

  • COME NO !!
    MA PER FAVORE VA’…..IL COCCO DI WHITMARSH….

  • bravissimo button pilota che sta smerdando molti che lo davano come un paracarro se la cabala si riconfermerà sarà un gran risultato per lui

  • calma,vedo troppo catastrofismo su hamilton.

    oggi ha perso e ha deluso,vero,ma siamo solo all’inizio.
    button è stato più bravo e consistente ed ha meritato alla grande e lo vedo favorito anche in malesia,mentre dalla cina lewis potrebbe rifarsi.
    per caratteristiche di guida è ovvio che lewis abbia bisogno di più tempo rispetto a jenson per studiare queste gomme che sono ulteriormente cambiate rispetto allo scorso anno.

    intanto sono contento perchè quest’anno si parte alla pari con le lattine da subito,la stagione sarà lunghissima e può succedere di tutto.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!