Raikkonen no limits: “Voglio il podio in Malesia”

20 marzo 2012 11:02 Scritto da: Antonino Rendina

Dall’Australia alla Malesia il chiodo fisso è sempre lo stesso: “La macchina risponde bene, è veloce, nessuno sa cosa poteva succedere se fossi partito più avanti..”.

Un rimpianto che è diventato tarlo, la paura dei aver perso una grande occasione che si mischia senza soluzione di continuità alla speranza di poter fare bene nella torrida Sepang:

“La monoposto ha un alto potenziale, se ci qualifichiamo bene possiamo lottare per il podio. Il meglio deve ancora venire. Purtroppo a Melbourne sono stato bloccato nel traffico e non ho potuto sfruttare appieno la vettura. Speriamo che le cose in Malesia vadano meglio”.

Kimi ha ragione; i suoi tempi, nonostante il traffico, non erano molto diversi da quelli dei primi cinque.  La posizione arretrata in griglia del finnico e la prematura uscita di scena del compagno Grosjan non ci hanno permesso di vedere all’opera la Lotus con pista libera.

L’incognita in Malesia è rappresentata dal meteo, storicamente l’ ex Renault non è mai stata una macchina “cattiva” sul bagnato. Forse perchè sono vetture curate aerodinamicamente ma un po’ leggerine meccanicamente.

Il circuito però piace ad Iceman che a Kuala Lumpur può vantare due vittorie in carriera. Nel 2003 e nel 2008. E la Lotus a Barcellona, dove ci sono curvoni in appoggio simili a quelli della Malesia, è stata la regina dei test.

“Non sappiamo come si comporterà l’auto a Sepang, ma sinora è andata bene dovunque  quindi non mi aspetto cambiamenti rispetto all’Australia. L’importante è avere un fine settimana pulito, senza problemi”.

In modo da poter sferrare l’attacco ai primi della classe. Motivato a mille, Kimi non dorme per quel Q1 un po’ così. Non si dà pace, e c’era chi diceva che si era stancato della F1…

20 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!