Sergio Perez, che gara! Il messicano: “Potevo vincere”

25 marzo 2012 14:43 Scritto da: Davide Reinato

Inutile negarlo, nella giornata in cui Alonso riporta alla vittoria la Ferrari, si sono accesi i riflettori sulla bella prestazione di Sergio Perez. Checo ha un solo anno di Formula 1 alle spalle ed ha più volte ammesso, con molta umiltà, che un salto a Maranello lo farebbe, ma teme di non essere ancora pronto al 100%. E mentre domani si sprecheranno i titoloni e i confronti con Massa, Perez non si monta la testa e pensa semplicemente a godersi il il suo momento.

Peter Sauber, al muretto, piangeva di gioia. Non è una vittoria, ma quel secondo posto vale oro – in tutti i sensi – per il piccolo team di Hinwil. Anche per questo il team radio dell’ingegnere di pista di Sergio gli intimava di stare attento, perché buttare un risultato utile in una gara folle, avrebbe voluto dire infliggere un duro colpo a tutti coloro che avevano lavorato duramente per portare a casa quel risultato. E quell’errore a cinque giri dalla fine ha fatto rischiare l’infarto a gran parte del team.

A quel punto, era chiaro che Sergio avrebbe tirato un po’ i remi in barca, facendo attenzione a non fare altri errori. Il suo volante scottava in quel momento. Davanti a lui aveva Fernando Alonso e la Ferrari, di cui lui stesso è membro tramite la FDA. Ci avrà riflettutto a lungo, avvicinandosi sempre di più al leader della gara. L’errore, in quel contesto, ci sta tutto. Avrà una lunga carriera in F1, magari proprio in Rosso. Ci sarà tempo per vincere.

Al termine della corsa, Perez ha ammesso: “Penso che la vittoria oggi era davvero possibile. La squadra ha fatto un grande lavoro, richiamandomi ai box nel momento giusto”. E’ stato proprio con l’uso della strategia rischiosa che la Sauber ha costruito il suo vantaggio, durante il primo pit-stop. Una sosta anticipata rispetto a tutti gli altri che però ha portato i risultati sperati.  “Abbiamo perso del tempo al secondo pit, dove ho avuto qualche problemino con la frizione ma poi sono andato a riprendere Alonso giro dopo giro. Quando ho perso il controllo della macchina sul cordolo, ho contemporaneamente perso la possibilità di giocarmi la vittoria. Anche così, comunque, questo è un grande giorno per la mia squadra”, ha commentato il messicano.

Riguardando i tempi, è assolutamente notevole il passo tenuto dalla Sauber del messicano, che girava anche un secondo più veloce della Ferrari F2012 numero 5. “Sapevo che ero veloce e potevo superarlo, ma ho toccato quel cordolo bagnato e sono finito largo, è stata una fortuna non andare fuori. Oggi abbiamo raccolto molti punti e siamo solo alla seconda gara, speriamo di poter continuare a progredire durante la stagione”.

Ora è momento di festeggiare e concentrarsi sulle restanti 18 gare. E qui risuonano le parole di Carlos Slim, il magnate della Telmex che sponsorizza Checo: Se Sergio dovesse fare un bel campionato, si potrebbero aprire per lui le porte di squadre importanti. Ma se facesse una brutta stagione potrebbe anche succedere il contrario”. Come inizio non c’è male…

19 Commenti

  • Ehhh… ora è troppo facile… :)))

    sett scorsa avevo scritto:

    ———

    Stavo dando un’occhiata ai tempi:

    http: // www . fia . com /en-GB/mediacentre/f1_media/Documents/aus-race-analysis.pdf

    Sono veramente sorpreso dal ritmo di Perez, è riuscito a tenere il passo di Kobayashi pur facendo 1 sola sosta… ma come fa? usa le Pirelli quest’uomo?

    E’ finito 8°, ma nell’ultimo giro ha perso due posizioni. E’ partito ultimo e stava facendo 6°…l’8.5 se lo merita tutto…

    1 17:05:15
    2 1:37.300
    3 1:35.783
    4 1:35.517
    5 1:34.760
    6 1:35.046
    7 1:34.293
    8 1:35.159
    9 1:35.288
    10 1:36.119
    11 1:37.623
    12 1:34.673
    13 1:35.260
    14 1:34.109
    15 1:33.973
    16 1:33.678
    17 1:33.621
    18 1:35.028
    19 1:34.214
    20 1:34.423
    21 1:36.559
    22 1:35.293
    23 1:37.174
    24 P 1:56.511
    25 1:40.236
    26 1:32.176
    27 1:31.829
    28 1:32.513
    29 1:31.788
    30 1:31.743
    31 1:31.526
    32 1:31.763
    33 1:31.584
    34 1:31.380
    35 1:31.335
    36 1:31.671
    37 1:53.182
    38 2:19.152
    39 2:21.342
    40 2:39.990
    41 2:18.390
    42 1:34.546
    43 1:32.208
    44 1:31.386
    45 1:31.121
    46 1:30.843
    47 1:31.155
    48 1:31.985
    49 1:31.798
    50 1:31.583
    51 1:31.696
    52 1:31.459
    53 1:31.475
    54 1:31.621
    55 1:31.559
    56 1:31.812
    57 1:32.353
    58 1:40.163

    ———–

    Per me è fortissimo. Attenzione però, non occorre esaltarlo troppo ora, potrebbero seguire prestazioni meno convincenti, anche qualche gara anonima… ci sta, è giovane, ma di questo qui ne sentiremo parlare molto in futuro. Ha tutto, velocità pura, gran ritmo gara, abilità nei sorpassi, testa… diamogli tempo, diventerà grande…

  • Tanti complimenti a questo ragazzo, un campione del futuro, speriamo che lo portino in rosso davvero!

  • per me si parla troppo poco di questo ragazzo(non qui sul blog ovviamente,intendo in tv etc.)
    ha fatto un’impresa titanica,rendiamoci conto di come andava con gomme finite e solo un errore dettato credo dall’emozione l’ha privato di una possibile vittoria a bordo di una macchina decente e nulla più.

    è stato eroico,sapevo che era bravo ma non mi sarei mai aspettato un exploit del genere e gli dico bravo anche per aver provato a vincere e non essersi accontentato:mentalità da campione.

  • Ha pagato la tipica irruenza del pilota giovane!

  • Bastava effettuare il cambio gomme 1 o 2 giri prima e perez avrebbe vinto al 95%.

  • bravissimo sergio per me ormai vicinissimo in ferrari che gara come die john straordinario merito di key che han fatto scappare troppo presto dalla f1

  • Rosso dentro

    Rileggendo le quote per le scommesse della snai la vittoria di Perez era data a 300…
    Se qualcuno l’avesse scommessa negli ultimi giri avrebbe rischiato l’infarto!!!
    Complimenti a Perez, che oltre a oggi fa sempre delle belle gare, anche dal punto di vista strategico.
    Spero di vedere presto in rosso lui e il suo ingegnere di pista. e magari anche James Key.

  • Alexandro HAMALORAI

    @ Joyspeed

    Confermo, Perez montava le dure e Alonso le medie!

    Quindi qui si potrà discuisire sulla differenza di gomme e al fatto che Perez andasse così forte.

    Anche se non mi spiego come con le dure potesse andare più forte delle medie!?

  • bravissimo Sergio!

    Io però NON gli avrei fatto notare che “anche il secondo posto andava bene” ancora prima di aver tentato una qualsiasi azione di disturbo ai danni di Alonso…
    Così gli si è messo solo ulteriore carico psicologico e timore reverenziale!

  • Alexandro HAMALORAI

    Inutile stare a ciancicare, Perez avrebbe vinto alla grande questa gara, il suo ritmo era talmente alto che appena avrebbe avuto Alonso a qualche decimo, l’avrebbe passato col DRS sul rettilineo, mancando 5 giri al termine e vedendo che poi ne ha recuperati 3 secondi dopo l’errore vuol dire che ne aveva.

    Probabilmente ha avuto la stessa sindrome di maldonado e cioè trovandosi in condizione mentale e tecnica da poter sorpassare, si sono persi per dei banalissimi errori portati per lo più da inesperienza che non per mancanza tecnica.

    Comunque il Chico lo vedremo molto presto in rosso a parere mio, forse già tra qualche gp.

    Massa ormai non lo considero nemmeno più.

  • onore anche al papà della sauber jams key….

  • non ho visto le strisce bianche sulle gomme di perez quando le ha cambiate. Sembravano tutte nere. Non è che i tempi erano migliori perchè aveva gomme diverse? E come sempre nessuno se n’è accorto :-(

    • L ho notato pure io, forse ogni tanto capita come in motogp, alcune gomme vengono colorate un po’ alla caz… :)
      Cmq gran bella gara di Perez, e devo dire che speravo in una sua vittoria (anche se sono un tifoso Ferrari)…
      Vedere sul primo gradino del podio un team “privato”, in una situazione economica non molto felice, sarebbe stato bello… Cmq anche cosi va benissimo, ci voleva per la Sauber, un gruppo di persone che mette passione e gusto in quello che fa.

    • Alexandro HAMALORAI

      Io non ci ho fatto caso, però stando a quello che dici e cioè la scritta Pirelli più scura, è molto probabile che si potesse trattare delle hard.

      Strano che i media non ne abbiano parlato.

  • che gara ti vogliamo presto in rosso al posto del bollito brasiliano…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!