Splendido Alonso! La Ferrari vince il GP di Malesia

25 marzo 2012 13:12 Scritto da: Davide Reinato

Una gara folle, segnata dalla pioggia, in cui il talento di Fernando Alonso è venuto fuori ancora una volta. Lo spagnolo della Ferrari vince una gara entusiasmante, ricca di emozioni dal primo all’ultimo giro.

In un momento estremamente delicato per la Rossa di Maranello, Alonso ha strappato una vittoria frutto di una tattica perfetta, finalizzata da una guida pulita e attenta dello spagnolo che non si è mai perso d’animo, nemmeno quando Perez gli macinava un secondo al giro.

Le lacrime di Peter Sauber fanno capire quanto sia importante il podio raccolto di Sergio Perez con la C31. Se non avesse fatto quell’errore a pochi giri dalla fine, avrebbe avuto anche l’opportunità di sopravanzare la F2012 di Fernando. Perez è stata la spina nel fianco di Nando per tutta la gara, grazie ad una strategia da 10 e lode sviluppata dal team di Hinwil. Di Certo abbiamo assistito, ancora una volta, ad una bella prestazione di “Checo” Perez, pilota già da tempo entrato nella Ferrari Driver Academy e maggior indiziato per il “Dopo-Massa”.

Lewis Hamilton chiude in terza posizione una gara molto complicata, perdendo ancora una volta il vantaggio di partire dalla pole. La pioggia intensa dei primi giri di gara, costata anche una sospensione di circa un’ora, ha ridimensionato le ambizioni dell’anglocaraibico, rimasto sempre lontano dalla vetta della classifica per gran parte della corsa. Il podio per lui  è, di certo, una magra consolazione.

Quarta posizione per Mark Webber che ha salvato la faccia ai campioni del mondo in carica. La RB8 non è più la vettura imbattibile e Vettel è apparso in netta difficoltà. Il tedeschino ha anche subito una foratura dopo un contatto con Karthikeyan che lo ha relegato nelle retrovie, facendolo chiudere solamente in undicesima posizione.

Ottima prestazione per Kimi Raikkonen che conquista altri preziosi punti dopo il suo ritorno Formula 1. Iceman si è classificato quinto, mettendo una pezza al disastro che ha combinato il suo compagno di squadra Grosjean. Il francese, infatti, dopo un’ottima partenza, è andato a tamponare Schumacher alla curva 4, prima di girarsi qualche giro dopo e ritrovarsi insabbiato. 5 giri in due gare stridono un po’ con le belle prestazioni in qualifica.

In zona punti anche la Williams con Bruno Senna, sesto classificato. Il suo compagno Maldonado ha sofferto di un cedimento del motore a due giri dalla fine e si è dovuto ritirare, venendo comunque classificato diciottesimo.

A punti le due Force India di Paul Di Resta e Nico Hulkenberg, confermando il buon momento per la Force India che ha avuto un buon fine settimana. La Toro Rosso di Jean Eric Vergne si è classificata in ottava posizione, proprio tra le due vettura indiane, mentre chiude la top ten Schumacher che porta l’unico punto alla Mercedes in questo weekend.

Oltre a Vettel, finisce fuori dai punti anche Jenson Button. L’inglese della McLaren è andato a speronare Karthikeyan, rompendo l’ala anteriore e compromettendo così la sua corsa. JB ha perso l’occasione di stare nella testa alta della classifica, ma in una gara folle come questa, un errore può anche starci.

Altra gara di grande sofferenza per Felipe Massa, quindicesimo alla fine della corsa. Ha sofferto il degrado eccessivo dei suoi pneumatici, ha fatto a sportellate con diversi piloti pur di mantenere la propria posizione, ma ancora una volta non è arrivato nei punti. E nel giorno in cui è nata la Stella Perez, il suo futuro a Maranello sembra essere ormai segnato.

POS  PILOTA        TEAM                       TEMPO
 1.  Alonso        Ferrari                    2h44:51.812
 2.  Perez         Sauber-Ferrari             +     2.263
 3.  Hamilton      McLaren-Mercedes           +    14.591
 4.  Webber        Red Bull-Renault           +    17.688
 5.  Raikkonen     Lotus-Renault              +    29.456
 6.  Senna         Williams-Renault           +    37.667
 7.  Di Resta      Force India-Mercedes       +    44.412
 8.  Vergne        Toro Rosso-Ferrari         +    46.985
 9.  Hulkenberg    Force India-Mercedes       +    47.892
10.  Schumacher    Mercedes                   +    49.996
11.  Vettel        Red Bull-Renault           +  1:15.527
12.  Ricciardo     Toro Rosso-Ferrari         +  1:16.800
13.  Rosberg       Mercedes                   +  1:18.500
14.  Button        McLaren-Mercedes           +  1:19.700
15.  Massa         Ferrari                    +  1:39.300
16.  Petrov        Caterham-Renault           +     1 lap
17.  Glock         Marussia-Cosworth          +     1 lap
18.  Kovalainen    Caterham-Renault           +     1 lap
19.  Maldonado     Williams-Renault           +    2 laps
20.  Pic           Marussia-Cosworth          +    2 laps
21.  Karthikeyan   HRT-Cosworth               +    2 laps
22.  De la Rosa    HRT-Cosworth               +    2 laps

GIRO PIU' VELOCE: Raikkonen, 1:40.722

NON CLASSIFICATI
Kobayashi     Sauber-Ferrari               47
Grosjean      Lotus-Renault                4

Classifica piloti            Classifica costruttori
 1.  Alonso        35        1.  McLaren-Mercedes           55
 2.  Hamilton      30        2.  Red Bull-Renault           42
 3.  Button        25        3.  Ferrari                    35
 4.  Webber        24        4.  Sauber-Ferrari             30
 5.  Perez         22        5.  Lotus-Renault              16
 6.  Vettel        18        6.  Force India-Mercedes        9
 7.  Raikkonen     16        7.  Williams-Renault            8
 8.  Senna          8        8.  Toro Rosso-Ferrari          6
 9.  Kobayashi      8        9.  Mercedes                    1
10.  Di Resta       7
11.  Vergne         4
12.  Hulkenberg     2
13.  Ricciardo      2
14.  Schumacher     1

549 Commenti

  • Gran parte del merito del primo posto di ieri lo dobbiamo attribuire al mitico Nando e al suo talento. Un’altra buona parte la attribuiamo alla fortuna che comunque ci ha aiutati, un’altra ancora alla squadra e alla strategia e una piccolissima parte alla macchina che sull’umido non si è dimostrata tutto sto bidone.
    Io penso comunque che una macchina NON ANCORA MATURA che arriva al prima posto alla seconda gara del campionato, nasconde veramente quel potenziale di cui parlano tanto gli ingegneri. Ora bisognerà aspettare che lo tirino fuori ma io (inguaribile ottimista) penso che Alonso vincerà ancora…

  • Anche secondo me la Ferrari si adatta molto bene alle condizioni di bagnato o cmq miste, anche se ieri siamo stati particolarmente fortunati nel ritrovarci con un setup più improntato sul bagnato rispetto agli altri. In Q2 eravamo a 6-7 decimi, situazione che non ci consentiva di andare oltre al 8°-9° posto in griglia, e sia Alonso che Perez hanno puntato su un setup diverso per la Q3. Un rischio che ha pagato, infatti Alonso ha vinto e Perez è finito secondo.
    Ma vincere la gara non era affatto una passeggiata. Alonso ha gestito nel migliore dei modi tutte le fasi importanti della gara e, anche ipotizzando che la Ferrari ieri era superiore, ha comunque rimontato dall’ottava posizione, il che non è da tutti…

    • oltre ad un team che nei pit stop e strategia è stato pressochè perfetto

    • Ok e’ come la penso io… pero’ non capisco una cosa secondo me negli ultimi anni la safety car aspetta troppo prima di lasciare la scena quando c’e’ pioggia, poi hanno obbligato a ripartire con full wet (1 pilota aveva le intermedie) quando dopo poco si sono rifermati tutti per le intermedie perche’ la pista non era eccessivamente bagnata….

      • che senso ha avere le gomme da pioggia,se poi la safety car entra ogni 2 goccie e non esce finchè non è asciutto…che regolamenti da cani!

      • per non parlare delle partenze dietro safety… Spa fu un bel botto ma vietare le partenze al palo in caso di pioggia rimane una bestemmia. E lo dico da ateo

    • ferraristasempre

      pablo, non la chiamerei fortuna quella dell’assetto da bagnato. se è vero (dico “se” perché non mi pare che nessuno ne abbia parlato), è stata solo una strategia azzeccata, dato che le probabilità di pioggia erano elevatissime. la fortuna ieri c’è stata, ma non in questo aspetto :)

      • Si in effetti è molto più opportuno parlare di strategia azzeccata. Volevo solo sottolineare che la Ferrari va bene sul bagnato, ma non così tanto da dare 15 sec in 15 giri a Mc e Red… avevamo un vantaggio dal punto di vista del setup, come confermano le prestazioni di Alonso e Perez in Q3 (+1.3 e +1.4 rispettivamente) e soprattutto in gara… :)

  • Forza Nando adesso serve la macchina almeno per giocarsela.
    Hamilton è il grande favorito, sopratutto perchè vettel con un macchina più umana non è il marziano dello scorso anno..
    Comunque bella lotta con almeno 5 team più o meno allo stesso livello. Mi ha deluso la mercedes che in gara sparisce e Rosberg che sotto pressione sbaglia sempre la q3. Considerando il distacco di Shummy in prova e il margine fra lui e Nico, con un giro pulito rosberg poteva fare la pole o almeno essere in prima fila.

    Kartykeian non è da F1….però pesa sul mondiale come un top driver..

  • Alexandro HAMALORAI

    Ieri abbiamo scoperto che con pista bagnato o umida con gomme full wet, la Ferrari (con Alonso sopratutto, ma anche Massa andava forte i primi giri dopo la safety car) ha qualcosa in più rispetto agli altri in quella condizione.

    Mentre sull’asciutto saltano fuori tutte le magagne che conosciamo e soprattutto a serbatoi scarichi.

    • Io su questo ho una mia teoria e chiedo lumi a chi ne capisce molto più di me. Incollo quello che ho scritto su un’altro forum:

      “””””””
      Stando alle dichiarazioni di Domenicali: “questo è il campionato più lungo della storia della F1″, in correlazione all’altra dichiarazione di Alonso, peraltro azzeccata e rilasciata in momenti non sospetti, che le prime gare erano da corrersi in difesa, direi che si aspettano un pacchetto molto sostanzioso che consenta alla rossa di fare il salto di qualità, quindi la vittoria di ieri è stata pesantissima in ottica mondiale.

      Poi per quello che ne capisco, la Ferrari ha due problemi sostanziali: uno di tipo aerodinamico, perchè sembra che l’attuale conformazione della fiancata faccia rallentare il flusso in uscita dalle masse radianti e l’altro è di tipo meccanico, perchè sembra quasi che la vettura alleggerendosi si alzi troppo dal suolo, problemi che sembrano legati a “reazioni” impreviste e venuti fuori solo durante i test invernali (ecco a cosa sarebbe servita tutta quella serie di test aerodinamici), che hanno causato un inevitabile ritardo nello sviluppo della versione definitiva. Quindi in buona sostanza, a mio avviso sono solo dei falsi problemi che dovrebbero essere risolti con gli aggiornamenti e sotto questa ottica, la macchina che ne verrà fuori, non si può definire una versione “B”, sarebbe solo la versione definitiva della F2012 attuale.

      Seguendo questo ragionamento è ovvio che in Ferrari si aspettavano un maggiore downforce, tuttavia, non avendo il tempo necessario per procedere agli aggiornamenti, hanno dovuto fare di necessità virtù, adattando la vettura che avevano a disposizione, quindi il risultato finale è stato un ibrido mal riuscito, perchè manca carico non solo al posteriore, ma su tutta la vettura, perchè sembra quasi che con il venir meno del peso della benzina, la vettura si sollevi troppo dal suolo, e mi sembra ovvio che ciò non derivi dal fatto che abbiano mal progettato la macchina, ma dal fatto che mancando downforce la vettura si sollevi troppo.

      Non si pensi che gli aggiornamenti siano semplici da realizzarsi, perchè comporta un lavoro immane da parte degli addetti ai lavori, basti pensare che si devono rifare tutti i calcoli e, forse, il lavoro sulle fiancate è quello minore, perchè bisogna riprogettare anche la parte meccanica in relazione ai nuovi risultati.

      Se a tutto questo aggiungiamo che un maggior carico aerodinamico si traduce anche in una migliore gestione degli pneumatici e che l’introduzione dell’ f-duct passivo contribuirà notevolmente al miglioramento della velocità di punta, direi che non siamo messi affatto male.

      • si anchio avevo un dubbio che il progetto non è cannato certo ci sono problemi ma spero si è capito dove si deve mettere mano e già dalla cina sperare in un grosso passo avanti

      • finalmente c’è qulcuno che capisce

  • BUONGIORNO a tutti, complimenti sinceri a FERNANDO ALONSO per la sua GRANDISSIMA prestazione di ieri, veramente impressionante anche sè credo che sè PEREZ non avesse sbagliato il Messicano avrebbe potuto ottenere una vittoria clamorosa.
    La vittoria di ALONSO ha confermato che NANDO è il MIGLIOR pilota attuale in F1, il pilota più completo che abbina al TALENTO, la VELOCITA’ e l’intelligenza TATTICA…..
    Per il resto sono rimasto un pò deluso dal passo della MCLAREN Mp4-27 con la pista umida e mi aspettavo qualcosa di più anche dalla prestazione di LEWIS HAMILTON dopo la bella POLE di Sabato.
    Ho la sensazione che LEWIS si sia reso conto che più dell’AGGRESSIVITA’ che non sempre paga conterà in questo campionato LA COSTANZA DI RENDIMENTO.

    Non sò voi ma IO stò notando un HAMILTON più maturo magari meno AGGRESSIVO in gara ma più portato ad ottenere il risultato in termini di punti per il campionato.
    VOI cosa nè pensate ?

    • Si credo anch’io che Hamilton sia più maturo, anche se non penso che “punti” alla costanza (non è il tipo,lui è un vincente), ma ora sembra “apprezzare” molto di più la costanza diciamo così.
      Mi spiego meglio: ieri se avessi potuto spingere l’avrebbe fatto, in fin dei conti puoi pensare di controllare ed accontentarti verso la fine della gara, non certo dopo 20 giri. Quindi per i tifosi McLaren questo è un gran segnale, perché pur “puntando” alla vittoria è sembrato “apprezzare” il terzo posto. Era sorridente mentre altre volte in situazioni simili sarebbe stato frustrato…

      • Sorrideva pensando che tra i pretendenti al titolo 2012 nessuna ha fatto meglio di lui dopo due gare.
        Alonso, se la Ferrari non sarà in grado mettere in pista una vettura competitiva entro le prossime 4 gare (sono un irriducibile ottimista e concedo altro margine fino al Canada), è già tagliato fuori dai giochi e quella di ieri, al momento, non può che considerarsi una meravigliosa perla molto più unica che rara. Per questo il Caraibico sorride. E non potendogli dare torto, io sorrido meno ma intanto mi ripeto che ride bene chi riderà per ultimo.

  • Certo che è strano vedere una Ferrari dominare sotto l’acqua, sapendo di tutti i problemi di trazione della F2012…

    • La macchina è completamente diversa dalle altre, quindi può darsi che sollevandola di quei 10 mm dovuti al diverso diametro delle gomme intermedie, risponda in modo completamente diversa dalle altre vetture.

  • Visto come è in palla alonso in questo momento se solo riuscissero a dargli un vettura che ha 2 o 3 decimi dalla vetta potremmo diventare seriamente pretendenti al titolo, se poi addirittura riuscissero ad eguagliare le prestazioni dei primi il mondiale sarebbe vinto all’80%!!!!!!

    lasciatemi un po’ sognare va!!!

  • buongiorno a tutti la mercedes è incredibile tra qualifica e gara che differenza come mr jekill e mr hide ce tanto da lavorare per loro e devono ricordarsi che i punti li da la gara non la qualifica

  • Caso strano la Sauber è motorizzata Ferrari, caso strano Perez è in odore di sostituire il camionista Massa, caso strano dai box comunicano al Messicano “Tranquilo Checo, el segundo lugar està bien, ci accontentiamo del secondo posto…” e caso strano a pochi giri dalla fine quando poteva agevolmente superare Alonso fa un piccolo errorino
    che apre la strada alla Ferrari…
    Bravo Monteprezzemolo, è così si vince… Che pena….

    • Il giorno in cui guiderai una F1 e riuscirai a fare un fuoripista controllato, su cordolo BAGNATO, su via di fuga BAGNATA, rischiando di buttare nel cesso il tuo miglior risultato in carriera in F1, allora potrò credere a quello che dici…
      ma fino ad allora, leccati le ferite ;D

    • Basta rosicare …. poi secondo te ha fatto l errore di proposito col rischio d insabiarsi? Datti all ippica !

      • Che poi magari è tifoso Red Bull, e si dimentica che loro, per non sbagliare, hanno 2 scuderie di proprietà…e si sa che trattamento hanno i piloti del team minore: manco nelle prove libere possono ostacolare “ditino”, che sennò vengono licenziati 😀

      • Ahhhhhh mo acquisteranno l hrt …. seno il fenomeno va a finire che sbaglia altri doppiaggi ahhhhhhh

      • ovviamente volevo rispondere al bibitaro rosicone…

    • se pure la ferrari l’avesse fatto avrebbe fatto bene…ci siamo rotti i c……i di subire le furbizie altrui e siamo diventati furbi pure noi!!!
      pensa che gusto se vinciamo il mondiale per 7 punti su vettel…saremmo dei geni!!!
      cominciate a preoccuparvi eh??? bene….magari è solo l’inizio….

    • DIETROLOGIA ESAGERATA ED ERRATA, potrei capire se gli fosse arrivato dietro e non lo avesse passato subito visto il gap prestazionale, ma davvero pensi che questa strategia fosse da attuare con un dritto che con 3 metri in piu’ portava al ritiro….

  • Ora lo scenario può essere di 2 tipi: se alla Ferrari sanno davvero cosa fare per rendere la vettura competitiva entro Barcellona, questa vittoria peserà tanto in ottica mondiale, trattandosi di punti che in condizioni normali non avremmo ottenuto, se invecela vettura rimarrà l’attuale paracarro allora sta vittoria la dimenticheremo presto purtroppo…….
    Forza Ferrari!!!

    • Speriamo che per una volta sappiano dove mettete le mani !

    • spero per la cina si porti già qualcosa non possiamo perdere più tempo anche perchè per fortuna abbiamo limitato i danni strabenissimo

      • Spero che nn mAndino tutto a pu…. domenicali ha detto che stAnno facendo i salti mortali per anticipare pArte del pacchetto barcellona per cina e barhain nn ci resta che sperare !

    • Stando alle dichiarazioni di Domenicali: “questo è il campionato più lungo della storia della F1″, in correlazione all’altra dichiarazione di Alonso che le prime gare erano da corrersi in difesa, direi che si aspettano un pacchetto molto sostanzioso che consenta alla rossa di fare il salto di qualità, quindi la vittoria di ieri è stata pesantissima in ottica mondiale.

      Poi per quello che ne capisco, la Ferrari ha due problemi sostanziali: uno di tipo aerodinamico, perchè sembra che l’attuale conformazione della fiancata faccia rallentare il flusso in uscita dalle masse radianti e l’altro è di tipo meccanico, perchè sembra quasi che la vettura alleggerendosi si alzi troppo dal suolo, problemi che sembrano legati a “reazioni” impreviste e venuti fuori solo durante i test invernali, che hanno causato un inevitabile ritardo nello sviluppo della versione definitiva. Quindi in buona sostanza, a mio avviso sono solo dei falsi problemi che dovrebbero essere risolti con gli aggiornamenti sotto questa ottica non si può definire una versione “B” sarebbe solo la versione definitiva della F2012.

      Se a tutto questo aggiungiamo che un maggior carico aerodinamico si traduce anche in una migliore gestione degli pneumatici e che l’introduzione dell’ f-duct passivo contribuirà notevolmente al miglioramento della velocità di punta, direi che non siamo messi affatto male.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!