Kimi, Lotus mon amour: “Qui sto da dio”

3 aprile 2012 12:18 Scritto da: Antonino Rendina

“Non sono mai stato così bene in F1″. Laconico nella sentenza questo Raikkonen bis è una persona diversa: sorride, parla, si diverte.

Kimi Raikkonen da quando è in Lotus sembra lontano parente del finnico glaciale e ombroso degli anni McLaren e Ferrari.

Tutto merito di un ambiente diverso, più disteso, confortevole: “Se sono più rilassato è merito del team. Qui c’è un’atmosfera positiva. C’è un clima diverso rispetto a quello che ho sperimentato in passato. Sono tutti aperti, rilassati, tranquilli eppure lavorano benissimo e sono motivati a mille”.

“Sono determinato come sempre, anzi questo ambiente disteso mi aiuta a concentrarmi meglio sulla gara”.

Raikkonen non potrebbe mai rinnegare un passato glorioso fatto di diciotto vittorie e un titolo mondiale con la Ferrari. Ma certamente a Enstone ha avuto la fortuna, o il merito, di trovare una vettura competitiva disegnatagli su misura.

In Lotus regna il classico entusiasmo della squadra relativamente “giovane” che vuole soltanto crescere: “Noi siamo pronti per lottare con le big. Possiamo stare davanti a Mercedes e Ferrari a fine anno se continuiamo a lavorare così“. Così Alan Permane, capo ingegnere di pista, qualche giorno fa.

Kimi Raikkonen è un pilota tirato a lucido perchè sente intorno a sè tutta quella fiducia che, più per incomprensioni che altro, gli è mancata negli anni vincenti ma tormentati in Ferrari.

La Lotus lo ha cercato, lo ha voluto a tutti costi e l’ha messo al centro del proprio progetto tecnico. Eric Boullier ha creduto più di tutti nelle capacità innate di Iceman. Sensibile e fulmineo nella guida, fine collaudatore, bravo in tutte le condizioni.

Kimi stavolta è la prima guida su cui puntare per costruire un futuro radioso. Non il pilota veloce ma di passaggio, non quel campione-traghettatore, quel precario da mondiale, che è stato negli anni della Rossa.

E lui ha risposto alla grande, dimostrandosi più coinvolto che mai: “Sinora siamo stati sfortunati. Il problema in qualifica in Australia, il cambio rotto in Malesia. Abbiamo il passo per stare davanti, ci serve solo un pizzico di fortuna in più”. E poi ne vedremo delle belle, aggiungiamo noi.

19 Commenti

  • La Lotus è una gran bella vettura…va forte in prova e sopratutto in gara tratta bene le Pirelli… attualmente è dietro alla Mclaren e in gara se la gioca con la RedBull.
    Sicuramente Ferrari a Mercedes hanno potenzialità superiori alla Lotus per poter sviluppare durante il campionato la vettura e migliorare la loro competitività globale.
    Ma se non si danno un svegliata…spesso Raikkonen gli finirà davanti…

  • Ho capito che tipo di pilota e’ nel 2005 al gp d’Europa, aveva danneggiato la sospensione anteriore destra ma essendo in testa alla gara aveva cmq spinto come un matto finché ad un certo punto si e’ distrutta facendo finire l’auto nella via di fuga, fanno bene a chiamarlo iceman

  • Personalmente mi è sempre dispiaciuto fin dal primo momento di aver tenuto Massa e lasciato andare lui, però adesso m’importa poco di lui e della Lotus. Buona auto, buon pilota, buona squadra, terza forza ?

    Mah, sono i punti quelli che contano e i punti dicono che in testa al mondiale piloti c’è la Ferrari e in quello costruttori una Mclaren.

  • Non avendo la pressione che c’era in Ferrari e McLaren, riesce a guidare in serenità ed ottenere risultati migliori.
    Sono contento per lui!

  • quanto mi manca Kimi vestito di rosso………continuo a pensare che bella coppia formerebbe con Nando…….cmq il suo rientro dopo 2 anni di assenza dalla f1 è stato più che positivo e può solo migliorare da qui in avanti.
    Speriamo tolga punti ai rivali della rossa!

  • Si, ci si diverte, si mangia, ci si rilassa e si beccano legnate in pista. 😉

  • Beh sempre molto corretto quello che dice…In lotus non c’è la pressione che sicuramente aveva in Ferrari e la macchina va forte…
    La Mercedes non risolve il problema del degrado da un anno e mezzo ed almeno che Costa non abbia gia’ qualcosa in mente (secondo me adotterà qualche setup in stile F150)difficilmente potrà dare fastidio alla Lotus…
    La Ferrari è un incognita, se risolvono almeno la metà dei problemi si metteranno la Lotus dietro con una certa tranquillità…se le soluzioni non funzioneranno allora la Lotus potrà fare un mezzo miracolo come terza forza!

  • forse gli han dato il via libera per la vodka! 😉

  • “Possiamo stare davanti a Mercedes e Ferrari a fine anno se continuiamo a lavorare così”…. Scusa ma tu dai già per scontato che la Ferrari e la Mercedes non miglioreranno anche loro??? io penso che kimi si stia gasando un po’ troppo… le lotus non faranno tanta strada… comunque vedremo..

    • ferraristasempre

      quelle sono affermazioni di permane 😉
      comunque ora come ora hanno una macchina che non ha avuto modo di esprimersi al meglio in tutto l’arco di un gp, ma che sembrerebbe assolutamente in grado di tenersi dietro mercedes e ferrari in un weekend senza intoppi. se pensano di poter sostenere uno sviluppo migliore di quello dell’anno scorso è ovvio che possono puntare in alto.
      alla fine molti l’hanno snobbata durante i test invernali… ora tutti pensano che non potrà migliorare molto nel corso della stagione, ma potrebbe sorprendere anche qui.
      … io ovviamente spero di no 😛

    • E’ evidente che la Lotus va meglio della ferrari, sia in qualifica che in gara…Sicuramente pero’ il passo di sviluppo è piu’ lento e chiaramente sulla distanza la ferrari riprenderà la Lotus sempre che non facciano errori o altro…

      • sinceramente ho dei dubbi sul passo dello sviluppo della lotus ma non mi sbilancerei nel dire che il loro sviluppo sia lento come strutture e tecnici sono attrezzati bene

    • Rispondo da appassionato di motori:
      Hanno una buona possibilità di lottare con Ferrari e Mercedes. Chi svilupperà meglio la vettura arriverà primo dei tre.

      Rispondo da tifoso Ferrari:
      Tra qualche gara, negli specchietti retrovisori ci saranno McLaren e Red Bull, altro che Lotus!!!!

  • Strano perchè in genere il primo complimento che fanno tutti gli ex piloti Ferrari alla rossa è che si vive in un ambiente familiare e confortevole… certo dev’essere più semplice stare in un team che non punta alla vittoria.

  • lo voglio vedere alle prime gare scialbe oppure a errori da principiane che a sempre commesso d altra parte

  • io credo che se restano competitivi e costanti per tutto l arco della stagione kimi potrebbe lottare per il mondiale il mio dubbio è propio quello lo sviluppo nel proseguo della stagione

  • Effettivamente kimi nn l ho mai visto cosi solare…… credo abbia trovato il giusto habitat potrebbe vincere delle gare e se la lotus lo dovesse assecondare sino all ultimo potrebbe essere in lotta per il mondiale !

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!