Fry tra realismo e speranze: “Siamo indietro, ma lavoriamo”

A pochi giorni dalla riaccensione dei motori ecco che torna il famigerato “pessimismo di casa Ferrari”. Accantonato, messo in un angolino, in queste settimane grazie alla prodezza malese di Fernando Alonso.

A parlare è Pat Fry; il direttore tecnico è lucido e onesto nell’analizzare la situazione:

E’ molto bello essere in testa al Mondiale. Ma la nostra posizione è dovuta und una serie di circostanze, soprattutto legate al fatto che  Fernando ha disputato due grandi gare. A Melbourne, dopo il problema in qualifica, la buona partenza e la prima curva hanno messo a posto un po’ di cose. In Malesia le condizioni meteo hanno giocato in nostro favore e la nostra vettura si è comportata bene in quelle circostanze: siamo riusciti a tirare fuori il massimo dalle opportunità che si sono presentate. Abbiamo fatto le chiamate giuste come strategia e la squadra ha svolto un ottimo lavoro”.

Non è un caso se Alonso è in testa al mondiale, perchè un campione come lui ha tirato fuori il 110% dalla (per ora) modesta F2012. Lo spagnolo si è meritato questa ribalta eppure la pioggia di Sepang ha avuto un peso specifico non indifferente sul bilancio attuale. Così continua Fry:

“Sin dalle prime battute dei test ci eravamo resi conto che avevano alcuni problemi da risolvere. Tutti in fabbrica hanno lavorato duramente ma c’è ancora tanta strada da fare. Credo che la nostra prestazione sull’asciutto sia ancora a circa otto decimi dai migliori. Condizioni di scarsa aderenza e pista umida sembrano essere positive per la nostra vettura e nascondono alcuni dei problemi: lo si è visto il venerdì di Melbourne e poi in gara a Sepang”.

Otto decimi da McLaren, Red Bull e qualcuno in meno da Lotus e Mercedes sembrano un’eternità. Che sembra incolmabile ma non lo può essere se ti chiami Ferrari:

“Devo dare un voto positivo alla reazione del team allo stress di rimontare. La Produzione, ad esempio, ha risposto benissimo a delle richieste molto aggressive in termini di sviluppo. C’è un grande sforzo da parte di tutti ma non abbiamo certo fatto un gran lavoro nel mettere in pista una macchina subito veloce”.

“In Cina avremo cinque aggiornamenti, alcuni visibili altri molto meno e poi ci sarà un pacchetto più significativo in Spagna. Sarebbe bello poter averlo prima ma già alcune delle novità di Shanghai erano effettivamente previste per la Spagna”.

Novità divise tra la Spagna e la Cina, sviluppo celere dai ritmi serratissimi. A Maranello si fanno gli straordinari per rimontare con la motivazione necessaria che solo una vittoria come quella di Sepang può dare.

Il pessimismo, dopotutto, non è nient’altro che semplice obiettività. Che nel gioco delle passioni anche nell’anglosassone Fry diventa speranza quando il dittì parla di “incessante lavoro in factory per rimontare”.

Perchè la Rossa, sotto sotto e a fari spenti, ci crede eccome. E la squadra, adesso che grazie alla classifica si trova “in ballo”, è costretta a ballare. Magari la fortunata danza della pioggia, per far arrivare anche a Shanghai quell’acqua che spazza via problemi e incertezze. Affidando tutto il destino nelle mani di un pilota impeccabile.

34 Commenti

  1. Be almeno Fry dice le cose come stanno senza creare illusioni, meglio così piuttosto di come fa ad es. Domenicali che fa sempre dichiarazioni dove “dice e non dice”, preferisco la chiarezza!

    Comunque è un mondiale molto combattuto, vedrete che anche la Redbull tornerà in lotta, i punti se li spartiranno Vettel Hamilton e Button, in un quadro del genere ed avendo un mastino come Alonso in squadra non considerei la Ferrari completamente fuori dai giochi, il mondiale è lungo……..

    Speriamo solo che Alondo non si stufi si comporti come Rossi in motogp, con quell’intervista dopo la gara in Qatar mi ha fatto venire i brividi! Mi raccomando Alonso tu non ci mollare!!!!!!!!!!!!!!

  2. se non rifanno il retrotreno ( scarichi in particolare…)il grip al posteriore mancherà sempre….speriamo che si muovano PRESTO……e che la pausa del mancato gp del bahrain giovi…

    1. ahhhhhhhhhhhhh tombazis che fa un lavoro migliore deglia ltri ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhh troppo bella questa ahhhh !!! quale sara la scusa pe ril fallimento cinese e spagnolo ?

      1. ma figurati …. nn loi schiodano da li manco a conno0nate quanto di giochi che il prossimo catorcio rosso sara firmato tombazis con esiti ben prevedibili…:(((

  3. io non sarei cosi pessimista! fry dice che sono a 8 decimi che per essere una macchina appena nata non sono neanche tanti! gia con gli aggiornamenti previsti in cina 1 – 2 decimi se va bene potremo recuperarli! poi vedremo in spagna ma dando ormai per scontato la cancellazione del bahrain e considerando che domenica è prevista pioggia un po da tutti i siti c’è la grande possibilità di arrivare se non primi quantomeno vicinissimi al primato per la gara che dovrebbe essere della svolta in spagna! io ci credo ma alla grande!

    1. Vero!! ma altrettanto vero che gli altri non staranno a guardare; forse la Ferrari ha un margine di recupero prestazionale superiore alle altre, ma riuscire a migliorare realmente la macchina è un’altra cosa! (sapere dove intervenire non vuol dire sapere come farlo!!) … e poi ci siamo dimenticati tutti le dichiarazioni pre test? anche in quel caso sapevano (a parole) dove e cosa fare!! “sbagliando s’impara!” speriamo che in Ferrari si ricordino di questo detto!! 🙂

    2. Vero!! ma altrettanto vero che gli altri non staranno a guardare; forse la Ferrari ha un margine di recupero prestazionale superiore alle altre, ma riuscire a migliorare realmente la macchina è un’altra cosa! (sapere dove intervenire non vuol dire sapere come farlo!!) … e poi ci siamo dimenticati tutti le dichiarazioni pre test? anche in quel caso sapevano (a parole) dove e cosa fare!! sbagliando s’impara! speriamo che in Ferrari si ricordino di questo detto!! 🙂

    3. Vero!! ma altrettanto vero che gli altri non staranno a guardare; forse la Ferrari ha un margine di recupero prestazionale superiore alle altre, ma riuscire a migliorare realmente la macchina è un’altra cosa! (sapere dove intervenire non vuol dire sapere come farlo!!) e poi ci siamo dimenticati tutti le dichiarazioni pre test? anche in quel caso sapevano (a parole) dove e cosa fare!! sbagliando s’impara! speriamo che in Ferrari si ricordino di questo detto!! 🙂

    1. momo non mi sembra che John ti abbia insultato, ergo non capisco perchè tu debba insultare lui.
      Sarebbe carino se ti scusassi.

      non condivido la sua opinione ma difenderò fino alla morte il suo diritto ad esprimerla

    2. Ci andro dopo di te d altronde andare a … é iltuo paese nataio fa gli onori di casa..
      Ps nn ho insultato nessuno se nn sbaglio si puo ancira dire la propria idea…

  4. John, con qualche eccesso verbale che non condivido ma che imputo all’estremo amore per la Rossa, non fa altro che fotografare un’amara realtà: in Ferrari hanno lavorato male a causa di scelte sbagliate sia di strategia sia di uomini. Il campionato è irrecuperabile perché gli altri che hanno già dimostrato di lavorare meglio non staranno certo lì a girarsi i pollici.
    E chi afferma che il vero campionato inizierà a Barcellona non dice il vero perché il campionato di Formula 1 è solo quello ufficiale che è già iniziato a Melbourne. E i risultati (in termini di prestazione, intendo) sono inequivocabili e senza appello.

    1. Se si dovesse arrivare a Bercellona ancora in testa al campionato e con una macchina competitiva e’ legittimo dire che il campionato parte da lì. Che poi questo si verifichi e’ tutto da vedere, ma la speranze e’ l’ultima a morire.
      Visto che abbiamo un pilota eccezionale e la concorrenza a livello di piloti in questo momento non sta’ brillando cerchiamo di restare attaccati a questa speranza.
      John ha ragione a lamentarsi (anche se non ne condivido i toni) ma da appassionato e da tifoso mi tengo almeno la speranza….. Vedere tutto nero non serve a niente…

    2. Una contestazione fatta in termini generali.
      Aver fatto delle scelte progettuali che POI si sono rivelate sbagliate o, se si vuole, non pienamente soddisfacenti o ancora meglio: non prestanti come quelle fatte dagli avversari, non vuol dire che un gruppo “lavora male”
      Il metodo di lavoro e la sua bontà sono parametri che prescindono dai risultati di debutto.

      Concordo pienamente invece sul fatto che il campionato inizia con la prima gara, la quale assegna punti mondiali buoni esattamente come l’ultima e tutte le altre comprese nel calendario.

  5. Se salta la gara in Bahrain è a tutto vantaggio di chi ,come la Ferrari ,deve recuperare potendo così arrivare in Spagna con tutte le modifiche pronte,sperando che funzionino bene,ed evitando di soffrire e perdere punti nella gara del deserto(li comunque se non piove si può sempre sperare nel GHIBLI!!!! )

  6. Diciamo che se queste novità funzionano si può recuperare qualche decimo per prendere qualche punto nelle prossime due gare limitando i danni…sperando poi di iniziare il vero mondiale a Barcellona…

  7. nel sito ufficiale della F1 è prevista pioggia per tutto il weekend.
    purtroppo, come diceva il corvo: “non può piovere per sempre”…
    SEMPRE E COMUNQUE FORZA FERRARI

    1. Se piove sicuramente avremo meno problemi e si potrà giocare d’astuzia…Ma in queste tre settimane credo che McLaren Lotus Mercedes e Rb siano migliorate…quindi non so quanto possano ripetersi i fortunati eventi

  8. ..bohh,come puo essere,
    che una macchina che non genera carico aerodinamico,
    e ha problemi di trazione,vada meglio,
    e adirittura piu forte degli altri,
    con pista bagnata o umida,
    per me rimane un bel mistero!!..

    1. e invece ti sbagli, la F2012 genera un buon livello di carico aereodinamico, il problema è che non viene sfruttato in modo efficiente per schiacciare l’auto a terra, al contrario la frena come velocità di punta, e in determinate situazioni (vedi la pioggia) l’auto trova un suo equilibrio in cui esprime al meglio (coma la F92A), speriamo negli aggiornamenti, si vocifera che le nuove pance dovrebbero favorire il passaggio dell’aria verso il posteriore, più di quanto non facciano ora.

Lascia un commento