Mercedes in Cina: un nuovo Principe e un Kaiser che cade

15 aprile 2012 14:51 Scritto da: Diego Mandolfo

Aggiornate statistiche e albi d’oro: la Formula 1 saluta un nuovo pilota fra i vincitori di Gran Premio. Non succedeva dal 2009, quando Mark Webber salì sul gradino più alto del podio del GP di Germania. Nico Rosberg, che accarezzava da anni questo sogno, raggiunge un alloro nella sua gara più bella, che è anche quella della maturità per la AMG Mercedes. Lui vince mentre, purtroppo, lo zio Michael, che pure teneva botta al secondo posto, si ritira subito dopo il primo pit stop per una ruota montata male. L’evento ha dello storico davvero, non solo perchè era dal 1955 che la Mercedes non vinceva come costruttore e Team ufficiale (di fatto ci sono sempre stati e hanno mietuto successi sotto le spoglie McLaren), ma anche perchè ha fatto venire le lacrime a quei caporali di ghiaccio come il tedesco Norbert Haug e l’inglese Ross Brawn.

Proprio sull’ex vertice che fu già di Brawn GP, Honda e Ferrari, si addensano adesso le curiosità degli addetti ai lavori. La Mercedes W03 aveva dei problemi con le gomme: le divorava, consentendo buone prestazioni in qualifica, ma debacle in gara. Alla factory delle Frecce d’Argento hanno lavorato sodo e sciolto il busillis. Detto fatto: problema risolto, prima fila conquistata e gara vinta. Allo start, Rosberg scatta molto bene, Schumacher un po’ meno, ma riesce a tenere dietro il resto del mondo. All’inizio sembra che il kaiser faccia un po’ da tappo, poi il ritmo sale e si stabilizza: può controllare. Dopo il 10mo giro inizia il waltzer dei pit stop. E lì si nasconde l’insidia per il 7 volte iridato. Qualcosa va storto (letteralmente) nel montaggio della ruota anteriore destra. Shumy parte spedito, ma il meccanico rimane in ginocchio a schiaffeggiare l’asfalto, sa di averla combinata. O meglio, dalla gestualità si capisce che se la prende con chi ha dato il via al tedesco, senza rendersi conto che lui aveva dei problemi col bullone del mozzo e che non aveva ancora completato il suo lavoro. Fritatta fatta: poco dopo Shumacher è costretto a parcheggiare e a rinunciare a un secondo posto quasi certo.

Rosberg vola spedito. La sua tattica basata su due soste è vincente. Lo capiscono al muretto: le medium dovranno bastargli fino alla fine. L’unica insidia arriva dopo il 35esimo giro (oltre metà gara), quando Rosberg effettua il suo secondo ed ultimo pit stop. Button è davanti. Prima dello stop di Nico, Jenson girava molto veloce e gli recuperava anche due secondi a giro. Ma l’inglese dovrà fermarsi un’altra volta. Ed lì che alla AMG Mercedes capiscono che devono stare sulle due soste. Inoltre anche ai meccanici Mclaren si inceppano un po’ di cose, mentre hanno Button sotto i ferri. Solo che a differenza dei colleghi tedeschi, non lasciano partire Button a lavoro incompleto (come fatto dai grigi per Schumy) ma lo trattengono fino al completamento delle fin troppo laboriose operazioni di cambio gomme. Risultato: una sosta di 9.7 secondi.

Alla fine Rosberg vede per primo la bandiera a scacchi. Button, autore dell’ennesima gara intelligente ed efficace, è secondo. Il compagno Mclaren, Hamilton è terzo. Quindi le due Red Bull. Insomma i big ci sono. C’è chi ha raggiunto la maturità (Mercedes) e finalmente vince. C’è chi conferma la sua solidità (McLaren) ed è subito dietro. C’è chi è sceso dal trono (Red Bull), ma comunque tiene botta. Poi ci sono gli arrembanti della lotus o della Williams. Manca qualcuno?

 

13 Commenti

  • matteyFerrari

    Vorrei ricordare comunque un particolare su Schumy, che oltre che essere ricordato per i suoi titoli, e anche bene ricordarlo per le sua sfiga clamorosa! Basti ricordare Austria 97, Spa e Suzuka 98….Silverstone 99…
    poi anno 2006 sul circuito di Suzuka e Interlagos. Se avesse vinto anche una di queste gare, probabilmente avrebbe anche qualche titolo in piu’. Ma come lui stesso ha detto prima o poi la sfiga finira’…

  • kaiserforever

    Consiglierei al Sig. Diego Mandolfo di evitare dei titoli così banali e dementi….altrimenti chi non ha visto la gara potrebbe pensare che Schumacher si sia ritarato a causa di un proprio errore e non per colpa della squadra.
    Fortunatamente in molti hanno assistito al gran premio e quello che è successo,fortunatamente, non c’è bisogno che venga descritto dal Sig. Mandolfo.

  • Se guardiamo attentamente quello che è successo in qualifica e nella prima parte di gara, possiamo fare alcune considerazioni. La Q3 è stata molto particolare. La pista nel giro di pochissimo è diventata lentissima e nessuno ci ha capito niente (Ferrari in primis). Rosberg è uscito prima di Schumacher. Ha fatto un gran giro, ma come spesso accade, bisogna trovarsi al posto giusto al momento giusto. E lui si è trovato esattamente in questa situazione. Questo gli ha consentito di risparmiare un treno di gomme soft nuovo, col quale ha corso il primo stint di gara. A differenza di Schumacher che ha fatto un secondo tentativo in Q3 poi abortito nel finale perché resosi conto di quanto fosse diventata lenta la pista. La sua prima parte di gara, leggermente più lenta del compagno di squadra può essere attribuita a questo elemento. Al terzo Gp della stagione è probabile che senzatutta questa sfiga, Schumacher sarebbe molto più avanti di Rosberg.
    Riguardo al fatto che la AMG Mercedes ha risolto i problemi di gomme, io nutro forti dubbi. Infatti in Australia hanno distrutto le gomme, mentre a Sepang non riuscivano a mandarle in temperatura. Due problemi diametralmente opposti. A Shangai probabilmente le condizioni meteo e la pista hanno aiutato. Ma ripetersi sarà difficile… Vedremo.

  • Probabilmente se il kaise alla prima gara non gli si fosse rotto il cambio, alla seconda non lo avessero buttato fuori e a questa idem con patatine penso che era in testa al mondiale. quindi articolo che non ha molto senso. Il kaiser dimostra ancora una volta di essere il piu’ forte.

  • Non sono affatto convinto della caduta del kaiser, certamente Rosberg era in palla e me ne compiaccio perché è un ragazzo in gamba e simpatico, ma credo che inizialmente Schumi non fosse al limite, il perché non lo so ma se guardate i giri si nota che non faceva da tappo ma nemmeno andava in fuga, come se stesse prendendo le misure.
    Certamente dubito che avrebbe impensierito il compagno di squadra ma le piste non sono tutte uguali e le gare sono lunghe, inoltre la variabile gomme/temperature è veramente una roulette.
    Nelle due piste precedenti era lui il più veloce dei due…
    Incredibile invece il tonfo di una Ferrari che in passato si distingueva per intelligenza strategica e che non ha saputo approfittare di una Alonso comunque sempre col coltello fra i denti e di un Massa finalmente non troppo distante delle prestazioni del compagno.

  • Ho visto solo la sintesi.
    Però sono rimasto impressionato dai miglioramenti della Mercedes.
    Dispiaciuto per Schumacher non posso però non far notare che il mondiale è davvero aperto. La McLaren per me rimane la più forte, ma non di molto. In più ci sono tante macchine allo stesso livello. Bene così.

  • rosberg e mercedes oggi imbattibili secondo me peccato per schumi ma nico era molto più veloce

  • … non si puo’ dire comunque che Schumacher quest’anno sia fortunato … comunque a podio ci sarebbe arrivato tranquillamente anche senza i problemi di button … Rosberg questo we .. e’ stato in palla piena … e’ andato tutto bene e lui non ha sbagliato niente … ma Schummy e’ li in altri circuiti e’ andato fortissimo anche piu’ di Rosberg … e soprattutto dovranno ricredersi tutti i detrattori del kaiser .. su uomo squadra .. questa vittoria e’ in buona parte merito suo che ha saputo trainare la squadra insieme al vecchio brawn …

  • Oggi nico era su un altro pianeta rispetto a shumi…nel primo stint gli rifilava mezzo secondo al giro, e questo dovrebbe fare un po riflettere. erano comunque (in quel momento) i piloti piu veloci in pista, quindi non si può non fare i complimenti a una mercedes, che è riuscita a unire la prestazione super della qualifica con quella della gara.

  • non sono convinto che button avrebbe vinto facilmente.proprio a causa del suo problema ai pit e seguente perdita di tempo nel traffico la mercedes ha cambiato strategiama se avessero dovuto giocarsela con button avrebbero fatto prima un pit per poi spararsi l’ultimo stint con le morbide fresche e per button,che non doveva più fermarsi,sarebbe stati problemi a tenere la prima posizione con gomme usurate e medie contro quelle nuove e morbide di rosberg.

    sicuramente ci sarebbe stata lotta,ma mi è impossibile dire che l’uno o l’altro avrebbe vinto facilmente.

    comunque bravo a nico,perfetto tutto il weekend e meritatamente vincitore;questo ragazzo è stato spesso sfortunato in gara e gli auguro di vincere ancora.

    schumi paga tutte le volte che in ferrari gli è andata bene quando i problemi capitavano solo a barrichello lol
    scherzi a parte mi spiace per lui ma ha tutto l’anno per rifarsi,quest’anno la macchina per fare bene c’è tutta.

  • Se Button non avesse avuto i problemi alla posteriore sinistra,ora staremmo parlando di una vittoria mclaren!!!! nelle fasi di recupero Button guadagnava 2,5 secondi a giro!!!Pero’ in gara ci sta anche questo,la sfortuna è in agguato.
    Peccato per Alonso velocita’ scarsa sul dritto si è dovuto inventare un sorpasso impossibile sullo sporco che non ha giovato anche perchè in quel momento tutti si stavano giocando la seconda piazza,con un Raikonen in evidente crisi di gomme che faceva da tappo….peccato veramente!!!

  • Nico vince e convince, si spera anche i vertici Mercedes….

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!