Raikkonen incanta: corsa da fenomeno e 2° posto

22 aprile 2012 16:42 Scritto da: Antonino Rendina

E’ una Lotus sorprendente quella che recita da assoluta protagonista la sua parte a Sakhir.

Mattatore dei primi giri è Romain Grosjean che fa intravedere subito il ritmo impressionante che può mantenere la squadra di Enstone in questa semi-gloriosa giornata.

Ma a “ghiacciare” l’arido deserto asiatico e farlo diventare la propria personale steppa dorata ci ha pensato un funambolico Kimi Raikkonen in una giornata quasi epica che fa da ponte tra un passato glorioso e un presente dal significato nuovo, entusiasmante, vero.

Kimi partiva undicesimo, sembrava totalmente fuori dai giochi dopo le qualifiche. Pronostico banale in una F1 tanto livellata quanto incostante nei valori espressi. La Lotus E20 si è adattata perfettamente alle curve spigolose, nette, del tilkodromo bahrainita.

La monoposto diventa l’arma letale nelle mani del pilota che ha la guida più “precisa” del Circus. E Raikkonen, quando corre così, ha ben pochi rivali. Sorpassa in poche tornate Massa, Alonso, le McLaren e Webber. E’ un fiume in piena che vuole tornare sul gradino più alto del podio, dove manca da Spa 2009. Non ce la fa, costretto com’è ad accontentarsi della piazza d’onore

Roba alla Prost, anno (anzi in questo caso due) sabbatico e ritorno in gran stile. Concentrato, cattivo, implacabile. Kimi affianca Sebastian nel terzo stint lo guarda, spinge tutto sè stesso nell’abitacolo come se la ex Renault fosse un Kart in uscita curva da far accelerare più forte.

Il sorpasso gli resta in canna, da lì si tratta di gestire un secondo posto splendido – e il podio gli manacava da Monza 2009 – ma che può lasciare insoddisfatti se ti chiami Kimi Raikkonen: “Gran giornata, peccato per un po’ di traffico all’inizio, volevo e potevo vincere”.

Romain Grosjean chiude terzo, il francese corre bene dimostrando un’ acquisita maturità. Per lui arriva il primo, meritato, podio in carriera. Eppure deve arrendersi a quell’iradiddio che è il biondino compagno di team quando decide di fare sul serio. Ad un certo punto alza anche un po’ il piede per farlo passare in fondo al dritto.

Non così a detta di Raikkonen, che ne aveva di più e sostiene che quel sorpasso è stato verissimo:

E’ stato un gran fine settimana per il team, dobbiamo essere soddisfatti. Romain ha fatto la sua gara, giusto che mi ha tenuto dietro finchè ne aveva, non ci sono ordini di squadra tra noi”.

Ma è l’ultima battuta che rappresenta appieno il carattere di Iceman: “Sono un po’ deluso, dovevamo vincere“.

Quel “bit disappointed” che a Kimi piace quasi quanto “Wait and see“. Pilota di poche parole il finnico. Ma in giornate così a parlare sono i fatti, e che fatti.

23 Commenti

  • Quando la Lotus ha annunciato il ritorno di Kimi molti erano scettici, per usare un eufemismo, sulle reali possibilità di Kimi di fare un campionato dignitoso e addirittura sulle sue capacità di saperla guidare ancora una macchina di F1. Al primo podio i commenti sono molto diversi… Comunque molto bravo Kimi, anche se ieri aveva la macchina per vincere. Senza nulla togliere a Raikkonen, credo che un Kubica al top ieri avrebbe fatto piangere Vettel. Speriamo di riavere presto Robert: un altro gran manico della F1 moderna, che a mio parere non sarebbe secondo a nessuno degli attuali piloti. Forza Robert rimettiti presto!

    • stardrummond

      ok, mi accodo volentieri al tuo pensiero su robert… però quello che ha fatto kimi in questo inizio di mondiale è già tanta roba per uno che da 2 anni non seguiva neanche il circus in televisione(ma ce l’ha mai avuta poi una tv il finlandese volante??? ihih secondo me no!) cmq forza kk… kimi e kubica!!!
      penso sarebbero una bella coppia anche in scuderia, uno freddo fuori e focoso dentro, e l’altro guascone e simpatico, entrambi cmq un po’ matti, amanti dei rally e soprattutto velocissimi!!!

    • Per vincere i mondiali a volte bisogna sapersi accontentare ma senza perdere di vista l’obiettivo principale…vincere e Kimi penso sia consapevole di questo. Molti continuano a guardare la classifica corta di quest’anno riferendosi alle possibilità di Alonso di rientrare in lotta…ma poco distante c’è anche Kimi e se la Lotus continua ad andare così ne vedremo delle belle per il proseguo del campionato! Ve l’immaginate una Lotus black & gold campione del mondo con kimi????!!! Wow!!!

  • e si tra tutti questi pilotini checche isteriche …non faccio nomi … Kimi è un bel pilota…tutto fatti e poche parole!

    Comunque ha fatto una gran gara ma non da incantare…
    è più realista lui di voi: in sostanza aveva la vettura per vincere e ci stava per riuscire…
    in una condotta perfetta un piccolo errore in partenza e nel sorpasso tentato gli ha negato questa possibilità…
    è comunque stato un grande!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!