Valencia e Barcellona si alterneranno, conferma Ecclestone

Bernie Ecclestone ha confermato oggi che, a partire dal 2012, la Spagna potrà contare su un solo Gran Premio. Ci sarà l’alternanza tra Barcellona e Valencia. Il modello dell’alternanza è già stato ampiamente usato dai colleghi tedeschi che, già da qualche anno, alternano Nurburgring e Hockenheim.

Sembra essere questo, al momento, l’unico modo per garantire l’organizzazione delle corse a quelle località in difficoltà finanziarie che non possono permettersi di ospitare un GP ad ogni stagione.

Non è ancora chiaro, però, se anche Valencia prenderà la denominazione GP di Spagna o se manterrà quella del GP d’Europa. Ecclestone ha comunque fatto capire che ci saranno anche altre novità in calendario: “Sotto queste circostanze, specialmente nell’attuale clima economico, la migliore soluzione che potevamo trovare era quella dell’alternanza. Siamo un campionato mondiale e significa che dobbiamo essere su tutto il pianeta. Non siamo un Campionato Europeo, dovremmo essere grati per quanto lontano possiamo andare”, ha ammesso Bernie in una intervista a El Paìs.

13 Commenti

  1. Valencia è la peggiore gara del mondiale, ma deve avere un contratto molto remunerativo (per Bernie). Per me dovremmo disfarcene al più presto.
    Invece Barcellona è un bel circuito, molto tecnico e difficile, e se le vetture fossero meno dipendenti dall’aerodinamica si vedrebbero delle belle gare (anche se le varianti alla Sabadell e alla New Holland fanno pena).

  2. Ciao a tutti.
    Si si sposta pure i circuiti il sig.Bernie ma pero se ci fate caso sposta anche gli orari di partenza delle gare e li adatta a quelli europei,ai nostri orari!!!!!
    Lo fa per gli sponsor ma lo fa perche noi europei siamo il PUBBLICO della formula uno!!!

  3. il vecchio Bernie ne ha fatta una delle sue, non credete nella sua buona fede, è un perfido figlio di puttana, e sicuramente sa bene che per guadagnare più soldoni deve spostare la formula uno in una platea più ricca di quella europea, il vecchio non fa niente per senza niente ricordatevelo! MA LO SA CHE LA TOMBA NON HA TASCHE!?

    IN NAPOLETANO..

    O’SAP CA O TAVUT NU TEN SACC?!

    1. Per me neanche una. Il Mugello è troppo stretto ed ha vie d’accesso per il pubblico piuttosto problematiche. Queste sono motivazioni oggettive.
      Poi per Ecclestone valgono le motivazioni economiche, e non credo che in Toscana abbiamo soldi a sufficienza per portarci un gran premio.

  4. Una cosa sensata ogni tanto la dice pure Bernie;)
    Sui circuiti: Io penso che entrambi siano abbastanza scadenti per il fatto che i sorpassi sono quasi impossibili e andrebbero eliminati entrambi dal calendario, ma è già tanto che non ci siano entrambi nella stessa stagione. Poi vorrei dire una cosa sul Gp d’Europa:
    Io credo che un Gp con tale denominazione dovrebbe cambiare sede ogni anno: di buoni cicuiti sparsi per l’Europa ce ne sono parecchi…

    1. si ma,il problema è che il vecchi bernie,non guarda a queste cose..ma mira a spostare la f1 dall’europa a paesi più ricchi,dove tirano fuori i soldi senza problemi..lui non vuole eliminare corse monotone come quelle di valencia,ma come detto,bussa alla porta di chi paga..il suo intento è smantellare ad uno ad uno i gp europei,e spostarsi verso lidi più favorevoli a lui..
      per quel che riguarda il gp d’europa,la penso esattamente come te,e lo sto dicendo da una vita…

    2. Però pochi circuiti europei possono permettersi di sganciare decine di milioni di euro a Ecclestone e di mettere in sicurezza il circuito con chilometriche vie di fuga in asfalto, erba sintetica, segnalatori luminosi per le bandiere gialle, etc…

      Se i pinguini fossero ricchi porterebbe la Formula 1 anche in Antartide.

Lascia un commento