Test Mugello: i team annunciano le loro line-up

24 aprile 2012 19:53 Scritto da: Davide Reinato

Ad una settimana esatta dall’inizio dei test del Mugello, i team iniziano a diffondere le prime notizie sulle loro line-up. La Ferrari è la grande attesa sul circuito toscano perché, oltre a fare gli onori di casa, porterà diverse novità sostanziali sulla F2012. A girare per la Rossa ci saranno sia Fernando Alonso che Felipe Massa: lo spagnolo sarà presente in pista il primo e l’ultimo giorno di test, mentre il 2 maggio ci sarà Felipe Massa al volante della F2012.

Come se ce ne fosse bisogno, questo smentisce definitivamente le false voci circolate riguardo un presunto coinvolgimento di Perez, in qualità di pilota FDA, nel corso dei tre giorni sul circuito italiano al posto di Massa. La Sauber, infatti, schiererà i propri piloti ufficiali con Kamui Kobayashi i primi due giorni, mentre Perez sarà nell’abitacolo della C31 nell’ultimo giorno a disposizione.

La Lotus, fresca di podio al GP del Bahrain, ha annunciato i test del Mugello rappresentano la giusta occasione per Jerome D’Ambrosio di tornare in pista in qualità di test driver. Il pilota belga, ex Virgin e ora nelle fila del team di Enstone, avrà modo di guidare durante la prima giornata di prove. Toccherà poi a Kimi Raikkonen guidare il 2 maggio, mentre Grosjean porterà avanti lo sviluppo della E20 nell’ultima giornata.  Seguirà l’esempio della Lotus anche la Caterham. Infatti, il giovane Rodolfo Gonzalez proverà la CT-01 nel primo giorno, mentre per i restanti due gireranno rispettivamente Petrov e Kovalainen.

Resta ancora in dubbio la formazione di piloti della McLaren. Dopo la deludente prestazione ottenuta in Bahrain, il team ha confermato che potrebbero esserci i piloti ufficiali in pista al Mugello. In un primo momento, infatti, il team di Woking aveva chiamato Gary Paffet e Oliver Turvey per i tre giorni. Tuttavia, Hamilton vorrebbe approfittare dei tre giorni in pista per capire cosa è andato storto sul circuito del Sakhir. Lo stesso Lewis ha ammesso: “Sento l’esigenza di tornare in macchina e capire il comportamento delle gomme. Se ci saranno altre cose da testare che ci aiuteranno a migliorare, non lascerò che qualcuno lo faccia al posto mio. Abbiamo un sacco di lavoro da fare, non c’è una soluzione rapida”.

[Aggiornamento 27 Aprile: La McLaren ha confermato che porterà i suoi due piloti collaudatori, dunque Hamilton non sarà in pista]

Per tutti coloro che vorranno seguire i test, ricordiamo che seguiremo le tre giornate con il nostro consueto Live Blogging.

46 Commenti

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!