Kimi, l’ambizioso che ragiona da pretendente al titolo…

29 aprile 2012 13:32 Scritto da: Antonino Rendina

“Ho perso sette fondamentali punti“. Queste le parole sussurrate da Kimi a caldo dopo la fantastica gara in Bahrain. Nessuna felicità per il ritorno sul podio, nessun festeggiamento. Soltanto un pensiero fisso. “Dovevamo e potevamo vincere, dovevo prendere spazio su Vettel prima della sosta…”

Un tarlo, quello di Raikkonen, che sotto questo aspetto ricorda il fondatore della sua ex squadra. Quell’Enzo Ferrari che sosteneva che il secondo non è nient’altro è il primo dei perdenti, altro che piazza d’onore.

Non sarà proprio così ma Kimi, che secondo qualcuno non è nient’altro che un ubriacone che si addormenta al volante, si è messo in testa un pensiero stupendo, magico, che sa di colpo di scena e forse un po’ di vendetta. Meno male che Raikkonen aveva perso ogni motivazione e non si sentiva più un pilota di F1.

Questo è un campionato livellato e isterico, con valori altalenanti e mutevoli. Senza un battistrada certo, senza un faro da seguire, il trono è lì e ha molteplici pretendenti.

Come i Proci che occupano la reggia di Ulisse, corteggiando Penelope e aspirando al regno di Itaca così sono i sei, sette, condottieri che si giocano questo mondiale pazzo e affascinante. Con la differenza che qui non c’è nessun Ulisse che deve tornare dalla guerra. Nessun finale scolpito nel mito ma una gara aperta, vera, un tenzone da giocarsi muso a muso. Senza troppi complimenti.

E Iceman non è tornato per fare da comparsa, per soldi o per sfizio. E’ risalito in macchina con un preciso piano, con idee che più chiare non si può. Far crescere la Lotus, vincere e possibilmente lottare per il mondiale.

Probabilmente neanche lui si aspettava che la “Black and Gold” made in Enstone andasse fin da subito così forte ma tant’è e allora bisogna insistere, battere il famoso ferro finchè è caldo.

Dopotutto più balli e più ti diverti a danzare sul filo dei cordoli, soprattutto quando, partito undicesimo, domini in pista per cattiveria e ritmo e niente ti appare più impossibile. Ecco perchè Raikkonen, dal suo punto di vista, ha ingoiato un boccone amaro.

Vede Sakhir come una sconfitta perchè poteva essere il primo pilastro sul quale costruire qualcosa di più grande. Qualcosa che per adesso bisogna rimandare a data da destinarsi.

Ma la F1 e gli avversari hanno riscoperto un pilota che dopo due anni di impegno serio nel mondiale Rally, non proprio una scampagnata domenicale, ha ancora grinta e la voglia di  mangiarsi asfalto e avversari.

Kimi pensa alla diciannovesima vittoria in F1 come un traguardo imprescindibile. Agonismo, motivazione, occhi della tigre; nel pilota Lotus ci sono tutti i requisiti per una grande stagione.

Dopotutto Raikkonen è stato sempre così, a dispetto di quell’immagine dissoluta, qualunquista, menefreghista che, fatemelo dire, non sta nè in cielo nè in terra.

34 Commenti

  • Sono assolutamente d’accordo con te. Kimi oggi è cambiato, probabilmente maturato, e va visto in questa ottica. Spero tanto che i problemi legati ai cambi di proprietà del marchio Lotus non portino ad un progressivo allontanamento dagli impegni di F1 e quindi a scarsi investimenti necessari per restare competitivi . Le dichiarazioni di Kimi penso siano indirizzate a Lopez , per convincerlo a proseguire nella cordata per l’acquisto del marchio Lotus, che è ancora oggi un brand di grande richiamo. Ho sentito parlare in questo caso di un forte interessamento di Microsoft ( Google ???? ) come Principal Sponsor.

  • Con la Lotus vista in Bahrein e la grinta che ci sta mettendo magari non ha tutti i torti…merita di essere lassù con gli altri..
    Gran bell’articolo,complimenti come sempre a Rendina..

  • non va bene in ferrari già anno preannunciato solo test comparativi che disastro

    • Ma questa notizia non chiarisce un bel niente. E’ circolata la notizia pochi giorni fa che la Ferrari ha avuto un grosso problema con la vecchia Galleria del vento anche se aggiornata e ritarata continua a dare risultati sbagliati.
      Ma si parla di Ferrari e le notizie che circolano spesso sono false, come ad esempio la falsa notizia dei radiatori nata dal sito omnicorse e poi rivelatasi falsa.
      Posso dirti che la RB pur avendo una galleria del vento decisamente migliore di quella Ferrari, ha fatto correre Vettel e Webber in Cina con due soluzioni diverse quindi una prova comparativa a tutti gli effetti. Questa notizia presa cosi’ non dice niente di niente.

      • no stavolta non posso condividerti che e molto difficile dopo tre mesi non si può continuare a dire pazienza oppure che ci vuole tempo no non lo accettò mi dispiace

      • Non so da dove hai preso la notizia, ma da quello che ho letto fino ad oggi, la notizia ” Nuova ” sarebbe che la Ferrari non porterà’ tutte le novità’ ma solo alcune. La Ferrari dovrebbe presentarsi con nuove ali, nuovo naso, nuovi scarichi. Quello che non cambia è il telaio, sembra infatti che solo per Barcellona la Ferrari avrà’ pronti i nuovi telai che sarebbero in fase di costruzione.

      • piccole novità e poi che significa solo alcune non penso che siamo nelle posizione di dire solo alcune

      • ..ciao Zio anch’io ho letto su AutoSprint che praticamente l’unica novita al Mugello sara una diversa tonalita di giallo da mettere sulla carozzeria ;D .
        Tu invece dove hai letto tue news,ma è vero che cambiano anche il Musetto??

      • Dal sito

        http://www.motorsport.com/f1/news/b-ferrari-not-ready-yet-reports/?v=2&s=1

        Da prendere con le molle Oricchio ma
        Dimitris Papadopoulos sembra piu’ sicura

      • dal sito motorsport.com

    • avevano già detto che al mugello non avrebbero portato tutte le novità, è un grosso rischio a parer mio arrivare al venerdi di barcellona con tantissime novità però vediamo tanto la fiducia in caso di fallimento finirà li

    • Comunque autosprint viene preso in giro dai vari siti di tecnica….
      Secondo loro la Ferrari avrebbe portato una nuova sospensione anteriore, quando la Ferrari ha smentito categoricamente, poi secondo Autosprint Perez dovrebbe provare la Ferrari f2012 al mugello ah ah
      Ok che Perez è un pilota Ferrari, ma fare provare la F2012 ad un avversario, visto che la Sauber è molto competitiva, credo sia una notizia falsa.

      Autosprint cerca il pettegolezzo, con la notizia bomba di un fantomatico avvicendamento Massa Perez e cerca di tirare acqua al suo mulino sulla sospensione anteriore pull rod che rimane e i radiatori che rimangono un punto di forza della Ferrari.

      Ma vedremo nei test, la Ferrari come tutti i team cerca anche di nascondersi e almeno non dichiarare cio’ che portera’ per non fare capire niente agli avversari. Un esempio ?
      la RB che ha deciso di fare i propri test fuori da occhi indiscreti.

      • Red Bull Forever

        Autosprint sta decadendo ultimamente….
        Su questa cosa di Perez avevo molti dubbi anche io (fai provare la macchina che usi per la stagione in corso ad un tuo concorrente? Boh!), ma loro sono convinti, l’hanno pure scritto nelle pagelle del GP Bahrain :D
        Mi sa che non é più un settimanale affidabile!