Ferrari, è caos! Massa va giù duro: “Tattica? Macchè…”

2 maggio 2012 20:36 Scritto da: Antonino Rendina

A questo punto bisogna fermarsi un attimo, riflettere e tirare delle conclusioni ragionando con la propria testa.

Perchè a furia di inseguire dichiarazioni fuorvianti e diplomatiche e fidandosi di tutto quello che viene riportato non se ne esce.

La Ferrari è una nave in tempesta che naviga in acque difficili. E se non affonda è grazie al polso fermo di Fernando Alonso. Ma andiamo per gradi.

A conclusione della seconda giornata di test collettivi sullo splendido circuito del Mugello, perla Toscana di proprietà Maranello, Felipe Massa non le manda a dire e si dimostra abbastanza polemico con la squadra: “Ho guidato la macchina di sempre, ormai la conosco. Stessi pregi e difetti”.

Certo, era tutto previsto. La Ferrari ha organizzato le prove incentrando il lavoro sugli scarichi e in modo comparativo. Ovvero collaudando con Alonso la configurazione esterna/bassa, e lasciando a Felipe gli scarichi alti visti nei primi quattro Gran Premi della stagione.

Per quanto riguarda aerodinamica (forma delle pance e forse musetto) e fondo si dovrà attendere il primo turno di prove libere di Barcellona. Una vera e propria tattica come già vi avevamo anticipato. La Ferrari ha preferito continuare a lavorare sugli sviluppi più sostanziosi in fabbrica, per sfruttare ogni minuto a disposizione fino al Gran Premio della verità.

Tale scelta era stata anticipata da Stefano Domenicali in persona all’indomani della gara in Bahrein: Non è detto che tutti gli aggiornamenti previsti per Barcellona si vedranno al Mugello. Dobbiamo cercare di sfruttare ogni minuto a disposizione per incrementare la prestazione della F2012″.

Fin qui sarebbe tutto okay, una scelta rischiosa ma razionale, logica. Coraggiosa al punto giusto. Finchè non ci ha pensato Felipe Massa a scompaginare il libro delle bugie (?) in rosso: “Nessun asso nella manica, la verità è che non siamo pronti. Era meglio girare con i pezzi nuovi, alcuni arriveranno solo per l’ultimo giorno di test e li proverà Fernando. I pezzi che arriveranno per la Spagna potrebbero non bastare, a noi serve un miglioramento gigante”.

Bisogna credere alla pianificazione di Maranello o allo sfogo di un pilota deluso? Una risposta impossibile da dare su due piedi, soltanto il tempo ci dirà se la Ferrari sta andando nella giusta direzione o è nel caos più totale.

Ma facendo due più due, suonano come sibilline altre parole di uomini in rosso. Quelle di Alonso ad esempio che ha candidamente ammesso: “Non aspettatevi il miracolo, iniziamo ad entrare senza affanni in Q3 con due macchine e poi si vede…”

Un po’ come dire “scordatevi il ribaltone prestazionale al Montmelò”. Lo stesso direttore tecnico Pat Fry ha sempre tirato il freno a mano nella curva del (poco) entusiasmo dei tifosi: “Ci vuole tempo, molto tempo, bisogna cambiare metodologia di lavoro nel reparto tecnico”.

Parole che fanno quasi rabbia, la scuderia più vincente di tutti i tempi si sarebbe ridotta ad essere una fabbrica di scanzonati perditempo? Non c’è in quel di Maranello un ingegnere, uno, in grado di partorire una idea vincente per il definitivo di salto di qualità? I fenomeni sono tutti altrove? Non vogliamo credere che le cose stiano davvero così.

Forse le parole di Fry hanno infastidito in primis Domenicali che, non più di due settimane fa, si lasciò andare un po': “Ai miei tecnici dico di muoversi e di dimostrare a tutti di non essere dei rin…”.

Le domande a cui la Ferrari dovrebbe rispondere pubblicamente sono queste:

-C’è unità di intenti nella squadra?

-C’è coesione tra dirigenza e reparto tecnico?

-Quali sono gli sviluppi previsti per Barcellona?

-Quando e dove potremo davvero vederli?

-Qual è la verità sullo stato della galleria del vento di Maranello?

-Quella del test comparativo al Mugello è una tattica o una perdita di tempo per mancanza di sviluppi?

-Il mondiale della Ferrari è chiuso o c’è possibilità di rimonta?

Sarebbe bello avere delle risposte vere, sincere. Considerando che ci sono milioni di tifosi che si aspettano una Ferrari da prime file in Spagna. Qualcosa, di molto difficile. Ma sarebbero meglio parole chiare. Il “Passion Day” di lunedì sarebbe stata un’ottima occasione. Purtroppo manca forse chi ha il coraggio di fare le giuste domande.

I romani parlavano di “panem et circenses“, a buon intenditor poche parole…

43 Commenti

  • Antonino Rendina

    Comunque ragazzi può capitare di sbagliare l’impostazione di un articolo, è che quando critico a volte ci vado io giù duro, altro che Massa. Mi dispiace se questo pezzo vi è sembrato troppo polemico, più di quanto in realtà voleva essere. Volevo porre dei dubbi soltanto, non ci sono riuscito forse. Non tutte le ciambelle escono con il buco no?

    Ma non prendetevela con Blogf1, la colpa è mia che ho interpretato certe dichiarazioni e ho partorito queste domande un po’ cattive e forse presuntuose. Dopotutto la Ferrari non deve rispondere a parole ma in pista. E bisogna solo attendere. Grazie 😉

    • tatanka2003

      “Nessun asso nella manica, la verità è che non siamo pronti. Era meglio girare con i pezzi nuovi, alcuni arriveranno solo per l’ultimo giorno di test e li proverà Fernando. I pezzi che arriveranno per la Spagna potrebbero non bastare, a noi serve un miglioramento gigante”. Le parole di quell’ASSO di MASSA si commentano da sole, altro che articolo duro… L’eterno perdente accusa il colpo di non esser lui a testare i nuovi pezzi, e di prendere come minimo 8 decimi da Alonso durante i GP…

  • Io penso che i reimpasti dello Staff negli ultimi 4 anni, in parte imposti dal regolamento, abbiano aggrovigliato parecchio la situazione e che alcuni strumenti, come la galleria del vento, non siano più all’altezza della situazione.

    Quanto alla ferrari Alonso centrica, con Schummy funzionò, con Prost fu un disastro. Sono due stagioni di fila che la vettura viene sostanzialmente evoluta in funzione delle sole indicazioni di Alonso e la Ferrari è regredita, a questo punto il dubbio è lecito,la soluzione è tenere in piedi una seconda via per lo sviluppo come ha fatto la Red Bull in Cina che ha fatto contento il 2 volte campione del mondo, ma ha anche seguito le sensazioni di Webber e fatti hanno dato ragione a Mark e i frutti li ha raccolti Vettel.

    Ciao,Stefano.

  • NO NON SONO UN GENIO,E COME GIÀ DETTO SE LA FERRARI VA FORTE IO SONO IL PRIMO AD ESSERE CONTENTO,PERÓ ANCH’IO SONO STATO UNO STUDENTE CON BEI VOTI,E OGGI LAVORO E SE SBAGLIO IL CLIENTE MI DICE CIAO CIAO,COME A MOLTI DI VOI IMMAGINO ,NON VOGLIO INSEGNARE NULLA A NESSUNO,E SICURAMENTE NON SONO INGRADO DI INSEGNARE NULLA,PERO IN TRE MESI SI PUÒ E SI DOVEVA FARE DI PIÚ,E TI RICORDO CHE NON SONO I TITOLI A FARE MA LA VOGLIA DI FARE CHE SPESSO FA LA DIFFERENZA.CIAO A TUTTI

  • Questi nuovi aggiornamenti della Rossa , trovo che siano davvero geniali. Sono molto entusiasta :)))

  • @Rendina
    Mi spiace, ma non sono d’accordo.
    O megliom giusto invitare a riflettere sulla condizione Ferrari, ma…
    Io ho letto queste dichiarazioni non solo su questo sito ma anche su altri, fra cui Autosprint stesso.
    Tuttavia, il fatto di avere ben due visioni comporta che riportarne una sola, può destare qualche dubbio.
    Come dire, quoto la seconda metà del tuo articolo, giusto porsi delle domande, ma su qualcosa di più fondato.
    Detto questo non era, almeno per quel che mi riguarda, mia intenzione accendere una polemica…
    Cordiali Saluti,
    F150.

  • Antonino Rendina

    Vi invito a una riflessione. Le dichiarazioni riportate da molti di voi sono del sito ufficiale. Ecco, loro possono mai riportare parole polemiche?

    Detto ciò questo articolo voleva essere un’analisi più profonda e dubbiosa su quello che sta succedendo a Maranello. Il pezzo fa delle domande, non vuole dare risposte.

    Purtroppo a volte molti non sanno guardare al di là del proprio naso.

  • piccola considerazione:ammesso e non concesso che Massa abbia fatto questo sfogo,ancora non si rende conto di come funzionano le gerarchie in Ferrari? ancora non ha capito che le novità le prova Alonso e che lui è poco più di un tester,visto che a fine anno se ne andrà? fossi in lui sarei più cauto nelle esternazioni,se non vuole fare la fine di delio rossi…piuttosto la cosa che mi preoccupa di più e che all’interno del team si siano create due fazioni,una prettamente inglese che fa capo a fry,molto più calma e tranquilla,l’altra con Domenicali che invece sta spingendo per migliorare subito,non lesinando frecciatine anche a mezzo stampa!non vorrei che questa diarchia portasse a lavorare con poca serenità,con conseguenti teste che saltano durante la stagione (ed a rischiare sarebbe più Domenicali secondo me…)

  • guardate che massa ha detto esattamente le parole riportate da alcuni di voi..
    non ha detto niente di quello che c’è scritto nell’articolo…
    prima di scrivere un post come questo, sarebbe il caso che l’autore si documenti meglio.

    mah…che delusione…finoa d ora gli articoli di questo blog erano più posati ed equilibrati..

    sarebbe opportuno che l’autore dell’articolo rettificasse quanto scritto….

    • Amedeo se ti danno fastidio le verità smetti di stare in questo blog,l’articolo rispecchia la realtà dell’attuale FERRARI,E RICORDA ANNO TAGLIATO LA TESTA MA IL CORPO MARCIO RESTA,QUANDO SI INIZIA UN CAMBIAMENTO,BISOGNA AVERE IL CORAGGIO DI FARLO FINO IN FONDO,LE COSE FATTE A META PORTANO A QUESTI RISULTATI,L’ERA SCHUMI E FINITA,QUELLA DI ALONSO NON E MAI COMINCIATA

      • secondo tu scrivi cose a cso senza aver sentito con le tue orecchie le parole di massa…
        abituati ad usare il tuo spirito critico e non fare il pecorone…
        se ci riesci…

        in quanto all’era alonso, ti volgio ritrovare su questo blog quando a novembre alonso vincerà il mondiale…
        ma quelli come te di solito spariscono…

      • primo schumi ha impiegato 5 ANNI prima di vincere un mondiale con la rossa. e poi cosa c’entra ALONSO se ha una macchina di m….. e il pilota piu forte del circus, vogliamo licenziare proprio lui? a sto punto quoto amedeo: SEI UN PECORONE!!!!

  • indipendentemente dalle parole di Massa, mi pare che in Ferrari brancolino abbastanza nel buio, magari verrò smentito a Barcellona, però andando a riguardare le scelte fatte fin dai test invernali:
    1. accantonare i loro primi scarichi perchè troppo complicati da settare durante i test precampionato per riprenderli in Europa
    2. voci di gran lavoro in fabbirca per portare una versioni B della monoposto a Barcellona, poi smentite.
    3. per una squadra che imputa alla mancanza di test durante la stagione i falimenti degli ultimi anni, presentarsi dopo 2 mesi dall’inizio del campionato a questi test reintrodotti da quest’anno, senza niente di pronto…boh, mi chiedo cosa abbiamo fatto in fabbrica per 2 mesi.
    Ripeto, magari sarò smentito a Barcellona, ma non mi sembrano comportamenti di una squadra che abbia capito come e in che direzione lavorare.

    • Bravissimo…il punto 3 è quello che fa più arrabbiare…ai tifosi veder pezzi nuovi vedere un tentativo di reazione coerente con le parole che ormai professano ogni tre minuti basterebbe tenerli calmi..invece questi continui rimandi, questa stagnazione tecnica fa infuriare…si piange perchè non si hanno test, perchè bisogna provare in pista e poi quando hai la pista (per di più la tua che conosci a menadito) non porti la versione B? aspetti barcellona con le incognite del tuo simulatore e della tua galleria del vento che ormai sanno anche i sassi che ha problemi?…qui qualcosa non torna..

  • che schifo di giornalismo quello di autosprint o la gazzetta,le parole di massa sul sito ferrari e altri siti sono molto diverse

  • ieri ero al mugello a vedere le prove..
    Kobayashi e Grosjean erano delle furie!!
    Massa con la solita vernice gialla a velocità costante!!!
    Solita domanda che rischia di diventare retorica: MA COME è POSSIBILE CHE NON ABBIANO NULLA DA PROVARE…GLI HANNO RIMESSO PURE I TEST!! SCONFORTANTE!!! NON SO PIU CHE DIRE…

  • PAZZESCO… le altre Scuderie sfornano e provano pezzi come io mando giù i caffè, mentre la mitica Ferrari… non è pronta…. MA COSA SUCCEDE???

  • VISTO CHE OGGI HO DUE POLLICI GIÙ ,E FORSE ME LI MERITO,VISTO CHE LA F2012 sta andando fortissimo,dopo che hanno abbandonato una F150 vittoriosa senza scarichi soffiati,che sono quegli che per primi si sono messi a lavorare x il 2012,con una F2012 super,studiata per leggere le virgole del regolamento,ecco mi merito i pollici giù .
    PERO’ IO DA QUESTI NON MI ASPETTO MOLTO ,ANCHE SE AMMETTO CHE SECONDO ME LA F2012 non é male,ma questi secondo me non ci leveranno un chiodo.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!