Test Mugello: tutte le curiosità sugli pneumatici

4 maggio 2012 15:13 Scritto da: Davide Reinato

Si è conclusa ieri la tre giorni di test ufficiali della Formula 1 sul circuito del Mugello. Per Pirelli è stato un ritorno importante sulla pista toscana dove, nell’agosto del 2010, girarono per la prima volta gli pneumatici-prototipo per il grande Circus.

Durante le tre giornate di prove, le squadre hanno avuto la possibilità di testare le soluzioni messe a disposizione da Pirelli, ben cento set di pneumatici a vettura che verranno parzialmente utilizzati anche durante i prossimi Rookie Test.

La pioggia del primo maggio, che ha rovinato la festa di tantissimi tifosi accorsi al Mugello, ha però consentito ai team di provare gli pneumatici Cinturato Green Intermediate e Blue Wet. Il sole del due e tre maggio ha invece aperto la strada alle soluzioni PZero Slick, inclusa la mescola supersoft provata ieri, consentendo alle squadre di completare il programma di test, finalizzato – in gran parte – alle valutazioni delle modifiche aerodinamiche apportate e alla comprensione delle gomme.

Il giro più veloce dei tre giorni è stato fatto segnare da Romain Grosjean. Il pilota della Lotus ha fatto segnare un tempo di 1:21.035, utilizzando la mescola dura.

Paul Hembery, direttore Motorsport di Pirelli, ha commentato: “Considerando le ridotte opportunità dei team di provare nel corso dell’anno, questa del Mugello è un’occasione preziosa per provare nuove soluzioni e ampliare la loro conoscenza delle caratteristiche dela nostra gamma di pneumatici. Infatti, è a questo punto dela stagione che le squadre introducono novità sulle vetture e, visto che era da tempo che non si assistiva ad una competizione serrata, capire come le gomme interagiscono con questi sviluppi è fondamentale”.

Inoltre, molti di voi hanno notato (soprattutto il primo giorno di test) che alcuni team giravano con pneumatici Full Wet con marchiatura arancione. Abbiamo chiesto delucidazioni a Mario Isola della Pirelli, che ci ha spiegato che quello non era altro che il vecchio “branding” delle Wet, che era PZero Arancione. Siccome durante i test è ammesso fare “carry over”, ovvero portare set già montati sul cerchio da un test a quello successivo, alcuni Team avevano ancora dei set di Wet avanzati dai test di Barcellona, dunque, con la vecchia etichettatura.

Pirelli ha anche fornito diversi numeri interessanti della tre giorni al Mugello:

Numero complessivo di set portati al Mugello: 366
Di cui:
– Gomme Supersoft: 25 set;
– Gomme Soft: 50 set;
– Gomme Medium: 107 set;
– Gomme Hard: 118 set;
– Gomme Intermediate: 35 set;
– Gomme Wet: 31 set

Numero complessivo di set usati: 207
Di cui:
– Gomme Supersoft: 3 set;
– Gomme Soft: 20 set;
– Gomme Medium: 69 set;
– Gomme Hard: 92 set;
– Gomme Intermediate: 15 set;
– Gomme Wet: 8 set

Run più lungo: 16 giri su gomme dure
14 giri su gomme medie
13 giri su gomme soft
6 giri su gomme supersoft

Per quanto riguarda i tempi migliori, Pirelli ha dato anche indicazioni sulle mescole usate per effettuarli:

Giorno 1
1. Alonso 1’22’’444 su Hard nuova
2. Webber 1’23’’648 su Media usata
3. Vergne 1’23’’891 su Media nuova

Giorno 2
1. Grosjean 1’21’’603 su Hard nuova
2. Kobayashi 1’21’’603 su Soft nuova
3. Vettel 1’21’’825 su Hard nuova

Giorno 3
1. Grosjean 1’21’’035 su Hard nuova
2. Vettel 1’21’’267 su Media nuova
3. Alonso 1’21’’363 su Hard usata

12 Commenti

  • Secondo il mio parere Alonso poteva fare molto meglio, come tempo assoluto esaminando i run dove i primi tre hanno fatto il tempo:

    Vettel:
    1:23.380 (31)
    1:21.579 (32)
    1:28.631 (33)
    1:21.267 (34) miglior tempo

    Per Alonso il run è inframezzato da un passaggio ai box di durata inferiore al minuto, forse solo per cambio gomme:

    1:22.074 (12)
    1:21.868 (13)
    1:28.829 (14)
    ai box (15)
    giro di lancio (16)
    1:21.363 (17)
    1:27.681 (18)

    Grosjean:
    1:21.159 (45)
    1:33.103 (46)
    1:21.035 (47)

    Non notate niente?

    Vettel
    giro 32 veloce 1:21.579
    giro 33 lento (per far raffreddare le gomme) 1:28.631
    giro 34 veloce 1:21.267

    stessa cosa per Grosjean

    1:21.159 (45)
    1:33.103 (46)
    1:21.035 (47)

    Per Alonso …………. stessa cosa ma nel suo giro veloce è andato a sbattere, ma la cosa bella è che Alonso il tempo lo ha fatto al 17° giro, con pista fredda, forse ancora umida e certamente non gommata in più era con gomme hard usate, mentre gli altri avevano gomme nuove, Grosjean dure e Vettel medie.

    Attenzione, non sto dicendo che Alonso fosse il meglio messo, perchè non sapremo mai i carichi di carburante, ma secondo se Fernando fosse stato alla ricerca del tempo non avrebbe utilizzato almeno una mescola media nuova???????

  • Tra due mescole deve esserci piu’ gap…e deve esserci anche differenza di durata! Altrimenti, che cavolo di strategie faccio? L’unica variabile impazzita che ha portato pirelli, fino ad oggi…e’ il numero di cambi al box e piloti che con gomme nuove e drs fanno i sorpassi pure sull’erba. Per me questo non e’ spettacolo, ma solo confusione.
    Ci vogliono 2 set di gomme libere in qualifica per ogni Q, magari di un tipo diverso in modo da costringere i team a fare delle scelte..penalizzare la qualifica o concentrarsi su di essa.

  • gabriele72

    inutile recriminare sulle gomme..pirelli ha fornito ciò che il cliente chiedeva..se vado al bar e chiedo un caffè,non mi aspetto un cappuccino..qualcuno dirà:”ma il cappuccino è piu buono”;si forse è vero,ma io volevo solo un caffè..:)

  • adesso tutti usano i test in pista esclusivamente x le gomme

  • Tempi da prendere assolutamente con le molle. Le pochissime indicazioni possono far intuire la vicinanza delle squadre, ma ricordiamoci che anche in Cina Alonso era a pochi decimi dalla pole (almeno in Q2)…con squadre così vicine non si può dire molto, anche e soprattutto perchè non sappiamo i carichi di benzina e squadre come la Mercedes o la McLaren si sono molto nascoste.

    Manca una settimana esatta alle libere di montmelo…vedremo lì!

  • A me questi dati non dicono assolutamente niente, perchè non si conoscono i quantitativi di carburante. Può essere che la Ferrari stia davanti a tutti a Barcellona, oppure può essere che si prenda 1 secondo dagli altri. Sui tempi dei test eviterei di costruire grandi aspettative. Anche perchè il fatto che Vettel con medie nuove sia più lento di Grosejan con le dure nuove, non mi sembra tanto realistico da pensare. Bisogna aspettare le qualifiche del GP di Spagna: lì si vedranno eventuali progressi o passi indietro. Quanto alle gomme concordo con David B: tra Prime e Option la differenza è veramente lieve quest’anno, così lieve che non giustifica la presenza di due diverse mescole. Se si vogliono portare mescole diverse per me ci deve essere almeno mezzo secondo di differenza di prestazioni tra prime e option, altrimenti non ha alcun senso portare due mescole diverse.

  • Il dato “Alonso hard usata-Vettel media nuova” è mooolto interessante……niente male…..

  • Bene molto bene per Alonso se consideriamo i tempi ed il tipo di gomme utilizzate in confronto a Lotus e RB
    Certamente e molto probabilmente non siamo meglio dei ns. avversari ma di sicuro una buona percentuale di gap è stata recuperata. Ora, come da me sempre sostenuto, bisognerà vedere se in Ferrari con i nuovi step evolutivi sono riusciti a ridurre ed a stabilizzare il consumo delle gomme onde poter fare stint simili per durata e performance a quelli della diretta concorrenza.
    Sperem
    Buon weekend a tutti

    • Tempi da prendere con le molle, anche se il fatto che Alonso ha realizzato il suo nella prima ora con pista fredda e umida e gli altri con la pista più gommata mi fa essere ottimista.

      Spero di non essere deluso un’altra volta, da Barcellona non ci sono più scuse per gli uomini in rosso.

  • Grosjean ha fatto il tempo con le dure.
    Mi pare che in certe condizioni tra prime e option quest’anno non ci sia quasi differenza, anche perchè entrambe si sfaldano dopo pochi giri…Io dico che questa storia delle gomme sta diventano un po’ una barzelletta.

    • secondo me si vede più spettacolo grazie anche alle pirelli, anche perchè non credo che pirelli non sia capace di fare gomme che durano 100 giri come bridgestone

      • Verissimo.
        Ma a me piacerebbe qualcosa di più sensato che non gare in cui le gomme sono la variabile impazzita…In mancanza d’altro almeno ci si diverte abbastanza, codesto è vero…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!