GP Spagna 2012: Button leader nelle Libere 2

La seconda sessione di prove libere del Gran Premio di Spagna si è appena conclusa. Il miglior tempo è stato ottenuto dalla McLaren numero 3 di Jenson Button. Il pilota inglese, nonostante lamentasse parecchio sottosterzo, è riuscito a chiudere al comando con un tempo di 1:23.399.  JB ha preceduto la Red Bull di Sebastian Vettel (+0.164) e la Mercedes di Nico Rosberg, terza a tre decimi abbondanti dalla vetta.

L’altro pilota della McLaren, Lewis Hamilton, ha chiuso la sessione al quarto posto con mezzo secondo di ritardo. Seguono le due Lotus Renault di Raikkonen e Grosjean, praticamente attaccate alla McLaren numero 4.

Leggermente in difficoltà Mark Webber. Il pilota australiano ha chiuso con il settimo tempo, ma ha evidenziato ancora un feeling non perfetto con il setup della vettura. Anche per questo Mark ha fatto un errore alla curva 3, finendo sulla ghiaia e rovinando un giro ed un set di gomme.

Ottava posizione per la Mercedes di Michael Schumacher, nono Kobayashi. Chiude la top ten la Force India di Nico Hulkenberg. Il primo dei ferraristi, in questa sessione, è Felipe Massa. Il brasiliano chiude undicesimo ad un secondo dal tempo migliore, mentre Alonso è solamente quattordicesimo. La prestazione dello spagnolo è stata comunque piuttosto anomala: durante il tentativo a gomme morbide, Fernando ha prima abortito un passaggio e poi segnato 1:26.6, poco più di un decimo più veloce di quanto fatto con la gomma dura.

Decisamente sfortunata la sessione di Narain Karthikeyan. I problemi elettrici, avuti in mattinata anche da Clos, gli hanno completamente impedito di girare. Quando tutto sembrava risolto, il pilota indiano è entrato in pista e – dopo appena due curve – si è dovuto fermare lungo il tracciato.

GP SPAGNA 2012 – RISULTATI PROVE LIBERE 2

 
POS  PILOTA                TEAM                  TEMPO      GAP     GIRI
 1.  Jenson Button         McLaren-Mercedes      1m23.399            38
 2.  Sebastian Vettel      Red Bull-Renault      1m23.563s  + 0.164  38
 3.  Nico Rosberg          Mercedes              1m23.771s  + 0.372  41
 4.  Lewis Hamilton        McLaren-Mercedes      1m23.909s  + 0.510  32
 5.  Kimi Raikkonen        Lotus-Renault         1m23.918s  + 0.519  32
 6.  Romain Grosjean       Lotus-Renault         1m23.964s  + 0.565  37
 7.  Mark Webber           Red Bull-Renault      1m24.065s  + 0.666  34
 8.  Michael Schumacher    Mercedes              1m24.080s  + 0.681  36
 9.  Kamui Kobayashi       Sauber-Ferrari        1m24.214s  + 0.815  41
10.  Nico Hulkenberg       Force India-Mercedes  1m24.365s  + 0.966  22
11.  Felipe Massa          Ferrari               1m24.418s  + 1.019  35
12.  Sergio Perez          Sauber-Ferrari        1m24.422s  + 1.023  32
13.  Pastor Maldonado      Williams-Renault      1m24.468s  + 1.069  40
14.  Fernando Alonso       Ferrari               1m24.600s  + 1.201  33
15.  Paul di Resta         Force India-Mercedes  1m24.688s  + 1.289  30
16.  Jean-Eric Vergne      Toro Rosso-Ferrari    1m24.733s  + 1.334  34
17.  Daniel Ricciardo      Toro Rosso-Ferrari    1m24.769s  + 1.370  37
18.  Bruno Senna           Williams-Renault      1m25.047s  + 1.648  42
19.  Heikki Kovalainen     Caterham-Renault      1m26.296s  + 2.897  36
20.  Vitaly Petrov         Caterham-Renault      1m26.740s  + 3.341  35
21.  Timo Glock            Marussia-Cosworth     1m27.314s  + 3.915  27
22.  Charles Pic           Marussia-Cosworth     1m27.664s  + 4.265  30
23.  Pedro de la Rosa      HRT-Cosworth          1m28.235s  + 4.836  26
24.  Narain Karthikeyan    HRT-Cosworth          nessun tempo         2

139 Commenti

    1. un mix tra le 2 situazioni, le gomme morbide che non vanno ci penalizzano in qualifica il fatto che la concorrenza non dormisse era prevedibile, se alonso dovesse ridurre intorno ai 5 decimi il gap dalla pole ci sarebbe da esultare

  1. Dalla Gazzetta dello Sport di oggi:

    La Ferrari ha lanciato un ponte sul futuro, concludendo un accordo con le Università di Cambridge e Oxford – dalle quali sono usciti i «maghi» delle squadre inglesi – per poter avere i migliori talenti tra i giovani che conseguiranno la laurea nel campo dell’aerodinamica.

  2. a sensazione direi che la ferrari non ha fatto quel salto di qualità che noi ferraristi sognavamo, in qualifica ci sarà ancora da soffrire in gara andrà molto meglio visto il rendimento delle dure, bisogna assolutamente fare un’altro doppio step evolutivo subito nei prossimi 2 gp o perderemo il treno dei migliori

    1. Non ho ancora visto le prove…ma guardando il tempo fatto da Alonso con le dure e vedendo poi il tempo fatto con le morbide da Button a me sembra che la Ferrari sia li…poi magari mi sbaglio…stamani guardo le prove libere e poi magari giudico meglio,senza affidarmi solo ai tempi cronometrati che nelle libere tantissimo non vogliono dire..

      1. secondo me se alonso non spreca tutte le gomme nel q2 e gia un grosso passo avanti

  3. Io vi invito tutti ad andare a vedere i risultati delle P2 degli altri Gp:
    Massa sempre 1 secondo piu’ lento di Alonso!!!!
    E’ evidente che anche ieri sera sarebbe successo lo stesso se in P2 avessero “provato” (RICORDIAMOCI CHE SONO PROVE E NESSUNO SA COSA VOGLIONO PROVARE GLI ALTRI) le stesse cose.
    ALONSO migliorandosi di 1 sec avrebbe fatto +0.201 di Button.
    Se girava con la stessa benzina di Button era li’!!!

    per me oggi fa bene

  4. buongiorno aspetto le prove libere 3, sperando siano molto più indicative, visto che poi le quallifiche me le perderò causa lavoro…comunque domani hanno messo pioggia a barcellona.

    1. Io ho come hobby la meteo, sto guardando le varie carte..ancora non sono aggiornate ad oggi ma cmq quelle di ieri vedono deboli precipitazioni ma quando ormai è finita la gara…alle 11:30 iniziano ad aggiornare le carte, magari poi dico cosa vedono ad oggi 😉

  5. RONNY che dire speriamo bene, anche sè mi preoccupano e NON poco le lamentele di JENSON sull’utilizzo delle gomme HARD che non vanno in temperatura e i problemi di LEWIS sul SET UP della vettura…..

Lascia un commento