Hamilton sotto inchiesta: pole a rischio

Lewis Hamilton potrebbe perdere la pole position conquistata poche ore fa a Barcellona. Appena dopo le qualifiche, infatti, Lewis ha arrestato la sua vettura in pista ed è tornato in pit-lane con una vettura di servizio, probabilmente per risparmiare benzina da sottoporre ai commissari alle verifiche tecniche.

Martin Whitmarsh ha dichiarato: “C’era abbastanza benzina per prendere un campione di carburante, ma abbiamo fermato la macchina e ora siamo qui dai commissari per spiegare cosa è accaduto”. Il team principal della McLaren parla di un presunto problema tecnico, ma pare che la storiella questa volta non sta in piedi.

La storia di ripete. Hamilton era stata protagonista di mille polemiche per un episodio simile in Canada, nel 2010. Da quel giorno, le regole sono state modificate e il pilota deve ora tornare al box con il carburante sufficiente per permettere alla FIA di prelevarne un campione. Alle verifiche tecniche, Lewis è arrivato con 1.3 litri di benzina.

Withmarsh sta cercando di convincere i commissari che lo stop sia stato causato da cause di forza maggiore. Ma se gli stewart respingessero questa motivazione, Hamilton sarebbe colpito da una penalità sulla griglia di partenza, probabilmente l’annullamento della sua migliore prestazione o l’arretramento di cinque posizioni in griglia.

Tuttavia, Withmarsh resta ottimista: “Sono sicuro che Hamilton non prenderà nessuna penalità”.  In Canada due anni fa, ricevette una reprimenda ed una multa di 10.000 $. Succederà la stessa cosa anche oggi?

Attendiamo notizie in merito.

Aggiornamento ore 19:48: Lewis Hamilton è stato squalificato. Partirà domani dal fondo dello schieramento. Dettagli a questo link.

84 Commenti

  1. I regolamenti sportivi parlano chiaro, ovvero che tutte le vetture devono avere almeno un litro di carburante nel serbatoio dopo le qualifiche e che i piloti devono essere in grado di tornare ai box senza assistenza.

    Il team aveva asserito che la fermata prematura della monoposto era dovuta ad un problema tecnico. Tuttavia alla fine è stato dimostrato che l’unico guaio era la mancanza di benzina.

    Nonostante che Hamilton aveva ancora 1,3 litri di carburante nel suo serbatoio, la FIA ha spiegato che il ‘problema tecnico’ suggerito dalla squadra non era una ragione giustificabile per l’arresto. Molti sostengono che questo è un errore di base della McLaren, che al Gran Premio del Canada del 2010 furono multati per una sosta cercata volutamente per risparmiare carburante, Hamilton anche in quell’occasione aveva preso la pole.

  2. Godo tantissimo!! Dopo la spy story del 2007 li avrei cancellati dalla Formula 1 e invece se la sono cavati con una multa…quindi mi sta benissimo, la prossima volta imparano!!

  3. RONNY prenditela con i sig, della mclaren, OGGI HO CAPITO CHE LEWIS HA FATTO IL SUO TEMPO IN QUESTO TEAM….LEWIS VIA DALLA MCLAREN AD OGNI COSTO……VIA DALLA MCLAREN, CHE SI TENGANO IL BUON BUTTON CHE DOMANI FARA’ PUNTI, MI FANNO TUTTI S C H I F O A COMINCIARE DAL SIG. WHITMARSH.

      1. è una presa per il culo colossale!!
        è la mclaren è un team di incompetenti!!

  4. ADDIRITTURA ULTIMO ??? POTEVANO TOGLIERLI I TEMPI DELLA Q3 E FARLO PARTIRE 11ESIMO….QUESTA E UNA DECISIONE SCANDALOSA….CHE SCHIFO…CI MANCA SOLO CHE LO SQUALIFICANO PER IL RESTO DELLA STAGIONE….

    1. la mclaren non ha perso l’occasione per mettere hamilton nell’ occhio del ciclone, ma la fia non ha perso l’occasione per rendersi ridicola….da un’ estremo all’ altro!senza parole..

      1. 1.3 litri non bastano neanche alla mia macchina ( se si tira un po’ ) per fare un giro di pista ( e’ un’utilitaria ). La malafede c’e’ , i precedenti anche. Ha partecipato alle qualifiche in modo irregolare: parte ultimo, dopo gli onesti. Impossibile affermare cercando scuse che 4 kg in meno non abbiano dato a uno come Hamilton un vantaggio. Come spettatore: voglio vedere quel diavolo in pista cosa combinera’, sono le 14? Non ancora? Dai dai dai!

Lascia un commento