GP Monaco 2012: anteprima e orari del weekend

20 maggio 2012 13:19 Scritto da: Redazione

Per la Formula 1 è ora di far tappa su uno dei circuiti ricchi di storia e fascino. La sesta tappa del mondiale 2012 si ferma a Montecarlo, per il Gran Premio di Monaco. Le strette vie del Principato rappresentano una sfida adrenalinica per i piloti. Basta anche solo un errore millimetrico e ci si ritrova stampati sulle barriere di protezione. L’atmosfera nel Principato è sempre frizzante e a contorno del GP, il mondo del lusso si esibisce nella propria personale gara dell’apparire.

Vincere a Montecarlo è il sogno di ogni pilota. Un trofeo tanto ambito quanto quello di Spa o Monza. Poche le modifiche che questo circuito ha subito nel corso di oltre sessanta anni di storia. Le uniche effettuate, sono sempre state per migliorare la sicurezza in pista. E, dopo il brutto incidente di Perez nel 2011, sul tracciato sono state ora modificate anche le protezioni alla chicane.

Quello di Monaco è il Gran Premio più corto della stagione, con 260 Km di gara in 71 giri previsti. Di contro, però, con le medie orarie piuttosto basse, diventa anche il GP che dura di più, ponendo i piloti ad una grande sfida fisica e mentale. Godiamoci un giro di pista sul tracciato monegasco sulla Red Bull RB7 di Webber, rivivendo nel frattempo i momenti storici delle curve più importanti.

PROGRAMMA DEL WEEKEND – Come di consueto, le prove libere del Gran Premio di Monaco si svolgeranno il giovedì, in diretta “live blogging” su questo sito. Per rivedere le vetture in pista, poi, bisognerà attendere il sabato: Rai 2 trasmetterà le qualifiche, mentre il giorno successivo il GP verrà trasmesso su Rai 1 alle ore 14, oltre che su Rai HD 501.

Giovedì 24 Maggio
Prove Libere 1: 10:00 – 11:30 | Prove Libere 2: 14:00 – 15:30

Sabato 26 Maggio
Prove Libere 3: 11:00 – 12:00 | Qualifiche: 14:00 – 15:00

Domenica 27 Maggio
Gara, Gran Premio di Monaco: partenza ore 14:00

13 Commenti

  • Le previsioni meteo per sabato a Montecarlo indicano nuvoloso con possibilità di precipitazioni e per domenica nuvoloso

  • mi è impossibile prevedere qualcosa.

    i top driver sanno guidare tutti a montecarlo come dimostra il passato,farà la differenza ogni piccolo errore.

    serve un weekend perfetto,perchè basta sbagliare qualcosa nelle qualifiche o nelle libere di sabato mattina che si rovina la gara(vedi alonso 2010 o hamilton 2009 e 2011)

    sorpassi non ci saranno,quindi sabato pomeriggio si decide al 70% la classifica finale.

    per il resto occhio a gomme e meteo con relativi cambi di tattica.

    • Per me le gomme saranno ancora una variabile imprevedibile, quindi non mi meraviglierebbe una gara con qualche cambio di posizione in più del solito. Ma a Montecarlo le incognite sono veramente molte. Metti che ti becchi una safety car e non riesci a cambiare le gomme al momento giusto…addio vittoria.

  • quest’anno hamilton stà dimostrando di essere il piu’ veloce in pista quindi e’ il grande favorito per la vittoria a monaco, meccanici permettendo!

  • Mi sembra che un po tutti dia spacciata la Ferrari, tempo fa avevo scritto:

    “”””””
    Credo che quello che sia finora mancato sia solo il carico aerodinamico al posteriore, questo perchè la Ferrari che abbiamo visto nei test invernali era forse, l’unica macchina ad aver conservato un certo assetto rake, poi, invece le soluzioni provate hanno dimostrato che questo carico non c’era e si sono dovuti adattare.

    Correggetemi se sbaglio, ma, con un assetto “rake” il posteriore della vettura è più alto, per cui con l’aumentare della velocità aumenta in modo direttamente proporzionale anche il carico deportante, questo tende a far aderire di più la macchina all’asfalto, a condizione, però che si abbia il giusto assetto che garantisca il massimo downforce, in modo da avere più velocità in rettilineo, mentre in frenata la vettura tenderebbe ad alzarsi, quindi all’entrata della curva, dovrebbe essere molto più precisa, in uscita, invece, il carico lo dovrebbe guadagnare man mano, quindi avrebbe un po meno trazione, ma questo sarebbe un problema comune a tutti forse in qualche macchina non si è notato molto negli ultimi test al Mugello, come ad esempio Mclaren, Mercedes, RBR e Lotus, perchè avevano il giusto bilanciamento, mentre la Ferrari questo ancora non ce l’ha, perchè ha preferito testare altro e non cercare il setup ottimale.

    Tuttavia, come ho detto, la macchina, durante i test invernali, non ha risposto come si aspettavano, per cui hanno dovuto rinunciare a tutto questo, perchè hanno dovuto scegliere anche un minor carico all’anteriore per bilanciare meglio la vettura, ottenendo una vettura, lenta in rettilineo, scomposta in entrata curva e con poca trazione in uscita, ora, invece, durante i test al Mugello, la notizia più importante, al di la delle novità tecniche, che sono state anche sminuite dallo spagnolo, è stata quella che, finalmente, i dati della galleria corrispondono a quelli sulla pista, per cui la rossa ha la strada spianata verso tutti gli aggiornamenti necessari, senza dover perdere tempo a testarli in pista (ora capisco il perchè di tutti quegli apparecchi strani durante i test invernali con una miriade di sensori, evidentemente servivano a “tarare” la galleria ed il CFD) di qui la scelta di portare il grosso degli aggiornamenti direttamente a Barcellona, provando, forse, solo quegli elementi che non potevano essere provati diversamente (veggasi scarichi).

    Certo le mie sono solo supposizioni, ma se così dovessero stare le cose, la Ferrari si è nascosta alla grande, perchè il recupero prestazionale dovrebbe essere costante e progressivo e se venisse implementato anche il drs-duct, le speranze sarebbero tantissime.
    “”””””

    Allora, ho visto proprio ora l’intervista sul sito ufficiale Ferrari ed anche se Fry è stato piuttosto vago, credo che le cose, per Monaco, stiano esattamente come le ha descritte e rispecchiano in toto il mio modo di vedere.

    Di solito, per Monaco, si parla del maggior carico aerodinamico possibile, ma in molti confondono questo con l’efficienza aerodinamica, che sono due cose completamente diverse, (lo stesso Fry ne chiarisce la differenza).

    Considerando che per la gara monegasca, l’efficienza aerodinamica conta molto poco, (non da confondere con il carico aerodinamico che sono due cose diverse), la differenza la fa l’assetto della vettura, dove si cerca di ottenere il giusto bilanciamento agendo più sulla meccanica ed utilizzando anche un’altezza dal suolo maggiore, rispetto ad altri GP, ed è in questa ottica che dovremmo mettere sotto osservazione la rossa.

    Da quello che abbiamo visto finora, la Ferrari ha grossi problemi di trazione in uscita dalle curve lente ma tendo a credere che questo sia solo il risultato della perdita di carico quando vengono a mancare quelle condizioni che “risucchiano” il posteriore al suolo, ma, come ho detto a Monaco, questa enorme efficienza aerodinamica non è richiesta, per cui, si dovrebbe verificare un livellamento delle forze in campo, ma perchè la Ferrari dovrebbe andare meglio di altre vetture?

    Bhe, prima di affrontare questa tematica, credo che tutti sappiano che le gomme da bagnato hanno un diametro leggermente superiore a quelle da asciutto per cui, di fatto, la vettura si solleva dal suolo ed un po come avviene nelle gare bagnate, l’efficienza aerodinamica conta molto di meno, considerando che per Monaco si utilizzano delle altezze da terra, leggermente superiori ed associando questo fatto alla gara in Malesia…. traete voi le conclusioni.

    Naturalmente, vi sono molti dubbi, il primo riguarda le sospensioni, perchè la Ferrari è l’unica ad avere le pull road anche all’anteriore ed il circuito monegasco richiede molti interventi sulle sospensioni per imbroccare il setup giusto e tutti sappiamo che queste tipologie di sospensioni mal si addicono a regolazioni rapide; poi a Monaco l’assetto meccanico deve essere piuttosto “morbido” e non si sa se questo sarà ottenibile.

    Bhe, io spero proprio di non essere smentito, ma credo proprio che se tutto dovesse andare liscio, anche Massa dovrebbe avere qualche possibilità in più.

    Mi piacerebbe avere il parere di qualcuno che ne capisce più di me, in fin dei conti si tratta solo di supposizioni.

    • tatanka2003

      C’è poco da dire dopo questa lunga disamina in parte teorica, ma confortata dai ‘fatti’… E’ vero che sapremo la verità solo Domenica, però sono d’accordissimo con te, confido nel fatto che sappiano ben tarare le sospensioni anteriori, oramai i dati in loro possesso dovrebbero essere sufficienti dopo 5 Gp e poi confido molto in Alonso…

  • Caribbean Black

    ….certo che a me è rimasto ancora impresso il video della qualifica di Robert Kubica nel 2010…..un Kartista su una vettura di F1…. vedere per credere….

    http: // www .youtube .com /watch?v=FStJy9zvA0A

  • straordinario video anchio direi kimi o hamilton

  • io punto su Hamilton,poi Kimi,e Alonso….

  • Per me vince Kimi… metti insieme la sua immensa velocità e l’accelerazione e la stabilità in frenata della Lotus… anche se ultimamente è difficile fare pronostici… :)

    • marcello zaniboni

      anche io spero che vinca kimi,e che la lotus inizi a concretizzare,perche kimi se lo merita,
      e con una vittoria allora si che si potrebbe pensare a un vero pretendente al titolo!!!
      i belive in your skills kimi!!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!