GP Monaco 2012: gli highlights delle stagioni precedenti

22 maggio 2012 08:00 Scritto da: Andrea Facchinetti

La tappa n°6 del mondiale si corre in uno dei circuiti storici e ricchi di glamour di tutto il calendario: Montecarlo. Considerato da sempre uno dei circuiti più difficili per i piloti, Montecarlo conserva ancora oggi tutto il suo indiscutibile fascino. Quello di domenica sarà il 59° GP di Monaco, presente in calendario nel primo anno di F1 e poi ripreso dal 1955 fino ad oggi. Come per ogni GP, ripercorriamo le ultime 5 edizioni dell’affascinante evento monegasco.

2007 – Facile doppietta McLaren nella quinta gara stagionale: Alonso precede Hamilton, polemico con team, reo di aver chiesto a Lewis di non attaccare Fernando nel finale. 3° e a più di un minuto Massa (Ferrari), ultimo dei piloti a pieni giri. 4° Fisichella (Renault), 5° Kubica (BMW) e 8° Raikkonen (Ferrari), che ha condizionato la propria gara per un suo errore in qualifica. Barrichello su Honda, 10°, precede il compagno Button, Rosberg (Williams) e la Renault di Kovalainen. Ritirati Sutil (Spyker), Webber (Red Bull) e Liuzzi(Toro Rosso).

2008 – Gara ricca di colpi di scena grazie alla pioggia. Al via Massa (Ferrari) scatta bene dalla Pole, mentre Hamilton (McLaren) supera Raikkonen (Ferrari). L’inglese tocca le barriere e fora una gomma: questo cambio obbligato di strategia si rivelerà vincente. Dopo l’ingresso della SC per il contatto Bourdais (Toro Rosso)-Coulthard (Red Bull), viene data una penalità a Raikkonen (i meccanici hanno lavorato sulla vettura oltre il tempo concesso), con Massa che prima va lungo e poi tocca le barriere, sempre alla prima curva. Quando la pista si asciuga, sembra che le emozioni siano finite: ci pensa così Rosberg (Williams) a ravviavare la gara con un terribile incidente. SC di nuovo in pista e tutto da rifare. Alla ripartenza Raikkonen tampona Sutil (Force India), che era brillantemente 4°. Vince Hamilton al limite delle due ore, davanti a Kubica (BMW) e Massa. Ottimo 5° posto per Vettel (Toro Rosso), con Kovalainen 8° (McLaren), seguito da Raikkonen (Ferrari), Alonso (Renault) e Button (Honda).

2009 – Terza doppietta Brawn in stagione: il solito Button domina dall’inizio, precedendo sul traguardo Barrichello. Ottimo 3° posto per Raikkonen (Ferrari), davanti al compagno Massa. In ombra le Red Bull: Vettel sbatte alla Sainte Devota, mentre Webber arriva 5°. Dopo l’incidente nel Q1, Hamilton (McLaren) recupera fino al 12° posto, con il compagno Kovalainen che finisce contro le barriere. A punti Rosberg (6°, Williams), Alonso (7°, Renault) e Bourdais (Toro Rosso). Ritirati per incidente Buemi (Toro Rosso) e Piquet jr (Renault), mentre per problemi ai freni si ritira Kubica (BMW).

2010 – Un Webber (Red Bull) in forma strepitosa domina il sesto appuntamento stagionale. L’australiano, partito dalla Pole Position, rimane in testa per tutti e 78 i giri della corsa nonostante l’ingresso di ben 4 SC per gli incidenti di Hulkenberg (Williams), Barrichello (Williams), per il contatto Trulli (Lotus)-Chandhok (HRT) e per dei detriti. SUl podio finiscono Vettel (Red Bull) e Kubica (Renault), seguiti da Massa (Ferrari), Hamilton (McLaren) e Alonso (Ferrari), partito ultimo per un incidente nelle libere e abile a sfruttare la prima SC di giornata. Schumacher (Mercedes) sorpassa proprio il ferrarista in regime di SC all’ultimo giro e vede così sfumare il 6° posto. Ritirato per problemi tecnici Button (McLaren).

2011 – Sebastian Vettel vince anche a Monaco dopo un entusiasmante lotta con Alonso (Ferrari) e Button (McLaren), privata dell’epilogo finale per una bandiera rossa dopo un maxi tamponamento. Il tedesco della Red Bull, partito dalla Pole, controlla bene Button, Alonso e il compagno Webber fino alla prima SC, dovuta ad un contatto tra Hamilton e Massa. Dopo la ripartenza Vettel riacquista margine, con Alonso che supera Button ai box. Ben presto, però, sia lo spagnolo che l’inglese ritorneranno prepotentemente negli scarichi di Vettel grazie a gomme più fresche. Dopo molti giri di inseguimento serrato, un tamponamento tra Sutil (Force India), Hamilton (McLaren), Alguersuari (Toro Rosso) e Petrov (Renault) costringe la direzione gara ad esporre la bandiera rossa, con i primi tre che passano incredibilmente indenni dall’incidente svoltosi proprio davanti a loro. Vettel può così cambiare quelle gomme che si teneva dal 16° giro e controllerà agevolmente i restanti 6 giri davanti ad Alonso, Button, Webber e un ottimo Kobayashi (Sauber). Giornata nera per Hamilton, scattato 9°: prima supera alla grande Schumacher, poi si tocca con Massa, viene coinvolto nel tamponamento e costringe al ritiro Maldonado, ricevendo prima un DT e poi 20 secondi da aggiungere al tempo finale. L’inglese sarà comunque 6°.

ALBO D’ORO

1950 – J. M. Fangio (Alfa Romeo)
1955 – M. Trintignant (Ferrari)
1956 – S. Moss (Maserati)
1957 – J. M. Fangio (Maserati)
1958 – M. Trintignant (Cooper-Climax)
1959 – J. Brabham (Cooper-Climax)
1960 – S. Moss (Lotus-Climax)
1961 – S. Moss (Lotus-Climax)
1962 – B. McLaren (Cooper-Climax)
1963 – G. Hill (BRM)
1964 – G. Hill (BRM)
1965 – G. Hill (BRM)
1966 – J. Stewart (BRM)
1967 – D. Hulme (Brabham-Repco)
1968 – G. Hill (Lotus-Ford)
1969 – G. Hill (Lotus-Ford)
1970 – J. Rindt (Lotus-Ford)
1971 – J. Stewart (Tyrrell-Ford)
1972 – J. P. Beltoise (BRM)
1973 – J. Stewart (Tyrrell-Ford)
1974 – R. Peterson (Lorus-Ford)
1975 – N. Lauda (Ferrari)
1976 – N. Lauda (Ferrari)
1977 – J. Scheckter (Wolf-Ford)
1978 – P. Depailler (Tyrrell-Ford)
1979 – J. Scheckter (Ferrari)
1980 – C. Reutemann (Williams-Ford)
1981 – G. Villeneuve (Ferrari)
1982 – R. Patrese (Brabham-Ford)
1983 – K. Rosberg (Williams-Ford)
1984 – A. Prost (McLaren-TAG)
1985 – A. Prost (McLaren-TAG)
1986 – A. Prost (McLaren-TAG)
1987 – A. Senna (Lotus-Honda)
1988 – A. Prost (McLaren-Honda)
1989 – A. Senna (McLaren-Honda)
1990 – A. Senna (McLaren-Honda)
1991 – A. Senna (McLaren-Honda)
1992 – A. Senna (McLaren-Honda)
1993 – A. Senna (McLaren-Ford)
1994 – M. Schumacher (Benetton-Ford)
1995 – M. Schumacher (Benetton-Renault)
1996 – O. Panis (Ligier-Mugen Honda)
1997 – M. Schumacher (Ferrari)
1998 – M. Hakkinen (McLaren-Mercedes)
1999 – M. Schumacher (Ferrari)
2000 – D. Coulthard (McLaren-Mercedes)
2001 – M. Schumacher (Ferrari)
2002 – D. Coulthard (McLaren-Mercedes)
2003 – J. P. Montoya (Williams-BMW)
2004 – J. Trulli (Renault)
2005 – K. Raikkonen (McLaren-Mercedes)
2006 – F. Alonso (Renault)
2007 – F. Alonso (McLaren-Mercedes)
2008 – L. Hamilton (McLaren-Mercedes)
2009 – J. Button (Brawn-Mercedes)
2010 – M. Webber (Red Bull-Renault)
2011 – S. Vettel (Red Bull-Renault)

13 Commenti

  • Rosso dentro

    Leggendo l’albo d’oro….1996: O. Panis, che gara!!! mi sembra di ricordare che arrivarono al traguardo 4 macchine!!!

  • non è stata la SC a salvare proprio nessuno….
    se non fosse stata interrotta la gara tutto sarebbe finito dietro la SC quindi a mio avviso le polemiche dell’anno scorso a sono state del tutto inutili…e poi se non ricordo male vettel l’anno scorso fu decisamente danneggiato dall’ingresso della SC nelle fasi precedenti….

    • ringrazia SC e FIA per le regole assurde,altrimenti sia Alonso che Button sarebbero finiti davanti al tedeschino.

      • ma quali regole assurde….la gara sarebbe finita dietro alla SC…e non sarebbe cambiato proprio nulla. se poi si vuole vedere solo rosso è un altro discorso. Vettel non aveva cambiato le gomme solo perchè a causa di una SC non sarebbe riuscito a mantenere la posizione…quindi in questa gara la SC ha dato e tolto, niente più. non mi sembra ci sia nessuno da ringraziare in tutto ciò…

      • ok allora spero capiti anche quest anno con Alonso davanti…gli fanno cambiare le gomme e poi ripartiamo per gli ultimi 5 giri…

      • è bello augurare un incidente come quello dell’anno scorso??????

      • non fraintendere quello che dico!!non ho augurato nessun incidente!dico solo che se a te piaccio ‘ste regole dove dopo una SC,la gara viene fermata e a 5 giri dalla fine viene permesso di far cambiare le gomme,allora è meglio finire la gara prima,senza la pagliacciata dei giri finali!!

      • su questo possiamo anche essere d’accordo…ma a questo punto non nemmeno accettabile che un pilota che si trova ampiamente in testa ad una gara si trovi nella condizione di perdere posizioni in classifica perchè la SC esce nel momento sbagliato….

      • se parli di quella gara,non mi pare che Vettel si trovava ampiamente in testa,anzi si trovava davanti perchè mentre tutti erano rientrati lui non l’aveva fatto,e diciamo che ha avuto “fortuna” che la gara è stata sospesa e a quel punto ripeto la gara è diventata una pagliacciata avvantaggiando clamorosamente Vettel

      • argomentare i pollici versi sarebbe qualcosa di intelligente…se poi vi piacciono queste
        regole assurde,allora godetevele!!

  • Myriam F2013

    Che albo d’oro da capogiro! Sempre grandi emozioni. L’anno scorso la SC ha salvato Vettel da un probabile sorpasso da parte di Alonso!

    • giuro che l’anno scorso volevo spaccare il televisore…..ma come si può permettere che dopo la safety car si riparta con gomme nuove…era chiaro che anche se Alonso era più veloce avrebbe vinto Vettel,già a Monaco sorpassare è un impresa,se poi gli concedi anche questo lusso allora è finita!!
      misteri della FIA!!:(

      • Dite quello che volete, ma Red Bull e Vettel sono antipatici. Per me , massimo rispetto a McLaren e Ferrari. Classe e competizione ai massimi livelli. Siamo noi la Formula 1. Forza Alonso !!!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!