GP Monaco 2012: focus sugli pneumatici Pirelli

Sulle stradine del Principato di Monaco serve quanto più grip possibile. Per questo motivo, Pirelli ha scelto la gamma di mescole più morbide per il prossimo Gran Premio di Monaco: gomme soft e supersoft. Lo pneumatico più morbido della gamma, P Zero Red Supersoft, farà il proprio debutto stagionale in questo weekend, sul tracciato più prestigioso del calendario.

Le monoposto, su questa pista, faranno molto affidamento sul grip meccanico. Questo rende Montecarlo il territorio ideale per la gomma extra-morbida che può beneficiare di una rapida accensione, in grado di generare elevati livelli di trazione e sterzata. Inoltre, partire più avanti possibile sarà fondamentale. Le rare possibilità di sorpasso daranno filo da torcere alle squadre che si dovranno inventare delle strategie efficaci per sopravanzare gli avversari.

La superficie della pista è la meno abrasiva della stagione e anche le velocità medie sono piuttosto basse. Questo porta ad un livello di usura talmente basso che le gomme morbide possono durare anche 50 giri, rendendo una strategia di un solo pitstop realistica. Nonostante ciò, qualcuno tenterà scelte più aggressive, come fece lo scorso anno la McLaren con Button, con ben 3 stop.

Paul Hembery, responsabile Motorsport di Pirelli, sarà come sempre in video-chat sabato pomeriggio, qualche ora dopo le qualifiche. L’inglese si aspetta una bella gara a Montecarlo: “Rappresenta uno dei momenti più salienti della stagione e, in passato, i nostri pneumatici hanno offerto grande spettacolo. L’anno scorso a lottare per la vittoria c’erano tre diversi piloti con tre differenti strategie, prima che la bandiera rossa venisse esposta. La mescola supersoft è l’unica ad essere rimasta invariata rispetto allo scorso anno, essendosi dimostrata particolarmente efficace, ma chiaramente il profilo è stato ridisegnato per meglio adattarsi ai nuovi regolamenti”.

8 Commenti

  1. Salve a tutti. Si certo come no, lo spettacolo. Sai che spettacolo quando dopo pochi giri le gomme incominceranno a sbriciolarsi depositandosi appena fuori traiettoria. Non è facile sorpassare a Monaco, ma questo già si sapeva, figuriamoci anche con questa problematica. La Ferrari purtroppo non è veloce quanto la lotus e la mclaren, non facciamoci illusioni, dobbiamo ringraziare Alonso per i miracoli che sta facendo e Massa non è scarso. Forza Ferrari
    continua a migliorarti che raggiungiamo i migliori.

  2. “i nostri pneumatici hanno offerto grande spettacolo”. Ecco, questa Paul non la doveva proprio dire…
    Da quando in qua lo spettacolo lo devono offrire le gomme??? Maledetta federazione.

Lascia un commento