V6 Turbo: si rischia di far slittare tutto al 2015

Il Circus della Formula 1 è in pieno fermento. Mentre la stagione 2012 è nel vivo, il management della categoria pensa già al futuro: patto della Concordia, nuove regole e la collocazione nella borsa di Singapore.

Tutti argomenti scottanti, ma il caso delle nuove regole potrebbe aprire scenari del tutto nuovi. Le piccole squadre, infatti, stanno spingendo per posticipare – ancora una volta – l’introduzione del nuovo motore 1.6 V6 turbo, voluto fortemente dalla FIA. C’è grande agitazione tra le squadre, perché costruttori come Ferrari e Mercedes hanno già messo all’opera i prototipi dei nuovi V6, nonostante non sia ancora unanime la visione delle regole. In particolare, a Maranello il prototipo è già al banco prova, dopo aver studiato per mesi degli studi preliminari su dei mono-cilindrici.

Tuttavia, l’ultima riunione dei motoristi ha creato una sorta di spaccatura, dato che sarebbe stato imposto il passaggio alla sola iniezione diretta, mentre in principio era stata concessa anche la doppia iniezione. Questo potrebbe creare problemi degni di nota a chi ha già sviluppato i motori tenendo conto della doppia iniezione. Secondo alcuni, però, questo sarebbe il sistema per far slittare l’entrata dei motori turbo al 2015.

Ad Ecclestone tutto ciò comincia a non piacere. Mr B. è stato sempre sfavorevole alla realizzazione delle regole da parte della FIA, tanto che si vocifera nuovamente di una separazione dalla Federazione per la nascita della fantomatica GP1, con Flavio Briatore incaricato di studiarne una bozza di regolamento, con elementi molto restrittivi a livello aerodinamico. Anche in questo caso, potrebbe essere una mossa pensata appositamente per fare pressione su Todt, in modo da cambiare alcuni aspetti del regolamento 2014.

Tutta politica e niente sport. Situazioni in divenire che seguiremo con estrema attenzione.

14 Commenti

  1. …ma cosa abbiamo fatto di male per meritarci dei dirigenti così?? io non capisco.
    il biglietto l’abbiamo pagato. la pubblicità l’abbiamo guardata. qualcuno comprava anche il campionato multicamera su sky (ahh che spettacolo).

    ma perchè devono sciupare tutto così???

  2. Il v10 è un pessimo motore inoltre richiede una progettazione a dir poco complessa. O V6 turbo a mio parere un ottimo motore (si ricordi il 1988 con i mitici V6 turbo da 1200 cv) o il V12 a mio parere la massima espressione di velocità anche se la progettazione è altresì complessa e molto dispendiosa.

    1. v 10 pessimo motore ? nei primi 90 le prendevamo secche dai motori honda e renault nonostante il vantaggio della superbenzina. rumore a parte un v10 è migliore

      1. Non bisogna certo guardare i risultati finali e in un motore in analisi tecnica non contano solo le performance e tu meglio di me saprai la mole di rotture o guasti meccanici ai motori.

  3. il V6 1600 lo vedrei bene solo come generatore di corrente per 4 motori elettrici alle 4 ruote.
    Ovvio che poi il fantastico casino dei motori F1 sarebbe perso per sempre

    1. Usare un motore a scoppio tradizionale per alimentare un generatore di corrente è assurdo. A quel punto non avendo più l’esigenza di variare il regime del motore a seconda della velocità si usa una mini turbina, molto più efficiente ma rumorosa….

  4. fanculo il V6. rivogliamo il V10!!!!
    la f1 è la massima espressione dei motori, NON MOTORI ECOLOGICI!
    se vogliono l’ecologia che facciano la E1 con motori v4 a banane e telai di bamboo.

Lascia un commento