Piloti distratti, strategia folle: Lotus “assente” a Monaco

27 maggio 2012 17:38 Scritto da: Antonino Rendina

Che mazzata, che batosta, che delusione per gli uomini in giallonero! La Lotus arriva a Monaco da grande favorita e se ne torna a Enstone con la coda tra le gambe, a testa che più bassa non si può.

Sono solo due punticini, frutto di un nono posto, quelli raccolti da Kimi Raikkonen tra le stradine di Montecarlo. Peggio ancora fa Grosjean che da carambola perfetta scatena il caos a Saint Devote danneggiando irreparabilmente la monoposto.

La E20 per guidabilità sembrava adatta, nelle fini mani di Kimi Raikkonen, a sbancare la roulette più affascinante del Circus. Ma i problemi sono iniziati venerdì, con Raikkonen che in mattinata ha girato pochissimo, non prendendo le necessarie “misure” al tracciato.

Lui che nel Principato è andato sempre forte probabilmente ha pagato due anni di assenza dagli angusti muretti di Monaco. Mai in palla, il finnico è riuscito a strappare una discreta top ten in qualifica e una settima piazza in partenza.

In piena crisi di gomme però, il muretto l’ha lasciato fuori a mo’ di vittima sacrificale. Raikkonen così ha fatto da tappo al gruppone, agevolando la fuga solitaria dei primi sei.

Uno stillicidio in attesa di una pioggia che i “maghi” Lotus davano per certa. Strategia incomprensibile e gara rovinata. Il nono posto finale è una gentile concessione ricevuta dai problemi meccanici di Michael Schumacher e dall’azzardo con le intermedie di Vergne.

Il biondino mascherato da Hunt non è apparso nella sua forma migliore, ma qualcosa di suo per un risultato deludente ci ha messo anche la Lotus. Troppo aggressiva con le supersoft e troppo “fantasiosa” al muretto.

Poteva, anzi doveva, andare decisamente meglio il week end a Romain Grosjean, lui si a suo agio tra le curve di Montecarlo. Il francese poteva tranquillamente giocarsi il podio visto che scattava da un’ottima seconda fila. Abbastanza irruento in partenza, soprattutto notevolmente distratto, Grosjeann si è toccato con Alonso per poi tagliare la strada di botto all’accorrente Schumacher.

In pochi metri ha stretto a muro la Mercedes, si è girato in testacoda e ha creato scompiglio a metà schieramento. La terza partenza inconsulta su sei gare. Veloce si, incostante anche. E non sono “fiori di loto”, ma fuori le Lotus. Dalle posizioni che contano, almeno nella vetrina glamour di Monaco.

Dopo due gare da protagonisti con tre podi conquistati, gli anglofrancesi a Monaco sono stati agganciati in classifica Costruttori dalla Ferrari e Kimi adesso si trova a -25 da quella vetta tanto agognata.

7 Commenti

  • Ma quando capiranno come si imposta una strategia?
    Hanno sbagliato tutte le gare (forse tranne quella del Bahrain) utilizzando sempre una strategia con pit troppo ritardati e di conseguenza con perdita eccessiva di preziosissimi secondi rispetto agli avversari.
    Comunque Kimi non è mai stato “in palla” mentre Grosjean “non pevenuto”.

    Egoisticamente parlando….meglio così!

  • In più ci si mette la gente a dire che prima o poi vincerà….ma con un muretto box così è praticamente una chimera.non si può sperare di vincere con della gente incompetente…

  • E io ieri l’avevo anche detto che la lotus è sopravvalutata, è la 4a forza di questo mondiale se non la 5a, mi sono preso una cascata di pollici rossi per questo ma io ribadisco che andranno ancora peggio col proseguire del campionato.
    Non hanno ancora una mentalità vincente e Redbull, Ferrari e Mclaren miglioreranno molto dalle prossime gare!

  • ferraristasempre

    la sorpresa in negativo del weekend, di sicuro…

  • Montecarlo dovrebbe essere di 36 giri, come i numeri della roulette.

  • Tutto giusto nell’articolo di Rendina. La Lotus , come temevo, ha gettato alle ortiche i 2 GP precedenti e adesso , per loro , la vedo male.
    Una cosa però lasciatemele dire : i commentatori RAI 1 sempre a ripetere che Montecarlo è un bellissimo circuito dove si svolge la migliore gara del Campionato in una cornice di lusso bla bla bla……….
    Sulle vetture potevi mettere Kers e DRS ma non passavi neanche a piangere, unica possibilità azzeccare l’entrata ai box e sperare….
    Meno male che si va in Canada , non sarà il massimo dei circuiti ma oggi davvero non ne potevo più.

  • Un solo commento:
    ???????????

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!