Fondo Red Bull, l’opinione di Webber e Vettel

7 giugno 2012 21:16 Scritto da: Valeria Mezzanotte

Com’era immaginabile, le domande rivolte ai piloti Red Bull in questo giovedì pre-gara si sono concentrate sul verdetto che la scorsa settimana ha vietato il fondo utilizzato sulla RB8 negli ultimi tre GP .

Mark Webber, presente alla conferenza stampa FIA, ha messo i puntini sulle i, chiarendo senza mezzi termini qual è il suo pensiero a chi lo accusa di aver vinto con una vettura irregolare: “Non mi dà fastidio essere insultato o criticato per come guido, ma non accetto discussioni sul fatto che la macchina fosse illegale. Mi fanno imbestialire, a dire il vero”. L’australiano difende quindi la sua squadra, sottolineando il fatto che alla Red Bull era stato dato il permesso di utilizzare quel fondo, e che pertanto non hanno infranto alcuna regola: La macchina ha passato ogni singolo scrutinio dopo la gara. Tutte le squadre che erano contrarie al fondo non hanno fatto alcuna protesta dopo Monaco, la macchina ha passato il test in Bahrain e a Montecarlo, poi c’è stato un chiarimento, ed è cambiata la regola. Avevamo una macchina legale per quelle che erano le regole all’inizio della stagione. La norma è cambiata e ora ci correremo sopra”. Se si vuole biasimare qualcuno, insomma, per Mark bisogna andare lontani da Milton Keynes.

Webber dichiara inoltre: “Non mi crederete, ma gli aggiornamenti che avevamo in programma per Valencia prevedevano comunque un fondo senza buchi, a prescindere dal verdetto”. Dichiarazioni che fanno eco a quelle di Helmut Marko – anche se l’austriaco aveva detto che il fondo bucherellato sarebbe stato accantonato già in Canada.

Polemiche a parte, Webber non è preoccupato dall’influenza del divieto sulle prestazioni della RB8: “Credo che non mi accorgerò neanche che il fondo sia cambiato. Dal punto di vista della guida siamo molto ottimisti sul fatto che non ci saranno differenze”.

Dichiarazioni simili – anche se con toni più pacati – arrivano da Sebastian Vettel, che non nasconde un certo disappunto nei confronti della FIA: È un peccato che ora ci sia una decisione, ora un’altra. Credo sia molto difficile capire cosa succeda. Ma così è”.

Come il compagno di squadra, comunque, Seb è tranquillo riguardo alle potenzialità Red Bull di esprimersi al meglio, divieto o meno: “Non credo che un cambio di fondo avrà un grosso impatto su cosa faremo in pista. Penso che la pressione degli pneumatici sarà un fattore più importante”. Il Campione del Mondo in carica ritiene che sia riduttivo attribuire il merito delle vittorie ottenute in Bahrain e a Monaco al solo fondo: “Non c’era solo quello. Abbiamo provato molte cose, di cui alcune hanno funzionato ed altre no. Ma c’è molto di più dietro ai nostri risultati“.

13 Commenti

  • Ma dai! Ancora la menate con questa storia che Alonso e Hamilton sono due fenomeni. Se fossero dei fenomeni avrebbero certamente vinto di più nella loro carriera, visto che hanno guidato gran macchine (vedi McLaren Mp4-22) senza vincere niente. Basti pensare a questo inizio di stagione e vedere la gara di Hamilton in Australia dove Button ha dominato o la gara di Alonso in Spagna dove non è riuscito a passare Maldonado. Sono due ottimi piloti, per carità, ma niente di più, niente a che vedere con i veri fenomeni della F1: Ayrton Senna e Michael Schumacher. Solo questi due piloti (Senna e Schumi) sono da considerare come fenomeni nel vero senso della parola. Gli altri sono tutti più giù. Quanto a Vettel lui può diventare un fenomeno visto che è un classe ’87, ma di strada ne ha ancora parecchia da fare.

    • Scusa, ma che vuol dire, che ai tempi di Schumacher MAI una volta Barrichello o Massa sono stati più veloci? Dai su…Alonso ha perso un mondiale per colpa della squadra nel 2010, non scordiamocelo. E gli altri anni non ha avuto macchine abbastanza competitive, vedi l’anno scorso o nel 2008. Schumacher con la Ferrari del 96 non ha fatto assolutamente nulla.

      Per il resto anche io penso che Schumacher sia finora inarrivabile…7 mondiali parlano da soli. Ma da qui a dire che Hamilton e Alonso sono soltanto ottimi piloti è riduttivo. Certo sono ineguagliabili a quei due che hai citato tu, ma di certo sono due talenti fuori dal comune…

      • Per me i piloti si distinguono in 5 categorie:
        1)SCARSI come Karthikeyan, tanto per citarne uno attuale;
        2)MEDIOCRI ai livelli di De La Rosa, Irvine, Fisichella;
        3)BUONI come Massa, Coulthard, Barrichello, Trulli, Montoya;
        4)OTTIMI come Prost, Lauda, Mansell, Hakkinen, Hamilton e Alonso.
        5)FENOMENI: finora solo Senna e Schumacher.
        Dire che Hamilton e Alonso sono dei fenomeni mi sembra esagerato, non fosse altro che per il fatto che stanno prendendo da 3 anni bastonate da Vettel che, secondo molti, ha avuto solo la fortuna di guidare una RedBull. Quanto alla stagione attuale tutto si può dire tranne che Vettel abbia avuto finora una macchina più veloce degli altri due, eppure è a soli 3 punti di distacco da Alonso, frutto del piccolo imprevisto con Karthikeyan nel GP di Malesia. Lo ripeto Nando e Gino sono due ottimi piloti, ma chiamarli fenomeni mi sembra irriverente nei confronti di Senna e Schumi.

      • Se ci fai caso la pensiamo più o meno allo stesso modo, non ho detto che sono come Senna o Schumacher…ma nemmeno come il resto del gruppo. “Ottimi piloti” poteva sembrare che li mettessi nella norma..invece per me sono fuori i due migliori piloti ad ora in attività, un gradino sopra tutti

      • Infatti li ho accostati a gente come Prost e Mansell, mica a Wurz e Panis;)
        Sul fatto che siano superiori anche a Vettel avevo dei seri dubbi e questo inizio di stagione mi sta confermando che anche Vettel è un grandissimo pilota. A differenza degli altri due però ha già vinto molto di più (rispetto a Lewis) ed è molto più giovane (rispetto a Nando). Vettel non sarà mai come Senna perchè il suo stile era unico ed eccezionale, ma può ambire ad essere come Schumacher: ossia il più vincente di tutti. Certo ancora gli mancano altri 5 titoli, un sacco di pole e di vittorie, ma ha molto tempo davanti.

      • Maremma Iron, io e te siamo gemelli! La pensiamo praticamente allo stesso modo.
        Per me di fenomeni ce ne sono stati quattro: Fangio, Clark, Senna e Schumacher. Tutti gli altri un pelino (Stewart, Brabham , Prost, Lauda, G. Hill, Ascari) o un pelone (Hakkinen,Piquet, Fittipaldi…Alonso, Hamilton e Vettel) sotto. Gli altri dispersi ancora più sotto.
        Su Vettel potremo durare tutto l’anno a discutere. Per me è un campione, anche se deve dimostrare ancora di quale spessore.

    • io penso che hanno raccolto meno risultati anche perchè il livello dei piloti generale si è alzato un pochino..

  • Vettel non è un fenomeno. Se parte davanti, non è in grado di macinare secondi e seminare gli avversari, al limite riesce a scappare un pò davanti ma niente di stratosferico. Se ha una macchina inguidabile va nel pallone, non riesce a spremerla mettendoci un pezza con il talento, di cui è moderatamente dotato. Se parte dietro non fa un sorpasso cazzuto, vero da bi-campione del mondo. Non ha gli attributi di uno Shumacher o di un Alonso, o anche di un Kimi dei tempi d’oro o di un Lewis. Webber invece ha esperienza e riesce a ottenere ottimi risultati un po’ con tutti i mezzi. Lo vedo più calcolatore, intelligente e cazzuto quando serve.

    I veri fenomeni oggi si chiamano Lewis Hamilton e Fernando Alonso. Tirano fuori il massimo dalla macchina, talento puro, genio e sregolatezza (quanto basta)…insomma : dopo l’era Schumacher ci sono solo loro.

    Vettel non farebbe meglio di Alonso con la rossa di quest’anno. Nemmeno per sogno!

  • Se vettel é un fenomeno lo é anche webber visto che hanno gli stessi punti…, anzi Mark é ancora più fenomeno visto che il team e la macchina sono tutti per se bastian , credo che la verità sia che sono 2 ottimi piloti ma nessuno dei 2 é a livello di alonso o! hamilton.

  • Vettel quest’anno non ha un missile eppure è secondo nel mondiale, io penso che sia un fenomeno come gli altri 2

  • possono dire quello che vogliono solo la pista sabato e domenica dirà se la fia gli ha fatto un grande regalo nei 3 gp col “buco”!

  • Webber ha cacciato la testa dal sacchetto nero che Helmut Marko gli aveva ficcato quando decisero lui e mister Horner che il prediletto doveva essere mister Perfettel!

    ORA PARLA..si arrabbia..forse dimentica..si forse dimentica tutte le volte che lui era dietro, tutte le volte che arrancava nella mischia un punticino o forse due..
    Marko come un politico dice: non mi crederete ma stavamo già pensando ad un cambiamento del fondo senza nessun tipo di buchi.. che ridicoli che siete..
    inutile commentare Vettel ormai è uno che se non corre con il missile il risultato non lo fa..

    imparate ad essere più umili!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!