Un Hamilton tutto cuore e grinta rimonta e vince a Montreal

10 giugno 2012 22:31 Scritto da: Andrea Facchinetti

Uno straordinario Lewis Hamilton vince, per la terza volta su cinque in carriera, il GP del Canada. La vittoria Hamilton se l’è dovuta sudare anche più del dovuto: l’azzardo di Alonso e Vettel di provare ad arrivare al traguardo senza effettuare una seconda sosta, quando l’anglocaraibico l’aveva già fatta, ha complicato non poco la corsa di Hamilton.

Lewis non si è dato per vinto, rimontando fino al successo finale. Molto male invece il compagno di squadra Jenson Button, mai realmente in gara, che ha concluso addirittura al 16° posto,  staccato di un giro dal vincitore.

La partenza è buona per Hamilton che scattava dal lato sporco, ma Lewis accusa subito 1.5 secondi di distacco da Vettel, non riuscendo così a rientrare nella zona DRS nelle prime fasi di gara. Il duello con il leader Vettel si gioca a colpi di decimi persi e rifilati, arrivando così al primo pit stop avendo percorso un giro in più del tedesco con le super soft. Hamilton passa alle coperture più morbide, ma al pit un’indecisione gli fa perdere un paio di decimi che non risultano decisivi nel confronto con la Red Bull numero 1 e questo gli consente di balzare davanti al ritorno in pista. Perde però nel confronto con la Ferrari di Alonso, che si porta al comando. Hamilton però non ci sta, e, come nel 2010, sfrutta le coperture già in temperatura per passare il ferrarista all’esterno prima della chicane finale.

Da qui in avanti, il ritmo che Hamilton impone alla gara è forsennato: in una decina di giri segna giri record in successione, arrivando ad avere un vantaggio di 4.1 secondi su Alonso. Si avvicina la finestra del pit e Hamilton chiede al box se sono sicuri che anche gli altri si fermeranno come lui, un pò come presentimento che gli altri non lo faranno: dal box la risposta è positiva e invitano Lewis a spingere al massimo. Cosa che Lewis fa, nonostante dei doppiaggi lenti riavvicinano Alonso al pilota della McLaren.

Il pit stop per l’anglocaraibico arriva al giro 49, non senza l’ennesima imprecisione degli uomini McLaren e, al ritorno in pista, accusa 14.4 secondi di ritardo da Alonso, che sarebbero sufficienti per rimanere in testa dopo l’attesa sosta degli avversari. Alonso, così come Vettel, tenta di arrivare fino al traguardo e Hamilton è costretto a rimontare. Il muretto sprona Lewis, come se ce ne fosse bisogno, a sfruttare al meglio le coperture più fresche rispetto agli avversari.

Hamilton diventa una furia: in 11 giri si fa sotto a Vettel e ad Alonso, recuperando 1 secondo al giro ai due Campioni del Mondo, i quali tentano di gestire le gomme per quel che possono. Quando ormai la rimonta del Campione del Mondo 2008 è completata, sia Vettel che Alonso non oppongono troppa resistenza alla McLaren di Hamilton, che può sfruttare anche il DRS. Hamilton vola così verso la vittoria.  La cigliegina sulla torta per la McLaren arriva con il crollo delle prestazioni di Alonso che, perdendo il podio, consente ad Hamilton di ritrovarsi in cima alla classifica del campionato.

Innanzitutto mi congratulo con la squadra, oggi non abbiamo mai mollato”,  ha ammesso un felice Hamilton. “Durante la gara ho pensato a tutti gli attestati di stima che ho ricevuto dai miei fans, che mi hanno lasciato molti messaggi d’incoraggiamento. E’ fantastico vincere qui dove ho vinto la mia prima gara 5 anni fa ed è bello sentirsi felici come allora con una gara molto bella, una delle mie migliori nell’ultimo periodo”. Hamilton si è poi soffermato sulla decisione di effettuare due soste, difendendo la scelta della squadra: “Non potevamo fare altrimenti, anche io credevo che si sarebbero fermati sia Alonso che Vettel”.

Totalmente diversa la gara di Jenson Button, il quale sta decisamente affrontando il peggior periodo dal suo approdo in McLaren. La strategia di partire con le soft non paga, si ferma molto presto e da lì dal 9° posto precipita in 15° posizione. A complicare ulteriormente la sua posizione di classifica sono gli altri due pit stop, che relegano Button ad un misero 16° posto, subendo anche il doppiaggio dal compagno Hamilton.

18 Commenti

  • hamilton ormai ce sta distruggendo button può essere con alonso il favorito per il titolo

  • Ottima vittoria di Hamilton. Quando ce vò ce vò! Vittoria meritata anche se l’errore mascroscopico fatto da Alonso e Vettel hanno semplificato tutto. Era impossibile vincere con una sola sosta fatta al 18mo – 20mo di 70 giri. Però senza se e senza ma onore al vincitore.

  • Questa volta sono stati bravissimi anche al muretto…

  • Ma cosa succede a button????

  • Su Lewis non ho più parole…in compenso che gnocca la tipa di Hamilton :D!!

  • scusatemi perchè magari mi è sfuggito qualcosa che ero concentrato su hamilton,ma qualcuno sa perchè button si è fermato così presto?
    voglio dire,sacrifichi tutta la qualifica per poter partire con la mescola più dura e gestire la corsa rispetto agli altri e poi sei il primo a fermarti.

    non ha senso.

    tornando a jenson,chissà cosa gli è preso.
    io ho sempre ritenuto hamilton nettamente supeiore,anche l’anno scorso che fu l’anno orribile di lewis,però non esiste tutta questa differenza tra due piloti nella formula 1 odierna(a meno che non si parli di bidoni tipo chandok etc.),è impensabile una tale differenza sia nel giro secco che in gara.
    uno non diventa pippa così all’improvviso,non è mai stato un Fuoriclasse ma un ottimo pilota eccome se lo è.

    peccato perchè sono tutti punti che volano via nel campionato costruttori,io spero che jenson torni al più presto sia per lui che individualmente non tifo ma stimo,sia per la mclaren sia per rubacchiare qualche punto ad alonso e vettel.

  • bè senza l’errore dei contendenti al titolo nn so come sarebbe finita xò coi se e i ma oramai nn si fa niente quindi tanto di cappello ad hamilton e alla squadra che ha azzeccato ‘unica a parer mio strategia possibile x vincere serenamente qsto gp !!! in salita la mcl e oggi scendono purtroppo ferrari! e chi se ne frega rbr lattine scadenti bhuahahhaahhahaahha..

  • questo è un circuito fatto su misura per lui,lo si è visto dal 2007,quando senza conoscere il circuito si mise a fare il fenomeno tra staccatone e peli ai muretti.

    e anche quando si è ritirato,è stato per vaccate ma la velocità e la competitività c’erano sempre come l’anno scorso dove con sotto l’acqua se vi ricordate spense il cervello e combinò una caterva di vaccate ma andava il doppio.

    oggi è stato grandioso,ma è tutto l’anno che sta andando alla grande tranne che per la gara un po’ anonima a melbourne,purtroppo troppi errori della mclaren l’hanno privato di un bel po’ di punti.

    come dice davide anche per me la vittoria di oggi ricorda quella di hockenheim 2008,dove una strategia diversa dagli altri sembrò fargli perdere la gara invece poi si conquistò la vittoria di forza.

    la maturazione va avanti,io pensavo che già nel 2010 ci fosse ma poi è arrivato un 2011 complicato,non so cosa gli sia successo.
    quest’anno è tornato,speriamo che continui su questa strada;oggi era da vincere e così è stato,in altri circuiti c’era da soffrire e ha sofferto tenendo duro.

    sono davvero contento,sembrava una maledizione questa vittoria che non arrivava ora però c’è da lavorare a woking,e parecchio.
    alonso e la ferrari mi fanno paura e anche vettel con una redbull che speravo potesse avere più problemi qui a montreal invece come performance è stata ottima.

    e poi ci vuole il ritorno di button,che possa portare punti alla squadra e dare una mano a hamilton.

  • Oggi lewis ha fatto un vero miracolo. aiutato anche un po dalla fortuna e dalle circostanze se vogliamo..ma se è riuscito a vincere con questa macchina mediocre, mangiagomme e dal posteriore ballerino, vuol dire che è stato veramente un mostro. VOTO 10. MAGICO

    • Su Luis concordo, ma la macchina non e mediocre. Sei andato un po troppo pesante.
      E vero che magari non e la piu veloce, ma c’e.
      C’e anche chi sa portarla e chi invece non ci riesce. Si e sparlato a lungo dello stile dolce e rispettoso con le gomme di Jenson, ma la mia impressione e che per portarle in temperatura giusta ci vogliono un po di calci in c… E Jenson e meno bravo a trattarle in questo modo.

  • il Team via radio che diceva a Lewis di stare calmo xD

  • complimenti luiginooooooooo garone d afenomeno quale sei !!!

  • Quei giri dopo la seconda sosta, da infarto!

  • GRANDE LEWIS….GRAZIE PER LE IMMENSE EMOZIONI CHE MI DAI !

  • hamilton…una gara da fenomeno !!!

    • bè senza l’errore dei contendenti al titolo nn so come sarebbe finita xò coi se e i ma oramai nn si fa niente quindi tanto di cappello ad hamilton e alla squadra che ha azzeccato ‘unica a parer mio strategia possibile x vincere serenamente qsto gp !!! in salita la mcl e oggi scendono purtroppo ferrari e chi se ne frega rb bhuahahhaahhahaahha..

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!