Ferrari, “fermati” un attimo…

12 giugno 2012 16:11 Scritto da: Antonino Rendina

Trovatosi sulle tele, senza poter scaricare potenza a terra, quando Sebastian Vettel l’ha sverniciato e ringraziato, cosa avrà pensato Fernando Alonso?

Probabilmente a quel 50 e 50 di scelta, al bivio ingannevole nel quale si è persa la Ferrari intorno al cinquantesimo giro.

Un errore certo, quello del muretto e del pilota, che proprio Nando ha sintetizzato così: “Eravamo indecisi sulla tattica, la nostra paura era che entrando avremmo dato via libera per la vittoria a Vettel. Abbiamo sbagliato perchè poi le gomme hanno ceduto di schianto, ma abbiamo provato a vincere”.

La Ferrari ha osato, ha rischiato, ha provato a portarsela a casa. Troppa la voglia di stupire, di confermarsi – anzi affermarsi – in testa, deleteria la smania di voler primeggiare per impostare la rotta di un mondiale ingovernabile, caotico, aleatorio.

La formichina Alonso si è trasformata in poche gare in un predatore affamato; da catenacciari a iper offensivi, gli uomini in rosso rischiano di fare il più classico passo più lungo della gamba.

La Ferrari F2012 è migliorata a dismisura, oltre le più rosee aspetattive. Ali, fondo, scarichi: sviluppi talmente incisivi e azzeccati da trasformare una monoposto sofferente in un carrarmato da gara. Tosta, veloce, consistente.

Ma soffrendo e ricorrendo la Rossa aveva imparato a massimizzare il potenziale, a capitalizzare ogni occasione che la dea bandata presentava. La Ferrari, intesa come squadra, nelle prime gare sei gare è stata perfetta.

In questo campionato così livellato e incerto servono costanza di rendimento, equilibrio, calcoli. Questi ultimi magari faranno storcere un po’ il naso ai tifosi più spregiudicati ma sono oro colato.

Nel 1999 Alzamora vinse  il Mondiale di motociclismo 125 senza trionfare mezza volta. Alonso con la sua intelligenza tattica, la sua bravura in gara, la sua maturità, è il pilota ideale per questo “torneo da ragionieri”.

Guai a farsi prendere la mano, guai a sognare di dominare rischiando più del dovuto. Domenica la Ferrari ha fatto bene perchè ogni tanto è giusto provarci. Ma ora deve guardarsi indietro, deve ricordare dove era in Australia per non sprecare l’immenso lavoro fatto.

Il Cavallino deve rispettare le origini umili di una monoposto che potrebbe anche presentarsi come la migliore del lotto a Valencia (attesi altri sviluppi). Bisogna però, in ogni caso, restare con i piedi per terra, giocandosi questo mondiale come una “provinciale”.

I tempi per le scommesse e le tattiche estrose dei tempi di Schumi, che la gara poteva vincerla anche su tre ruote, sono belli che finiti. Cara Maranello, non dimenticare che, almeno in questa stagione un po’ così, due terzi posti consecutivi contano più di un assolo strabiliante.

97 Commenti

  • la ferrari porterà a valencia solo delle prese d’aria??? chi ne sa di +???

      • Si chiamano prese d’aria ma poi sono dei veri elementi aerodinamici ecco le foto:

        Quella vecchia usata in gara da Alonso

        img3 . auto-motor-und-sport . de /Ferrari-Bremse-Formel-1-GP-Kanada-2012-8-Juni-2012-19-fotoshowImageNew-f04656b5-603043 .jpg

        Quella nuova provata da Massa

        img2 . auto-motor-und-sport. de /Ferrari-Bremse-Formel-1-GP-Kanada-2012-8-Juni-2012-19-fotoshowImageNew-a4967ab6-603042 . jpg

      • rossoferrari

        Ma se eliminano la presa d’aria come faranno a raffreddare i freni?

      • zio nn riesco a vederle nn so xkè???

      • zio ora mi hai messo una curiosità bestiale ma nn riesco a vedere nulla mi dice sempre la ricerca nn ha prodotto nessun risultato!!!! aiuuuutooooooo bhuahhaahahhaahahhaha…. voglio vederle ste prese ZIIIIIIIIIOOOOOOOOOO

      • Scusate il ritardo, rispondo a tutti…
        Prima di tutto per vedere le foto bisogna togliere gli spazi fra i puntini.

        In realta’ le prese d’aria Ferrari non sono una vera novita’ anche la Williams corre gia’ da parecchio tempo con una soluzione simile. La Fessura e fra il cestello e la paratia aerodinamica.
        Questa soluzione dovrebbe far guadagnare qualcosa nei rettilinei.

      • niente da fare zio ho tolto anche i puntini ho provato in tutti i modi ma niente… se puoi darmi solo qllo che devo cliccare sarebbe meglio così faccio solo copia e incolla di qllo che metti tu! forse riuscirò a vederle .-. grazie -.-“

      • Devi togliere gli SPAZI fra i puntini, ce ne sono 4 o 5 sparsi nel link, vengono postati così sennò vanno in moderazione.

    • a valencia ci saranno altre novità la presa dei freni anteriori faceva parte del pacchetto per montreal

      • rosso dici che già sono state usate in gara da entrambi i piloti in canada????

      • a me risulta che anche alonso abbia usato queste prese dischi, ma devo verificare meglio, comunque a valencia arriveranno altre soluzioni inedite, di cosa si tratta credo lo sapremo solo nel week end di gara

      • GRANDE ROSSO!!!! SPERIAMO BENE ALLORA … Xò INFORMATI SE SONO STATE GIà USATE LE PRESE D’ARIA DEI FRENI CHE CITAVA PRIMA ZIO TURE ..

      • Confermo riguardando le foto al alta risoluzione anche Alonso ha portato in gara le nuove prese dei freni anche se dovevano essere solo provate. Quindi penso che abbiamo un ottimo riscontro.

  • Ferrari, “fermati” un attimo…
    Perche’ ?
    Il secondo di distacco in gara e il secondo e mezzo in qualifica sono gia’ un lontano ricordo. Mi chiedo cosa dove arriveremo a fine campionato ah ah
    Ferrari non fermarti e continua cosi’….

  • Ad oggi la macchina piu’ “costante” e’ stata la Mclaren. Ed il fatto che abbiano solo due punti di vantaggio su Alonso e’ dovuto solo ad errori ed orrori degli uomini ai box con Pitstop disastrosi e cambi sostituiti. Hamilton ci ha messo una pezza con un rendimento costante e di alto livello in ogni gara.
    Certo anche a livello di prestazioni hanno avuto alti e bassi come tutti, ma in qualifica sono stati costantemente in prima o seconda fila ed il ritmo gara e’ stato complessivamente sempre all’altezza. Ora Ferrari e RedBull hanno fatto passi avanti piu’ significativi rispetto a loro, ma sostanzialmente ritengo le tre macchine allo stesso livello. Ogni gara poi fa storia a se, potremmo tirare fuori mille discorsi, ma il fatto che sono tutti e tre (i tre piu’ forti) nell’arco di tre punti rende questo campionato quantomeno interessante ed incerto.
    Sara’ una battaglia di nervi fino alla fine.

    • Ma non so, io dico che sono partiti con una vettura perfetta, ma le prestazioni di Button nelle ultime gare dicono altro.
      Se Massa è un ottimo riferimento per capire quale sia il reale valore della f2012 anche Button è il riferimento della Mclaren. Hamilton è sempre andato fortissimo in Canada e la scarsa conoscenza della Ferrari + la strategia sbagliata hanno secondo me falsato le prestazioni generali. Secondo me attualmente la Ferrari ha seppur di poco qualcosa in piu’, la MClaren rimane molto veloce in qualifica grazie ad una innovazione che hanno nelle prese dei freni.
      Comunque dobbiamo andare in altre piste ricordo che Hamilton vinse anche l’anno scorso in Canada con una Redbull che ha dominato o quasi per tutto il 2011.

      • Condivido tutto il tuo post tranne la parte finale. A Montreal nel 2011 vinse Button, grazie all’errore di Vettel all’ultimo giro. Lewis uscì nelle fasi iniziali messo K.O. proprio da Button, che, tra l’altro, fece fuori anche Alonso in quella stessa gara.

      • L’affinità con Massa penso sia quanto mai appropriata, visto che sia Button che Massa, prediligono una vettura ben equilibrata ed attaccata al suolo, mentre Hamilton ed Alonso riescono a tirare fuori il meglio anche quando la macchina non ha queste caratteristiche; quindi sono un ottimo barometro.

  • adesso,la ciliegina sulla torta è la pole di alonso..io penso che la ferrari abbia bisogno di questo..anche per confermare il gigantesco lavoro svolto fino ad ora!

    • Anche senza novità importanti la Ferrari dovrebbe andare meglio gia’ dalla prossima gara. Alla prima uscita di: nuovi scarichi, nuovo alettone posteriore e anteriore il risultato delle prestazioni è piu’ che positivo. Basterà sfruttare meglio la macchina rivoluzionata che conosciamo ancora poco per limare altri 2/3 decimi. Inoltre in Canada Massa ha provato delle nuove prese dei freni che dovrebbero essere introdotte gia’ dalla prossima gara.

  • e intanto whitmarsh avverte : le prossime gare per la mclaren potrebbero anche essere un disastro…bene…sicuramente ci saranno tanti pezzi nuovi…

    • Caribbean Black

      ?????????? cosaaaaaaaaaaaa????????? dove lo hai letto????

    • mi dispiace,ma io non credo a una crisi mclaren,specialmente stando ai fatti..

    • secondo me lo sviluppo della mclaren si basa fondamentalmente su Jenson.lui e un pilota più maturo di hamilton e ha un stile di guida meno aggressivo e secondo me ha più capacita di lewis di sviluppare la monoposto.se lui viene a mancare il team nn sa dove migliorare la monoposto.la mercedes in questi tre anni e stata migliorata anche grazie al merito di schumy,che e un pilota in grado di dare ottime indicazioni al team.quindi io spero che jenson esca dalla crisi e se lui ne uscirà sono certo che anche la mclaren ne verrà fuori! :)

      • che hamilton non sappia sviluppare la vettura,è una leggenda metropolitana..come i coccodrilli nelle fogne di new york..oppure no?

    • Ho letto l’articolo, ma credo che abbiano volutamente ingigantito le dichiarazioni per esigienze giornalistiche, se si legge l’intero articolo si comprende chiaramente che Whitmarsh ha solo voluto mettere l’accento su alcuni parametri che rendono l’attuale F1 incomprensibile, un modo come un altro per dire che nella prossima gara tutto può accadere.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!