Whitmarsh con Button: “È un grande pilota”

12 giugno 2012 13:01 Scritto da: Valeria Mezzanotte

Per un Campione del Mondo in un top team, due punti in quattro gare sono un bottino davvero troppo magro per non destare stupore. Se poi il suo compagno di squadra conquista una vittoria magistrale che lo trasforma in leader iridato, è chiaro che la pressione non può che aumentare. È questa la situazione di Jenson Button dopo il GP del Canada, che l’ha visto scampare l’eliminazione dal Q3 per un soffio – lo stesso soffio che ha spinto Maldonado contro il muro dei Campioni – e chiudere in sedicesima posizione dopo una gara faticosa. Un piazzamento che lo fa scivolare all’ottavo posto della Classifica, con praticamente metà dei punti ottenuti da Lewis Hamilton. Ma come successo in casa Ferrari con Massa, a Woking sono pronti a proteggere il proprio pilota in un momento no, dimostrandogli l’appoggio del team e addossandosi anche qualche colpa.

I problemi che Button lamenta maggiormente sono mancanza di grip e un sofferto rapporto con le gomme, che sembrano non voler mai entrare in temperatura ma al tempo stesso si sciolgono con una rapidità notevole rispetto a quelle montate dagli avversari. Nelle dichiarazioni post-gara aveva affermato che, per quanto non siano ancora riusciti a trovare una spiegazione, non ritiene che questa sia insita nel modo in cui tratta gli pneumatici e Martin Withmarsh, intervistato da AUTOSPORT, gli dà manforte: “Jenson non guida in maniera aggressiva, e se le sue gomme si degradano tanto significa che non abbiamo impostato il giusto set-up”.

“È una situazione frustrante e deludente, ma non è un problema a lungo termine. Si getta quindi acqua sul fuoco, minimizzando il calvario di Button a Montréal che, secondo il Team Principal McLaren, è giustificato in gran parte allo stop forzato di venerdì. Sulla vettura numero 3 era presente infatti una nuova configurazione della sospensione posteriore proprio con lo scopo di migliorare la gestione delle PZero, ma il tentativo è stato di fatto vanificato dai problemi al cambio che hanno tenuto l’inglese fermo ai box per buona parte delle prove libere: con meno di trenta giri all’attivo e nessun long run, non è stato possibile effettuare un buon set-up. “Jenson è un grande pilota e in questo weekend non l’abbiamo aiutato a dovere. Non abbiamo potuto studiare la nuova sospensione ed è stata colpa nostra, dato che non gli abbiamo dato una macchina competitiva”.

“Sappiamo quanto sia intelligente e determinato. Quindi terrà la testa alta, e potrebbe diventare il primo pilota ad ottenere una seconda vittoria quest’anno. Insomma, guai a considerarlo già KO. Dopotutto, come piace dire spesso allo stesso Jenson, non è finita finché non è finita.

28 Commenti

  • BUTTON = MASSA

    sta facendo la sua stessa fine…bravo davvero..
    buon per noi così non rosichi punti alla classifica costruttori, Jenson continua così!

  • Massa ha avuto una carriera in crescendo (compatibilmente con le possibilità della macchina), fino al 2009. Poi dopo l’incidente e soprattutto dopo l’ordine di scuderia di Hockenheim, è stato veramente deludente.
    Button ha passato gran parte della carriera a metà schieramento, ma quando nel 2009 si è trovato la macchina vincente per le mani è stato perfetto, perchè è vero che la Brawn era molto forte, ma quell’anno anche la RedBull andava già, e non ricordo un singolo errore di Button durante tutta la stagione. Vinse nettamente, altro che Barrichello che manca poco lo beffava. In McLaren poi ha dimostrato di avere gran classe, intelligenza strategica, ottima velocità, anche al cospetto di un compagno di squadra molto bravo.
    La crisi di Massa mi sembra più irreversibile di quella di Button, fosse solo perchè dura da due stagioni e mezzo, anche se il rendimento dell’inglese nelle ultime gare è semplicemente sconcertante.

  • La differenza fra Button e Massa sta nella personalità soprattutto…
    Button non soffre Hamilton, Massa soffre tremendamente Alonso…

  • Caribbean Black

    Caro massaITB, il tuo ragionamento è alquanto semplicistico, troppo logico senza prendere in considerazione tutti i fattori che si dovrebbero prendere in considerazione, ed è secondo me totalmente errato…

    Button in passato ha dimostrato di saper guidare anche lui sui problemi della macchina, non è hamilton, ma di certo non è massa.

    Piu di una volta negli ultimi 2 anni e mezzo Button ha sovrastato le noie che ha inconrtato nei vari week end mettendo a posto la macchina e facendo gare dignitose, massa invece MAI MAI MAI MAI e poi MAI…

    questo è un trend negativo per jenson, è vero, però in parte è giustificato dall’inettitudine del team in questo week end, per non aver dato una vettura decente e che non si rompesse, nell’intero week end….come scritto sopra.

    Vediamo a valencia cosa succede e poi ne riparliamo.

    Ricordo inoltre che jenson son 4 gare che rende male…..MASSA sono 4 stagioni INTEREEEEEEE!!!!!!

    ……..ergo……..

    Jenson è ancora nettamente piu forte di massa….

    :D:D:D:D:D

    • MassaisTheBest

      4 stagioni intere?
      Nel 2009 aveva più del doppio dei punti i Raikkonen fino all’incidente. Se non rendeva bene quel momento…
      Nel 2010 fino all’ordine di scuderia che l’ha distrutto moralmente teneva testa ad Alonso ed era vicino in classifica, tanto che alla terza gara era in testa al mondiale, e non i si è mai per caso… Nel finale 2010 nel 2011 e ad inizio 2012 ha avuto un rendimento globalmente pessimo e sono d’accordo…ma le 4 stagioni che dici tu non le vedo proprio…poi, quali sono i fattori che dovrei prendere in considerazione oltre al fatto che button non riesce a guidare come vorrebbe ( stessa cosa che succedeva a massa fino a poche gare fa)?
      Infine ti saluto :)

      • Caribbean Black

        aaaaahahahahhahahahahahahhaha (è una risata di gusto)

        iihihihihihihihihihihihiihihihih (è un nitrito)

        :D:D:D:D:D

        dai sul 2009 è iniziata la crisi di massa, gia da prima dell’incidente, tralasciando la macchina.
        Certo che aveva piu punti di kimi, se a kimi gli si rompeva sempre la macchina.

        il 2010 è stato impietoso, tu mi dici che alle prime battute era la pari di alonso, ma dimentichi che nando è un sentimentale, ci mette tempo ad ambientarsi, ed i suoi pochi punti rispetto a massa all’inizio del campionato, sono il frutto del ritiro in malesia ed errori su errori. Massa di errori ne fece ben pochi ed era cmq dietro a nando che poi lo ha MASSAcrato.

        il 2011 no comment, perchè si comment da solo….

        questo 2012 è gia arrivato alla 7a gara, e di lui neanche l’ombra…..

      • Ok l’incidente lo ha condizionato, ma non è che nel periodo antecedente al 2009 avesse ottenuto i risultati di Senna. Battutto e strabattuto da chiunque gli si sia seduto accanto, solo in sporadiche occasioni è riuscito a stare davanti al compagno di team in tutta la sua carriera. Massa prima del 2009 era un pilota discreto (sui livelli del miglior Webber), ma non è che con l’incidente di Budapest si sia interrotta chissà quale gloriosa carriera eh…

      • Ma che c’entra che Nando è un sentimentale? “Oh, lo so che vado più piano del mio compagno di squadra, ma globalmente sono più forte, perchè c’è da considerare che io sono un sentimentale”. Dai ragazzi, facciamo discorsi sensati :-)

      • MassaisTheBest

        A Raikkonen non si rompeva sempre la macchina nel 2009, anzi si rompeva di più a Massa…
        Australia: rottura sterzo per felipe, problema ai box per Raikkonen, ma comunque massa era davanti prima del ritiro e del problema
        Malesia: entrambi al traguardo con massa nono e Raikkonen quattordicesimo
        Cina: massa si ritira quando era TERZO mentre Raikkonen con una macchina senza problemi arriva decimo navigando sempre a metà classifica..e a rotture siamo 2 a 0 per felipe
        Bahrein: Raikkonen arriva sesto massa solo quattordicesimo per un contatto nella parte iniziale della gara proprio fò Raikkonen
        Spagna: massa arriva sesto ma occupa per gran parte Della gara il 4′ posto, dolo che nel finale deve risparmiare benzina e perde due posizioni, Raikkonen si ritira al sedicesimo giro ma fino a quel punto era comunque dietro a massa..possiamo dire di essere a 2 rotture a 1
        Monaco: Raikkonen arriva terzo e massa quarto con il giro veloce in gara di felipe che ha perso tempo dietro a vettel nella parte iniziale di gara
        Turchia: nessun problema per le due vetture, massa sesto e Raikkonen nono
        Inghilterra: nessun problema ancora e massa arriva quarto con Raikkonen solo ottavo
        Germania: massa arriva terzo, raikkonen si ritira al 34′ giro rotture 2-2
        Beh direi che Raikkonen non rompeva sempre la macchina…non credi? :)

    • concordo con Caribbean…massa mi sembra un bambino che non riesce a far funzionare il giocattolo che ha fra le mani…
      ma non è un bambino…ed è ora che si faccia da parte

    • nn vorrei dire ma massa ha quasi vinto un mondiale equilibratissimo come prestazioni di macchine contro rivali quali hamilton e raikkonen, non certo pivelli… mentre janson lo ha vinto con una macchina irregolare nettamente superiore alle altre contro il solo barrichello che non solo non è un campione ma quasi lo beffava… quindi ci andrei piano col “nettamente più forte di massa” anche se sono il primo a dire che felipe non è più lo stesso pilota di prima..

      • Caribbean Black

        equilibratissimo??????

        O_O cosa?????

        Scusa il “tono” ma forse dimentichi che la rossa 2008 è stata dominatrice in prestazioni per 15 gran premi su 18…

        La mclaren ha dominato in prestazioni, in condizioni normali di pista, solo a melbourne, hockenheim e Shangai…..in tutte le altre è stato buio pesto contro lo strapotere ferrari, che ha perso il confronto in alcune gare gia vinte sulla carta solo per un’infinità di errori dei piloti, del box, e grazie alla pioggia caduta a silverstone e monaco….altrimenti quel mondiale era una questione a 2….tra massa e raikkonen.

        Dai ragà, non scherziamo per favore.

      • Quoto Caribbean.

      • Caribbean Black

        Grazie amico “GILIato”

      • Di nulla, è che la penso esattamente come te!

        In mano a qualcun’altro, quella monoposto, avrebbe chiuso il mondiale con diverse gare d’anticipo.

        E’ vero che Felipe ebbe diversi inconvenienti sfortunati come il motore ungherese e il bocchettone a Singapore, ma senza le sue cappellate in Malesia e in Inghilterra avrebbe vinto il mondiale con un bel margine su Hamilton, perciò onore a lui e alla McLaren che ci hanno creduto fino in fondo ed hanno vinto meritatamente.

        Aspetto con ansia le repliche dei fanatici del complotto di Glock e della Toyota.

      • MassaisTheBest

        Joni, dimentichi la rottura del motore in australia e il problema al pit in canada!

      • Se è per questo ho dimenticato anche i regali di Francia e Belgio.

        Fortune e sfortune si equivalgono per tutti e non sono controllabili mentre le prestazioni scadenti si…

        Non ci si può girare 5 (!) volte sotto il diluvio inglese mentre il team-mate e il principale avversario in classifica lottano per la vittoria!

      • Dimenticavo l’ordine di scuderia in Cina!

        In quel caso andava bene, mentre ad Hockenheim 2010 era un’ingiustizia?

      • MassaisTheBest

        In quel caso andava bene Perchè Raikkonen era fuori matematicamente dalla lotta mondiale e in ballo c’era un secondo posto, nel 2010 invece eravamo a meta’ mondiale con felipe ancora in corsa, e in ballo c’era una vittoria.

  • MassaisTheBest

    Vedete…button è la prova certa che se non sei a posto con la macchina non vai. E lui quando non è a posto prende due secondi da Hamilton, Massa quando no era a posto prendeva 5 decimi da Alonso…ergo button non è più forte di Massa.

    • …”I Believe i can fly…i believe i can touch the sky…”….

    • certamente hai ragione! massa e più forte!! 😉 ma jenson a differenza sua quando la monoposto va nn sta a fare i testacoda e derapare davanti il muro dei campioni! 😀 Jenson vince! prima era in senso retorico…massa spera di essere come Jenson nn gli si avvicina nemmeno! :)

      • MassaisTheBest

        behquesto che dici è assolutamente vero di fatti bisogna criticare di brutto Felipe per quel testacoda idiota…comunque tralasciando l’ultima frase che puo’ essere interpretata in vari modi, il mio ragionamento è assolutamente sensato

    • Sta nella capacità del pilota trovare il giusto setup con la vettura ed esprimerne il massimo potenziale..
      Nelle ultime gare Jenson non ci è riuscito..ed è stato molto sfortunato qua in canada nelle libere..
      ma per Massa non è una questione di messa appunto..
      purtroppo Felipe non è più il pilota di qualche anno fa..
      quel Massa seppur inferiore ad Alonso in alcune piste congeniali stava davanti anche a Fernando..

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!