Lewis e Jenson, le due facce della medaglia McLaren

18 giugno 2012 14:27 Scritto da: Diego Mandolfo

Hamilton è in testa alla classifica piloti, Button in crisi nera, all’ottavo posto del ranking e in cerca di prestazioni “decenti”. Sono le due facce della scuderia McLaren. Lewis è uno dei magnifici sette, uno dei sette diversi vincitori dei primi sette Gran Premi della stagione. Zitto zitto si è unito così al club dei numeri uno di stagione e balza subito in testa alla Classifica Piloti.

Con i suoi 88 punti stacca di pochissimo gli altri due maggiori pretendenti al titolo iridato: Fernando Alonso (86 punti) e Sebastian Vettel (85 punti). Stare lì in vetta, adesso, espone l’anglo-caraibico a una pressione che, finora, non aveva sentito in questo 2012. A confermarlo è lo stesso pilota della McLaren che ritiene la lotta per la vittoria finale più aperta che mai fra i top team e che nessuno possa più rilassarsi.

E’ sempre piacevole essere in vetta alla Classifica, ma sono solo due punti avanti a Fernando Alonso, che non è niente -ha affermato Hamilton-, soprattutto perchè ci sono dietro alcuni piloti molto forti divisi da un paio di punti… quindi è ancora tutto da vedere. Inoltre, l’intensità del campionato di quest’anno non lascia respiro. Noi possiamo aver vinto in Canada, ma c’è un’enorme pressione per continuare ad accumulare buoni risultati ad ogni grand prix. Credo che la consistenza, piuttosto che un buon risultato individuale, sarà la chiave per vincere questo Campionato del Mondo, quindi abbiamo bisogno di fare bene anche a Valencia.”

Lewis sostiene che, vista l’imprevidibilità delle gare di questa stagione, è molto difficile fare, ad ogni gp, delle previsioni accurate. Per quanto lo riguarda spera di proseguire in questo suo “momento buono” anche per il GP d’Europa, così da arrivare carico per la gara di casa: Silverstone, in programma il prossimo 8 luglio. Mentre questo tipo di pensieri si affollano nella mente di Hamilton, il suo compagno di squadra, Button ha ben altro a cui pensare: come tornare a lottare per le posizioni che contano. La sua Classifica piange: solo 45 punti per l’ex pilota della Brawn GP, quasi la metà dell’anglo-caraibico.

Il GP del Canada è stato uno di quei week end dove le cose non vanno al posto giusto -ha commentato Button-. Avevo necessità di trovare il tempo sul giro al venerdì, così da capire in quale direzione andare con il set-up della macchina, ma purtroppo non è arrivato a causa di alcuni problemi tecnici. Questo ha poi caratterizzato tutto il fine settimana: ci sono mancati quei dati di cui avevamo bisogno per affrontare la gara. Per questo abbiamo sofferto così tanto. C’erano comunque delle lezioni importanti da imparare dai problemi che abbiamo avuto. Una volta tornati dal Canada, staimo facendo tesoro di quanto successo, nel tentativo di avere una direzione più chiara in vista della gara di Valencia. Le ultime gare -ha concluso Jenson- non sono andate come avrei voluto, ma ci sono ancora 13 GP da correre. Abbiamo avuto 7 differenti vincitori nelle prime 7 gare; non è ancora emerso un leader del Campionato, quindi tenterò di ottenere un risultato decente nel prossimo week end al fine di tornare in pista per la mia rincorsa al titolo“.

30 Commenti

  • Occhio ragazzi a parlare di trenta secondi a favore di Lewis…che ci sono state anche gare in cui sia in qualifica che in gara Jenson le ha suonate al caraibico anche sul giro secco…!!! Lewis è nel complesso più veloce, ma in certe piste che magari premiano di più la guida pulita che non l’aggressività sui cordoli Jenson in passato ha detto quasi sempre detto la sua.
    Stiamo parlando di un pilota tra i più bravi che ci sono.

    • Caribbean Black

      Ciao David, dal 2010 ad oggi, Button in una gara svoltasi in condizioni normali, senza rotture da parte dei 2 piloti, Button ha battuto lewis sotto ogni aspetto in una sola occasione….Melbourne 2012….la prima gara di quest’anno.

      In 3 stagioni e mezzo, button non ha mai battuto lewis in gara, a meno che lewis non si eliminasse da solo, avesse problemi tecnici irreparabili (come il cambio bloccato a suzuka 2010), ritiri o condizioni di pista anomale.

      Quando però hamilton gli finisce davanti, salvo rare occasioni, gli da dai 20 ai 30 secondi, sistematicamente, a meno che jenson non sia in stato di grazia come ad istanbul nel 2010 :)

      • Io direi che hai escluso talmente tanti di quei casi (“rare occasioni”, “Jenson in stato di grazia”) che alla fine sono poche proprio quelle occasioni in cui gli ha dato venti/trenta secondi.
        Non ci vedo questo netto divario, almeno non fino a qualche gran premio fa.
        Hamilton è sicuramente più veloce, non ci piove, soprattutto in qualifica. Ma in generale Button ha retto il confronto molto bene.

      • Caribbean Black

        Indubbiamente, però è anche vero che jenson non gli mai dato distacchi abnormi in condizioni normali, mentre il contrario è successo molto piu frequentemente.

        Mi spiace l’argomentazione che da parte mia tende ad elogiare hamilton, mi spiace perchè io stesso sono un grande estimatore di jenson dal 200, ne ho fatto una battaglia personale in questi 12 anni, forse l’ho anche sopravvalutato tantissime volte in questi anni, però cmq lo ritengo un VERO campione del mondo a dispetto di tantissime persone, per cui non credere che io non veda in jenson un grande pilota, forse piu grande di quel che tu pensi :)
        è solo che il confronto con lewis è impietoso a livello di tecnica di guida….hamilton ha una luce che nessuno ha oggi in f1, ha davvero qualcosa in piu, anche in occasioni avverse.

      • Pieno rispetto per le tue opinioni.
        Anche perchè, a parti rovesciate, anche io non vorrei passare per un detrattore di Hamilton, che ritengo un vero e proprio asso…

      • Caribbean Black

        Assolutamente non ti devi preoccupare di questo con me, perchè li leggo i tuopi interventi e si denota istantaneamente che non sei un detrattore di lewis 😉

  • …secondo me Button è un buon pilota,i PIPPONI sono altri!!! in alcune gare x me strepitoso!non ha la velocità di Lewis,ma lo trovo particolarmente capace nel leggere la gara in momenti cruciali per lui!impressionante x me quando viene richiamato ai box x il cambio gomme (l’anno scorso)e lui dice all’ingegnere “Adesso?…ma siete sicuri???”…e infatti aveva ragione Jenson!era il momento sbagliato,gli rovinarono la gara!da apprezzare anche la capacità di trattare bene le gomme!…cosa che a Lewis non riesce benissimo!visto l’aggressività che lo porta al bloccaggio frequentemente…

  • @ caraibico : ahhhhg che paraculo.che sei ahhhh :)))

  • penso che se ci fossero le bridgestone dove una gara diventa 60 giri di qualifica hamilton batte button 9 volte su 10…con le pirelli invece dove un plota spinge all 80 % button se la puo giocare quasi alla pari con hamilton..!!

    • Caribbean Black

      La chiave di lettura perfetta Ronny :) complimenti ronny :) anch se io direi che in 20 gare su 20, con giri da qualifica ad ogni tornata, Hamilton lo straccia con 20-30 secondi a gara.

      Magari in qualifica, se la puo giocare qualche volta, ma in gara, sulla distanza costante, Hamilton lo tiene agevolmente dietro.

      • Non sottovalutate jeason se é in palla certo gli finisce dietro ma non nella misura di 30 sec a gara e cmq queste gomme hanno diverse sfide ad esempio spingere al massimo possibile senza distruggerle il che richiede una sensibilità di guida che in 4/5 al momenti hanno.

      • john io credo che nessun pilota in realta spinga al 100 %…ne in qualifica ne in gara perche è controproducente…ps 30 secondi tra i 2 mi sembrano troppi pure a me..!

      • Caribbean Black

        Stavamo parlando di bridgestone, non di pirelli…con le bridgestone è accaduto spesso nel 2010, per cui non mi sembrano troppi…poi, ho detto 20-30 secondi….non sempre 30 :)

      • SicurAmente pero se il.limite é spingere alla 80 / e i soliti noti riescono a spingere all.85 / senza dustruggere le gomme onore a loro e alla loro tecnica di guida …penso sia questA la sfida delle pirelli… PS nel 2010 c erano le brigstone e non mi pare che button abbia fatto la figura del fesso… certo hamulton l ha battuto ma non stracciato…

  • button è un ottimo pilota che si adatta perfettamente a questa f1….chiaramente non è hamilton e mai lo sara ma è altrettanto evdente che non è il broccaccio che sembra ora…credo che si riprendera…magari gia da valencia…
    ps x massaisthebest….lo scorso anno hamilton si è suonato da solo perche a tutto pensava tranne che alla f1

  • Secondo me Button non è nè un pippone clamoroso, nè la migliore seconda guida. Semplicemente Jenson ha sofferto le modifiche introdotte dalla McLaren a partire dal Gp del Bahrain, non riuscendo finora a trovare il giusto setup della vettura. Prima di quella gara Button aveva dominato a Melbourne ed aveva centrato un secondo posto in Cina, che sarebbe stato primo senza l’erroraccio ai box McLaren. Sono convinto che non appena riuscirà a settare bene la sua vettura, con l’aiuto di tutto il team (e anche di Hamilton), Jenson potrà ricominciare a lottare per le posizioni che gli competono.

    • Come sempre preciso ed equilibrato!
      Aggiungo che Button non è la migliore seconda guida, semplicemente perchè non è una seconda guida. Su certe piste riesce ad essere al livello di Hamilton anche dal punto di vista puramente velocistico, e come visione di gara e gestione della macchina forse è pure più bravo.
      Quest’anno Hamilton lo sta battendo, questo è vero, anche perchè probabilmente è il miglior Hamilton di sempre…ma i problemi di Button direi proprio che sono dovuti a difficoltà nell’interpretare “tecnicamente” la vettura. Non può essersi trasformato tutto d’un tratto in un fermo, cavolo…! Per me Button dopo Hamilton, Alonso e Vettel è il miglior manico in circolazione, insieme a Kimi.

    • Caribbean Black

      Quoto naturalmente come sempre, Compango di Squadra Argentato

    • Bell’intervento Iron, concordo pienamente e non mi sarei potuto esprimere meglio.

  • come al solito si passa da un estremo all’altro.
    l’anno scorso alcuni dicevano che era più forte di hamilton,ora che è scarso.

    suvvia,è ovviamente un momento difficile ma che non cancella quanto di buono fatto negli ultimi 3 anni;è un pilota che ha dei limiti evidenti quando si tratta di sopperire ai difetti della macchina perchè non ha il talento e l’inventiva di un hamilton o di un alonso,ma va aiutato perchè con una macchina equilibrata e performante è il pilota più adatto a questa formula1 e garantisce una costanza di punti come pochi altri.

  • Caribbean Black

    Buongiorno Caraibico a tutti….

    Non scherziamo per favore….Button è la migliore “Seconda Guida” (se proprio proprio vogliamo chiamarla così, perchè seconda gida non è….lmeno nel mio team) attualmente in F1, è il pilota che ha fatto piu punti tra tutte le seconde guide in queste ultime 4 stagioni, da quando i regolamenti hanno previsto nuove regole nella progetttazione delle monoposto a gomme anteriori piu strette ed aerodinamica meno esasperata e piu raffinata…..altro che paracarro o pippone come sostengono alcuni.

  • Button é buon/ottimo pilota che va se la macchina glielo consente come raikonen il vecchio massa e per certi versi vettel che reputo un button in po più veloce in qualifica…insomma tutto tranne che un pippone… certo pero che si deve dare una mossa… la classifica commincia a piangere….

  • Ammazza nessun commento!!! ma dove sono i vostri sostenitori??? 😀 comunque voglio dire io una cosa a button anche se non sono particolarmente interessato a questo argomento: A JENSON LO VUOI CAPIRE O NO CHE LEWIS E 100000000000000000000000000000000000 DI VOLTE PIU FORTE DI TE E CHE GLI PUOI AL MASSIMO ALLACCIARE L’ INFRADITO???

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!