F1 2012 di Codemasters: eccolo in anteprima

19 giugno 2012 18:45 Scritto da: Michele Salvadori

Il successo delle edizioni 2010 e 2011 ha convinto Codemaster Racing a rinnovare l’accordo con la FOM relativo ai diritti in esclusiva per la Formula  1 anche per i prossimi anni.  Per quest’anno si attende solamente un annuncio ufficiale della rinomata casa di videogames per conoscere la data dell’uscita ufficiale del gioco, disponibile su Play Station 3, PC e XBox 360.

L’edizione di quest’anno sarà principalmente un’evoluzione del gioco prodotto nel 2011 che, attraverso miglioramenti mirati sull’intelligenza artificiale e sulle opzioni di guida, proverà a rendere l’esperienza simulativa ancora più realistica.

Rispetto allo scorso anno i produttori hanno scelto di concentrarsi principalmente sulle modalità single-player:  il Campionato Cooperativo, lanciato nell’edizione del 2011 (che consentiva a due giocatori di prender parte al medesimo campionato come compagni di squadra attraverso la rete) è stata completato da pochi utenti, probabilmente perché disputare un intera stagione in cooperazione con un amico attraverso internet comporta dei problemi logistici non indifferenti.

Per questo motivo la modalità Carriera è quella che dovrebbe presentare le novità maggiori: su tutte l’introduzione del Young Driver Test che, così come la realtà, consentirà ai giovani piloti emergenti di familiarizzare con le moderne vetture di F1. Terminato il test, verranno proposti dei contratti all’utente da parte dei diversi Team, che saranno differenti in base ai risultati raggiunti durante lo svolgimento della prova. Un simile approccio è stato dettato anche dall’esigenza di ampliare il bacino di utenza del videogame e di cercare di diventare sempre più coinvolgente, avvicinando quindi giocatori inesperti e incrementando il realismo per i più navigati.

Altre novità riguardano gli aspetti simulativi del gioco. Già nella versione precedente era stata introdotta la Safety Car, particolare non di poco conto che ha accontentato gli utenti che a gran voce chiedevano più realismo durante la corsa. Quest’anno anche i Pit Stop sono stati ulteriormente migliorati, eliminando definitivamente il bug relativo al meccanico con la paletta che non lasciava il via libera al pilota al minimo accenno di traffico in pit lane.

Anche l’intelligenza artificiale in pista dei piloti virtuali ha subito ulteriori modifiche, in modo tale da rendere ancora più realistico il comportamento degli avversari nelle diverse fasi del week end. Inoltre è stata ampliata anche la scelta delle opzioni disponibili on-board: oltre alla possibilità di comunicare in anticipo ai box le gomme da montare sul prossimo pit e la scelta della miscela da utilizzare, è stato inserito anche il ripartitore di frenata, in modo tale da poter modificare l’impatto della frenata nelle singole curve, proprio come accade nella realtà.

Sicuramente l’impegno profuso da Codemaster porterà ad un miglioramento complessivo riguardo la simulazione di guida. Ricordiamo, inoltre, che il gioco conterrà tutti i team, piloti e circuti ufficiali della stagione 2012, con i ritorni dei circuiti del Barhein e di Hockenheim, oltre che il nuovo circuito di Austin, in Texas.  Resta ancora tutta da scoprire l’evoluzione della gestione degli pneumatici in pista, che durante questo inizio di stagione sono stati dei veri protagonisti: vedremo se i programmatori saranno riusciti ad implementare quest’aspetto, diventato croce e delizia degli appassionati.

L’uscita ufficiale del gioco è prevista indicativamente per il mese di settembre, fino a quel momento non ci resta che aspettare, anche perché – come di consueto – non è previsto un rilascio di una demo. Vi terremo aggiornati con ulteriori news, ma nel frattempo vi offriamo il primo video del gameplay: alcuni giri di pista ad Austin.

 

35 Commenti

  • ma poi esce a fine stagione di f1 2012 come sempre del resto……che palle!

  • leggo alcuni commenti che mi fanno ridere per la loro pochezza e per la scarsa competenza di chi commenta! specialmente mi rivolgo a zio ture ; questo gioco non è un simulatore e non vuole esserlo! il simulatore è un altra cosa! inutile che dici che fa schifo perche sono due categorie diverse! qui stiamo parlando di un gioco arcade , il simulatore è un altra cosa ed è impossibile farlo per playstation! il gioco inteso come gioco in sè , è a mio parere perfetto! circuiti perfettamente riprodotti cosi come perfettamente riprodotta anche la simulazione delle gomme che si deteriorano come nella realtà , dall anno scorso anche la saefty car cosa mai vista prima! l’unica cosa forse che manca è il podio con gli inni e la telecronaca mentre si corre , ma per il resto è perfetto , intendo come gioco lo ripeto un altra volta! non facciamo paragoni che non c’entrano un emerita minkia!

  • Che pena il rumore delle f1 odierne, in questo gioco è molto fedele con il ronzio del v8 Bleah…….. orrendo come nella realta’.

    Il sound delle nuove super car è molto appagante ma finto, realizzato appositamente.

    Ecco perche’ le vettura di una volta hanno fascino, non sono un surrogato di auto sportive, sono le vere ” AUTO SPORTIVE ” senza elettronica. Secondo me le vere auto sportive si sono fermate alla Ferrari f40 del 1987 dopo il nulla…

    Quelli della code master che fanno video giochi potevano almeno taroccarlo un po’, con il v12 Ferrari o almeno il v10 Bmw o renault …

    • CavallinoRampante

      Già, ricordo ai tempi di Grand Prix 2, 1994 se non sbaglio, potevi caricare i sound .wav dei motori reali… Che figata

      • Se è per questo posso farti la storia dei video games dal 1991 in poi,Gran Prix2 realizzato dal mitico Geoff Crammond…

        La Codemasters la ricordo bene gia’ dal 1991 quando realizzava giochi di questo tipo

        youtube . com/watch?v=84jJDeUbnVw

        Ah ah bei tempi quelli.. addirittura la stessa codemasters doveva fare da publisher per la mia vecchia software house, ma a quei tempi erano una piccola azienda poco conosciuta.

      • CavallinoRampante

        Milestone per caso? :)

  • Pensavo…che ciofeca di circuito è Austin. Speriamo che lo abbiano simulato male, dal filmato mi pare proprio la classica scempiaggine made in Tilke.

  • Caribbean Black

    Io sinceramente mi scaglio totalmente contro chi critica aspramente questo gioco che è fantastico.

    E’ un gioco di F1 per tutte le età, è un gioco da playstation, per divertirsi, è filorealistico, ed è un’otimissima “simulazione arcade”.

    Non c’è nulla di minimamente simile in commercio da far girare su piattaforme il cui unico scopo è quello ricreativo.

    E’ chiaro che questo è un gioco senza pretese, anzi, di pretese ne ha pure fin troppe considerando che è un gioco per tutte le tipologie di utenze, è fin troppo realistico.

    E’ inoltre chiaro che se poi qualcuno ha pretese maggiori, non compra di certo questo gioco, ma punta su giochi specifici, fatti apposta per incarnare la simulazione della realtà e di certo non li fa girare su una playstation, ma si compra l’attrezzatura idonea…. li poi però diventa un discorso da “fanatici” del giro, ed è giusto che ci siano giochi incentrati sulla simulazione, la cui unica pecca è quella di non posedere i diritti dei marchi registrati.

  • FerrariFan98

    beh… i formula 1 sono giochi scemi…
    hanno poche macchine e tracciati e non devi altro che correre nelle stesse piste per 5 stagioni!
    meglio gran turismo 5 in tutti settori!
    grafica,parco auto , piste e simulazione!
    vostre opinioni?

    • Esatto, la codemaster sfrutta solo la licenza FIA per realizzare questo gioco. Il suo engine è quasi sprecato per un solo gioco, infatti puo’ essere usato anche per altri giochi di guida. La fortuna di R-factor sono i mods, cioe’ si sfrutta un engine e un modello fisico aperto, dove puoi fare girare tutto, dalla F1 alle sport alle auto storiche. Chi realizza i mods a titolo gratuito sfrutta un buco regolamentare come in f1 ah ah, infatti utilizza senza la licenza marchi e vetture ( in questo caso al forma ) senza averne i diritti legali. I mods pero’ sono realizzati da gruppi esterni che non dovrebbero trarre profitto dal loro utilizzo e quindi al limite della legalità.

    • forza motor 4 semmai…
      ma per giocare a formula uno non devi essere un pilota, se vuoi un simulatore vero devi solo scaricarti RFACTOR con i mod delle varie stagioni..

  • il problema è che loro puntano sulle vendite quindi cercano una via di mezzo tra gioco arcade e simulativo….lo fanno per accontare tutti(poi ovviamente chi vuole un gioco totalmente simulativo non lo comprera)

    • giustamente, tutti e dico tutti i giochi di guida che escono anche per consolle non saranno mai un simulatore perchè hanno un target di utenti che va dal bambino di 8 anni al 50enne appassionato che torna da lavoro e si fa una gara veloce da 5 giri… codemaster fa appunto questo, “accontenta” una fascia più ampia di utenti, perchè se dovessero accontentare solo i puristi della simulazione, chiuderebbero in 10 minuti perchè il target è ristretto.

  • Non sarà perfettamente simulativo (ma neanche i simulatori da 45 mila euro sono in grado di riportarti le sensazioni di una vera monoposto), ma è un ottimo antidoto per alleviare la scimmia di F1 che ci prende a tutti quando il campionato finisce.
    Comunque nei primi due capitoli c’è da segnalare un ottima resa delle condizione atmosferiche.

    • si pero dai macchina insensibile ai cambiamenti d assetto limitate possibilita d intervento sul medesimo effetto scia nullo… sensibilita frenata molto limitatta … insomma c è ne di starda da fare

    • Questo video gioco è solo un ottimo esercizio di cio’ che si puo’ fare oggi con gli effetti grafici delle direct x11. Per il resto il modello fisico credo faccia ridere, ma non credo sia incapacità’ dei programmatori è solo una scelta per rendere ” giocabile ” a tutti questo titolo.

      Comunque l’engine grafico potrebbe essere sfruttato anche per qualche simulatore, cio’ che stanno facendo i programmatori di C.A.R.S che sfruttano l’engine grafico di Need for Speed Shift. Il risultato è interessante anche se questo progetto è al 50% ecco un video

      www . youtube.com/watch?v=4NSjfaSw4_M
      Insomma un R-factor con un motore grafico al passo con i tempi anche R-factor 2 sfruttera’ solo le direct x9

      Ma la sostanza la fa la fisica.
      Comunque il livello raggiunto dai simulatori domestici non è per niente trascurabile.
      Basta vedere quanti sim drivers sono passati dal simulatore alla pista o viceversa con risultati simili.
      Ovvio stai seduto e muovi un pezzo di plastica che pero ti trasmette almeno le asperita’ del terreno tramite il force feed back.
      Comunque i simulatori con le palle, hanno un sistema ben piu’ complesso nella emulazione delle decelerazioni. Figurati che i team studiano la telemetria del simulatore per preparare i possibili assetti.. e se non ricordo male, nel 2010 la mclaren riusciva a correggere gli assetti delle monoposto lavorando in remoto con il team che utilizzava il simulatore.
      Ovvio che le sensazioni nascono da mille variabili, dagli odori, dalle tonalita’ di colore dalla temperatura dalle vibrazioni. Il digitale è freddo questo è da mettere in preventivo, ma rimane un ottimo modo per allenarsi e prepararsi al mondo reale.

  • Sarò una voce fuori dal coro, ma mi tengo alla larga da questi giochi o speudo simulazioni. Sono solo ottimi arcade con una bella grafica ma molto lontani dai veri simulatori.
    Andate a provare la beta di Rfactor2 o il nuovo C.A.R.S che oltre ad essere un simulatore, avrà anche una grafica paurosa visto che sfrutterà un engine grafico simile a quello dei ” Video Giochi ” come f12012.
    Anche nei simulatori piu’ sofisticati la grafica passa in secondo pianto, è fondamentale invece un modello fisico piu’ vicino alla realtà e la precisione con cui viene riprodotta la pista tramite un sistema chiamato ” Laser Scan ” o una cosa simile.
    Io invece di spendere soldi in un video gioco, comprerei prima di tutto un buon volante, il logietch g27 attualmente è il migliore e un monitor o TV di discrete dimensioni un 42 pollici si avvicina parecchio alla realta’, per chi ha un buon budget 3 bei monitor da 32 pollici. Con 20/40 euro comprate Rfator1 o la beta del 2 e entrerete nel mondo vero dei sim driver.
    Dimenticavo c’è anche l’ottimo Iracing e netkar pro che presto sara’ affiancato da un nuovo simulatore italiano con la formula di Rfactor cioe’ libero di poter essere sviluppato con Mods che ne miglioreranno la longevità.

    • “Sarò una voce fuori dal coro, ma mi tengo alla larga da questi giochi o speudo simulazioni”…leggendo l’incipit avevo pensato: “Ma guarda bravo Zio Ture, che non si massacra la materia cerebrale davanti al computer e preferisce la vita reale, una birra con gli amici o una passeggiata”.
      Poi ho letto il resto e invece si tratta di un vero e proprio drogato da videogioco ahahahaha.
      Io qualche anno fa avevo cominciato con uno di questi giochini, ho dovuto smettere per conclamata dipendenza. Non ne prenderò altri o la mia vita sentimentale/sociale va a pezzi.

      • Ma non è cosi… ah ah
        Anche se ho iniziato a 13 anni con il Commodore Amiga 500 e sono diventato un grafico illustratore grazie ai video giochi. Infatti nel mio passato, ci sono stati i video games non solo come divertimento ma anche come lavoro. Adesso a 39 anni quasi tutti i video giochi sono noiosi per me, ogni tanto monto il mio logitech g25 e faccio qualche partitella on-line . Adesso la mia passione sono le macchine d’epoca, recentemente ho comprato una fiat Barchetta che sto sistemando per benino…
        Mi piacerebbe lavorare su qualche fiat 500 abarth e sulle mitiche alfa degli anni 60/70 ma non ho ne esperienza ne disponibilita’ economiche sufficenti.

        Che bella evoluzione, dall’elettronica piu’ esasperata all’analogico. La cosa buffa è che adesso dipingo, quindi dalla tavoletta grafica sono passato all’analogico anche nel reale…
        Come vedi ho percorso la strada inversa, ma devo dire che le simulazioni aiutano anche nella vita reale, bisogna pero’ trovare il giusto compromesso.
        Ad esempio sono diventato appassionato delle Fiat Abarth grazie anche ad Rfactor e qualche mod di auto storiche.
        Anche la f1 odierna ha poco fascino, ma sono un ferrarista a vita, quindi tifero’ sempre ferrari anche se parteciperanno al campionato carriole su discesa ripida.

      • Che tipo che sei!

      • ma che cazzo dici!
        Giocare con consapevolezza, questo è il segreto, non devi tirarti le ore davanti alla xbox, ma giocare giusto una gara e poi dedicarsi altre cose, ma non è vero che giocare ti massacra la materia cerebrale! ma che dici!

    • CavallinoRampante

      Quotone per Zio Ture… tra l’altro rFactor varrebbe anche solo per il fatto di poter girare sulla ‘vera’ Imola.

  • ecco un’altra spennata commerciale..

    • i precedenti contengono errori molto grossolani XD da renderlo ingiocabile

      • è vero…. io ho comprato recentemente uil 2011 ovvimante togliendo tutti gli aiuti di guida, altrimenti è vermente ridicolo, rimane pur sempre un misto tra arcade e pseudo simulazione… meglio una gara sui kart tra amici :))

      • Io invece ti dico meglio un allenamento con R-factor e dopo una gara fra amici con i kart, se trovi il tracciato reale in virtuale rimane non ottimo allenamento per avere i riferimenti come le varie frenate e le curve.

      • si si assolutamente r factor è un ottima simulazione nulla da dire nn ho nulla contro i simulatori di guida, e a dimostarlo ho vinto/stradominato i campionatoi del mondo dal 1996 al 2004 il kaiser me fa un baffo :))),pero col crescere sono aumentate anche le mie esiggenze di realismo sul simulatore e sinbcermanete f 2011 m ha molto deluso… credo che rrestero fedele a r factor e niente f2012 a menoche nn venga a sapere che s attesta sui livelli di reaqlismo prossimi a r factor… ma la vdo difficile il gioco per play station è piu per passare il tempo che altro.

  • era pure ora..mi ero stancato di quel meccanico imbec***e che al pit stop faceva passare cani e porci e mi rovinava puntualmente la gara

  • La Ferrari l’hanno fatta competitiva? :-)

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!