Alonso appoggia Massa: “Ha il potenziale per la Ferrari”

21 giugno 2012 19:43 Scritto da: Valeria Mezzanotte

“Mai dire mai. Credo che siano entrambi ragazzi intelligenti che potrebbero tranquillamente coesistere”. Queste le poche parole pronunciate da Domenicali, nell’intervista doppia con Ecclestone, a proposito dell’eventualità che Alonso e Vettel possano spartirsi il volante della Ferrari. Ma in una stagione in cui scadono tanti contratti importanti e le voci di corridoio sono frenetiche quanto l’attività in pista, anche poche parole possono essere considerate come il segno di un annuncio imminente. Per questo nel giovedì di Valencia non potevano mancare domande sull’arrivo di Vettel a Maranello.

Ma le voci, si sa, sono fatte per essere minimizzate. Stavolta ci ha pensato Fernando Alonso, ospite nella conferenza stampa FIA del giovedì: “Quando si tratta di Ferrari ci sono sempre voci del genere. Dopo che ho vinto il Titolo nel 2005 con la Renault tutti hanno iniziato a dire che sarei andato alla Ferrari e ci ho messo cinque anni per farlo, dato che sono arrivato nel 2010. Quindi forse anche Sebastian arriverà tra cinque anni!”. Chiaramente una battuta, quella dello spagnolo, anche se proprio tra cinque anni scadrà il suo contratto con la Rossa. “Sono estremamente felice con Felipe. Comunque qualunque pilota arrivi in futuro sarà benvenuto, sarà parte della squadra, parte della Ferrari. Come ho già detto quando sono arrivato qui, la cosa più importante alla Ferrari è aiutarsi a vicenda affinché vinca una macchina rossa. Il Presidente di Montezemolo è molto chiaro su questo punto, sempre. Non avrei problemi con nessuno, né con Vettel, né con Lewis. Qualsiasi pilota nuovo dovesse arrivare in futuro, lavoreremmo insieme”.

Chi vuole assistere a una battaglia all’ultimo sangue tra due macchine rosse, insomma, sembra destinato a rimanere deluso: anche nel caso in cui due Campioni del Mondo guidassero per la Ferrari, arriverebbe il momento in cui uno dovrebbe aiutare l’altro. Una gestione dei piloti non apprezzata da tutti, ma che indubbiamente ha contraddistinto spesse volte il Cavallino, arrivando negli anni di Schumacher alla sua espressione massima. Con un leader carismatico come Alonso ha ormai dimostrato di essere a Maranello, la storia si sta già ripetendo, e potrebbe continuare a farlo.

Molti ricorderanno le affermazioni del 2011 di Stefano Domenicali, quando spiegava come il suo obiettivo fosse quello di affiancare a un grande pilota un giovane, con meno esperienza ma molto potenziale. Erano state quelle dichiarazioni a far sì che gli occhi di tutti si puntassero su Sergio Perez, con un vortice di voci che, dopo l’ottima prestazione a Sepang quest’anno, volevano il messicano addirittura seduto nella F2012 di Massa ai test del Mugello. Quello che sembrava un accordo già scritto era stato però decisamente smentito dalle parole di Montezemolo, secondo cui Perez sarebbe “troppo giovane” per vestire una tuta rossa. Ed è così che l’idea che ora sembra più realistica è proprio quella che all’inizio di quest’anno rasentava l’incredibile: il tanto chiacchierato sedile di Felipe Massa potrebbe semplicemente restare a Felipe Massa, almeno per un anno. Non mancano le parole di appoggio con cui Fernando Alonso parla del brasiliano: “Felipe ha una buon feeling con la macchina ora, grazie alle modifiche che la squadra ha introdotto e a cambi di set-up. Questo significa che da ora in avanti, dovremmo essere entrambi competitivi. Abbiamo sempre sostenuto Felipe e ora credo che saremo entrambi vicini alle prime posizioni nella seconda metà della stagione. Ho molto rispetto per lui, per me è una grande sfida, anche se da fuori a voi non sembra così. Secondo me ha il potenziale per restare in Ferrari.

I rapporti tra la Scuderia ed Alonso sono tali per cui lo spagnolo può dire la sua: “In passato non succedeva. Ora, alla Ferrari, sì. Vado in Italia ogni settimana al di fuori dei GP. A volte vedo il Presidente, vedo Stefano, e parliamo dello sviluppo della macchina. Parliamo del futuro in F1, delle Corse Clienti, un programma per chi ha comprato una vecchia vettura di F1 e a cui noi insegniamo a guidarla, e parliamo anche di futuri compagni di squadra. Nonostante questo, però, l’asturiano non ha il diritto di veto: “Dubito che seguirebbero delle indicazioni da parte mia, se ne dessi. È una chiacchierata, ne parliamo, ma alla fine la decisione è loro.

Non può decidere, Fernando Alonso. Ma di sicuro il suo appoggio a Felipe Massa potrebbe essere un importante ago della bilancia.

18 Commenti

  • Con una macchina competitiva, Massa dovrebbe lottare per le prime posizioni e far guadagnare “punti pesanti” alla scuderia e toglierne agli avversari.
    Se dovesse riuscirci il suo sedile è assicurato almeno per un anno (se non di più)!

  • ad alonso fa comodo un buon secondo come massa che non da problemi dichiarazioni di facciata

  • Sì, ce lo vedo un qualsiasi pilota che dice all’altro: “Sei un brocco, non vedo l’ora che ti ritiri a guidare il carretto dei gelati.”

    Sì, sono interviste da leggere tra le righe. Io mi diverto da matti. Mica stare a lì ad annuire o a meravigliarsi. Bisogna pesare la semantica per divertirsi.

    Prendete: “[…]Abbiamo sempre sostenuto Felipe[…]” oppure “[…]Comunque qualunque pilota arrivi in futuro sarà benvenuto[…]”
    La prima dichiarazione è ‘io sono parte della spina dorsale della squadra e bon!'; l’altra fa il pari con la prima e la smentisce contemporaneamente: ‘ok, io resterò finché morte non ci separi, sono contento di Felipe però qualcuno prima o poi ne prende il posto.’

    Il mio caro asturiano. Se non fosse stato per quelle mail con de la Rosa ti avrei voluto più bene. Hai stoffa anche con le parole.

    • A me viene spontaneo il confronto con Schumacher. In pista due bestie, capaci di tutto, nel bene e anche un po’ nel male.
      Fuori dalla pista a Schumacher dò atto di aver sempre ammesso i propri errori, talvolta con un pizzico di goffaggine che me lo ha reso simpatico (tipo quando parcheggiò alla Rascasse e girò per tutto il fine settimana ai box con la faccia di quello che avevano preso con le mani nella marmellata). Peraltro non l’ho mai sentito mai parlare male della squadra, del manager del team o del compagno di scuderia, men che meno l’ho sentito prendere in giro la gente.
      Alonso tra le mail a De La Rosa, il coinvolgimento mai troppo chiaro nell’affare Nelsinho Piquet, e, scendendo più in basso, lamentele e piagnistei con la stampa per incidenti di gara o decisioni della giuria mi pare una persona un po’ più…disinvolta, diciamo così. E per questo mi è antipatico.

  • L’unico ad essere contento di Massa in Ferrari è Alonso. Il motivo è abbastanza semplice: con Felipe come compagno di squadra Alonso può stare tranquillo e senza alcuna pressione. Infatti basti pensare all’ultimo GP: Nando sbaglia clamorosamente la strategia e perde 3-4 secondi al giro negli ultimi giri, ma nonostante ciò arriva davanti a Massa. Con un altro compegno di box magari Alonso non sarebbe più considerato come Dio sceso in terra e avrebbe qualche grana in più da sbrigare. Con Massa invece, Alonso può anche permettersi un week-end no senza essere scavalcato dal compagno di box e senza avere pressioni ulteriori. Ripeto, l’unico nel team Ferrari a cui fa comodo Massa in “rosso” è proprio Fernando.

  • Perdonino i fedeli devoti di Alonso, ma ancora una volta Fernando si dimostra un furbetto (ed è il lato che meno mi piace di lui, per il resto grandissimo campione).
    E certo che gli piace Massa: va più piano e di molto, fa diverse sciocchezze ed è il compagno ideale per poter far dire alla stampa “Quant’è bravo Alonso con quella carretta che Massa non riesce manco a portare nel Q3!”. Non dimenticate le parole di Alonso dopo una deludente qualifica: “Beh, lo so che siamo indietro, ma non è andato così male. In fondo ho dato otto decimi al mio compagno di squadra”…segue sorrisetto a presa di culo.
    Io gli metterei a fianco Hamilton o Vettel, poi così la smette di fare ‘sto chiacchiericcio peloso…(magari li batte lo stesso, ma non passeggiando come adesso).

    • e secondo te cosa doveva dire???Massa è una pippa e voglio in squadra Hamilton…dai su,lo sappiamo tutti che gli sta bene Massa,e questo sta bene anche alla Ferrari,come lo è stato anche nell’era Schumi…..

      • “Abbiamo sempre sostenuto Felipe”… semplicemente non è vero.
        E poi sono parole che dovrebbe dire un team manager, non un pilota. io la vedo così, poi è chiaro che in conferenza stampa non possono dire cosa pensano veramente, altrimenti le polemiche impazzano.

  • Dai ragazzi siamo reali..Schumy alla Ferrari un’altra volta non sarebbe mai la stessa cosa. Vuoi per l’età, vuoi per i tempi che sono cambiati, vuoi perchè una “storia” se si rompe e la si attacca con la colla non sarà mai la stessa cosa. Con Raikkonen, invece, la cosa sarebbe molto simile ma non identica: Kimi non ha vinto quanto Michael, non ha scritto la storia della formula 1 con la rossa e non ha la stessa età…

    La Ferrari deve guardare avanti ed essere lungimirante…se vuole un big di prim’ordine a fianco o dopo Alonso, in questo momento ne vedo solo due: Hamilton e Vettel. Poi, forse, Rosberg…e chi altro?

    • Caribbean Black

      Sacrosante parole! e leverei il forse davanti a Rosberg…..peccato che però Rosberg sia un rinmato piantagrane, in una squadra come la ropssa non lo vedrei mai accanto ad un big….si creerebbero disfunzioni pesantissime.

  • Caribbean Black

    Caro momo….nella F1 di oggi Schumacher non conta e non accusa nulla di nulla…basti vedere quali redini stia tenendo in mercedes da 3 stagioni….figurati in ferrari cosa puo fare….assolutamente nulla.

    La f1 degli anni 90-00 è finita da un pezzo….oggi si sviluppa tutto al simulatore, e se non ricordo male, schumy soffre pure di mal-di-simulatore….ricordo le dichiarazioni della mercedes ad inizio stagione nel 2010….

  • Secondo me l’appoggio di alonso a massa è solo una cosa di facciata…in fondo in fondo i due non si amano…vedere i “complimenti” che i due si sono scambiati al gp di Spagna 2007…comunque non sono d’accordo con John di dare altre 3 gare a massa…se ne doveva andare prima…lui e domenicali…

  • ripeto io do a felipe 3 gp per mettere in mostra la sua rinascita tanto sbandierata…. se manca chiunque sara il benvenuto sognado un leweis in rosso cosa che nando nn ha escluso…

    • Alla ferrari deve tornare Schumy, non tanto per vincere ma per prendere in mano le redini del gioco!

      • Alla ferrari hanno fatto una macchina innovativa, e nei primi gran premi non ci hanno capito molto. Poi sono migliorati passo dopo passo. Adesso Alonso è in piena lotta per il mondiale, e la macchina negli ultimi gran premi ha mostrato consistenza, competitività, adattabilità a piste molto diverse (tipo Barcellona e Montreal). Pure Massa sta tornando a livelli se non altro accettabili.
        E la Ferrari dovrebbe prendere Schumacher? per prendere le redini di cosa?
        Per me ora come ora l’unico problema della Ferrari, a parte il necessario e continuo sviluppo della vettura, è trovare il modo di riportare Massa in linea di galleggiamento, per poter ambire anche al titolo costruttori. Per il resto ci siamo, altro che rivoluzioni…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!