Lotus: buona la qualifica. E chi ben comincia…

23 giugno 2012 17:59 Scritto da: Valeria Mezzanotte

Se non vogliamo dire “missione compiuta” poco ci manca. Dopo aver mostrato minacciosamente la bontà dei loro long-run nelle libere, in casa Lotus l’obiettivo era fare una buona qualifica in modo da poter sfruttare al massimo il loro ottimo passo gara senza rimanere imbottigliati nel traffico. La quarta e la quinta posizione ottenuta dai nero-oro non saranno una prima fila, ma sono la loro miglior qualifica complessiva, insieme a quella di Barcellona. Rispetto alle ultime due gare, il miglioramento è evidente.

Romain Grosjean è riuscito a sopravanzare il compagno di squadra di soli otto centesimi, e partirà così accanto a Maldonado: Oggi abbiamo tirato fuori il massimo dalla macchina. La quarta posizione è un buon risultato ma ovviamente vuoi sempre qualcosa di più. Sebastian è stato incredibile, non avremmo potuto batterlo. Abbiamo migliorato la nostra prestazione in qualifica, ma possiamo ancora fare meglio”. Il passo gara e la gentilezza con gli pneumatici, come si è detto, è il cavallo di battaglia della E20, ma il Campione del Mondo GP2 non si aspetta una domenica facile: “Il degrado sarà maggiore che nell’ultima gara. Vedremo di fare del nostro meglio per fare bene”.

Forse il francese si aspettava qualcosa di meglio, mentre Kimi Raikkonen appare più soddisfatto, memore delle qualifiche più opache di Montecarlo e Canada. I problemi allo sterzo sembrano avergli dato tregua, almeno per il momento: “È stata una qualifica molto combattuta, soprattutto nel Q2, quindi è bello essere quinti. Sentivo bene la macchina. Se fossi riuscito a migliorare solo un po’ l’ultimo giro avremmo potuto guadagnare qualche posizione, ma è un miglioramento rispetto all’ultima volta e sono molto contento di questo. Questa mattina abbiamo aggiustato qualcosa nel set-up per rendere la macchina più facile da guidare”. Ha ragione Grosjean, il sole picchierà forte per tutti. Ma è proprio per questo che Iceman sorride pensando alla gara: Sono fiducioso per domani. La macchina normalmente si comporta bene in gara quando fa caldo, quindi vedremo cosa possiamo fare”.

Abbiamo visto le Lotus terminare sul podio gare in cui erano partite molto più indietro della quarta e quinta piazza. Perciò, non stupisce sapere che c’è chi nel box già si sfrega le mani, come Alan Permane: “La E20 ha mostrato un ritmo di gara molto forte nella maggior parte dei circuiti. Sono sicuro che domani non farà eccezione. Siamo molto ottimisti in vista della gara. Il miglioramento è arrivato senza modifiche di rilievo, solo con uno studio incentrato sulla qualifica, e l’aiuto di un weekend fino ad ora privo di noie tecniche: “Non abbiamo fatto niente di sostanzialmente diverso. Di sicuro tutto è filato liscio a differenza di quanto successo a Montréal, e in più le gomme soft sembrano adattarsi alla nostra vettura”. Il Direttore Operativo calma comunque gli animi: “Detto ciò, sorpassare qui è difficile anche con il DRS, quindi non ci aspettiamo una gara facile. Farà molto caldo, sarà dura per le gomme ma questo normalmente non ci spaventa”.

Insomma, per la Lotus il sabato è stata una giornata positiva. La pista di Valencia non offre molti spunti a chi parte più indietro, ma con ciò che la E20 è in grado di fare in gara non sono da escludere sorprese…

2 Commenti

  • condizioni ideali e circuito ideale per fare un grande gran premio,con la differenza che stavolta partono davanti rispetto al solito.

    solo un hamilton che fa da tappo può impedire ai due di lottare per la vittoria.

  • Forza kimi vincere sarà dura ma non impossibile ma sul podio almeno di imprevisti sono sicuro che ci salirai perchè in gara hai dimostrato di essere un martello anche partendo da posizioni più indietro.L’unica incognita è che rispetto a bharein e barcellona qui sorpassare e praticamente imposssibile

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!