Riduzione dei costi: dal 2013 via le coperte termiche?

23 giugno 2012 18:23 Scritto da: Valeria Mezzanotte

È in vista un’altra novità per quanto riguarda gli pneumatici, che potrebbe entrare in vigore già dalla prossima stagione: l’eliminazione delle coperte termiche. L’idea era già saltata fuori in passato per essere però abbandonata per motivi di sicurezza. Secondo quanto riportato da AUTOSPORT, sarebbe ora di nuovo una delle soluzioni più studiate nell’ambito della riduzione dei costi, dato che permetterebbe un grosso risparmio sia in attrezzature che in trasporto.

Paul Hembery ritiene che, sebbene qualcuno – soprattutto i piloti – potrà non vedere di buon occhio una scelta del genere, non ci sarebbero difficoltà per la Pirelli nel mettere a punto mescole in grado di funzionare a dovere senza essere pre-riscaldate. Ammette, però, che la casa italiana avrebbe bisogno di più tempo per realizzare pneumatici di questo tipo.

“Se le squadre vogliono abolire le coperte termiche devono deciderlo in fretta. In passato si era già discusso l’argomento, e abbiamo visto che i piloti erano tendenzialmente preoccupati, dato che pensano ci possano essere problemi di sicurezza. Dal nostro punto di vista, sì, possiamo farlo, ma abbiamo bisogno di tempo, perché cambia completamente la mescola utilizzata”.

Serve tempo, quindi. Tanto che i mesi che ci separano dall’inizio della stagione 2013 potrebbero non essere sufficienti. Hembery suggerisce quindi di applicare il divieto già dal 2013, ma “a rate”, partendo dalle gomme da bagnato in cui il pre-riscaldamento non gioca un ruolo fondamentale: “Potrebbe esserci una via di mezzo abolendo le coperte termiche prima sulle gomme da bagnato, perché tanto quando il pilota percorre la pit-lane sotto la pioggia le gomme hanno già perso tutta la loro temperatura in ogni caso. In questo modo potremmo già risparmiare qualcosa da subito, e poi pensare a qualcosa di diverso per il 2014. Staremo a vedere se e quando questo divieto entrerà in vigore. Di sicuro, per ingegneri e piloti, si aprirebbe una nuova sfida.

20 Commenti

  • 1) sarebbe risparmio delle briciole
    2) sarebbe risparmio sulla sicurezza

    3) tanto vale tornare alle vetture clienti

  • Ma il risparmio legato all’assenza delle termocoperte a cosa si dovrebbe? Forse al costo dell’energia elettrica necessaria per tenere calde, quante gomme? 12-16 per pilota? ogni 2 ore di gara e ogni 1 di qualifica?
    Oppure al costo di acquisto delle termocoperte stesse? Cioè volete dirmi che con pneumatici della stessa misura, da un anno all’altro c’é bisogno di comprare tutte le termocoperte nuove? E quanto costeranno l’una? A me lo scaldasonno Imetec mi è costato 79,90€, non arriva a 90°C daccordo, ma a giudicare da come lo tiene regolato mia moglie ritengo che ci vada vicino.
    E quante minç#ia ne comprano di nuove ogni anno di ste termocopoerte se questo è ritnuto un risparmio avvertibile sul budget di una stagione di F1?
    Ma soprattutto… e quelle vecchie…?

  • abbiamo idea di quanto costi il kers?
    se vuoi risparmiare togli il kers che non serve a un tubo,visto che ce l’hanno tutti e lo usano più o meno allo stesso modo,se c’è un duello lo usano entrambi i piloti ed è come se nessuno dei due ce l’avesse.
    sono queste le cose che vanno tolte per risparmiare,cose di cui tra l’altro si può fare a meno senza che la formula1 ne senta la mancanza.

    • Personalmente non vedo l’ora che il kers diventi strumento installato di base anche sulle utilitarie per ridurre i consumi e rumori. Se devo scegliere toglierei le termocoperte che non credo approderanno mai nel garage di casa mia. – Pensiero: capisco possa essere difficile per un pilota abituarsi subito a delle coperture meno performanti ( perché fredde ) ma non è un utleriore paramtero pro spettacolo? personalmente se non si disfano a 30 gradi sarei per non realizzare delle coperture ad hoc per questa problematica…

  • l’assurdità di questa iniziativa, non sta nell’eliminare le termocoperte in se, se ci saranno gomme in grado di funzionare da subito è chiaro che le termocoperte diventeranno superflue, l’assurdo è voler fare passare questa riduzione ai costi come un qualcosa di significativo.

    Salvo poi verificare se non ci saranno aumenti dei costi di fabbricazione nelle gomme, perchè se oggi hanno una temperatura minima di esercizio sui 90° fino ad un massimo di X°, è chiaro che le nuove gomme dovranno funzionare tra i 20-30° fino ai soliti X°.

    La FIA ci ha già abituato a diminuzione dei costi da una parte con un aumento esponenziale da un’altra.

  • Una cosa inutile da eliminare potrebbero essere tutti quei congegni di telemetrie, controllo traffico in pista, ecc, tutti quei tecnici che stanno dietro al box a controllare tutto, che tanto poi le strategie le fa una persona al muretto e le sbaglia comunque.
    Se vogliono risparmiare ancora qualcosa, potrebbero fare gomme che non si disfano in pista, così non ci sarebbe bisogno di ripulire la pista dal brecciolino tutti i fine GP.

  • ma il 1° aprile non è passato già da un bel po’?!?
    spendono centinai di milioni di euro e questo sarebbe un costo eccessivo??
    ma dai,il prossimo risparmio quale sarà??….carta igienica soltanto a 2 veli?!?

  • Io togliere gli adesivi sulle macchine! I loghi, le scritte e i numeri si possono benissimo fare con una scatola di UniPosca!

  • Lo ripeto da mesi: ci voleva tanto a imporre scarichi a camino? verticali che escono 50 cm sietro la testa del pilota col terminale dello scarico stesso uguale per tutti fornito dalla fia? Fine dei soffiaggi e delle baggianate.
    L’idea di levare le termocoperte è ridicola, come bere urina per consumare meno acqua

  • sapone e carta igienica quando le bandiscono?

  • lol lol lol lol lol lol lol

    ma ci prendono per il sedere?

    anche io domani inizio a risparmiare.
    tengo sky,faccio docce di un’ora,faccio benzina quando mi pare,però starà attento ad usare meno sacchetti per la spazzatura….azz se costano!!

    ehhh,son palanche.

  • quando ho letto mi sn piegato dal ridere , ridurre i costi togliendo le termos , ma prendete x il culo???

  • AEEEEE ma che ci facciamo con l’eliminazione delle termocoperte!!!!!!!!!!
    Per ridurre i costi devo:
    1)Ridurre l’aerodinamica, con conseguenza minor uso della galleria.
    2)Introduzione test: o limitati al numero di coperture oppure max 4gg dopo ogni gara
    3)Regolamento chiaro e duraturo: scarichi soffiati mln di € sprecati perchè l’anno dopo eliminati e non applicabili alle auto di serie, idem per doppio diffusore
    4)Libertà ai motoristi e tecnici.
    5)Riduzione costi circuiti cosi si prende 2 piccioni con 1 fava: si riducono entrate team e ci sono più spettatori perchè il € biglietto si abbassa.
    6)Riduzione spese diritti televisivi per lo stesso motivo sopra(forse questa è ancora l’amarezza per il passaggio a sky).
    Voi cosa ne dite? Aggiunge altro…se volete

    • infatti montezemolo vuole far ritornare i costi della F1 a quelli fine anni ’90 cioè libertà motoristica, permesso dei test e poca aerodinamica

    • Non sono d’accorddo sull’entrata effettiva dei test per ridurre i costi. Se come si dice l’utilizzo della galleria del vento implica costi maggiori (fatto ancora da appurare quello economico, al massimo limitano lo spettacolo e le performance della vettura in quanto non esplicabile direttamente in pista, inoltre c’è impiego di minor personale), affitare una pista per un team di cui non ne dispopne una di certo ha un costo, senza contare tutte le attrezzature che servirebbero per allestire un box con gomme (aventi un costo), meccanici (che vengono pagati per quello), benzina (avente un costo anch’essa) con l’aggiunta del risschio che possano accadere incidenti e/o guasti tecnici alla monoposto; tutto questo che andrebbe ad aumentare il cossto complessivo.
      La Ferrari negli anni in cui erano consentiti i test ha speso un vero e proprio patrimonio avendo a disposizione addirittura due circuiti con sessione fino a notte per studiare tutti i possibili set-up (da qui la forza della Ferrari nei suoi anni d’oro).

      Quindi sono più economiche le gallerie del vento che i test in pista

      • Ma infatti ho messo dei limiti o di gomme oppure un totale di gg da utilizzare dopo ogni gara come fa la motogp e cmq a mio avviso costano meno i test che la galleria perchè deve essere sempre aggiornata e poi la galleria aggiornatissima ti può far spendere moltissimi € per un pezzo e alla fine quel pezzo non funziona, mentre i test dimostrerebbero subito il difetto del pezzo e quindi sono € in meno

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!