Red Bull, che beffa! Ma la RB8 vola…

24 giugno 2012 18:48 Scritto da: Valeria Mezzanotte

Dopo aver dominato tutto il weekend e buona parte della gara, gli uomini di Milton Keynes si aspettavano di sicuro un debutto in grande stile per la loro velocissima RB8-“D”. Ma i loro sogni di vittoria si sono infranti al giro 34, quando il motore Renault ha lasciato a piedi Sebastian Vettel nelle strade di Valencia. Nonostante l’ottima prova di Mark Webber, che dopo la sfortunata qualifica recupera quindici posizioni per risalire fino ai piedi del podio salendo al secondo posto in Classifica, non ci sono molti sorrisi sulle labbra degli angloaustriaci: quando un Grand Chelem va in fumo, è difficile riuscire ad accontentarsi di un quarto posto.

Il Campione del Mondo in carica non nasconde la delusione: Il motore si è fermato, si è spento, e non abbiamo potuto fare nulla. Al momento non sappiamo quale sia stato il problema, forse è simile a quello avuto da Mark venerdì”. Vettel, comunque, pensa che i giri a rilento dietro la safety car abbiano potuto influenzare il cedimento del suo propulsore: “La safety car ovviamente non è stata il massimo per noi, e forse il mio ritiro può essere dovuto in parte a lei, quindi è un peccato”. Il pensiero di dove avrebbe potuto portarlo la bontà del gioiello firmato Adrian Newey fa sì che il disappunto sia enorme, ma che al tempo stesso Vettel possa guardare con fiducia alle prossime gare: “È una m**da, ma non possiamo farci niente. Fino a quel momento siamo stati molto forti. Sono stato sorpreso da quanto la macchina andasse bene. Eravamo veloci anche subito dopo la ripartenza. Oggi non avremmo potuto fare niente di meglio, è solo una questione di affidabilità. Penso che tutti abbiano capito cosa sarebbe successo senza il mio problema. Dovevo, potevo, sapevo… sono qui a parlare mentre gli altri corrono ancora, quindi non ho chance di vittoria oggi, ma abbiamo fatto un buon salto di qualità, e speriamo di poter continuare così”.

Mark Webber è invece soddisfatto. Dopo l’eliminazione nel Q1 difficilmente poteva immaginare che avrebbe lasciato Valencia come primo inseguitore del leader iridato Fernando Alonso: “È stato un giorno pazzesco. Dimostra che è veramente difficile dire come andrà la gara guardando i risultati del sabato. Ci sono stati vari problemi, con una Lotus, Lewis e Seb fuori dalla gara. E in questo caso ne ho tratto vantaggio. Fa parte del campionato, ieri non è stata una buona giornata per me e magari se fossi partito davanti non avrei avuto una gara buona come questa”. Oltre ai problemi altrui, il risultato di Webber è merito anche di una strategia perfetta per la rimonta di cui l’australiano aveva bisogno. Anche se Mark non sarebbe dispiaciuto se durante la gara potesse spingere un po’ di più sulle Pirelli: “La strategia è una questione di tirare i dadi e reagire prontamente, per tutto il tempo. Provando non a indovinare, ma capire quello che sta succedendo. La gara è stata buona, un po’ di KERS, di DRS, qualche battaglia. Ma è una sfida. Non puoi spingere al massimo perché bisogna salvaguardare le gomme. Alla fine, sono molti punti, e sono contento considerando da dove ero partito”.

Un ritiro, si sa, brucia. Ma come affermato da Vettel, tutti oggi hanno visto con chiarezza il ritmo forsennato ed imprendibile della rinnovata vettura di Milton Keynes. Nonostante la beffa, di sicuro a mente fredda in casa Red Bull sapranno mettere in giusta luce gli aspetti positivi del weekend di Valencia, e sapranno capire che con una RB8 che oggi più che mai è sembrata una stretta parente della RB7 mangiatutto, sorridere è più che lecito.

41 Commenti

  • tante chiacchiere ma il giorno dopo è ancora più bello godere della giornata di gara vinta da FERNANDO ALONSO PILOTA FERRARI!!!!!

    Ho goduto dalla cabina della mia room in crociera..ho esultato quando Vettel ha fatto l’arrosto..ho esultato come un tifoso di calcio quando Alonso ha tagliato il traguardo come LEADER!
    W LA FERRARI, W FERNANDO ALONSO!

  • non è la fia a scovare le irregolarità..ma gli ingegneri degli altri team..o qualche giornalista bravo a mettere la pulce nell’orecchio…

  • Cisco_wheels

    Buongiorno a tutti!

    Io vorrei sapere se qualcuno ha scoperto qualcosa in merito all’illegalità presunta della Red Bull!
    Siamo sempre nella zona degli scarichi e del fondo che la RB ha fatto qualche furbata?
    Questo è un forum di appassionati, magari qualche esperto o ex tecnico… comunque la maggior parte ha accesso a pochi dati, poche foto dettagliate. Nel momento in cui qualcuno di noi scorge o fiuta una illegalità presunta o vera che sia secondo voi la FIA non l’ha già scoperta?

    Comunque sia, gara entusiasmante, siamo tornati ai vecchi tempi quando, pur consapevole della superiorità di altre vetture, avevi sempre una speranza che la gara sarebbe stata un’altra storia e che il tuo pilota avrebbe sputato sangue pur di guadagnare la vittoria! Grazie nando!

  • Sulle irragolarita’ non dico niente spero solo che ci sia imparzialita’ di giudizio. Sul fatto che RedBull sia nettamente piu’ forte delle altre ci andrei piano. Ieri in effetti viaggiava su un altro pianeta, ma solo la gara precdente erano piu’ lenti di Mclaren e Ferrari. Quest’anno stiamo assistendo ad un alternarsi di buone e cattive prestazioni per tutte le scuderia, a seconda del circuito, e delle temperature. Le gomme infulenzano troppo i risultati e sembra non esserci la possibilita’ di controllarle. Ieri e’ successo a Hamilton, la gara prima ad Alonso. Si va troppo a fortuna/caso e questo non mi piace. Che poi le gare siano spettacolari non c’e’ dubbio…..

    • Si, ma quando si tratta di RB, c’è sempre sotto qualcosa.
      La differenza i Q3 è troppo evidente, in gara poi hanno ‘rischiato’ e non è andata bene, devono solo trovare la mappatura giusta……alla faccia della FIA e delle altre scuderie, che cercano di vincere più o meno onestamente.

  • La RB8 in qualifica è una scheggia, ma guarda caso solo nella Q3, introduce degli accorgimenti tecnici che aggirano sistematicamente il regolamento, veggasi doppio fondo e scarichi soffiati in rilascio, quello che da sconforto è la FIA che dorme placidamente fregandosene di fare figure barbine, questo solo perchè non ha avuto il coraggio di fare delle norme chiare dove dovevano semplicemente dire che è vietato qualsiasi tipo di doppio diffusore o sue emulazioni ed altrettanto per gli scarichi soffiati.

    Visto che il regolamento di F1 è interpretabile, perchè la FIA non chiarisce, una volta per tutte, che determinate scelte non sono ammesse?????

    Perchè alla RBR vanno a vietare un fondo con una semplice apertura e poi vanno ad ammettere delle soluzioni così palesemente irregolari????

    Perchè alcune soluzioni, anche se aggirano il regolamento, è palese che di fatto lo stanno violando.

    Si deve per forza di cose innescare una reazione a catena dove le squadre che possono permetterselo, devono introdurre le nuove idee di Newey in copia ed incolla, per poi vietale l’anno successivo e chi ci rimette??? Semplice le scuderie più piccole che non possono permettersi di spendere, alla faccia della limitazione dei costi.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!