Pirelli completa due giorni di test a Spa

28 giugno 2012 00:31 Scritto da: Davide Reinato

Pirelli ha completato due giorni di test sul circuito di Spa Francorchamps, in Belgio. A lavorare sullo sviluppo degli pneumatici per il prossimo anno sono stati i due collaudatori, Lucas Di Grassi e Jaime Alguersuari. A loro è spettato il compito di macinare quasi 800 Km al giorno per testare le mescole che il gommista italiano porterà il prossimo anno in pista.

Paul Hembery, direttore Motorsport, ha ammesso: “Stiamo cercando di sviluppare la nostra gamma di mescole per creare una nuova sfida. Spa è per noi il circuito più estremo per gli pneumatici, perché ha curvoni ad alta velocità, ma richiede anche carico aerodinamico elevato”.  Le nuove specifiche 2013 saranno sviluppate, come sempre, tenendo conto delle indicazioni da parte delle squadre: “E’ sulla base dei loro feedback che si pensa alla gomma del prossimo anno. E’ un processo di miglioramento dell’attuale mescola”.

Oltre 400 Km di test per Alguersuari, sempre più convinto che questa esperienza potrà valergli come jolly per tornare a correre come pilota ufficiale. E seppur sia ancora troppo presto per sapere dove, lo spagnolo se la ridacchia, pensando alla rivincita verso chi l’ha prima portato nella massima serie e poi lo ha lasciato a piedi sul più bello.

3 Commenti

  • su omnicorse avevo letto ke siccome nn ci saranno grandi cambiamenti x la prossima stagione la pirelli punterà sulle prestazioni……speriamo….

  • Una cosa è certa….se fossero questi i pneu della F1 da sempre, non esisterebbe il muro dei campioni.
    Nessuno dice che non ci sono piu’ incidenti in pista dovuti ad errori di guida. Questi ragazzi, semplicemente non possono piu’ andare al limite. Montecarlo senza neanche una scodata o un muro. Una volta era una gara ad eliminazione.
    Vai di conserva e vinca il piu’ lento!!

    • Io non capisco come sia possibile avere SEMPRE qualcosa di cui lamentarsi….Abbiamo passato anni in cui dopo 3 giri del gp si cadeva in un coma profondo, con tutti i rischi annessi per la salute, dove la situazione piu divertente ed attesa era una intervista in inglese di stellona bruno. Ora invece siamo in una condizione che tra DRS KERS e gomme, ogni gp è al cardiopalma, avvincente e non scontato fino alla bandiera a scacchi, campionato incertissimo e 1000 vincitori diversi, ed il problema è che non vanno al limite e di conseguenza non sbattono a muro???? Questo è puro delirio….spero vivamente per te che sia colpa dell’eccessivo caldo…che a giugno può fare brutti scherzi….

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!