Williams ottimista: pronti a far bene in casa

3 luglio 2012 16:45 Scritto da: Valeria Mezzanotte

Questo pazzo Mondiale 2012 per molti è fatto di alti e bassi. Non fa eccezione la Williams, che dopo la prima vittoria in otto anni a Barcellona seguita immediatamente dalle deludenti gare di Monaco e Canada, torna ad essere ottimista, forte della buona prestazione intravista a Valencia e dei consistenti aggiornamenti che arriveranno per Silverstone, come annunciato prima del GP d’Europa.

Nello scorso GP la squadra di Sir Frank ha raccolto un unico punto, con Senna, nonostante Maldonado fosse in lotta ai piedi del podio fino alle ultime curve della gara. A Grove però ritengono che gli incidenti tra Senna e Kobayashi e tra Maldonado ed Hamilton abbiano influito sul risultato molto più che l’effettivo potenziale della vettura. E sebbene questo è sicuramente motivo di delusione, al tempo stesso permette di essere fiduciosi per il futuro, come afferma il responsabile degli ingegneri Mark Gillan: “Dopo la buona gara a Valencia, che alla fine purtroppo è terminata in modo deludente, arriviamo al nostro GP di casa con speranze elevate”. Un elemento che fa sorridere il team di Grove è la combinazione di mescole che verranno usate a Silverstone: La Pirelli porterà le gomme hard e soft, ovvero le stesse che abbiamo sfruttato al meglio a Barcellona. Anche se, c’è da dire, le condizioni atmosferiche potrebbero essere molto diverse da quelle viste nella gara spagnola, con forte vento ed alto rischio di pioggia soprattutto per la gara. Come già detto, comunque, in casa Williams non si dorme sugli allori: “Porteremo un pacchetto aerodinamico aggiornato, il che è praticamente un obbligo considerando quanto è importante l’efficienza aerodinamica in questo circuito e considerando quanto sia ristretta la griglia al momento”.

Pastor Maldonado, scampato il rischio di una penalità in griglia per l’incidente con Hamilton a Valencia, è fiducioso del fatto che le caratteristiche della FW34 gli permetteranno di fare bene sul tracciato inglese: “Credo che la pista sia adatta alla nostra macchina perché è simile a quella di Barcellona. Inoltre è divertente guidare lì, con curve che ti mettono davvero alla prova come pilota, come ad esempio la Maggots e la Becketts”.

Bruno Senna fa eco al compagno di squadra: “La nostra macchina va bene sui circuiti ad alto carico aerodinamico e nelle curve veloci, quindi dovrebbe comportarsi bene a Silverstone. A Valencia non abbiamo ottenuto il risultato che speravamo ma abbiamo dimostrato che possiamo essere competitivi, e ora che avremo altri aggiornamenti sono ottimista su quanto possiamo fare”.

Dopo le dichiarazioni bellicose di Sauber e Force India, insomma, la Williams non vuole essere da meno. Nonostante le basse temperature inglesi, con tante squadre di metà griglia così vicine ai top team per questo sabato si prospetta ancora una volta un Q2 infuocato.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!