Marussia conferma: “Maria ha perso l’occhio destro”

4 luglio 2012 17:22 Scritto da: Davide Reinato

Un comunicato stampa del team Marussia F1 delle ore 17:00, fa luce sulle condizioni di salute di Maria De Villota. Purtroppo, quello che avevamo anticipato circa un’ora fa ha trovato conferma tra le righe scritte dal press team della squadra russa.

L’équipe chirurgica che ha operato Maria presso l’Addenbrooke Hospital di Cambridge ha assistito la ragazza per diverse ore per cercare di rimediare alle gravi ferite al volto e alla testa. Purtroppo Maria perde l’uso dell’occhio destro perché fortemente compromesso. A confermarlo è John Booth, team Principal della Marussia F1.

Booth, con il consenso e il sostegno della famiglia di Maria, ha voluto fornire i dettagli al mondo del motorsport che si interrogava sulle sorti della ragazza: “Siamo grati per l’attenzione medica che Maria ha ricevuto e la sua famiglia vuole pubblicamente ringraziare le squadre di neurologici e i chirurghi plastici. Tuttavia, è con grande tristezza che devo segnalare che Maria ha perso l’occhio destro. La salute di Maria resta la nostra priorità in questo momento. I familiari sono in ospedale e stiamo facendo il possibile per sostenerli. Chiediamo a tutti pazienza e comprensione per quanto riguarda gli aggiornamenti sulle condizioni di Maria. Vi forniremo ulteriori informazioni quando sarà opportuno farlo”.

Un incidente strano che è costato tanto, troppo, alla giovane De Villota. A tal proposito, il team principal della squadra ha voluto aggiungere: “Per quanto riguarda l’incidente, abbiamo avviato un’analisi completa di quello che è successo. Nel frattempo, vorremmo cogliere l’occasione per elogiare i servizi d’emergenza al Duxford Airfield, che erano lì pronti ad intervenire, come procedura usuale quando si fa un test di Formula 1″.

42 Commenti

  • Una passione, la velocità, che ti prende dentro e ti brucia fino anche ad ucciderti.
    Questa volta ci ha rimesso una ragazza, che pur di domare un bolide di F1, è arrivata a perdere un occhio!
    Un grande in bocca al lupo Maria!

  • Buonasera a tutti, il mio pensiero và a MARIA DE VILLOTA, sono ancora triste per quello che le è accaduto.
    Una così bella ragazza che si apprestava a realizzare un sogno ridotta in un letto d’ospedale a lottare per la vita.
    CORAGGIO MARIA anche a distanza di tanti Km. ti sono vicino e da quando sfortunatamente ti è accaduto tutto questo sono il TUO PRIMO TIFOSO.

  • Il camion non era in pista. Era dopo la traversa che dal rettilineo della pista d’atterraggio conduceva ai “pit”.
    C’è una foto sul sito di marca(punto)com che cerca di spiegare l’incidente.

    http://www.marca.com/2012/07/04/multimedia/graficos/1341398535.html

  • Sono molto dispiaciuto!! In bocca al lupo Maria!!!
    Mi chiedo solo cosa @#??!$$ ci faceva un camion in pista!!!

  • gabriele72

    per fortuna è viva!però non nascondo una certa commozione,perchè per una ragazza cosi giovane,perdere un occhio in questo modo,fa una grande tristezza!auguri Maria

  • resta il fatto che anche se trattasi di test privati in un aeroporto le condizioni minime di sicurezza vanno mantenute … anche in una gara di biciclette sarebbe stato pericoloso lasciare un camion con la pedana a quell’altezza … lo stesso gazebo era pericolosissimo per i membri del team spec. sotto la pioggia … almeno due balle di paglia … o una fila di gomme sarebbe stata suff.

  • dinamica troppo strana peccato doveva essere un momento bellissimo per lei quasi si è trasformato in una tragedia

  • Mi dispiace tanto Maria, hai avuto troppa sfortuna. :(

    Spero che tu possa andare avanti con la tua vita in serenità.

  • Premesse:
    Maria de Villota ha già preso parte a test con vetture di Fourmula 1, vedi Lotus l’anno scorso, se non erro al Paul Ricard.
    Ha già partecipato a varie gare di Monoposto, in orine crescente…F. Toyota, Formula 3, Formula 3.000 e Formula Superleague, più varie gare in turismo e GT.
    Esperienza più che sufficiente per guidare una F1 in un rettilineo! e anche in una pista. Visto che già lo aveva fatto.
    Per “salire su una F1 ci vuole la licenza FIA int.le A, che è quella che usano tutti i piloti di F1 con aggiunta di superlicenza che se non erro si ottiene dopo aver percorso 300kms e la prendi ovviamente solo dopo aver “montato su una F1″ senza averla!
    Pratica: Guidare una monoposto specie F1 non è facile soprattutto a basse velocità,in quanto è molto scorbutica.
    Fatto: purtroppo non sappiamo quello che è successo, ovvio che il camion non ci doveva essere… si saprà in futuro.
    Questo basta, a mio avviso ad azzittire chiunque critica il nano inglese, il Team e “il sistema”… questo è il motorsport se non lo condividete seguite altri sports

    • scusate non ho aggiunto che mi dispiace un sacco per lei e spero che se la cavi nel migliore dei modi..in bocca al lupo!

    • ” Questo basta, a mio avviso ad azzittire chiunque critica il nano inglese, il Team e “il sistema”… questo è il motorsport se non lo condividete seguite altri sports ”
      Il Nano è il dio in terra e noi poveri mortali ad accettare le sue stupide regole… !

      Assodato che tutte le super licenze sono superflue per percorrere un rettilineo e riportare a casa una monoposto, per la verita’ ci sono dei clienti Ferrari che comprano le vecchie monoposto ben piu’ difficili da guidare e girano sulla pista senza licenze e spesso con piu’ di 50 anni. Credo sia chiaro che il problema non è Maria ed è altrettanto chiaro che non puo’ essere giudicato un pilota che percorre un rettilineo.
      Ma la domanda che mi sono chiesto credo sia logica, in una f1 in cui niente è lasciato al caso si puo’ girare in un aeroporto con un camion sul bordo ” pista ”
      Si parla di super licenze
      ma il fondo di una aereoporto è compatibile con una f1 ?

      • Quello che critico aspramente è il sistema ” Rigido ” è stupido dei test limitati.
        I piloti ufficiali non posso fare tutti i test.
        Puo’ girare un pilota che non ha mai girato in f1 per fargli fare esperienza… !?
        Mi chiedo come un pilota possa fare esperienza girando pochi giri e spesso in un aerotest…
        Se Maria ha talento, questo non potra’ mai essere giudicato da un aero test, ma in una giornata di test comparativi con altri piloti. Bisogna essere pratici e semplici, ma il regolamento oltre ad essere complesso spesso non giova nemmeno all’obbiettivo a cui mira, cioe’ ridurre i costi e lanciare nuovi piloti.

  • Se l’incidente ha causato tanti danni, per quanto imprevedibile, è accaduto SOLO perchè qualche idiota ha lasciato la rampa del camion mezza aperta a altezza casco come si vede bene dalle foto.
    Se quest’esimio IDIOTA, chiunque esso sia, avesse chiuso o lasciato completamente aperta quella rampa l’impatto sarebbe stato sulle strutture deformabili della macchina e non sulla faccia della povera Maria.
    Quindi urge capire perchè quella sponda era aperta a metà, nella posozione piu pericolosa, e di chi ne è la responsabilità.

    • Io personalmente reputo piu idiota colui che ha fatto si che un pilota senza super licenza ed adeguata esperienza, abbia dovuto sostenere la pressione e la responsabilità di un test con componenti fondamentali per la squadra. Qui non si sta parlando di esibizione a Mosca…..Fossi nei vertici di marussia che per 4 spiccioli in piu procurati da questo marketing virale imposto come mentalità da quel nanetto inglese, avrei enormi rimorsi.

  • povera ragazza, questo incidente dalla dinamica che sembra tratta da final destiny ha dell’incredibile, adesso non resta che sperare suo pieno recupero neurologico, Maria forza!

  • mi dispiace moltissimo.è inaccettabile! E le è pure andata bene perchè a vedere dov’era l’auto poteva finire decapitata…per un’ aero test..inammissibile. Fortunatamente Maria dice addio “solo” ad un occhio e non alla vita ma qui qualcuno deve pagare un conto molto salato.
    Spero che Maria abbia la forza d’animo per riuscire a vivere serenamente la sua situazione e le auguro tutto il bene di questo mondo. In bocca al lupo!

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!