GP Gran Bretagna: Hamilton il più veloce nelle Libere 2

6 luglio 2012 16:50 Scritto da: Davide Reinato

A Silverstone il meteo non dà tregua. Anche la seconda sessione di prove libere si è svolta su pista bagnata e, per quasi metà sessione, pochi sono stati i coraggiosi che sono scesi in pista. Troppo grande il rischio di aquaplaning e inutile tentare di andare al limite, pena baciare le protezioni a bordo pista.

Ditelo a Bruno Senna e Fernando Alonso, entrambi autori di incidenti causati dalle pessime condizioni dell’asfalto. Il pilota della Williams ci ha rimesso di più: vettura fortemente danneggiata e sessione buttata. Alonso, invece, si è girato alla fine delle prove, mentre si preparava a rientrare ai box. Qualche danno sull’ala anteriore e su quella posteriore, ma non dovrebbe essere un grande problema per la Rossa.

In queste condizioni d’asfalto umido, Lewis Hamilton ha registrato il giro più veloce con 1:56.345, precedendo la Sauber di Kamui Kobayashi di 129 millesimi. Terzo tempo per la Mercedes di Kaiser Schumacher che ha fermato il cronometro in 1:56.545, precedendo il compagno di squadra Rosberg. Perez ha ottenuto il quinto tempo, confermandosi a proprio agio in queste condizioni di pista, nonostante il distacco di un secondo netto rimediato dal compagno di squadra. Button chiude in sesta posizione.

A dimostrazione che i tempi continuano a valere poco, in settima posizione troviamo la Caterham di Kovalainen, staccata di ben 2.2 secondi dal leader. Segue la Lotus di Kimi Raikkonen e la Force India di Hulkenberg. Solamente decimo Fernando Alonso, ma il pilota spagnolo ha effettuato il suo giro veloce con gomme intermedie.

Indietro anche Vettel, tredicesimo, e Massa, quindicesimo. Sono rimasti ai box Ricciardo, Webber, Grosjean e De la Rosa.

GP GRAN BRETAGNA 2012 – RISULTATI LIBERE 2

POS. PILOTA                TEAM                   TEMPO      GAP    GIRI
 1.  Lewis Hamilton        McLaren-Mercedes       1m56.345s            8
 2.  Kamui Kobayashi       Sauber-Ferrari         1m56.474s  + 0.129  15
 3.  Michael Schumacher    Mercedes               1m56.545s  + 0.200  11
 4.  Nico Rosberg          Mercedes               1m56.567s  + 0.222   9
 5.  Sergio Perez          Sauber-Ferrari         1m57.493s  + 1.148  13
 6.  Jenson Button         McLaren-Mercedes       1m57.948s  + 1.603   9
 7.  Heikki Kovalainen     Caterham-Renault       1m58.580s  + 2.235  10
 8.  Kimi Raikkonen        Lotus-Renault          1m58.897s  + 2.552   8
 9.  Nico Hulkenberg       Force India-Mercedes   1m58.943s  + 2.598  11
10.  Fernando Alonso       Ferrari                1m59.015s  + 2.670  14
11.  Paul di Resta         Force India-Mercedes   1m59.429s  + 3.084   9
12.  Pastor Maldonado      Williams-Renault       1m59.472s  + 3.127   6
13.  Sebastian Vettel      Red Bull-Renault       1m59.476s  + 3.131  10
14.  Jean-Eric Vergne      Toro Rosso-Ferrari     1m59.854s  + 3.509   7
15.  Felipe Massa          Ferrari                2m00.565s  + 4.220   7
16.  Timo Glock            Marussia-Cosworth      2m00.820s  + 4.475  11
17.  Bruno Senna           Williams-Renault       2m01.099s  + 4.754   6
18.  Vitaly Petrov         Caterham-Renault       2m01.348s  + 5.003  12
19.  Charles Pic           Marussia-Cosworth      2m03.719s  + 7.374   8
20.  Narain Karthikeyan    HRT-Cosworth           2m04.774s  + 8.429   8
21.  Romain Grosjean       Lotus-Renault                               1
22.  Daniel Ricciardo      Toro Rosso-Ferrari                          2
23.  Mark Webber           Red Bull-Renault                            1
24.  Pedro de la Rosa      HRT-Cosworth

29 Commenti

  • Io ho visto sia la RB8 di Vettel che la Ferrari di Alonso con gomme intermedie, ma mentre per Alonso so che il tempo lo ha fatto con le intermedie, non sono sicuro per Vettel.

    Qualcuno potrebbe risolvere il mio dubbio?

    Il fatto che solo la Ferrari e la RBR abbiano girato con le intermedie, la dice lunga sul downforce su cui possono contare, perchè a quello che mi risulta tutti gli altri hanno girato con le gomme da bagnato estremo e le condizioni della pista non erano certamente ideali per le intermedie.

    • Il carico aerodinamico sul bagnato arriva principalmente dalle ali, tutto quello che è ottenuto tramite fondo e estrattore si perde o quasi. Poi ovviamente è importante l’assetto se parti per il bagnato o per una pista semi asciutta la monoposto puo’ andare anche 2/3 secondi piu’ lenta in base alle condizioni della pista.
      Poi è fondamentale il pilota, ma mi pare che la FErrari si adatti bene al bagnato.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!