Alonso in pole position! Ma che brividi in Q2 per la Ferrari…

7 luglio 2012 17:18 Scritto da: Mario Puca

Che disastro – avranno pensato i tanti tifosi della Ferrari (e probabilmente gli stessi uomini del muretto…) all’inizio della seconda manche di qualifica, quando la Ferrari, sperando di approfittare degli ultimi minuti di pista quasi asciutta, è uscita dai box montando le gomme intermedie su entrambe le vetture, mentre sul circuito di Silverstone, invece, veniva giù il diluvio. Risultato? Alonso e Massa costretti a percorrere un giro praticamente inutile cercando di tornare ai box indenni per montare le gomme giuste (full wet) e correre ai ripari.

Un errore di valutazione eccessivamente rischioso da parte degli uomini in rosso, che aveva messo seriamente in crisi i piloti, incapaci con la pista ormai allagata di andare oltre la sedicesima e diciassettesima posizione. Una vera disfatta per la Ferrari, che stamattina nelle ultime prove libere (ma con pista asciutta) aveva, inoltre, ottenuto il miglior tempo della sessione. Sia Alonso che Massa, in difficoltà con l’acquaplaning, si erano anche girati pericolosamente, tanto che Alonso, in un disperato tentativo di suggestione verso la direzione gara, aveva invocato la bandiera rossa per la momentanea sospensione della sessione; sospensione che Charlie Withing ha concesso dopo poco, vista l’enorme quantità d’acqua che aveva intanto preso possesso del circuito.

Sembrava andata ormai. Con soli sei minuti e mezzo circa da disputare e la pista allagata sembrava davvero difficile per Alonso e Massa riuscire a riguadagnare la top ten e giocarsi la pole position. Sembrava ancora più difficile negli ultimi secondi della Q2, quando Grosjean ha causato una bandiera gialla nelle ultime curve, proprio mentre Alonso chiudeva il suo giro buono ed aveva bisogno di decimi preziosi. Invece, dopo oltre un’ora di sospensione, sia la Ferrari numero 5 che la numero 6 sono riuscite ad evitare incredibilmente la tagliola ed a disputarsi l’ultima manche. Una vera sorpresa per la Ferrari, che pochi minuti prima sembrava definitivamente spacciata, tristemente fregata da una scelta di gomme discutibile, almeno relativamente al rapporto rischi/vantaggi.

Ma le sorprese del sabato rosso non si sono esaurite con l’accesso di entrambi i piloti alla Q3; Alonso nascondeva, infatti, un grosso asso nella manica che gli è valso, finalmente, la prima pole position stagionale con la Ferrari. Un risultato attesissimo, che arriva nella maniera più rocambolesca ed inaspettata possibile. Dalle stalle alle stelle potremmo dire. Ma la reazione della Ferrari dopo il disastro mancato è stata davvero fantastica. E’ importante rimanere calmi nei momenti di difficoltà – commenta un Alonso concentratissimo in conferenza stampa. In Q2 dopo la bandiera rossa eravamo sedicesimi e diciassettesimi e non è stato facile. Abbiamo poi affrontato sia la fine della Q2 che la Q3 nel dubbio di quali pneumatici montare, tra full wet ed intermedie. Abbiamo scelto le intermedie, scelta fatta anche dagli altri e ciò ci ha un pò tranquillizzati. Abbiamo messo insieme il giro giusto, cosa molto difficile, visto che basta fare qualche piccolo errore e si rimane indietro. Sono molto felice della pole position, che arriva dopo due anni. Ma domani c’è la gara e viste le condizioni atmosferiche credo siano le qualifiche meno importanti dell’anno, visto che tutto potrebbe cambiare in un giro. Comunque è sempre meglio partire davanti, quindi sono molto felice.

E’ stata quindi una pole position bella soprattutto perchè difficilissima ed inaspettata. Con il senno di poi, sarebbe stato un vero peccato sprecare un potenziale simile per una scelta di gomme sbagliata. E’ un risultato fantastico per la squadra e per me – prosegue Alonso. Era difficile capire le condizioni della pista e c’è stato anche un momento di tensione quando è arrivata la bandiera rossa in Q2. Dopo ho cercato semplicemente di non fare errori e di mettere insieme il giro perfetto, anche se non era facile perchè non si sapeva mai quali erano le condizioni nella curva successiva. La posizione sarà comunque molto importante per la gara di domani. La macchina sta andando bene. Domani può succedere di tutto, può cambiare tutto all’improvviso e, pur se non sono le qualifiche più importanti dell’anno, è sempre meglio partire davanti.

Sorprese anche dall’altro pilota della Ferrari, Felipe Massa, uno dei protagonisti della lotta per la pole position. Il brasiliano era uno dei “condannati” dal diluvio ad inizio Q2 e dalla scelta sbagliata di gomme e probabilmente proprio il suo testacoda ha spronato la direzione gara a sospendere la sessione. Poi gli ultimi sei minuti buoni, in cui Felipe è riuscito ad ottenere un’ottima sesta posizione ed accedere alla fase finale, facendo anche meglio di Alonso, nono.

Dopo aver scambiato più volte la posizione di vertice con Fernando e Webber, Massa ha chiuso infine in quinta posizione, dietro ad Alonso, Webber, Schumacher e Vettel. Il brasiliano è sembrato abbastanza a proprio agio con il fondo scivoloso e domani potrebbe prendersi una bella rivincita con Silverstone, che nel 2008 lo vide protagonista di una gara difficilissima. Quando siamo rientrati in pista dopo la bandiera rossa ed un’ora circa di sospensione sembrava molto difficile – commenta Felipe ai microfoni Rai. Fortunatamente la pista era in una condizione che ci ha permesso di migliorare i tempi. Secondo me abbiamo fatto una buona qualifica. Io ho sbagliato qualcosa nella parte finale della Q3, potevo sicuramente partire un pochino più avanti; però, tutto sommato, è meglio partire in quinta posizione che in quella che avevamo prima. Io e Nando siamo stati in lotta per la pole; l’ultimo settore era quello in cui perdevo di più perchè bloccato sempre la gomma posteriore all’ultima curva e quello è stato il problema della Q3. Però, visto quello che è successo oggi, primo e quinto è un buon lavoro.

Avrà sudato freddo come non mai Stefano Domenicali ad inizio della seconda manche, quando si è accorto che non era più tempo per le intermedie e sarebbe stato troppo tardi anche per le full wet. Questa scelta rischiava di causare una debacle carissima, che avrebbe condannato i ferraristi ad una gara difficilissima. Fortunatamente i suoi hanno mantenuto la calma e sono riusciti nel colpaccio che nessuno si aspettava più, mettendo Alonso lì su in cima nella classifica del sabato pomeriggio, con un Massa ottimo quinto. E Stefanone, così come successo all’ultimo gran premio, ne ha approfittato per bacchettare quelli che sono sempre pronti ad esultare quando si vince ma parimenti pronti a puntare il dito quando si perde. E’ stata una giornata intesa, qualifiche toste ed immagino cosa si stava dicendo a metà Q2… Ma fa parte del gioco – commenta Stefano. Però i punti si fanno la domenica. E’ stata una qualifica  molto tirata. Sono molto contento per Fernando e per la squadra. Intanto portiamo a casa questa giornata, però i punti sono domani. La macchina è sicuramente migliorata ma i nostri avversari sono molto forti. Ora è tornato a piovere…vediamo domani. 

Ed alla domanda “domani speri che la gara sia asciutta o bagnata” Domenicali, approfittandone anche per un’autocritica tra le righe, risponde così: speriamo di prenderci!

 

22 Commenti

  • non capisco tutte queste polemiche, io sono il primo a dire che alonso non ha alzato il piede, siamo sinceri 6 millesimi di secondo nemmeno un robot li può calcolare, detto questo il regolamento NON dice di quanto devi rallentare, dice solo che il tuo intertempo in quel settore di pista deve essere inferiore al tuo miglior intertempo, quindi alonso è passato di diritto in q3.
    possiamo dire che se di fortuna si vuol parlare, lo è stata per il fatto che abbiano sospeso la q2 a 6 min dalla fine, dandoci la possibilità di rimediare al grossolano errore di aver utilizzato le intermedie nel primo giro in q2, i mondiali spesso si vincono anche grazie a eventi favorevoli e quest’anno il buon alonso ne ha avuti molti, spero solo che la dea bendata non giri.

  • Caribbean Black

    Personalmente non comprendo tutta questa polemica.

    Se tanto mi da tanto, e se la matematica non è un’opinione, alonso nei sector 1 e 2 era nettamente in vantaggio sul tempo limite (non so di quanto), e abbondantemente dentro i primi 10….se nel sector 3 ha accusato addirittura un ritardo, è evidente quanto matematico, che ha alzato il piede, perdendo difatto l’enorme vantaggio che aveva, per cui, non capisco ancora quale sia la polemica.

    In conclusione, non sono affatto convinto personalmente, che la direzione gara aiuti fernando o la rossa.

    Oggi la rossa, prendendo in considerazione le prestazioni, meritava di stare nei primi 10 ed anche di conquistare la pole, per cui, se un’errore di valutazione stupido da parte del muretto, li stava mettendo fuori gioco, penso sia giusto che abbiano avuto la possibilità di riscattarsi, anche perchè il cronometro parla chiaro e limpido, ed oggi, le rosse, hanno mostrato un grande passo sia su full wet tyres, che su intermediate.

    • faccio una premessa..non è tanto che seguo il forum ma è tantissimo che seguo la f1 (ho visto il primo gp dal vivo a monza ’78).sono tifoso ferrari.
      devo dire che 6 un tifoso mclaren anomalo in quanto quelli che tifano questa scuderia in genere sono quelli che tifano il brasile ai mondiali,il ciclista strniero di turno, in pratica dei bastian contrari che sono spesso poco sportivi.(questo secondo me il motivo di tante polemiche)
      di sicuro questo non è il tuo caso.
      ad onor del vero c’è da dire che con le rain alonso non andava e non è vero che aveva fatto intermedi record ma solo i propri miglior parziali tantè che nel terzo ha impigato solo 6 millesimi meno del suo migliore e ha chiuso solamente 9.
      secondo me ha non ha alzato il piede ha solo avuto la fortuna(fossi in lui quest’anno mi giocherei la schedina del superenalotto) di fare una sbavatura che regolamento alla mano gli consente di avere il crono valido.(impossibile rallentare di soli 6 millesimi)

      sono curioso di sapere da dove viene il tuo amore x la mclaren, forse eri tifoso di senna?

      p.s non voglio fare di tutta un erba un fascio anche ronnie e carloM mi sembrano tifosi obbiettivi e sprtivi come te

      • Caribbean Black

        Ciao….ti ho letto per la prima volta stamattina durante le libere se non erro, o durante le qualifiche….ed anche se non ho commentato i tuoi post perchè ero preso da argomentazioni differenti da quelle che trattavi tu (ed a causa di una diatriba con un’utente poco competente in materia di f1, ostinato a vedere la f1 da una prospettiva molto personale) devo ammettere che esponevi bene le tue argomentazioni ed anche con un tono cordiale, per tanto, ricambio i complimenti che tu hai fatto a me, ma sia chiaro, non per lavata di faccia, per il semplice fatto che i complimenti ti vanno fatti.

        Ecco…venendo alla tua domanda, è una storia un po lunga il mio tifo per la mclaren….in realtà ho iniziato a vedere la f1 nel 91 e me ne sono appassionato l’anno successivo, innamorandomi perdutamente della benetton…squadra che ho tifato accanitamente fino al 97….gia da prima del 91, però mi piaceva molto alessandro nannini, e diciamo che è stato lui ad avvicinarmi a questo sport.
        Sin da bambino sono stato un’antiferrarista sfegatato, non per via di una detestazione verso la rossa delle corse, ma per via delle rosse commerciali, in quanto ero e tutt’ora sono un fanatico di lamborghini, casa automobilistica che ho sempre ritenuto di molto superiore alla ferrari.
        Le ferrari non mi sono mai piaciute e non ho mai voluto riconoscere quel tanto decantato e blasonato fascino che la gente vede e che io proprio non ho mai visto, se non per qualche modello, come la GTO, la 512 BB, la 456GT, la 550 M, o la 612 scaglietti, le uniche vetture che di maranello apprezzo notevolmente.
        Sono stato un’antiferrarista fino a poco prima dell’inizio della stagione 2009, anno in cui ho cominciato ad avere un approccio piu maturo alle corse, fatto di amore passionale e spassionato verso la mia squadra e non piu, anche frutto della detestazione verso la squadra di maranello.

        Tifo mclaren dalla fine della stagione 1997, non solo perchè mio padre è sempre stato un tifoso mclaren e sfegatato di senna (senna che però non potevo soffrire, in quanto era rivale del mio vecchio beniamino schumacher) ma anche perchè, essendo “tedesco sportivamente” amo quasi qualunque cosa provenga dalla germania sportiva e/o automobilistica, ed essendo un’amante delle mercedes, mi innamorai del binomio mclaren mercedes-benz :)
        Da quel lontano 97 non ho piu mollato la mia squadra dl cuore.

        In sintesi è piu o meno questa la storia del mio tifo verso i cavalieri d’argento :)

        Ti rispondo infine, alla questione polemiche.
        Secondo me la tua lettura del fatto inerente alonso, è errata, perchè come dicevo, alonso, nei settori 1 e 2 aveva un vantaggio di non so quanti decimi (ipotizziamo 5 forfaitari) su chi era in 10a posizione.
        Arrivato al settore 3, ha pagato 6 millesimi su chi era in 10a posizione, il che dovrebbe significare che lui, alzando il piede, ha perso quei 5 decimi ipotetici, + altri 6 millesimi.

        Siccome la pista era in continuo miglioramento di giro in giro, e siccome nel settore 1 aveva un vantaggio, che è aumentato nel settore 2, è ipotizzabile che nella percorrenza tra il settore 2 e 3 abbia continuato a guadagnare, aumentando il suo vantaggio.
        Alzando il piede in regime di bandiere gialle, ha difatto perso tutto quel vantaggio accumulato, ma ha cmq raggiunto la 9a poszione.

        Son sicuro, che se non avesse alzato il piede, non sarebbe arrivato 9°, ma avrebbe scalato la classifica notevolente di piu.

        Ti quoto se mi dici che la rossa con le rain non rendeva quanto con le intermediate, ma non posso quotarti se mi dici che con le rain, la rossa era in difficoltà, perchè anche nelle libere di venerdi, così come nelle libere 3 di sabato, e nelle conseguenti qualifiche, le rosse sembravano cmq in palla.
        Con le rain non erano le piu veloci sicuramente, ma se ci fai caso, erano le vetture piu equilibrate in pista con entrambi i set di gomme da bagnato, segno che hanno trovato un’ottimo set up, ed un formidabile equilibrio con la loro gia estremamente performante vettura.

        Bisogna ammettere che hanno fatto un grandissimo lavoro, e questa pole, è la ciliegina sulla torta che li ripaga dell’incessante lavoro svolto sulla progettazione di qusta macchina che non era partita come favorita ad inizio campionato.

    • la tua lucidità/sportività a volte è “imbarazzante”, grandissimo:))))

  • L’euforia della pole non ci deve far dimenticare l’enorme errore dei box (stanno diventando troppo frequenti) della Scuderia Ferrari.

    All’affermazione di Domenicali (“…ed immagino cosa si stava dicendo a metà Q2…”) risponderei che una scuderia che vuole vincere il campionato di F1 non può permettersi di fare questi sbagli. Chi li contesta ha il diritto di farlo!

    La Ferrari è stata “graziata” solo dalle condizioni atmosferiche che sono diventate proibitive a 6 minuti dalla fine altrimenti avremmo parlato delle Rosse in fondo al gruppo.

    Ciò che non hanno ancora capito, dal muretto del team di Maranello, è che adesso hanno una vettura competitiva (a differenza dei 2 anni passati) e quindi non devono “inventarsi” nessuna strategia per poter ottenere i risultati. Una buona vettura e uno straordinario pilota sono sufficienti ad ottenere preziosi punti mondiale.

    • Ferrarista Sfegatato

      speriamo che l’abbiano capito oggi … e poi oggi la colpa è solo DEL MURETTO perchè i piloti dall’abitacolo dentro al box non potevano certo capire la consistenza della pioggia …

  • Ferrarista Sfegatato

    Ci sono due piccoli errori nell’articolo massa e alonso erano in 15 e 16 posizione all’inizio della Q2 e poi questa è la terza pole con la ferrari per alonso … non la prima … cmq a parte queste sciocchezze … LA COSA IMPORTANTE DOMANI E’ ESSERE CONCENTRATI E ATTENTI come ha già detto john noi essendo in testa dobbiamo fare la cosa più semplice perchè siamo finalmente in POLE … FORZA FERRARI !

  • Senza la sospensione in Q2 sarebbe andata molto diversamente. I mondiali si vincono quando anche la fortuna è dalla tua parte e mi sembra che quest’anno la dea bendata sia spesso in macchina con Alonso.
    Comunque questa F1 di checche mi sta diventando davvero insopportabile.

  • il controllo che ha fatto Alonso prima della red flag….vale in pieno l’intero biglietto!!!!

  • Il mio dubbio è questo : siamo abituati a vedere una ferrari che in gara migliora il risultato della qualifica. Se si parte 4 e si arriva 2 è un ottima gara. Ma partendo dalla pole.. si riuscirà a fare la stessa cosa? Perchè la ferrari non è più abituata a partire dalla prima casella..Speriamo cmq bene e…Forza ferrari!

  • fino a pochi anni fa la guida sul bagnato era il suo punto debole ora è migliorato anche li! è veramente un pilota completo sotto tutti i punti di vista! altro che vettel o hamilton nessuno guida come lui , ha la sua stessa visione di gara , oggi questa pole come difficioltà e per come è arrivata è paragonabile solo a quella di monza come soddisfazione! alonso – ferrari una cosa sola!

  • santo subito piu forte della follia del muretto SEI INFINITO NANDO…. domani vi prego nn gettate tutto alle ortiche con le vostre strategie creativeFATE LA COSA PIU SEMPLICE sono gli altri a dover rischiare …

  • CavallinoRampante

    Ma loro rosicano solo perchè volevano Alonso fuori, sanno di non avere più il vantaggio di inizio stagione e quindi blaterano di fantomatiche violazioni. Lo dimostra il fatto che nessuno parla del giro di Vettel con bandiere gialle in Q2 che gli è valso il 10° tempo.

    • scusa ma queste polemiche chi le sta facendo?
      non è uscito nessun aggiornamento in riferimento al giro della q2 di Alonso, e comunque anche Vettel avrebbe fatto la violazione se proprio vogliamo discutere, come tu hai fatto notare.

      • CavallinoRampante

        Basta leggere i post di alcuni… che invocano la rigidità del regolamento solo quando prendono legnate dalla Ferrarie da Nando, tralasciano anche che oggi le hanno prese pure da Felipe… continuando di sto passo la cirrosi epatica è ad un passo.

  • La gara comunque è domani, per Fernando è buono partire in avanti, ma quello che più mi preoccupa è il muretto con la strategia giusta da seguire. Ho paura che combinano qualche disastro come in Canada, o come oggi nella Q2.
    Spero che ragionino e facciano girare bene le rotelline del cervello, perchè l’opportunità che si presenta domani è veramente ghiotta!
    Fernando ha fatto una qualifica importante, da grande pilota, non ha sbagliato ed ha reagito bene in queste condizioni avverse, la monoposto è tornata grande, sia sull’asciutto che sul bagnato.
    Massa ha disputato una qualifica discreta, forse ci aspettavamo qualcosina in più rispetto alla sua attuale posizione, ma dobbiamo essere contenti del suo risultato, anche se ha preso 1 sec e 5 decimi da Alonso!
    Domani sarà una vera lotteria, domani abbiamo la possibilità di aumentare il nostro distacco, non possiamo sprecare niente e nessun punto!
    Forza Ferrari, ti stai dimostrando davvero temibile!

  • Gianluca96

    SEEEEEEEEEEEEE alonso in pole alonso in POOOOOLE
    Una parola per chi rosica : Alonso stava facendo due settori buoni in q2 poi ha rallentato per l incidente di grosjean e nel 3^ settore ha rallentato e nn ha fatto il record quindi è stato corretto e la FIA non ha bisogno di aiutare Nando per farlo vincere .

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!