FIA chiarisce come potersi difendere nei sorpassi

12 luglio 2012 21:27 Scritto da: Andrea Facchinetti

Si sa, i duelli ruota a ruota sono quelli che emozionano di più i tifosi, ma sono anche quelli che più dividono su chi ha ragione o meno in caso di contatto. La FIA ha provato a dare un’ulteriore spiegazione su come ci si può difendere dall’attacco di un avversario, nonostante ad inizio anno avesse già dato chiare indicazioni: il pilota che subisce l’attacco può fare solamente un cambio di direzione.

Prima del GP di Gran Bretagna, Charlie Whiting ha scritto una nota e l’ha inviata a tutti i piloti, spiegando come ci si deve comportare da ora per difendere la propria posizione. La nota, finita tra le mani dell’autorevole magazine inglese Autosport, chiarisce che “ogni pilota che difende la posizione in rettilineo o prima dello spazio di frenata, può usare tutta la larghezza del tracciato durante il primo cambio di direzione, a patto che nessuna parte significante della vettura che tenta il sorpasso sia di fianco al pilota che difende. Mentre il pilota difende la sua posizione in questo modo non può oltrepassare la linea che delimita in larghezza il tracciato senza giustificazioni accettabili”.

La regola pare piuttosto chiara di per sè, ma, “per sciogliere ulteriori dubbi“, Whiting ha anche aggiunto che “se qualsiasi parte dell’ala anteriore della vettura che tenta il sorpasso è parallela alla ruota posteriore di chi si difende, si può parlare di ‘parte significante’ della vettura che sorpassa“. Ovvero: se anche solo l’ala anteriore di chi cerca di superarti è al livello della tua ruota posteriore, non puoi occupare tutta la larghezza della pista per difenderti dall’attacco. Un chiarimento che dovrebbe agevolare la lettura dei duelli e delle eventuali responsabilità in caso di incidente.

26 Commenti

  • Ferrarista Sfegatato

    Ma non era meglio la vecchia regola ? quando il pilota che si difende non poteva cambiare traiettoria più di due volte ? bah …

  • F1Drivers_ALDO

    A parte che quelli che fanno casino siete un pò tutti voi.

    La regola è molto più banale del casino che state facendo.

    Ci si può difendere ma senza arrecare danno all’avversario!!!!Stop!!!!

    A parte che come già detto da qualcuno, in Bahrain le due difese di Rosberg che manda per sabbia prima Hamilton e poi Alonso, fa cadere tutta sta manfrina, quindi……

  • Questi vivono sulla luna!!

    Ad oltre 300 Km/h un pilota non può controllare costantemente entrambi gli specchi. L’errore di valutazione sulla posizione dell’avversario c’è sempre stato e sempre ci sarà, stiamo parlando di 40 cm, mica 10 metri e se succede il patatrac…….pazienza fa parte delle corse. Attribuire a tutti costi una colpa ed una sanzione per un normale incidente di gara è una delle tante assurdità che stanno allontanando gli spettatori dalla F1.

    Ciao,Stefano.

    • Ma è anche vero che molte volte si accorgono dell’avversario e solo perche sono un metro o due più avanti quindi avendo comunque la macchina dell’avversario accanto fanno la traettoria come se non ci fosse nessuno e per me questo non và bene

  • Qui siamo arrivati al ridicolo : un pilota a 350 orari o in piena curva dovrebbe osservare bene nello specchietto…pensare diecimila cose, alle possibili sanzioni,all’ala mobile,alla staccata,a non spappolare le gomme,a non perdere l’avversario che lo precede,a difendersi da quello dietro,rispondere all’ingegnere via radio,regolare il ripartitore di frenata,bere,frenare,accelerare,scegliere bene il punto di corda…Troppe regole, zero spettacolo. Se fossi pilota mi fermerei, ordinerei un cappuccino riflettendo sulle 100 variabili legate al farmi o meno sorpassare, poi dopo 10 minuti prenderei una decisione, manderei un fax a charlie e se approvato agirei… Questa formula 1 sembra un modello 740.

    • MotoreAsincronoTrifase

      Beh quando la toro rosso (non ricordo quale) ha tamponato kovalainen dicendo che non si era acorto che credeva avesse passato del tutto l’avversario gli hanno dato tutti addosso dicendo che un pilota a quei livelli come minimo deve rendersi conto se l’avversario ha l’ala anteriore al suo fianco o no. Stessa cosa in tutti gli incidenti analoghi, tutti a lamentarsi. Adesso ci si lamenta anche del contrario, cioe’ che non si puo’ vedere tutto. Bisogna metteresi d’accordo.

      • Giuseppe.Ferrari

        infatti concordo…un pilota esperto come sono quelli di formula 1 sanno a memoria ogni centimetro della propria monoposto e sanno benissimo se uno ti sta a fianco e ti è “entrato” per sorpassarti oppure se lo stai tenendo dietro…

  • scusate un piccolo particolare: come ca*** la vedono l’ala anteriore dagli specchietti retrovisori???? ma siete scemi?
    è già tanto se si vede il musetto? ma si sono mai seduti su una monoposto questi???
    per esempio come faceva Senna a vedere l’ala della Sauber di Koba a Valencia??? montiamo su tutte le vetture le telecamere di parcheggio posteriori??? non ho capito …
    potrei capire se sono dentro con la parte anteriore della vettura, ma solo l’ala????

    ma andate a zappare la terra, pagliacci …

  • La precisazione dela FIA è diretta a rendere uniformi le valutazioni fatte dagli “arbitri” davanti al monitor, e sottolineo, davanti al monitor. Solo con le immagini si può capire se l’alettone della macchina che segue è davanti all’asse posteriore della macchina che precede. Almeno adesso si spera di avere valutazioni più univoche.
    Diverso il discorso per il pilota. Che non ha assolutamente la possibilità di capire con questa precisione dove si trova l’alettone dell’avversario (come fa ragazzi???)…
    A me pare che questo sistema di regolamentazione della Formula 1 si autoalimenti andando sempre più complicandosi, tutte le volte che vuole migliorarsi. In sostanza si sta esagerando, ma da un bel po’.

  • Anche se odio i regolamenti, effettivamente ci vigliono.
    Questo sembra essere giusto, chiaro e ben studiato.

    Comunque…se non ci fossero stati i regolamenti….col cavolo che Webber avrebbe vinto il GP d’Inghilterra!

  • io sinceramente non ci ho capito niente..userei una regola più semplice:chi tampona paga e niente zig zag..un po come avviene nelle strade tutti i giorni!che ne pensate?

  • Giuseppe.Ferrari

    secondo me è una buona regola invece, perchè se chi si difende cerca di buttare fuori l’avversario spingendolo verso l’esterno, rischia di rovinarsi la gara da solo, di rovinarla a chi cerca di superarlo e di provocare potenziali situazioni di pericolo in pista come oggetti ed altro…i piloti comunque sono molto esperti e non è così difficile accorgersi quando un altro pilota ti sta “bucando”…tra l’altro anche noi “comuni mortali” ce ne accorgiamo quando qualcuno ci supera in macchina, riuscendo a capire quando il muso della sua auto è parallelo a al paraurti o alle gomme posteriori della nostra auto…

    • scusa,ma veramente pensi che un pilota riesca a capire che la macchina che ha dietro è già all’altezza dell’asse posteriore con l’alettone anteriore???

      • Giuseppe.Ferrari

        se un pilota ti sta sorpassando vuol dire che te lo sei tenuto dietro già per un po’ di tempo e quindi lo stai tenendo d’occhio dallo specchietto retrovisore, dal quale si vede TUTTO..

  • Date ai piloti anche un metro ; e goniometro cosi stiamo traquilli ….povera f1 :(((

  • Quindi un pilota che si difende deve anche riuscire nella concitazione del monento a rendersi conto se l’ala anteriore della vettura che lo segue è già all’altezza delle sue ruote posteriori, una cosa aemplicissim……
    Ma quando queste regole macchinose non c’erano la F1 faceva schifo?!?!? Non mi pare…..

  • Ma basta….che palle sti regolamenti….e queste le chiamate gare?dove uno nn può difendersi,l’altro aziona il drs,le gomme si sbriciolano,i motori congelati,nessun test…e poi se una macchina è irregolare nn fate niente???anzi vengono definiti furbi perché aggirano i regolamenti??? Quanto mi mancano i bei duelli anni 80 e primi 90…
    Scusate,x la riflessione a voce alta…

  • Quindi alla luce di queste dichiarazioni Rosberg in Barhein sarebbe stato punito due volte….se questo fosse stato stabilito a inizio stagione.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!