Due tori in un’arena. Ma Horner non ha paura

13 luglio 2012 21:08 Scritto da: Valeria Mezzanotte

Non hanno ancora un pilota in testa alla Classifica, ma alla Red Bull motivi per sorridere ce ne sono eccome. Un Vettel in forma, un Webber ritrovato e rinnovato, una macchina che dopo qualche iniziale incespicamento comincia a fare paura a tutti. A Valencia sembravano pronti ad uccidere il Campionato, mentre a Silverstone hanno dovuto vedersela con una Ferrari competitiva, in grado di tornare dopo 22 mesi alla pole. Ma essere riusciti comunque a battere la Rossa che partiva al palo in una pista che sulla carta le era favorevole significa che chiunque, prima di poter mettere le mani sul Titolo, dovrà fare i conti con gli uomini di Milton Keynes. Insomma, il sonno di Horner non dev’essere troppo disturbato.

A meno che nei suoi sogni non sbuchi fuori il ricordo di una domenica di poco più di due anni fa. È ovvio, parliamo di quella trascorsa all’Instanbul Park nel 2010, quando Chris e Adrian Newey si ritrovarono a scuotere la testa e a mettersi le mani nei capelli, impotenti di fronte all’autoscontro ingaggiato da Vettel e Webber che apriva la strada ad una doppietta McLaren e bruciava punti preziosi con i quali la cavalcata di Seb verso il Mondiale sarebbe stata meno faticosa. Il rapporto tra i due non è mai apparso come uno dei migliori, e se l’anno scorso Webber non riusciva minimamente a stare al passo del compagno di squadra, vederlo lanciato all’inseguimento del leader Alonso oggi porta più di qualcuno a domandarsi se la storia potrebbe ripetersi.

“Credo che il 2011 sia stato un anno molto duro per Mark. Ma ha riflettuto sulla sua stagione ed è tornato in gran forma, gliene va ogni merito” così lo loda il suo Team Principal, senza però tralasciare di sottolineare i successi di Vettel nelle ultime due stagioni: Sebastian ha ottenuto molto in un brevissimo periodo, ma sa che in Mark ha un avversario vero. E Mark sa che Sebastian è il pilota di riferimento, o lo è stato negli ultimi anni”.

Se anche la loro rivalità lo preoccupa, Horner non vuole darle troppo peso: “È un problema che è piacevole avere. Ma come facciamo sempre, li sosterremo, e alla fine tutto dipende da cosa fanno in pista. Mark ha vinto a Silverstone perché lo meritava”. Non che, con Alonso di mezzo, si sarebbe potuto decidere alcunché… “Dal 2010 hanno passato più tempo gareggiando insieme, partecipano insieme per centinaia di ore ai meeting della squadra, lavorando per sviluppare la macchina. Lavorano come membri di un team. Poi bisogna vedere cosa succede in pista”.

Non fasciamoci la testa prima di rompercela, insomma, sarà la pista a decidere. Ma un duello è sempre un duello, non importa quale divisa indossi l’avversario. Pensiamo sempre alla gara di Silverstone, ma stavolta quella di un anno fa, con Webber arrembante negli ultimi giri mentre tentava invano di aprirsi un varco per sopravanzare Vettel, che allora era ufficiosamente ma comodamente seduto sul trono del suo secondo Titolo iridato. Mark, devi mantenere il distacco, fu la richiesta che partì ripetutamente via radio dal muretto angloaustriaco, spaventato all’idea che il podio potesse sfumare nelle ultime tornate. Magari con il ricordo della disfatta turca ancora in testa. La domanda a questo punto sorge spontanea: se Chris Horner non si è fidato a lasciar battagliare i propri tori in una situazione di tranquillo ed assoluto dominio come quella del 2011, come potrebbe farlo in una stagione più combattuta, dove ogni lasciata è persa?

Horner insiste: “Siamo in una posizione di privilegio, dato che entrambi i nostri piloti sono veri contendenti al Titolo”. Entrambi, in egual misura? Ai lettori l’ardua sentenza. A me, il naso di Horner sembra improvvisamente un po’ più lungo…

24 Commenti

  • io credo che quest’anno possano veramente puntare su webber se la situazione continuerà cosi , perche alonso rispetto al 2010 ha piu punti di vantaggio , perche cmq hanno gia vinto 2 mondiali con vettel e se un anno vincono con webber non sarebbe una tragedia , li allora era diverso perche ancora non avevano vinto ancora nulla e ci tenevano a vincere i primi titoli con vettel ma quest’anno credo che se proprio dovranno puntare su webber lo faranno , quando si hanno gia 4 titoli mondiali in tasca è piu facile puntare anche su quella che loro considerano una seconda guida

  • Horner è solo un’ipocrita, nella sua intervista dice che è picevole avere lotte interne di questo tipo, perchè alla fine uno dei due piloti, come vuole far intendere porterà sempre punti alla squadra per la corsa al costruttori.
    Però evidentemente dimentica che il prescelto nel team bibitaro è Vettel, il ragazzino tedesco ha il piede pesante ed è costante non credo che Horner voglia perdere un mondiale dietro lotte interne, sicuramente e subdolamente darà ordine di stabilire la prima e la seconda guida.
    Speriamo solo che Webber per una volta si impone a questa camorra e faccia il suo lavoro!

    • forse horner è ipocrita,ma non faranno niente che non farebbero anche in ferrari con alonso e massa..

      • Bravissimo Gabriele. Se la RB avvantaggia Vettel su Webber è una camorra, se la Ferrari avvantaggia Alonso su Massa è una cosa legittima e pulita. Il punto è che ora gli ordini di scuderia sono ammessi alla luce del sole e non vedo alcun motivo di scandalo qualora fossero impartiti. Ci si giocano titoli mondiali e un mucchio di quattrini, è logico che le squadre puntino sul “cavallo” di maggiore affidamento. Si tratta di cose che in F1 ma anche in altri sport (come il ciclismo) si sono sempre fatte, il problema è che per alcuni destano scandalo solo quando a farle sono gli avversari.

      • peccato che alonso nn ha bisogno di favori per battere massa …vettel senza ordini le prende pure da webber…

      • john quello che tu non hai ancora capito è che webber e vettel non sono la stessa cosa..ok,spesso mark riesce a tener testa a seb;ma anche button l’ha fatto con hamilton,addirittura l’anno scorso portandogli via il numero 3 dalla macchina e arrivando secondo nel mondiale,eppure nessuno discute il talento di hamilton..

        ti ricordo che alonso l’anno scorso riusciva a tener testa alla red bull di webber,ma non a quella di vettel..anche quest’anno,il pericolo per nando viene da sebastian;diciamo la verità,il buon mark non fa paura a nessuno!sappiamo tutti che può dar fastidio,ma l’uomo da marcare è l’altro..questo è stato l’errore del 2010..che sappiamo tutti come andò..

      • Hai centrato nel segno Iron ma ti devo fare un’appunto che i camorristi non nascondono la simpatia per Vettel ma alla fine gli danno la possibilità di giocarsela ogni domenica Webber,i buoni danno ordini di far passare Alonso o fanno strategie Kamikaze con massa come tante volte e se funziona la applicano anche su Alonso altrimenti quello sparisce dalle prime posizioni ed è un’asino e questo nel 2010 in particolare e nel 2011 è successo tante volte!Quindi non mi sembra che le due squadre possono essere messe nello stesso livello

      • secondo me le batoste che sta prendendo kimi t hanno dato in testa…

      • Ferrarista87

        Ma non è questo il punto!!!! nessuno sta criticando la red bull perchè avvantaggia Vettel….io critico la loro ipocrisia!!! nel 2010 Horner diede dell’antisportriva alla Ferrari, dicendo che gli ordini di scuderia sono immorali e contro lo sport….però poco dopo loro hanno fatto lo stesso!!! sono queste le cose che detesto…se una cosa la fa la Ferrari è immorale, la fanno loro va bene. Io sono favorevole agli ordini di scuderia qualora siano necessari….inutile nascondersi…la F1 è uno sport di squadra! Se un pilota è fuori gioco è giusto che aiuti il suo compagno di squadra a vincere….l’obbiettivo è del team. Quindi che la Red Bull faccia gli ordini di scuderia va benissimo….che facciano i moralisti prima, per poi fare esattamente le stesse cose non mi va bene!!!

      • La differenza (SOSTANZIALE) è che in Ferrari hanno dichiarato 1 Primo pilota e un secondo, in McLaren hanno dichiarato un Primo pilota e un secondo, in Red Bull hanno dichiarato due primi piloti salvo poi favorirne sempre uno e guarda caso sempre lo stesso.
        Non è sbagliato avere il pilota e lo scudiero, è sbagliato non ammetterlo e fare magre figure con ordini di scuderia (da parte della Red Bull) ancora mascherati nonostante siano stati resi nuovamente legali.
        Ma d’altra parte l’Austria è la terra che ha dato i natali ad un certo Adolf che di nobile e onesto aveva poco o nulla

  • Io non capisco tutto questo accanimento contro Horner e la RB per la vicenda del 2010. Hanno scelto Vettel e hanno avuto ragione, se avessero scelto diversamente avrebbero perso il titolo piloti, infatti Webber è arrivato dietro ad Alonso, e anche con i 7 punti in più del Brasile (se avessero fatto passare Mark) Webber sarebbe finito dietro a Fernando. La RB, secondo me, nel 2010 ha lasciato addirittura troppo spazio ai duelli alla pari tra compagni di box, il Gp di Turchia fu emblematico sotto questo aspetto. Eppure continuano gli attacchi nei confronti della RedBull perchè punta tutto su Vettel. Ma alla Ferrari non si è fatto sempre così? All’inizio di ogni mondiale il Domenicali di turno ripete il solito mantra: “i due piloti saranno trattati alla pari e potranno lottare in pista, fino ad un certo punto della stagione”. Ma è evidente che non è così già dalle prime gare, perchè in Ferrari si è sempre puntato su un solo cavallo (e non c’è niente di male, aggiungo io). Capisco il tifo però qui ogni scusa è buona per dare ad Horner dell’ipocrita quando lui si comporta allo stesso modo degli altri, nè meglio nè peggio. La RB ha fatto benissimo finora a puntare sempre su Vettel, certo se Webber continuerà così sarà difficile la scelta tra i due nel momento topico della stagione, ma credo che Vettel si riprenderà lo scettro all’interno del box già dal prossimo Gp.

    • Ferrarista87

      il punto non è questo…io non critico la red bull perchè ha scelto di puntare su Vettel, ma li critico perchè sono degli ipocriti. Si sono permessi di dare dell’antisportiva alla Ferrari quando ad Hockenheim 2010 la Ferrari ha evitato di far perdere ad Alonso 7 punti nel mondiale….me la ricordo ancora l’intervista di Horner disse cose del tipo ” è uno scandalo, è contro lo sport..in red bull i piloti sono alla pari” …sono andati avanti a menarla per non so quante gare per poi comportarsi esattamente allo stesso modo….sono di un’ipocrisia che da la nausea.

  • a silverstona mark ha tolto 5 punti a fernando,non a vettel!il problema dell’australiano è che non è costante..vedremo cosa saprà fare,più si sale in classifica e più aumenta la pressione,sappiamo che piloti come vettel e alonso sono in grado di sostenerla,webber sarà altrettanto in grado?

  • Ferrarista87

    nelle prossime gare in red bull si toglieranno punti a vicenda…per ora webber è davanti, ma vettel non si arrenderà anzi…le lotte interne vanno sempre a vantaggio dei terzi..vedi 2007….per la Ferrari questa situazione può essere vantaggiosa eccome….webber è un bravissimo pilota ma non è un campione e contro Alonso non ci sarebbe storia: intanto però il buon mark sta togliendo punti a vettel che è l’avversario più temibile….

  • Ferrarista Sfegatato

    Ma a chi vogliono darla a bere ? tutti sanno che vogliono che vinca vettel e abu dhabi 2010 ne è la prova lampante … però quest’anno a differenza del 2010 non ci sono solo ferrari e red bull lì davanti ma anche mclaren,mercedes e soprattutto lotus senza contare felipe che sembra finalmente tornato quasi ai suoi livelli migliori … perciò quest’anno per loro sarà molto più difficile favorire vettel perchè secondo me tra i due della red bull si inseriranno altri piloti … staremo a vedere cosa succederà …

  • magnifikolp

    “E Mark sa che Sebastian è il pilota di riferimento.” Io direi “E Mark sa che Sebastian è il pilota che sarà sempre avvantaggiato dalla squadra”

  • Webber in RedBull assieme a Vettel non vincerà mai un mondiale, nemmeno se ci si mettesse la sfortuna a intralciare il tedesco, Mark non corrisponde all’immagine giovane, aggressiva e spensierata che la RedBull vole dare di sè, è troppo serio e maturo e (soprattutto) non è pupillo di Marko.

  • Io se deve vincere una red bull sicuramente simpatizzo per Mark, sicuramente in squadra puntano un pò di più su Vettel però hanno la classica mentalità tipo inglese di lasciare liberi i propri piloti.Quindi penso che se Webber sapra giocarsi bene le sue carte in red bull lo metteranno in condizioni di lottare-vincere il titolo.Certamente io da qui alla fine dell’anno mi augurerei di vedere sempre Kimi sul gradino più alto(anche se è un sogno impossibile),ma mi acconteterei di una ,due volte che già lo avrebbe meritato in Spagna e al Sakir

    • Ferrarista87

      nelle prossime gare in red bull si toglieranno punti a vicenda…per ora webber è davanti, ma vettel non si arrenderà anzi…le lotte interne vanno sempre a vantaggio dei terzi..vedi 2007….per lòa Ferrari questa situazione può essere vantaggiosa eccome….webber è un bravissimo pilota ma non è un campione e contro Alonso non ci sarebbe storia: intanto però il buon mark sta togliendo punti a vettel che è l’avversario più temibile….

  • Beh l’articolo dice tutto…nient’altro da aggiungere 😉

    “Alonso is faster than you…” Ah, questi malvagi della Ferrari!

  • certo che nn ha paura……tra un po weber sarà sabotato come nel 2010 che pagliaccio…peròl lo capisco se continua a prenderle dal compagno il bimbominchia si tagòlia le vene ahhhhhhhhhh …. una cosa chiedo sta alla larga dalla ferrari di piloti come te nn ne vogliamo…se proprio vuoi mandaci newey !!:)

  • ….deciderà la pista…
    horner sei più falso della banconota da 1500 lire…

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!