Il curioso caso di Jenson Button

13 luglio 2012 16:20 Scritto da: Michele Salvadori

Tutto cambia velocemente in Formula 1. Talmente troppo rapidamente che qualcuno ha quasi dimenticato che, all’inizio di questa stagione, la McLaren sembrava un missile e Red Bull – insieme a Ferrari – inseguvano a distanza.

In Australia, dopo la pole di Hamilton, tutti si aspettavano una vittoria dell’anglocaraibico. E, invece, ad avere la meglio sugli avversari era stato il buon Button, autore di una gara perfetta dal primo all’ultimo giro. JB era in palla, convinto che questo poteva essere l’anno del riscatto. In Malesia la pioggia ha reso tutto una lotteria e Jenson ha chiuso quattordicesimo, ma il suo morale è tornato alto nella gara seguente, in Cina, dove è tornato sul podio dietro a Rosberg, ma davanti al compagno Hamilton.

Sembrava il suo anno. Almeno, prima che gli altri iniziassero a sfornare aggiornamenti più azzeccati di quelli made in Woking. Diciottesimo in Bahrain, nono in Spagna, ritirato a Monaco, sedicesimo in Canada. A Valencia ha rimediato un ottavo posto, mentre a Silverstone è entrato in Top Ten sfruttando un errore di Hulkenberg all’ultima curva. Risultati che  deludono tutti: team, pilota e tifosi.

50 punti in nove gare: metà dei quali conquistati grazie alla vittoria australiana. Una involuzione tanto marcata, quanto inaspettata. Ma non è certo tutta colpa di Jenson. Gli errori al box sono stati parecchi, ma ciò che ha penalizzato veramente JB è stato uno sviluppo anomalo della monoposto che ha, di fatto, abbassato l’asticella delle prestazioni. L’ultimo GP a Silverstone ha evidenziato proprio questo: il pacchetto “Evo” della MP4-27 non ha dato i risultati sperati.

E se lo si pone in confronto al compagno Hamilton, la domanda nasce spontanea: perché Jenson non riesce a replicare le prestazioni dell’anglocaraibico?  I 42 punti di distacco rimediati in classifica iniziano a pesare. In McLaren parlano di problemi di setup e lo stesso Neale ha più volte detto che non è una questione di facile risoluzione.

Naturale, dunque, che JB perda feeling con la monoposto e contemporaneamente anche punti preziosi per la lotta al titolo. E, nonostante in McLaren il motto sia Never say Never, in un Mondiale equilibrato come questo, a Woking sanno già che – salvo miracoli estivi – la vettura numero 3 è già ampiamente fuori dalla lotta al titolo.

29 Commenti

  • Button è un gran pilota, lo scorso anno ha messo alle corde hamilton, quest’anno non è in simbiosi con questa macchina, specie nelle recenti evoluzioni, pertanto lui soffre, tutto qui.

  • La Mclaren quest’anno mi ha molto deluso anche perchè ho molta simpatia per Button ma purtroppo per tanti addetti ai lavori e stampa minimizzano sempre le sue prestazioni vi ricordate cosa diceva briatore di lui che era un paracarro solo che nello stesso anno vinse il titolo mondiale e l’anno scorso arrivo secondo nel mondiale umiliando molte volte hamilton che non l’ultimo di passaggio ma come dico la nomina fà tanto in questo ambiente e certa stampa e addetti ai lavori ti possono fare grande o piccolo indipendente dai risultati

  • e se in germania la mclaren tornasse davanti,che vorrebbe dire?se è vero,ed io non credo,che ci sia un problema progettuale,vorrà dire che la mecca sprofonderà sempre più a centro classifica,dietro williams e sauber..
    nelle prime gare il team inglese ha raccolto poco,per colpa degli svarioni ai box,non per colpa della macchina;escludendo silverstone,io non vedo tutto questo disastro!

    • peccato che hamilton ha perso la calma proprio a valencia quando era importantissimo anche solo fare 10 punti per non perdere contatto con i primi.era stato bravo fino a li, aveva capitalizzato il massimo senza prendersi rischi eccessivi quest’anno non come negli anni precedenti che eccedeva di foga.addirittura ricordo che dopo 3 terzi posti era in testa al campionato :) secondo me l’approccio al campionato era giusto ma i box gli hanno veramente fatto perdere molti molti punti e poi ha perso la testa

  • Ma perchè questa doveva essere la stagione del riscatto di Button? Forse l’anno scorso ha fatto schifo? Io mi ricordo di un Button secondo in classifica dietro a Vettel(che ha sfiorato la perfezione nel 2011), ma davanti a Webber, Alonso e Hamilton. Nelle stagioni precedenti aveva sempre ben figurato sia alla Brawn che in McLaren, quindi di cosa doveva riscattarsi Button? Sulla situazione 2012 io mi sento di dare la colpa esclusivamente alla McLaren. All’inizio pensavo che si trattasse di un problema esclusivo della vettura di Jenson, ma più passa il tempo e più è evidente come non sia così. Nelle prime 3 gare Jenson era in formissima, molto più di Hamilton, tanto che lo aveva battuto 2 volte su 3 in gara. Poi dal Bahrain c’è stato un crollo vertiginoso: ma non di Jenson, bensì della Mp4-27. Hamilton ha fatto qualche mezzo miracolo in qualifica un po’ ovunque e un miracolo intero in Canada (dove se riesce a terminare la gara vince anche con un triciclo). A Silverstone purtroppo sono venuti ancora una volta tutti i limiti della McLaren (attualmente quinta/sesta forza del mondiale). Button non ha colpe, è un gran pilota e lo ha dimostrato ogni volta che ha avuto per le mani una vettura decente. Se la McLaren dovesse riprenedersi, cosa di cui dubito ma in cui spero, di sicuro a fine anno non mancheranno i punti di Jenson nel mondiale costruttori.

  • button rispecchia da sempre il valore della macchina.
    se la macchina è buona,bilanciata e performante button la ottimizza quasi come nessun altro a livello di gestione in gara ed è un serissimo pretendente al titolo.

    se la macchina non va,o non piace al pilota,jenson fa una fatica bestiale perchè non ha la capacità di fare il miracolo in alcune gare come possono avercela hamilton o alonso tanto per dire.

  • Il pollice in su non basta, ci vuole un plauso molto più concreto, non sono tifoso Mclaren, però sento di dover appoggiare Caribbean Black anche con alcuni dati di fatto, primo fra tutti il fatto che in Mclaren avevano detto che aspettavano la pioggia, bhe, sapete nella speedtrap qual’è stata la vettura più veloce?

    1 3 J. BUTTON 310.2 14:15:59
    2 10 R. GROSJEAN 307.0 13:59:40
    3 9 K. RAIKKONEN 306.0 13:41:28
    4 18 P. MALDONADO 304.3 13:44:12
    5 6 F. MASSA 303.4 13:21:23
    6 7 M. SCHUMACHER 302.8 14:19:01
    7 8 N. ROSBERG 302.1 13:56:27
    8 19 B. SENNA 301.5 14:01:27
    9 25 C. PIC 301.0 13:10:03
    10 24 T. GLOCK 301.0 13:42:30
    11 16 D. RICCIARDO 300.7 13:11:34
    12 5 F. ALONSO 300.6 13:32:59
    13 4 L. HAMILTON 300.5 13:09:45
    14 17 J. VERGNE 300.5 13:04:46
    15 15 S. PEREZ 300.3 13:09:46
    16 20 H. KOVALAINEN 300.0 13:04:48
    17 22 P. DE LA ROSA 299.8 13:44:13
    18 23 N. KARTHIKEYAN 299.0 14:18:36
    19 14 K. KOBAYASHI 298.9 14:28:52
    20 2 M. WEBBER 298.5 13:54:16
    21 1 S. VETTEL 298.0 13:28:15
    22 12 N. HULKENBERG 297.8 13:43:16
    23 11 P. DI RESTA 287.6 13:07:51

    Non vi fermate a Button guardate un po in che posizione sono Alonso, Vettel e Webber chi fra questi avrebbe un assetto da bagnato e chi da asciutto????

    Andiamo a vedere le velocità massime per ogni settore, Button vince nel primo e nel secondo settore crispettivamente con 311.5 254.4 km/h mentre nel terzo è “solo” quinto ma è più lento di Vettel di solo 1 km/h.

    Con queste velocità ed essere 14° nella classifica dei giri veloci, credo proprio che non si può dire che avessero un assetto da bagnato.

    Tutt’altra situazione la abbiamo con Alonso, con velocità ridicole, ma 7° nella classifica dei giri veloci.

    Alla luce di questi dati come non quotare Caribbean, ma in fondo mi dispiace, perchè la cosa attesta una crisi profonda in casa Mclaren e da ferrarista preferirei lottare 1000 volte con l’avversario storico, piuttosto che con i bibitari.

    • Caribbean Black

      Che tu sia Santificato Max!

      Santo Dio, sto per sclerare di brutto!!!

      Sto sull’orlo di una crisi di nervi, e mi tocca poi pure leggere queste idiozie di uno dei tecnici di spicco del team!!!

      Stiamo proprio messi male….sto gia rivedendo un 2006 bis.

      • Carribean, come dicesti in qualche articolo fa che parlava di McLaren, forse il vero problema è davvero la filosofia progettuale della McLaren.

        Anche Hamilton ultimamente se n’è accorto, dicendo mestamente “basta guardare la nostra macchina in confronto alle altre…” riferendosi al muso senza scalino.

        Forse sta tutto qui il discorso, la McLaren ha azzeccato la soluzione degli scarichi (infatti poi più o meno ha “ispirato” molte squadre, prima fra tutte la Ferrari) e questo l’ha salvata nelle prime gare, quando le altre squadre non trovavano carico aerodinamico e lo stepped-nose non faceva differenza. Poi, quando tutti hanno iniziato a capire come sigillare termicamente il diffusore, allora si che le differenze di portata d’aria si sono fatte sentire…mi sto convincendo sempre di più di questa cosa.

        Io comunque continuo a sostenere che la McLaren si riprenderà da questa crisi, magari già ad Hockenheim, non so se tornerà ai fasti di inizio anno, ma sicuramente non credo che rimarrà al livello di Silverstone.

        Poi, il signor Lowe che dice “sul bagnato siamo andati bene, quindi il carico l’abbiamo” mi deve spiegare come ha atto Alonso a stradominare la parte di gara sul bagnato in Malesia, con una macchina che aveva un difetto di carico incredibile.

      • Caribbean Black

        Bravissimo Brian…anch io non ci credevo o forse non volevo credere che quel muso scalinato fosse così determinante….di fatti non è lo scalino in se, è proprio la portata d’aria nel tunnel sottoscocca che fa la differenza in termini di carico aerodinamico al retrotreno.

        Quoto la tua domanda finale in ogni singola riga….me lo deve spiegare anche a me il Signorino Puddy Lowe come diavolo hanno fatto in ferrari a dominare il gp malese sul bagnato estremo ed intermedio…..

        Gia da quella gara si doveva capire che le cose erano state fatte storte a woking…

        ….e per fortuna che si erano presi “dei rischi controllati”

      • Sulla Ferrari io tempo fa avevo ipotizzato una cosina, cioè che con le pull road anche sull’anteriore, la Ferrari avesse un assetto molto più morbido, per cui quando è carica di carburante ha bisogno di un downforce minore, mentre quando è scarica non riesce a stare attaccata al suolo, perdendo velocità. Ora quando c’è la pioggia questo handicap si trasforma in un vantaggio, perchè quei 5 mm in più che portano le gomme intermedie fanno lavorare al meglio la meccanica, quando poi si usano le gomme da bagnato estremo, l’altezza varia troppo e si perde downforce.

        Pe la Mclaren potrebbe essere anche che le cose funzionino in modo similare e vanno meglio sul bagnato che sull’asciutto.

  • Caribbean Black

    Puo essere poi anche possibile che non avendo provato le gomme soft (con le quali abbiamo sempre avuto problemi significativi di surriscaldamento e conseguente precoce give up delle gomme)durante il venerdi, oltre al fatto che la macchina ha seri problemi di carico aerodinamico, ci si sia messo anche un’assetto sbagliato, che ha di fatto, compromesso la tenuta delle coperture…ma che non ci vengano a dire che il problema è di assetto perchè è una cavolata bestiale e colossale.

    A silverstone abbiamo visto la peggiore mclaren della stagione, ma quella precedente non era di tanto migliore, cos’ come quella vista a monaco, barcellona ed in bahrein.

  • Caribbean Black

    Mi chiedo come si possa credere alle ca@@ate di puddy lowe, e credere seriamente che sia un problema d’assetto.

    Assurdo poi credere che silverstone sia stato un caso isolato, per il semplice fatto che la macchina non va da nessuna parte, fatta eccezione per montreal.

    Il set-up, è un’opzione tra le svariate che si hanno a disposizione, per calibrare ed equilibrare una macchna, non un difetto, per cui come si puo definire “difetto” un problema d’assetto???

    MA siamo impazziti?

    Che ci va raccontando questo autorevole tecnico di woking??? Le barzellette?

    LA macchina è sbagliata, e che non ci vengano a dire idiozie da allocconi, perchè non ci crede nessuno di noi.

    Non ho competenze di aerodinamica, ne di meccanica, però non ci vuole uno scenziato per capire che il problema è a livello di carico aerodinamico specie all’avantreno, e non si settaggio.

    LA controprova l’abbiamo proprio perchè jenson sta soffrendo a peste proprio il fatto che non ha carico aerodinamico all’avantreno, ed essendo un pilota old school style, di quelli che prediligono l’avantreno fermo, per avere un miglior direzionamento in curva, eccovi spiegata la sua parabola discendente.

    Era inutile fotocopiare gli assetti di lewis (altra riprova che che non è l’assetto ad essere sbagliato, ma il progetto in se) se proprio lewis predilige un comportamento totalmente opposto nella vettura, in fase di set-up.

    Nel 2011, button andava che era una bellezza, perchè avevano trovato il modo di far puntare a terra la parte anteriore del corpo vettura, specie nelle curve lente, dove la sterzata era brusca, andando a favorire proprio il suo stile di guida.

    Che non ci venissero a raccontare piu ste cavolate epocali.

    • Caribbean Black

      *montreal per metà…perchè con button 16° vuol dire che la macchina è uno scandalo!

      Hamilton in quella gara ha imbeccato il week end perfetto, e poi lui, ha quel qualcosa in piu che lo fa sopperire ai problemi di un mezzo che non sta in strada.

      è altamente preoccupante tutto cio.

  • Ma mi spiegate perche Hamilton con la stessa macchina va a busso?

  • principesco88

    io lo accetto lo stesso in Ferrari per il 2013, non si sa mai viene stimolato!

  • è la macchina che non va

    • intanto paddy lowe dice ke la macchina e giusta e nn sbagliata e ke a silverstone e andato tutto storto xk si sono concentrati piu sul assetto e la colpa era di una sbagliata scelta del assetto!!nn so xk parla…..farebbe meglio a stare zitto…!!

      • anche secondo me a silverstone,dove abbiamo visto la peggiore mclaren di quest’anno,c’è stato un errore di setup,perchè quelli di woking si aspettavano la pioggia che poi non è arrivata..non so quale sia il problema di jenson,ma la mclaren è buona,e già dal prossimo gp ne avremo la conferma..

      • Caribbean Black

        non è assolutamente vero gabry, perchè se avessero avuto un assetto da bagnato, la macchina sarebbe stata in strada coon le intermedie ed invece scivolava all’avantreno come fosse sul ghiaccio….quando erano sul bagnato estremo i loro tempi non erano tanto piu significativi rispetto agli altri, per cui non è assolutamente un problema di assetto, ma è progettuale, a livello di carico aerodinamico.

      • io volevo dire ke nn sono affatto d’accordo con lowe..e poi nn capisco tt questi pollici giu….

  • Button e’ il mistero del 2012, che sia arrivata anche per lui l’ora dello psicologo?

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!