Raikkonen contro la “bestia nera”: 9 ritiri in Germania

16 luglio 2012 11:40 Scritto da: Antonino Rendina

Un terzo posto a Hockenheim (2006) e uno al Nurburgring (2002); questi i migliori risultati di Kimi Raikkonen in terra teutonica.

In nove stagioni di F1 tra Gran Premio di Germania e Gran Premio di Europa (quando questo era al Ring) il finlandese ha stabilito l’anti-record di ben nove ritiri, molti dei quali per problemi tecnici.

Come dimenticare, ad esempio, il Gp d’Europa del 2005 con la sospensione anteriore in frantumi e un viaggio indesiderato e immeritato contro le barriere. O il Nurburgring 2007 con la sua Rossa che si spegne inesorabilmente nel bel mezzo di un Gp tutto da giocarsi.

No, ci deve essere qualcosa che riguarda la cabala, le stelle, il segno zodiacale, perchè il rapporto tra Raikkonen e la Germania ha confini degni della miglior puntata di Voyager. Altro che cerchi nel grano, verrebbe da dire.

Lo stesso Kimi ci scherza su: “Non so, forse ho fatto qualcosa di male in una vita precedente? Mi è sempre piaciuto guidare in Germania ma la fortuna non è mai stata dalla mia parte. Sono partito quattro volte dalla pole eppure sono arrivati troppi ritiri”.

Hockenheim e Nurburgring, un’accoppiata infernale per Raikkonen: “Sono sempre stato molto veloce su entrambi questi tracciati. Mi piacciono anche tanto eppure non sono mai stati clementi con me. Spero di potermi rifare con gli interessi quest’anno”.

D’altronde per uno che si chiama Iceman la cabala e i numeri hanno un peso relativo: “Statistiche a parte, la macchina è buona e non c’è motivo per cui non dovremmo lottare per un altro podio. Certo ci farebbe comodo un clima caldo, magari estivo. Visto che la nostra monoposto preferisce le temperature alte soprattutto nei long run. Spesso con il caldo di luglio qualcuno soffre con le gomme e noi potremmo approfittarne”.

Non ti far sentire troppo Kimi, che Zeus sarebbe capace di affilare fulmini e saette. Ma se Valentino Rossi ha messo Morandi sul casco al Mugello, tu potresti mettere Balotelli. Lo spauracchio della Germania; prendi e porta a casa.

19 Commenti

  • Poi ad Hockenheim 2005 fece la pole con l’ultima curva in derapata, invece Montoya se ne andò contro il muro!! Che fenomeno!!

  • Ma poi nel 2005 vi soffermate al solo episodio del Nurb ma non vi ricordate sempre in germania a Hockenaim era in testa da solo e per l’ennesimo guasto tecnico si ritirò e le dieci posizioni arretrate in francia e inghilterra a causa del cambio motore e fece secondo e terzo partendo tredicesimo e quindicesimo.un mondiale che senza tutti quei problemi tecnici avrebbe vinto a mani basse

    • mi ricordo mi ricordo,come a monza dove fece la pole con il doppio di benzina degli altri ma perse delle posizioni per penalità e poi bucò una gomma,altrimenti essendo su una sola sosta avrebbe vinto lui e non montoya.
      ripeto,fu un anno sfigatissimo c’è poco da fare.

    • Caribbean Black

      Certo iceman, ma soprattutto e specialmente grazie ad un mezzo tecnico nettamente piu performante e veloce di tutte le altre monoposto.

      Se andiamo a vedere le precedenti e successive stagioni di Kimi, non ha mai surclassato il compagno di squadra, ed ha avuto Massa in sauber prima e ferrari poi, con il quale si è equivalso sempre.

      Non lo chiamerei proprio fenomeno sinceramente.

      Un pilota estremamente veloce, preciso, ma non molto consistente (ritiri non per causa sua a parte)…di certo non mi vale ne un Hamilton, ne un Alonso, ne uno Schumacher, e forse, oggi come oggi, neanche un Vettel ed un Rosberg.

      Poi, d’accordo sul fatto questo è il suo primo nuovo anno, e per valutarlo, bisognerà aspettare la prossima stagione, o quella successiva ancora….un p come il nuovo schumacher.

      • Caribbean Black

        ..chiedo venia per la cavolata su massa in sauber….ricordavo proprio male….l’ho scambiato per heidfeld 😛

      • Ogniuno ha la sua opinione ed è rispettabile infatti ti dico tieniti il tuo Hamilton bello stretto che io mi tengo Kimi e non lo cambio con nessuno degli attuali piloti in formula 1

      • Poi vai a vedere cosa ha fatto montoya con la stessa macchina e quattro volte lo stipendio di Kimi,con david coulthard e Massa comunque se andiamo a fare il bilancio di tre anni con tutto il supporto del tim l’ha prese (ti ricordo stagione 2009 massa si fà male con un bidone e sviluppo fermo ha fatto 2°in ungheria,3°a valencia,1°a spa e 3°a monza,questo nonostante lo sviluppo della macchina bloccato appena per forza la ferrari ha incominciato a seguirlo visto che i sostituti di massa prendevano tre,quattro secondi al giro per capire che razza di bidone inguidabile aveva tra le mani!!!!!!!!

      • Caribbean Black

        Tranquillo Iceman :) hai ragione, ognuno ha la sua opinione.

        Anche io attualmente Hamilton non lo cambierei con nessuno degli attuali piloti….forse forse con Rosberg, ma non oltre.

        Poi, sia chiara una cosa, a me di Hamilton importa relativamente, io tengo alla squadra, se lui vuole andare via, che vada, troveremo un sostituto, certo è che oggi come oggi, secondo me non ce ne sono di validi sostituti per Hamilton.

        Su Kimi ho le mie ragioni ponderate di pensare e sostenere che non sia un fenomeno, ma ne ho talmente parlato in passato, che mi è diventato un argomento scomodo…alla fine Kimi ha dato tanto alla mclaren, e non posso rinnegarlo….ha lasciato per via delle false promesse di Dennis, e non lo biasimerò mai per questo.

  • Senza i ritiri per colpa della vettura per stessa ammissione in un’intervista di Nobert Haug Kimi avrebbe vinto due mondiali in mclaren nel 2003 e nel 2005 e penso che lui ne sà molto più di me e di te per quali motivi mancava l’affidabilità

    • la vettura fino ad imola era un disastro poi i pacchetti europei la fecero diventare una vera bomba in tutti i sensi, però giusto per rispondere a qualcuno io ero a imola quell’anno, ci abito di fianco…e ruppe il semiasse nei primi giri…non so cosa c’entri con l’appellativo distruggi-macchine…a me non sembra le distrugga e cmq chi vuol fare il tassista non va in pista, almeno non nel suo caso…

  • Al Nurb 2005 dominò letteralmente la gara e per una piccola imprecisione spiattellò la ruota come tanti fanno!! Lui che è un guerriero non si accontentò del secondo o terzo posto che ne scaturiva e ha lottato per vincere, da campione. Ad Hockenheim 2005 si ritirò per un guasto quando aveva un vantaggio enorme. Come al Nurb 2003 e ad Imola 2004. Tutte vittorie, punti e titoli in fumo. Lui è un eroe sfortunato. Ma se un episodio di fortuna resterà immemore, come il ritiro a Suzuka di Schumacher che permise ad Alonso di vincere il secondo mondiale, un campione sfortunato resterà sempre un campione. Infatti il Kimi in Mclaren non lo dimenticherà mai nessuno. Come quello rosso Ferrari, anche se tanti non lo rimpiangono. I tifosi Ferrari sono così, sempre convinti che la vittoria un giorno sarà loro, per il mero motivo di essere la “signora” scuderia, ma non ricordano che per quanto questa signora ogni giorno si concia e ammira la sua bellezza e attende il principe azzurro, l’ultimo vero bacio lo ebbe lì: Interlagos 2007!! Il tempo passa…

  • Vi ricordate cosa disse Illien appena Kimi firmò per la Rossa?

    Eccovi l’articolo dell’epoca:

    Illien: “Kimi e’ un distruggi-macchine”
    L’ex capo motorista della Mercedes, che ha collaborato per anni con il pilota finlandese passato ora alla Ferrari, ha avvertito la Ferrari riguardo alla scarsa propensione di Raikkonen al rispetto per la meccanica.

    “La Ferrari dovra’ costruire un carro armato per Kimi -ha spiegato Mario alla Sport Bild- lui vuole solo andare a tutto gas, il resto non gli interessa. Nessun altro pilota tratta il materiale duramente come lui, nessun altro va a picchiare cosi’ duro sui cordoli giro dopo giro. Al contrario, Alonso guida con molta delicatezza -ha concluso- e questo e’ una componente fondamentale dei suoi successi”.

    • Lo era Kimi, lo era David e Mika cosa può dire uno per non ammettere i propri errori avevano un gran motore ma fragile.Visto che sei tifoso Ferrari chi trattava le macchine bene Schumacher sia per il motore (teneva l’accelleratore premuto anche in curva con i freni premuti) e come era irruento sopra i cordoli e con i freni,tutte fesserie!!!nel 2007 e 2008 ebbero entrambe le Ferrari spesse volte problemi di affidabilità ma non certo per colpa dei piloti,mentre in Mclaren ebbero due solo ritiri uno Alonso e uno Hamilton entrambe le volte per incidente

  • Non si cambiavano le gomme x tutta la gara,bastava un lungo una frenata troppo forte….se intendi questo come errore sei un pò severo.poi nel 2005 fu strepitoso,se non era x le decine di volte che restava a piedi avrebbe vinto il mondiale a mani basse

  • Però carlo anche fernando fece diversi errori bloccando in frenata e facendo 2 lunghi,ma per fortuna sua gli andò tutto bene.poi diciamo la verità,mancava un giro ed era sempre stato in testa.

  • ricordo anche il 2003.
    stava dominando al nuerburgring e ruppe il motore.

    nel 2005 il ritiro fu figlio di un suo errore certo è che per ritirarsi all’ultimo giro ci vuole anche un bel po’ di sfiga.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!