F-duct, il ritorno! Ce l’ha la Lotus E20

20 luglio 2012 14:03 Scritto da: Mario Puca

Avevamo già preannunciato stamane che la Lotus aveva portato ad Hockenheim grosse novità aerodinamiche. Inizialmente avevamo paventato l’introduzione del “Double Drs”, il sistema utilizzato dalla Mercedes per lo stallo dell’ala anteriore. In realtà, dopo le prime foto, possiamo confermare che quello della Lotus non è un Ddrs, bensì un vero e proprio F-duct “old school”, di quelli banditi al termine della stagione 2010, con i dovuti accorgimenti per renderlo legale.

Il sistema, infatti, è sviluppato proprio sulla falsariga di quelli utilizzati qualche stagione fa, con l’unica differenza che il dispositivo si attiva unitamente al Drs (e pertanto è perfettamente in linea con le regole).

Sulla E20 sono comparse due grosse bocche ai lati della presa d’aria del motore (FOTO) che alimentano il sistema. L’aria viene poi convogliata in una conduttura fino alla parte terminale del cofano dove la suddetta conduttura si sdoppia; una prosegue sul profilo inferiore dell’ala posteriore, al di sotto del monkey seat, mentre l’altra è snodata verso la parte bassa del profilo principale dell’ala (FOTO1 – FOTO2). Qui, presumibilmente, è presente uno slot. Quando il Drs è chiuso, l’aria fuoriesce dalla conduttura inferiore. Quando il pilota aziona il Drs apre, oltre che il profilo secondario dell’ala, anche lo slot posto al di sotto del profilo principale. La grande quantità d’aria che fuoriesce dallo slot, staccando la vena fluida dal retro del profilo, genera una perdita di carico ulteriore, diminuendo quindi la resistenza all’avanzamento ed incrementando, di conseguenza, le velocità di punta.

Ovviamente attendiamo altre foto per spiegarvi ulteriormente il funzionamento del dispositivo, che comunque, così come accennato all’inizio dell’articolo, dovrebbe (condizionale d’obbligo in questi casi…) essere perfettamente in linea con le regole, visto che il pilota aziona il Drs e non il dispositivo specifico.

 

22 Commenti

  • Se devo dare un mio parere, un dispositivo del genere è solo un azzardo e può essere utilizzato solo da scuderie che non hanno nulla da perdere.

    Il perchè è semplice: prima di tutto darebbe un vantaggio solo in qualifica, in gara invece la sua utilità è molto ridotta, inoltre, stallare l’ala in velocità potrebbe diminuire consistentemente il sistema di antispin che utilizzano i motorizzati Renault, compromettendo l’usura delle gomme, in ogni caso mettere a punto questo sistema richiederebbe delle sessioni di prova molto più consistenti di quelle pre-gara; infine per convogliare i flussi sono comparse due grosse aperture ai lati del motore e, queste, se da un lato adempiono alla loro funzione, dall’altro potrebbero costituire un ostacolo al passaggio dei fluidi verso il posteriore in condizioni di non utilizzo del sistema. In altre parole si guadagnerebbe come velocità massima in rettilineo quando lo si usa, ma si perderebbe altrettanto se non lo si usa.

    Quindi bisognerebbe bene valutare i pro ed i contro del sistema e non mi meraviglierei se a Spa venisse annunciato che non sarà più adottato, a volte certe dichiarazioni vengono fatte solo per altre esigenze.

    In ogni caso anche la Ferrari aveva testato un profilo alare completamente diverso, in grado di far aumentare di 3 o 4 km/h la velocità di punta e, piuttosto che complicarsi la vita con questo nuovo sistema io lo preferisco di gran lunga ad un F-duct o ad un doppio DRS.

  • Speriamo gli possa fare migliorare di qualche posizione la prestazione in qualifica e anche in gara di essere più veloci in rettilinio.In molti circuiti anche se più veloci non hanno avuto lo spunto necessario in rettilinio per superare e quindi sono rimasti imbottigliati dietro a avversari più lenti,il caso più emblematico è stato il sorpasso di Raikkonen ai danni di Hamilton negli ultimi giri di Valencia,nonostante Kimi esce con il doppio della velocità dalla curva dopo il ponte e quasi lo affianca e apre il drs non c’è la fà a superarlo in fondo al rettilinio ma lo sorpasserà più avanti con una bella finta

  • Dimenticavo, un consiglio per Stefano Domenicali:
    Inventate un F-duct che si attivi quando la vettura supera i 150 Km/h oppure quando la temperatura atmosferica supera i 15°, in alternativa quando gli pneumatici sono caldi.
    Sul bagnato si potrebbe fare attivare dal led installato sul retrotreno.
    L’importante è che non deve essere azionato dal pilota!
    Che genio che sono…

  • La FIA rischia, per l’ennesima volta, di fare una figuraccia!

  • Ferrarista Sfegatato

    Se verrà bocciato qui non credo che lo riproporranno a budapest dove la velocità di punta non serve a niente … lo porteranno a spa e lì, come a monza, saranno dolori … vedo già kimi vittorioso in belgio !

  • il principio difunzionamento è lo stesso del correttore d’assetto, infatti il correttore d’assetto non veniva azionato dal pilota, ma dallo sterzo, si dovranno pur fare le curve.
    L’F-Duct della Lotus non lo aziona il pilota ma lo aziona il DRS o meglio (peggio) si aziona contemporaneamente al DRS.
    Non vedo a questo punto come possa essere legale l’F-Duct e illegale il correttore d’assetto, essendo sostanzialmente uguali (ovviamente l’attivazione).

    • infatti, pur tifando Ferrari mi sto godendo questa bella risposta della Lotus Renault. Dopo che è stato giudicato regolare in prima battuta, il correttore d’assetto è stato stranamente bandito dopo che la Ferrari aveva presentato il suo. Questo ha penalizzato tanto Ferrari e Lotus e a premiato la Mercedes, visto che il loro sistema era altrettanto irregolare. Adesso la Lotus ha avuto un lampo di genio, hanno rispolverato il loro vecchio F-duct 2010 che, guarda caso, mandava in stallo il profilo basso dell’alettone. Hanno solo adattato il vecchio F-duct al sistema introdotto dalla Mercedes che è stato giudicato regolare.
      Bel precedente, scommettiamo che gli altri team spolvereranno i loro F-duct uno fra tutti quello Sauber che funzionava come quello renault…
      E la Fia fa una bella figura di MERDA

  • oggi lo hanno provato solamente con Raikkonen, domani vedremo se lo usano o lo rimandano a Budapest.

  • Rosso dentro

    se funziona a dovere in qualifica son dolori…

  • Secondo me è da vietare, è idendico all’Fduct del 2010, cambia la forma ma non il concetto.

    • Era da vietare sin dalla versione Mercedes, alla fine anche quello era simile.

    • E’ il risultato dei 2 pesi e due misure della Fia, con il suo regolamento scritto per essere interpretato da chi puo’!

      C’è chi puo’ e chi non puo’
      Chi è bello e chi è ricco, chi e brutto e sfigato, chi paga e chi viene pagato.

      • Non credo sia così, la Ferrari a suo tempo fu criticata per avere la FIA dalla sua parte, ma io penso che siano solo voci per strumentalizzare il campionato.
        Comunque sia ciò non toglie che chi deve far rispettare i regolamenti non ha le palle per sanzionare imbrogli che vengono presentati come raggiri, ma che sono pur sempre imbrogli!
        Dovrebbero mettere una clausola regolamentare che vieta i raggiri regolamentari.
        Macchine truffaldine come la bar del 2009 con l’estrattore col buco o la red bull progettata con gli scarichi soffiati hanno ammazzato 2 stagioni di F1, mentre quando abbiamo assistito anche ad annate dove certe furbate venivano stroncate sul nascere ,i campionati erano combattuti sul filo del rasoio…ci vorrebbe un po più severità, non capisco Jean Totd cosa ci stia a fare come presidente, lo vedo veramente inutile.
        Scusate lo sfogo.

  • Ferrarista Sfegatato

    prepariamoci alla vittoria di kimi a spa … lui là va forte di suo … figuriamoci con questa diavoleria !

  • MassaisTheBest

    A me ora questi fanno paura, soprattutto grosjean, è un’impressione mia, ma per me il francesino fa la pole!

    • Beh anche la Mercedes dovrebbe avere lo stesso dispositivo…e non è che stia andando come un fulmine….comunque fin ora non ci sono state piste da altissime velocità…quando arriverà il momento credo e spero che anche le altre scuderie si adegueranno…soprattutto la Ferrari che quest’anno lamenta qualche chilometro in meno..
      Nonostante ciò RedBull insegna..i mondiali si vincono con tanto carico..

  • Non sapete quanto godo adesso !!!
    Ah ah all’inizio del campionato non ho mai mandato giu’ il fatto che prima la lotus e poi la Ferrari hanno subito uno strano comportamento della FIA vedendo rifiutato il correttore d’assetto per un elemento chiaramente irregolare come il sistema F-duct della Mercedes che è anch’esso una presa per i fondelli bella e buona, un vero f-duct che si aziona in maniera diversa. Solo adesso leggo che la Lotus ha adattato un vecchio sistema f-duct, mentre in Mercedes ne avevano inventato uno nuovo :-) niente di piu’ comico.
    Addirittura c’era un disegno con i tubi che partivano dalla parte anteriore tanto per confondere le idee.
    Grande LOTUS ! continuiamo cosi’ contro le ingiustizie FIA!!

  • Ma sinceramente tutto questo clamore e questa differenza con quello mercedes non c’è Entrambi sono F-duct che si azionano assieme al DRS, quello che cambia è il face liftight.
    Si è creduto per mesi che quello mercedes fosse collegato alla parte anteriore, invece secondo me ed altri fra cui Ing. Bruno il sistema è molto piu’ semplice. La differenza è il pescaggio dell’aria sulla Lostu avviene ai lati dell’airbox sulla Mercedes sul doppio airbox.
    Complimenti alla Lotus una bella risposta alla FIA che aveva giudicato illegale il correttore d’assetto e legale questo congegno che si aziona quasi allo stesso modo del correttore d’assetto.
    Secondo me la FIA adesso lo bandirà, vedrete se un idea illegale parte dal Mercedes Rebull o Mclaren ok se parte dalla Ferrari o da un team minore allora sono guai !!!
    Ora mai ci ho fatto il callo

    • Zio in realtà sono sistemi diversi. Solo il principio di base è lo stesso: sfruttare il drs per azionare anche un altro dispositivo.
      Sulla Mercedes il pescaggio è posto sulle paratie dell’ala posteriore. Aprendo il drs si apre anche il condotto e si stalla l’ala anteriore.
      Sulla Lotus il pescaggio è sul rollbar e, sempre tramite il drs, si stalla il profilo principale dell’ala posteriore.
      Io credo che quello della Lotus funzionerà molto meglio, perchè stallare l’ala posteriore, in termini di velocità di punta, è molto meglio che stallare quella anteriore. Vedremo, comunque… 😉

      • Si ho visto adesso le foto, con lo strano sostegno centrale. Beh quello lotus sfrutta a pieno il precedente creato dalla FIA quando ha dichiarato, legale quello Mercedes.
        In realta’ è una bella idea che schiaffeggia la FIA, questo sistema sembra un riadattamento del F-duct classico. Secondo me alla lotus hanno pure risparmiato riprendendo in parte il vecchio progetto che guarda caso si adatta alla monoposto odierna perche’ è un evoluzione della vecchissima monoposto guidata da Kubica.

Lascia il tuo commento

Devi aver fatto il Log In per poter inserire un commento

Se non fai parte della community, registrati qui!